Citroën Xsara Picasso 1.6 16V Classique

Pubblicato il 26 gennaio 2010

Listino prezzi Citroën Xsara Picasso non disponibile

Qualità prezzo
5
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
4
Ripresa
2
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3.9166666666667
Perché l'ho comprata o provata
La Citroen Xsara Picasso 2.0 Hdi è la nostra auto di famiglia da ormai 10 anni. Pagata all'epoca 42 milioni di lire si è rivelata un ottimo acquisto tanto che molti amici e conoscenti fecero la nostra stessa scelta di acquistarne una. Siamo una famiglia di 5 persone e la Xsara Picasso è l'auto perfetta per noi: bagagliaio a prova di trasloco, motore forte, robusto ed economo, abitabilità degna di auto ben più lunghe (è lunga "solo" 428 cm) sono i suoi pregi. A voler essere pignoli i difetti ci sono, come le plastiche di bassa qualità, la ripresa un pò lenta soprattutto a pieno carico (i 90 cv fanno ciò che possono), e delle sospensioni orientate un pò troppo sul comfort e quindi morbide, ma questo non può essere considerato un difetto perchè il comfort è il leit-motive della casa francese ed essendo questa un'auto da famiglia, quindi priva di velleità sportive è perdonabile il fatto di non poter entrare in curva in velocità
Gli interni
Gli interni della Xsara Picasso sono ampi e spaziosi per 5 persone, con le pltroncine posteriori singole, ribaltabili ed asportabili singolarmente. Non mancano i vani spaziosi (ce ne sono persino nel pavimento davanti alle poltrone posteriori e sotto il sedile passeggero anteriore) anche se le vaschette sul cruscotto (profondissimo tra l'altro) sarebbero state più utili chiuse come sulla nuova C4 Picasso in quanto ad ogni curva il loro contenuto scivola da una parte all'altra del cruscotto. I difetti ci sono comunque e li troviamo nelle plastiche di bassa qualità, rigide ma robuste. Il climatizzatore (automatico sulla nostra) è efficiente, l'ampia vetratura fa si che gli interni siano molto luminosi anche se delle tendine integrate per riparare dal sole non le avremmo disprezzate come pure una lampadina negli specchietti di cortesia.
Alla guida
Sedendosi alla guida della Xsara Picasso si resta sorpresi dall'impressione di dominio sulla strada dovuta all'altezza (regolabile) del sedile di guida. Lo sterzo è regolabile in altezza ma non in profondità. C' è un ampio schermo centrale diviso in 2 parti che include tachimetro, indicatore della temperatura del liquido di raffreddamento, livello carburante e computer di bordo dal quale impostare l'utile (in mancanza di cruise control) limitatore di velocità che al superamento dell'andatura impostata fa partire un cicalino per qualche decina di secondi. Una pecca è la scarsa visibilità delle informazioni quando si accendono i fari, dato che automaticamente si abbassa la luminosità dello schermo, rilassante di notte ma fastidioso di giorno. Una volta in marcia colpisce la sileniosità del 4 cilindri 2 litri common-rail che garantisce percorrenze da record (a 110 Km/h consuma 4,5 l/100 Km). Il motore è fluido, riprende (con molta flemma) anche dai giri più bassi ed eroga la sua potenza senza strappi e risulta anche piacevole quando, in seconda, si può distinguere l'entrata in regime del piccolo turbo che consente alla Picasso un piccolo sprint tra i 30 e i 50 orari. L'auto mostra tuttavia un elevato rollìo nelle curve prese un pò allegramente ed un'elevata tendenza al sottosterzo, ma tuttavia resta sempre prevedibile nelle reazioni e facile da controllare. Si sente la mancanza dell'esp all'epoca non disponibile ma presente sugli esemplari più recenti. La frenata è potente e ben modulabile, con l'abs pronto a intervenire e 2 dischi all'anteriore e 2 tamburi al posteriore che fanno bene il loro lavoro. Il comfort è elevato, sull'asfalto irregolare cittadino come su pavè e sulle autostrade, dove è possibile chiacchierare senza alzare la voce procedendo a velocità da codice: il motore non alza la voce e i fruscii aerodinamici sono contenuti. Soffre un pò il vento laterale data l'altezza: attenzione all'uscita da gallerie e sui viadotti). Il cambio è lento negli inserimenti ed è impreciso (ci vuole calma e dolcezza nelle cambiate); la frizione non è troppo pesante e la sua corsa è breve. I sedili anteriori contengono bene il corpo in curva; quelli posteriori un pò meno. L'unico richiamo ufficiale della casa è stato nel 2001 quando dal nostro caso si sono accorti di un difetto di fabbricazione delle sospensioni anteriori (mancava un pezzo utile ad attutire il rumore nelle buche) ma fu risolto tempestivamente e a spese della casa.
La comprerei o ricomprerei?
Si. La Citroen Xsara Picasso si è rivelata un ottimo acquisto e ho intenzione di farla diventare auto d'epoca. Ora ha 207000 Km sulle ruote (tra l'altro un pò sottodimensionate soprattutto in larghezza) e il motore è ancora in ottimo stato. Gli unici segni di usura si vedono sullo sterzo (un pò consumato) e nell'imbottitura del sedile di guida (cigola ed è un pò sfondato). Questa è un'auto da famiglia senza troppe pretese, che bada alla sostanza e meno alle apparenze, come pochissimi altri veicoli.
Citroën Xsara Picasso 1.6 16V Classique
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
2
1
2
VOTO MEDIO
2,5
2.5
6
Aggiungi un commento
Ritratto di gevit
2 novembre 2010 - 20:32
si è vero ridateci un picasso xsara dei giorni d'oggi non certamente la C4 picasso
Ritratto di BrunoMissoni
14 giugno 2016 - 01:52
2
Xsara Picasso 1.6 16v anno 2007 benzina Seduction,ottima auto sotto tutti i punti di vista,ora con la c4 picasso solo problemi su problemi,la Xsara Picasso fino a 460.000km mai dato problemi sempre tagliandata regolarmente poi versata ancora in ottime condizioni per la c4 Picasso,tornando indietro mi sarei tenuto la Xsara Picasso fino alla fine dei suoi giorni, Citroen se non si mette in riga come facevano un tempo ottimi prodotti perderà un sacco di ottimi clienti. Non acquistate la c4 Picasso meglio cercate una Xsara Picasso tenuta in ottime condizioni e non vi pentirete affatto dell'ottima vettura acquistata!
listino
Le Citroën
  • Citroën C4 Cactus
    Citroën C4 Cactus
    da € 18.250 a € 22.900
  • Citroën C3
    Citroën C3
    da € 12.600 a € 20.100
  • Citroën Berlingo
    Citroën Berlingo
    da € 20.350 a € 29.100
  • Citroën Grand C4 SpaceTourer
    Citroën Grand C4 SpaceTourer
    da € 27.050 a € 37.000
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 25.700 a € 36.700

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • Con la C5 Aircross anche la Citroen avrà la sua crossover media. Lunga quattro metri e mezzo, ha forme personali, specie nel frontale.

  • Rimasta in produzione ben 42 anni, la Citroën 2CV ha attraversato il secolo scorso caratterizzandone la storia automobilistica. Ne sono state prodotte oltre 5 milioni. Qui per saperne di più.

  • Si può già ordinare, ma le consegne della nuova Citroën Berlingo inizieranno a settembre 2018: 26 le versioni in gamma, con prezzi da 20.450 euro. Qui per saperne di più.