Seat

Seat
Leon ST

da 22.645

Lungh./Largh./Alt.

455/182/145 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

587/1.470 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Ventisette centimetri più lunga della berlina dalla quale deriva (e di cui riprende il design sino a… metà carrozzeria), la Seat Leon ST è una wagon dal sapore sportivo non solo per quanto riguarda l’estetica (a inizio 2017 rivista nel frontale, con la mascherina cromata e più grande): le sospensioni “solide” (ma non tanto da compromettere il comfort) la rendono agile e divertente da guidare. L’abitacolo, dallo stile elegante anche se privo di slanci di originalità, si fa apprezzare per l’elevato livello delle finiture - molti i rivestimenti in plastica morbida - ed è comodo per quattro adulti; all’altezza delle aspettative il baule, capace di 587 litri (1470 ripiegando lo schienale frazionato asimmetricamente e provvisto di botola passante per gli sci). L’allestimento “base” Style (disponibile con il 1.0 TSI a benzina da 116 CV e con il diesel 1.6 TDI di pari potenza) è già piuttosto ricco. Il motore 1.5 TSI a benzina, a differenza di quanto succede con la Leon berlina, è offerto soltamnto nella meno potente versione da 131 CV, nlon abbinabile al  cambio robotizzato a doppia frizione DSG a 7 marce, riservato alla motorizzazione diesel.

 

Versione consigliata

Il “mix” più allettante fra prezzo, dotazione, prestazioni e consumi della Seat Leon ST lo offrono la 1.6 a gasolio e la 1.0 TSI, entrambe in allestimento Style; chi vuole più sportività, invece, farà bene a orientarsi sulla 1.5 TSI da 131 CV. Fra gli optional “tecnologici”, ci sono i fari completamente a led, il sistema anti-colpo di sonno e l’assistenza al mantenimento della propria corsia di marcia.

 

Perché sì

Bagagliaio Davvero capace e di forma regolare, offre facile accesso grazie all’imboccatura ampia e alla soglia vicina al suolo.

Guida La stazza contenuta in rapporto alle dimensioni, lo sterzo preciso e le sospensioni ben tarate rendono la ST piacevole da guidare anche lungo i percorsi tortuosi.

Qualità costruttiva Lo standard dei materiali e delle finiture è elevato, e gli assemblaggi precisi.

 

 

Perché no

Insonorizzazione Ad andatura autostradale il rotolamento delle gomme si fa sentire troppo, e il motore diesel è rumoroso in accelerazione.

Quinto posto L’eventuale passeggero centrale del divano deve vedersela con la seduta poco imbottita e con lo sporgente tunnel nel pavimento.

Visibilità posteriore Il piccolo lunotto e la forma dei montanti posteriori non facilitano le manovre in “retro” (e i sensori di parcheggio sono optional).

 

Seat Leon ST
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
76
21
9
31
VOTO MEDIO
3,6
3.620515
195
Photogallery