PRIMO CONTATTO

Porsche Macan: un “compromesso” dalla guida esaltante

Con i suoi 360 cavalli, la nuova Porsche Macan GTS è la via di mezzo tra la S e la Turbo: entusiasmanti le prestazioni e sportivo il look, fuori e dentro l’abitacolo.

16 novembre 2015
  • Prezzo (al momento del test)

    € 78.845
  • Consumo medio

    10,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    215 grammi/km
  • Euro

    6
Porsche Macan
Porsche Macan GTS PDK
Sa come farsi notare
 
La Porsche Macan GTS è la versione dallo stile più corsaiolo della suv tedesca, pur non essendo la più potente: ha 30 cavalli in meno della Turbo, ma 20 in più della S, rispetto alla quale costa 14.030 euro in più (8.860 euro la differenza rispetto alla Turbo). All’esterno si distingue per le inedite prese d’aria sotto i fari, oltre che per i grandi cerchi neri di 20 pollici; questo colore è ripreso anche per gli inserti nella parte bassa delle fiancate e persino per i terminali di scarico. E pure i fanali sono scuri, sempre per dare alla macchina un’aria più sportiva.
 
Abitacolo “racing”
 
Anche dentro la nuova Porsche Macan GTS si respira l’aria delle corse: del resto, la sigla GTS (Gran Turismo Sport) ha le sue origini proprio nel mondo delle competizioni, con la 904 GTS del 1963. Ampio l’utilizzo di Alcantara, che si ritrova sia negli inserti dei poggiagomiti nelle portiere sia nella fascia centrale dei sedili (e, volendo, lo stesso rivestimento può essere esteso anche al soffitto). Per il resto, poltrone e divano sono rivestite in pelle e si possono ordinare con cuciture in contrasto. L’auto del test le aveva di colore rosso, e la stessa tinta era ripresa per la scritta GTS ricamata nei poggiatesta dei sedili anteriori e (possibilità offerta come optional) per il fondo del contagiri, collocato al posto centrale nel cruscotto a tre elementi circolari. La massiccia consolle tra i sedili è (come in altri modelli della casa tedesca) fin troppo ricca di tasti. Esclusi i bilancieri per la regolazione del “clima”, ne abbiamo contati oltre 20: impossibile utilizzarli senza distrarsi dalla guida (e questo vale anche per quelli più importanti, come le “quattro frecce” d’emergenza).
 
Alcune “chicche” condivise
 
Tra le novità della nuova Porsche Macan GTS alcune fanno parte degli aggiornamenti previsti anche per il resto della gamma del modello. Per esempio, il nuovo sistema multimediale, che può fare anche da hot-spot wi-fi per il collegamento a internet di smartphone, tablet e pc: l’inedito schermo a sfioramento di 7” è più intuitivo nell’utilizzo e, come nella nuova Porsche 911 (di cui potete trovare il primo contatto qui http://www.alvolante.it/primo_contatto/porsche-911-cabriolet-2016), permette di scrivere gli indirizzi del navigatore con la punta delle dita, oltre che di far scorrere le schermate come in un tablet. Inoltre, può mostrare le mappe in 3D con i dati del traffico in tempo reale. Condivisi con le altre versioni della Macan anche optional inediti, quali i fari full-led con funzioni di illuminazione specifici, per esempio per le autostrade e per gli incroci.
 
Va davvero forte
 
Abbiamo avuto modo di guidare la nuova Porsche Macan GTS sulle strade di Tenerife che portano alle pendici del vulcano Teide che domina l’isola: la suv tedesca si è rivelata agile, velocissima e confortevole. Il 3.0 V6 biturbo incanta per il rombo pieno e coinvolgente, oltre che per la prontezza e la progressività di risposta; l’allungo in accelerazione è entusiasmante e il cambio a doppia frizione PDK innesta rapidissimo le marce. Nel misto veloce la Macan GTS si trova davvero a proprio agio: l’inserimento in curva è rapido e le grandi gomme (di 245/45 R 20 davanti e 295/40 R 20 dietro), insieme alla precisione dello sterzo, trasmettono grande sicurezza. Poi, nel riallineamento, il protagonista torna a essere il motore, coadiuvato dalla gestione elettronica della trazione integrale che distribuisce la potenza alle ruote in modo da dare la massima spinta in uscita di curva. 
 
Tutt’altro che scomoda
 
L’impianto frenante, lo stesso della Porsche Macan Turbo, è potente e ben modulabile, e ha mostrato una buona resistenza all’affaticamento (per i più esigenti è comunque disponibile, a 8.235 euro, quello con i dischi carboceramici). Gli ammortizzatori, a controllo elettronico, si adattano automaticamente allo stile di guida, e per 1.513 euro si possono avere le sospensioni pneumatiche, in grado di variare l’altezza da terra oltre che il grado di rigidità. Si ottiene così un comfort davvero notevole (tra l’altro, l’insonorizzazione è molto curata) senza compromessi per le prestazioni. Da migliorare, invece, la visibilità dal lunotto, piccolo (come lo specchietto retrovisore interno) e molto inclinato. Inoltre, al pari della 911, alcuni elementi nella parte superiore della plancia della Porsche Macan GTS si riflettono nel parabrezza in certe condizioni di luce: è il caso delle bocchette dell’aria e del cronometro del pacchetto Sport Chrono.
 
Secondo noi
 
Pregi
> Comfort. Grazie alle sospensioni attive e all’ottima in sonorizzazione, l’auto permette anche di viaggiare in relax.
> Interni. Hanno un aspetto sportivo, ben accordato all’indole della vettura. 
> Prestazioni. Motore brillante, cambio rapidissimo, tenuta di strada elevata e frenata potente. Serve altro?
 
Difetti
> Riflessi nel parabrezza. In alcune condizioni di luce/ombra, nella parte centrale del parabrezza si riflettono le bocchette del “clima” e il cronometro.
> Tasti nella consolle. Sono troppi per usarli senza distrazioni. E anche quello delle “quattro frecce” non è immediato da trovare.
> Visibilità posteriore. Il lunotto è piccolo e inclinato. Di dimensioni ridotte anche lo specchietto interno.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2997
No cilindri e disposizione 6 a V di 90°
Potenza massima kW (CV)/giri 265 (360)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 500/1650-4000
Emissione di CO2 grammi/km 215
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizzato) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 256
Accelerazione 0-100 km/h (s) 5,2 (5,0*)
Consumo medio (km/l) 10,9
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 469/193/161
Passo cm 281
Peso in ordine di marcia kg 1895
Capacità bagagliaio litri 265/1500 
Pneumatici (di serie) 265/45 R20 - 295/40 R20

 *Con il pacchetto Sport Chrono (1.098 euro)

Porsche Macan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
170
106
99
59
102
VOTO MEDIO
3,3
3.34142
536
Aggiungi un commento
Ritratto di Luzzo
16 novembre 2015 - 12:57
Sinceramente quella consolle è inguardabile : oltre a riflettersi ( e si che quando si allestisce una vettura sportiva la prima cosa è eliminare TUTTI i rifelssi possibili e immaginabili) ha le bocchette verticali (brrrr) e paccate di tasti buttati lì.....URGE un rifacimento, terra tera basterebbe eliminare i 4 tasti sotto lo schermo che si potrebbe spostare in basso lasciano spazio per le bocchette al di sopra. e introdurre un pomellone in basso per comandare tutto ( 4 righe di codice e stanno apposto, as usual) . Prestazioni e il resto ok e ci mancherebbe pure.....Ah no, la cartella colori fa pena , tolto il rosso e il bluaaffiro gli altri fanno pena
Ritratto di anarchico2
16 novembre 2015 - 13:19
Non è certo un'opera d'arte, cafona al 100%.
Ritratto di MAXTONE
16 novembre 2015 - 13:22
1
Le bocchette verticali mi piacciono tantissimo, mi danno un idea di ergonomico e cool al tempo stesso. Un mio amico ha appena preso la diesel, prima aveva un Evoque, e se n'è innamorato. Solo che l'ha presa color Coca Cola il che addizionato alle vistose scritte "diesel" sui parafanghi anteriori non è esattamente il massimo della vita.
Ritratto di Luzzo
16 novembre 2015 - 14:44
quindi le bocchette delle lexus non sono ergonomiche e cool?
Ritratto di MAXTONE
16 novembre 2015 - 15:12
1
Saran "diversamente ergonomiche" che ti devo dire ahahaha
Ritratto di MAXTONE
16 novembre 2015 - 15:14
1
Comunque volevo dire "aeronautiche" tipo SAAB, mi sono espresso male:)
Ritratto di Luzzo
16 novembre 2015 - 22:04
mala saab l'unica cosa di aeronautico che aveva era la possibilità di spegnere quasi tutto il display quando si guidavad i notte, le bocchette erano più o meno standard............
Ritratto di MAXTONE
17 novembre 2015 - 15:33
1
Sulle riviste specializzate che leggevo anni fa scrivevano sempre che le SAAB montano plance di sapore aeronautico, poi boh.
Ritratto di Luzzo
17 novembre 2015 - 22:19
ma non ce l'hai un aereo? ahiahiahaiahai.......il sapore aeronautico come ho scritto era dovuto al fatto che guidando di notte si poteva spegnere il quadro strumenti ( come sugli aerei) lasciando acceso solo il tachimetro: il tutto unito alla particolare tonalità di verde dell'illuminazione ( aeronautica appunto)
Ritratto di MAXTONE
16 novembre 2015 - 14:05
1
Una specie di bronzo scuro metalizzato oserei dire.
Pagine