Suzuki Swift 1.3 DDiS 16V GL 5p

Pubblicato il 7 febbraio 2010
Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perché l'ho comprata o provata
Fondamentalmente l'ho comprata perchè è stato amore a prima vista. In mente avevo almeno altre tre opzioni, ma una volta entrato nel concessionario l'ho vista in quel fantastico colore blue kashmir e ho chiesto subito di provarla. Mezz'ora dopo la *bloccavo* e due settimane più tardi era nel mio garage. Di lei mi piace il look che è piuttosto intrigante per essere una citycar e l'ottima accoppiata motore/tenuta di strada.
Gli interni
Gli interni sono decisamente il punto debole dell'auto perchè sono abbastanza anonimi. Carino il cruscotto con il contagiri con lo zero a ore sei come sulle moto. Il posto guida è ben fatto, con un bel volante in pelle con i tasti per la radio sulla sinistra e il cambio con leva corta di impostazione vagamente sportiva. L'aria condizionata leva qualche cavallo al motore quando si aziona e non è sicuramente delle migliori, tant'è che dopo circa un anno ho dovuto farla ricaricare dopo un uso non molto esteso. Diciamo pure che il sistema è sottodimensionato rispetto all'auto. Comode le poltrone davanti, meno quelle dietro, dopo non c'è molto spazio ma comunque tutto molto sopportabile nonostante le dimensioni dell'auto. Le plastiche non sono il massimo e sono un po' rigide e ogni tanto qualche scricchiolio si sente ma nulla di così fastidioso. Decisamente mal posizionato il mini computer di bordo che segnala ora, temperatura esterna e consumi istantaneo e medio. Carina la radio/cd che consente anche di leggere gli mp3. Il suono non è di certo il massimo di gamma, ma ci si accontenta. La dotazione di serie è già completa e non necessita di altri optional particolari. Ho fatto montare come unico optional il bracciolo anteriore che è comodo durante la guida, e consente di tenerci dentro alcune cose come navigatore, chiavi di casa e altro. In sintesi degli interni solo discreti, allineati con il prezzo dell'auto che comunque, ricordiamolo, è molto basso.
Alla guida
E' alla guida che la Swift rivela tutto il suo valore. Le sospensioni anteriori sono a bracci indipendenti secondo lo stile MacPherson e al posteriore c'è una barra antirollio. Come freni abbiamo due bei dischi anteriormente e dei tamburo posteriori. Non ho volutamente comprato la versione con l'ESP in quanto non prevedeva i dischi anche al posteriore, quindi l'ho ritenuta abbastanza inutile come opzione. Il motore è direttamente derivato dal 1.3 Multijet Fiat e ha una potenza di 75 cv. Combinata con il peso che supera di poco la tonnellata e con la spaziatura delle marce abbastanza grintosa nelle prime tre marce abbiamo un risultato di tutto rispetto in termini di ripresa. Infatti la Swift mostra il suo carattere dai 2500 giri in su e, scalando, il piccolo motore multijet regala delle buone soddisfazioni, specialmente nel traffico cittadino che è, infatti, il suo terrirtorio naturale. Il setup della macchina è, in ogni caso, più virato verso lo sportività, dato che le sospensioni sono abbastanza rigide (a discapito del comfort generale) ed è molto divertente da guidare anche in montagna o su strade secondarie piene di curve. Il motore è molto parco nei consumi, visto che con una guida improntata all'enomicità si possono anche fare i 22 km con un litro di gasolio nel misto. In autostrada ovviamente questo dato scende ma si attesta comunque sui 19 km con un litro. La Swift dunque è un'automobile dai costi piuttosto contenuti da questo punto di vista, specialmente in questo periodo di rincari dei prezzi dei carburanti. Dal punto di vista dell'handling si rivela un'auto piuttosto divertente da guidare, prevedibile in ogni sua reazione e dalla tenuta di strada soprendentemente accurata per un auto simile. Ci si diverte davvero fra le curve e lo sterzo risulta essere molto sensibile e accurato. Raggiunge dopo un discreto lancio i 170 km all'ora (quasi 180 sul tachimetro) e con un pieno si riescono a fare più o meno 800 km.
La comprerei o ricomprerei?
La comprerei ancora perchè è una macchina che unisce un bello stile a un'ottima giudabilità e, in più, un motore economo con una certa dose di grinta.
Suzuki Swift 1.3 DDiS 16V GL 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
3
1
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
5
Aggiungi un commento
Ritratto di Oscar
12 febbraio 2010 - 19:36
bella auto, per me una delle migliori sul mercato, sugli interni credo che non sono molto d'accordo, mi sembrano di qualità
listino
Le Suzuki
  • Suzuki Jimny
    Suzuki Jimny
    da € 22.900 a € 24.400
  • Suzuki Swift
    Suzuki Swift
    da € 15.990 a € 21.690
  • Suzuki S-Cross
    Suzuki S-Cross
    da € 22.790 a € 30.290
  • Suzuki Ignis
    Suzuki Ignis
    da € 15.700 a € 20.150
  • Suzuki Celerio
    Suzuki Celerio
    da € 11.290 a € 12.290

LE SUZUKI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SUZUKI

  • In viaggio, da Milano, per raggiungere il Festival della Canzone a bordo della Suzuki Swift ibrida. Quanto ha consumato la piccola giapponese?

  • Aggiornamento di metà carriera per la quarta generazione della Suzuki Vitara. Interessante sopratutto il debutto del 1.0 turbo a benzina da 112 CV che va ad affiancare l’1.4 da 140 CV e l’1.6 Diesel da 120.

  • Un solo allestimento, Top, ben accessoriato. Un solo motore, benzina. Un aspetto che non tradisce le sue origini di piccola regina del fuori strada. Ecco la nuova Suzuki Jimny.