Smart fortwo coupé Passion

Pubblicato il 21 gennaio 2010
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
3
Motore
3
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
2
Tenuta strada
4
Media:
3.5833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
E' la mia seconda auto. E' perfetta come seconda auto, la classica auto da città, che però non disdegna percorrenze autostradali. Il cambio automatico, la praticità dei due metri e settanta per parcheggiare, la linea particolarmente intrigante. Al di là delle mode posso affermare che la seconda auto di famiglia per eccellenza è la smart. E' la seconda smart che compro, è un'auto che vivamente consiglio, soprattutto a chi pensa sia un'auto piccola, dall'abitacolo angusto, e soprattutto a chi si preoccupa del passo corto e del baricentro alto. I controllo elettronici(abs, esp, asr), la cellula tridion e l'assetto la rendono assolutamente sicura sotto ogni aspetto.
Gli interni
Gli interni di questa seconda versione la rendono più macchina e meno originale. Nonostante ciò tutto è al suo posto, facilmente raggiungibile, a portata di mano. I sedili hanno la giusta "durezza", anche non essendo particolarmente profilati. L'unica pecca la trovo nel freno a mano non rivestito, completamente a vista, che mi ricordano le vecchie Fiat 126(per rimanere sullo stesso segmento). E le plastiche dure, che sullo sconnesso si fanno sentire(solamente nella zona posteriore, del bagagliaio).
Alla guida
La piccola vettura risulta molto simpatica alla guida. Ha una posizione rialzata che permette di ottenere un'ottima visibilità, ha una tenuta di strada ottima, tendente al sottosterzo solamente se si esagera, ma l'esp interviene prontamente alla minima incertezza. Anche la frenata si rivela efficace. Peccato non poter perfezionare la posizione di guida con le regolazioni in altezza del sedile e in profondità dello sterzo, in quanto sulla Smart non si possono avere nemmeno a richiesta. Inutile aggiungere il servosterzo, in quanto la vettura è molto leggera, il peso del motore è sul posteriore, e di conseguenza non si trova la minima difficoltà. Leggendo tanti articoli subito salta all'occhio la critica per il cambio robotizzato che risulta lento. E' vero, non è certo un dsg, non è paragonabile ad un'automatico tradizionale con convertitore di coppia, ma tranquillamente posso dire che è sempre meglio di un tradizionale cambio manuale. E' sufficientemente rapido, bisogna solamente farci l'abitudine con una leggera incertezza allo spunto, ma in linea di massima è assolutamente comodo, soprattutto in città, incolonnati magari all'ora di punta, dove con un manuale ci si fà i muscoli premendo di continuo la frizione. Unica pecca da me riscontrata: sulla neve. Ma soprattutto sul ghiaccio. L'antipattinamento purtroppo non è disinseribile, e se ci si trova a dover superare una minima pendenza(ad esempio salire su un marciapiede), non appena le ruote slittano interviene l'elettronica che taglia alimentazione e non ci si muove!!! Per fortuna in città nevica due volte l'anno !!!
La comprerei o ricomprerei?
La ricomprerei subito, l'ho già ricomprata, l'ho consigliata e la consiglio a chi cerca una seconda macchina per la città(e non solo). Non ha un prezzo esagerato, i consumi di gasolio sono veramente da primato, ha una linea particolarissima, si parcheggia veramente in spazi ridottissimi; insomma nella sua categoria non ha rivali. Rimane sempre la numero uno.
Smart fortwo coupé Passion
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0


Aggiungi un commento
Ritratto di andreapisit
21 febbraio 2011 - 20:26
Bello ti dico solo una cosa... Ho 22 anni ai tempi quando avevo 13 anni ho vinto 3 regionali SICILIA di karting ho anche fatto qualche campionato italiano fino ad arrivare a correre ufficiale in Birel non so se mi sono spiegato, ho avuto molte macchine da quando ho 18 anni ma non perchè papi me le ha comprate ma ho fatto tutto da solo si può dire che compro e vendo spesso questa è la settima smart che compro e ti dico che la stabilità e l'assetto che trovo in una smart non la trovo ne in un serie 1 ne in un classe a coupè, serie 3, l'ultima che ho preso monta le ruote 17 post e 16 ant con gomme YOKOHAMA spalla 35 con i distanziali massimi ti posso dire che quello che faccio con questa macchina l'ho fatto solo con il mini cooper S rimanendo deluso perchè la mia con la cambio con nnt... Ora sto impazzendo per togliere l'antipattinamento per prendere le curve anziche a 110 anche a 150 !!!!!!!!! FIDATI FATTI PRESTARE 22.000 EURO DA PAPI E VAI A PRENDERE LA BRABUS E POI MI FAI SAPERE...se proprio secondo te non va allora cambia hobby invece di guidare forte vai a fare la spesa con la fidanzata...
Ritratto di El bocia
13 febbraio 2010 - 19:32
robloi46..lascialo perdere, questo vuole la smart solo che non ha i soldi per comprarla, forse è geloso di qualche suo amico e si sfoga così...sta di fatto che la smart è un' auto unica, impareggiabile in città...la mia ha 7 anni, 106 mila km e mai avuto spese oltre i tagliandi annuali da 200 euro presso lo smart center ovviamente. E pensa un po' se la vendo mi danno ancora 5000 euro...magari una punto ti fa 250 mila km ma indipendentemente dal chilometraggio, dopo 7 anni, ti danno si e no 3000 euro...poi giusto per curiosità, visto che parli di auto come se si dovesse correre in pista, ci dici quale macchina hai?
Ritratto di roberto88vv
14 febbraio 2010 - 15:21
si guarda... è il sogno della mia vita, non so come hai fatto a capirlo... anzi ora vado a suicidarmi perchè non ho la smart, meno male che mi hai aperto gli occhi e mi hai fatto capire che la mia vita non ha senso senza la la smart dei miei sogni. non è questione di pista o no, è questione che un'auto deve rispettare la fisica o in una situazione critica come un ostacolo da evitare si troverà in seria difficoltà. non è questione di quanto vale sul mercato quando la vendi perchè uno che paga 5000 euro per una smart da 106000km è un pazzo masochista e non mi interessa la sua valutazione pecuniaria. ti dico che 2 miei amici hanno venduto una smart per ben oltre 4000 euro, uno dei 2 acquirenti dopo 2 giorni è tornato a casa sul carro attrezzi e l'altro non lo so ma quell'auto (la versione diesel) era praticamente fusa (ma ammetto che la colpa era della stupidità del proprietario) e camminava solo con la forza di volontà (e spesso con la mia auto che la trainava con una cima) e a volte non camminava proprio quindi immagino che l'acquirente non sia stato molto felice
Ritratto di El bocia
20 febbraio 2010 - 20:53
personalmente non comprerei nessuna auto che sia smart o bmw o audi con più di 100 mila km, però si sa che in giro di polli ce ne sono parecchi, sta di fatto che in concessionaria mi passano quella cifra, a dimostrazione del fatto che, secondo me, è un' acquisto molto più intelligente (poi dipende dall' uso che ne devi fare ovviamente) piuttosto che una punto. Per quanto riguarda la fisica, vorrei che tu mi documentassi con dei dati scritti (verba volant) queste tue "teorie" sul fatto che una smart non rispetti determinate regole, chiamiamole così...Penso che se una persona si compra quest' auto evidentemente non gli interessa fare le curve a 100 km/h (anche se ti posso assicurare che è più sicura di una punto), piuttosto vuole consumare poco, spendere poco di gestione (bollo+assicurazione), avere un' auto facile da parcheggiare ecc...il cambio non è un dsg ma è anche vero che una polo 1.2 da 105 cv con dsg ti costa 18.500 euro, una smart full optional 12.000....
Ritratto di robloi46
27 febbraio 2010 - 11:36
Questo portale ci ha messo a disposizione la possibilità di fare delle recensioni per a delle macchine possedute, o semplicemente provate . Una recensione la intendo cio che una persona seduto alla guida è in grado di raccontare dell'auto in questione senza parzialità, senza che il proprio gusto vada ad influenzare ciò che sono le caratteristiche dell'auto, anche se questo non è sempre possibile . Questo per rispondere a roberto88vv, che con il suo fiat coupe traina gli amici con la smart, che dopo averle tirate senza nemmeno farci la minima manutenzione rimanevano immancabilmente "appiedati". Quello che tu dici in termini di "affidabilità" non è del tutto sbagliato, perché se prendi una macchinetta come la vecchia smart (tre piccoli cilindri sovralimentati da una piccola turbina) e non fai altro che tirarla sempre al massimo, cerchi di fare le curve al massimo per sfidare le leggi della fisica, ti assicuro che lei si ferma molto ma molto prima dei 100.000km. Ti dico che la mia vecchia smart a 85.000 km andava benissimo quando dopo tre anni l'ho venduta a 8.000 euro, ne ho aggiunto 4000 e ne ho preso un'altra nuova, un 1.000 aspirato che va ancora meglio, e penso che la prossima sarà un diesel. Quest'estate mi ci sono fatto Veneto-Sardegna e ritorno (1400km) senza il minimo problema . Quindi l'affidabilità viene di molto pregiudicata dall'utilizzo che se ne fa . Quello che dici sulla velocità autolimitata è giustissimo, anzi, in certe giornate ventose devi rimanere sui 100km/h per evitare che le raffiche ti facciano sbandare!!! Ma ti ripeto che è una macchina nata per la città!! E' inutile che parli di leggi della fisica, baricentro alto e così via.. Con i suoi 2,70 metri ribadisco che è molto più sicura di una nuova Panda, di una Punto (che mi trovo ogni giorno per lavoro ad utilizzare), che il cambio automatico se pur lento è la miglior cosa per un'auto in città. La trazione posteriore così come il motore posteriore è la miglior cosa che potessero fare per distribuire meglio i pesi, e ti posso tranquillamente dire che la vecchia Fiat 500 (quella degli anni 60-70) ha molta più tenuta di strada di molte macchinette che girano oggi, (gommata 125 SR 12) se pur con la tua criticata trazione posteriore e motore posteriore . Questo non per darti contro, tanto meno a favore, ma semplicemente per dirti che, dovresti razionalizzare le tue critiche al di la del tuo gusto estetico, dal quale abbiamo capito che la Smart PROPRIO NON TI PIACE!!! Ma tutto ciò è comprensibile data la tua giovane età. Grazie a El Bocia per il sostegno morale!!! Saluti.
Ritratto di roberto88vv
2 marzo 2010 - 15:35
i limiti dinamici sono poco significativi in città ma il problema è che moltissimi prendono una smart per poi percorrere moltissimi km per farci viaggi e percorsi extraurbani (ne incontro moltissime sull'autostrada) dove si rivelano inadatte. non tutte le auto soffrono allo stesso modo il vento laterale, ovviamente un'auto con molta superficie laterale e poco peso lo soffre molto più di una più bassa e meglio piazzata. io ho una vecchia primera che lo soffre ma in maniera ben più che sopportabile mentre il fiat coupè è praticamente insensibile. riguardo l'affidabilità quello che dici (che dipende dall'uso che se ne fa) è verissimo ma essendo un'auto fatta per la città dovevano evitare un motore turbo, con la II generazione (fra l'altro molto migliore e più proporzionata) alla mercedes lo hanno capito e hanno rimediato
Ritratto di bmw750m
13 giugno 2010 - 04:08
sinceramente delle leggi fisike come dice roberto88vv io me ne strafrego,,...fatto sta ke la smart e unicamente unica..io ho 4 auto in famiglia smart fortwo mini cooper fiat 500 e una bmw x5 e credo ke tra le 4 la migliore e la smart..sono 4 anni ke ce l abbiamo e nn ci ha dato mai nessuno problema mentre la bmw sn 2 anni e mio padre ci ha dovuto fare il motore.. nn ti puo piacere esteticamente ma come mekkanica cme motori e quant altro nn la si puo proprio giudicare....
Pagine
listino
Le Smart
  • Smart forfour
    Smart forfour
    da € 25.649 a € 30.859
  • Smart fortwo cabrio
    Smart fortwo cabrio
    da € 28.394 a € 34.695
  • Smart fortwo coupé
    Smart fortwo coupé
    da € 25.026 a € 33.195

LE SMART PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SMART

  • La Smart fortwo EQ è la più piccola auto in listino, e col restyling si può avere solo in versione elettrica. Bene lo scatto e la maneggevolezza, ma autonomia e modalità di ricarica non convincono. Qui per saperne di più.

  • Oltre alla Fortwo elettrica, allo stand della Smart al Salone di Francoforte era presente anche la Forfour, anche lei rigorosamente elettrica, e con quattro posti.

  • La più piccola tra le citycar si aggiorna nelle forme, ma soprattutto si converte definitivamente all’elettrico. Andiamo a scoprirla.