Citroën C3 1.6 BlueHDi 75 CV Exclusive

Pubblicato il 13 settembre 2018
Ritratto di marcoveneto
alVolante di una
Audi A5 2.0 TDI 177 CV Ambiente
Citroën C3
Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
2
Visibilità
4
Confort
3
Motore
2
Ripresa
2
Cambio
1
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
2.8333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Ecco di seguito la mia seconda prova su Al Volante. L’auto in questione è una Citroen C3 del 2015… Premesse: l’auto non è mia ma mi ritrovo spesso a guidarla durante il week end… Il modello di auto comunque un po’ lo conoscevo già, dato che mia sorella in passato aveva posseduto per 2 anni una lentissima C3 1.1 Seduction. Tornando alla C3 della prova volevo specificare che è più precisamente una 1.6 eHDI 75 cv EXCLUSIVE. L’auto essendo del 2015 è un restyling della seconda serie, quindi il modello che monta i led diurni (mal integrati nel paraurti anteriore) e alcune migliorie rispetto al modello del 2009. Fuori l’auto si presenta bene, con i cerchi in lega di 16 pollici, il tetto panoramico Visiodrive e le varie cromature che danno una certa eleganza. Nel complesso alla linea esterna dò un bel 7.
Gli interni
Aprendo la porta accediamo quindi agli interni, che si presentano appaganti alla vista, soprattutto grazie ai sedili in alcantara-tessuto e alla plancia nero lucido. Non è tutto oro ciò che brilla e in seguito capirete perché. La C3 in questione è dotata di cruise control (di serie fin dalla base se non erro), clima automatico monozona (abbastanza efficiente), parabrezza panoramico (il visiodrive citato prima), radio con comandi al volante, bluetooth e schermo touch a colori da circa 6 pollici. Ecco, partiamo da questo per iniziare, la lunga lista delle cose che non vanno. Il display per quanto possa fare scena, è innanzitutto impossibile spegnerlo!! L’unica cosa che si può fare è abbassare il volume con due scomodi tastini vicini la leva del cambio. Nelle giornate più calde tra l’altro si accende dopo 30 secondi (in media). Altra cosa che non mi piace è che non si può regolare la luminosità: di sera nei lunghi viaggi è fastidioso. Altra pecca che non sono risuscito a capire come escludere, è la presenza dell’infotraffico che parte a manetta connettendosi a qualche notiziario: non c’è modo di eliminare questa fastidiosa cosa (?). Ulteriori cose che non mi vanno giù sono gli scricchiolii del bracciolo centrale e del tetto scorrevole (manualmente). Le plastiche poi, sono morbide solo nella parte alta della plancia, altrove sono rigide e si graffiano con un niente. La parti lucide che rivestono la plancia sono poi una calamita per la polvere. La moquette che riveste l’abitacolo non è delle migliori e spesso è difficile rimuovere lo sporco che si incastra. Passando ai posti dietro posso dire che è abbastanza spaziosa per 2 adulti, in tre si è scomodi. Fastidiosi i tappetini che non sono fissati al pavimento (dietro). e che quindi si muovono entrando / uscendo nell’abitacolo. Le luci alogene che illuminano l’interno sono come dei lumini di un cimitero: fanno giusto un po’ di chiaro. Passando al baule invece la capacità di carico non è male, l’unica scomodità è il gradino che c’è sulla bocca di carico (difetto comune a molte auto). Anche qui la moquette non eccelle per la qualità, ma almeno riveste pure la parte posteriore dei sedili, evitando di lasciare lamiera in vista. Una cosa che vorrei sottolineare è la rottura di una guarnizione della porta dopo appena 3 anni. Ultima nota stonata sono le alette parasole anteriori che oltre ad essere cheap e di brutto aspetto, non montano alcun specchietto o luce di cortesia e, cosa ancora più grave, non sono staccabili per girarle lateralmente. Non sono nemmeno apribili a filo parabrezza. Quindi o le si tiene in posizione aperta o rimangono chiuse. Nel complesso agli interni quindi il mio voto è 5.
Alla guida
Ho guidato l’auto in questione in tutte le condizioni stradali: autostrada, statale, città. Nel complesso la cosa che dà più fastidio è il cambio. Monta un gommoso manuale a 5 marce, classico cambio del gruppo PSA, con le cambiate lunghe e la retro scomoda vicino alla quarta (come si usava una volta). A sua discolpa il pedale della frizione è abbastanza leggero. Capitolo motore…per essere un 1.6 ha pochi cavalli ed è davvero un polmone… Ha poca coppia, muore subito dopo i 3500 giri..e fa un baccano assurdo per essere “fermi”. Tornando al cambio altra nota negativa sono le marce mal rapportate: bisogna essere agli 80 km / h per inserire la quinta sennò non la tiene. Un 6 marce con i rapporti spaziati diversamente avrebbe aiutato anche in termini di consumi…a proposito di consumi, non un granchè..forse ci sono pochi cavalli per la mole dell’auto, fatto sta che si fanno a mala pena i 18 km/l.. non esattamente il massimo per un diesel di 3 anni su un segmento B. La tenuta di strada complici i cerchi da 16 pollici non è male, anche se ovviamente non è una macchina che punta alla sportività. Nei raccordi dei viadotti presi ad una certa velocità, l’auto sobbalza un po’. In autostrada a 130 km/h è abbastanza stabile e invoglia a spingere un po’ di più.. Arrivati però (con lentezza) ai 160 km/h, il tachimetro fa fatica a salire di più. I freni sono nel complesso buoni, anche se dopo varie frenate allungano un po’ gli spazi di arresto. In parcheggio tornano utili i sensori di parcheggio, che però funzionano male con la pioggia (suonano a caso) e soprattutto si disinseriscono appena si toglie la retro..apprezzabile il sedile regolabile in altezza, meno la leva a scatti per regolare l’inclinazione dello schienale.
La comprerei o ricomprerei?
Ribadendo che l’auto non è mia, ma mi ritrovo ad usarla spesso, non la comprerei , o meglio, non l’avrei comprata a suo tempo. Ora la C3 nuova che l’ha sostituita la trovo orripilante quindi non la terrei nemmeno in considerazione. La C3 del 2015 non la avrei comprata invece per 2 motivi: il primo perché prediligo una carrozzeria più sportiva di una semplice segmento B, il secondo motivo è perché nonostante sia carina e elegante, ha delle lacune abbastanza importanti che penso alla lunga mi darebbero non poco fastidio.
Citroën C3 1.6 BlueHDi 75 CV Exclusive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
2
1
0
2
VOTO MEDIO
3,8
3.8
10
Aggiungi un commento
Ritratto di marcoveneto
5 novembre 2018 - 12:12
problemi di che tipo?
Ritratto di gainfranco
5 novembre 2018 - 18:37
In officina 3 volte per l'aria condizionata, cambio gommoso e poco preciso, motore che al minimo vibra, due riprogrammazioni centralina, rumori dell'avantreno classificati nella norma, radio che non si spegne mai quando l'auto è accesa e viceversa non si accende mai se il motore è fermo, l' inserto del cruscotto lucido è un ricettacolo di polvere , nel complesso auto rumorosa.
Ritratto di marcoveneto
5 novembre 2018 - 19:15
Della radio e veramente una scandalosa.. Me ne sono accorto pure io.. Il cambio idem.. E il cruscotto lucido è un attira polvere.. Bello da vedere ma bisognerebbe sempre avere lo swiffer in mano.
Pagine
listino
Le Citroën
  • Citroën C-Zero
    Citroën C-Zero
    da € 30.890 a € 30.890
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 25.900 a € 37.400
  • Citroën C3 Aircross
    Citroën C3 Aircross
    da € 18.500 a € 25.400
  • Citroën C3
    Citroën C3
    da € 13.650 a € 19.500
  • Citroën C4 Cactus
    Citroën C4 Cactus
    da € 19.900 a € 26.200

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • In occasione dei 100 anni della casa francese è stato organizzato un mega raduno al quale hanno partecipato più di 4000 auto, 11.000 collezionisti (compresi 150 arrivati dall’Italia) e 50.000 visitatori. Qui per saperne di più.

  • Il nome strizza l’occhio al passato citando la Ami 6 degli Anni 60 ma questa elettrica lunga appena 2 metri e mezzo guarda decisamente al futuro.

  • La Citroën C5 Aircross permette lunghi viaggi senza stress: le poltrone sono comode e le sospensioni livellano il fondo. Brillante il 2.0 a gasolio da 177 CV, ben assistito dal cambio automatico EAT8. Qui per saperne di più.