Fiat 124 Spider 1.4 MultiAir

Pubblicato il 10 maggio 2020

Listino prezzi Fiat 124 Spider non disponibile

Ritratto di Rik-dmc12
alVolante di una
Fiat 124 Spider 1.4 MultiAir
Fiat 124 Spider
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
3
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.1666666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Sono sempre stato un appassionato di auto, ho da poco superato i trenta, ma in famiglia ancora si racconta di quando, appena cominciato a parlare, sapessi tutti i nomi delle automobili e che addirittura le riconoscessi dal suono del motore. Crescendo la passione è rimasta e dalla patente, data anche l'incoscenza della giovane età, ho cambiato la bellezza di 7 auto. Dalla prima Y del 1998 usata, distrutta dopo 6 mesi, fino all'ultima, una 500 Lounge del 2016. Ho sempre preferito le coupe alle cabrio finché nei primi anni 2000 fu presentata la BMW Z4. Fu amore a prima vista, un'auto compatta, dalle proporzioni classiche, con il muso lunghissimo e la coda talmente corta che si stava seduti sull'asse posteriore... Negli anni mi sono sempre tenuto informato sull'usato di Quest'auto. Purtroppo le cilindrate, i consumi, i costi di manutenzione e i kilometraggi dei modelli in vendita, ormai pluri decennali mi hanno sempre dissuaso dall'acquisto. Con il crescere dell'età, ho avuto la fortuna di accedere ad un lavoro ben retribuito ed a quel punto il primo "sfizio" che ho deciso di togliermi è stato quello di comprarmi un auto che appagasse il mio desiderio estetico e che per la prima volta mi soddisfacesse anche per le prestazioni. La scelta non è stata troppo difficile, non ci sono molti modelli sul mercato con prezzi "umani" che possano essere considerate auto sportive, inoltre volevo qualcosa di maturo ed elegante, non per intenderci una 500 Abarth che ho sempre considerato un giocattolo volgarotto più per farsi guardare che da guardare e guidare. Alla fine restano due opzioni sul tavolo: 124 Spider (rigorosamente Fiat, per i motivi di cui sopra) e Mx5. Prima prova: Mx5. Wow non ci sono altre parole, diretta, fulminea, nervosa, rumorosa il giusto e con la giusta voce. Sfiori il gas e vieni proiettato in avanti immediatamente... però poi manca qualcosa, devi continuare e continuare ma purtroppo il tutto diventa presto troppo chiassoso ed esagerato per un auto da tutti i giorni. Alla fine però non avevo mai provato queste sensazioni, sei seduto così in basso da non riconoscere quasi i posti dove passi tutti i giorni per come ti cambia la prospettiva e poi il cielo aperto, l'aria fresca, il sound del motore... Impagabile. Se però c'era qualcosa che proprio non mi andava giù era l'estetica, bella si, ma troppo "giocattolosa" minimal all'eccesso e con quegli sbalzi fin troppo ridotti. Quello che di sicuro salvava il risultato finale era lo stupendo (vorrei trovare parole ancora più superlative) rosso metallizzato Mazda. Bellissimo. Che giornata!! Seconda prova: 124. Diomio, adesso si che ci siamo al 100%. Ogni singola parte dell'MX5 che non mi aveva convinto era sparita (col tempo poi mi sono accorto che ci sono altre cose che non mi convincono ma ne parleremo dopo) gli interni un pò spartani per un auto da più di 30000€ erano stati rivisti e migliorati, il confort non era neanche paragonabile, un altro pianeta, e poi l'estetica, mozzafiato. Che macchina ragazzi. Da quel giorno, 2 settimane ed era parcheggiata davanti casa. Con in più la fortuna di aver trovato un modello di 3 anni con solo 3000km sulle spalle, con ogni singolo elemento pari al nuovo alla metà del prezzo di listino e tutto questo in tempi non sospetti e cioè più di un anno prima dello stop alla produzione.
Gli interni
Come già detto, gli interni al pari degli esterni appagano la vista ed in più rispetto all'Mx5, il tatto. Ad eccezione del tunnel centrale tutto quello che è a portata di mano è morbido, ha una bella texture ed alterna eco pelle a plastiche soft touch. Inoltre a differenza di quello che è stato detto e scritto, ogni singola parte della zona alta della plancia e degli sportelli è stata riprogettata e realizzata con materiali diversi rispetto alla sorella giapponese. Altro che fotocopia. Qui il punto dolente è senz'altro la posizione di guida, che è perfetta, ma solo se sei alto fra i 160 e i 180cm e non pesi più di 80-90kg. L'altra nota dolente sono gli spazi dove riporre oggetti, quasi inesistenti. Hanno perfino tolto il portaoggetti di fronte al passeggero, presente sui vecchi modelli e i portabicchieri (optional venduti separatamente a prezzi stellari). Ovviamente nessuno che compri un auto del genere si aspetta spazi da suv, ma qui non si arriva neanche alla sufficienza. Ci si consola con il confort, veramente inaspettato per un'auto del genere. Si viaggia ovattati in pieno relax. Le sospensioni sono morbide, il tettuccio è stato ulteriormente insonorizzate rispetto alla Mazda ed il motore si fa sentire solo se ti vuoi divertire.
Alla guida
Qui il gioco diventa divertente. Fin'ora ho scritto di design, di confort ma non vi fate trarre in inganno, dopo meno di 15000km ed un inversione, le gomme sono quasi da buttare... Quest'auto è fatta per questo, la senti come un prolungamento dei tuoi arti. La coppia è eccezionale per un 1.4 a benzina, le partenze da fermo e gli allunghi sono incredibili. Meno la ripresa che se fatta dai bassi giri è lenta per colpa del turbo lag. Le prime settimane sono state eccezionali, la brezza frai capelli, la tenuta di strada a qualsiasi velocità, le prime gite fuori porta in coppia allo sbocciare della primavera. Bellissimo. Purtroppo poi come per tutte le cose belle della vita ci si abitua. Ciò nonostante le emozioni sono sempre tante e questa brutta quarantena a cui tutti abbiamo dovuto sottostare, ha riacceso il desiderio di guidare en plein air. Ma torniamo alla macchina. Il 1.4 turbo anche se un pò obsoleto regala tante soddisfazioni, ha un turbolag bello presente e a volte fastidioso ma quando raggiungi i giri giusti non ce n'è più per nessuno e alla fine impari a guidarla in modo tale da tenere i giri nel giusto range. L'allungo, vista la coppia di 240nm è fenomenale e la percezione di cosa l'auto stia per fare è incredibile. Puoi derapare di potenza (nonostante l'assenza del differenziale) e stamparti in faccia un sorriso ebete per pomeriggi interi. Non fraintendete, non è una porsche, non si deve esagerare perché il testacoda non è così lontano quanto potrebbe sembrare. I freni anche se sembrano fiacchi sono eccezionali e le distanze di arresto sono notevoli (prove alVolante). Lo sterzo invece non mi convince al 100%, è diretto ma non precisissimo e non si riallinea correttamente al rilascio del volante. Il pezzo da 90 è senza dubbio il cambio, secco, contrastato, dagli innesti cortissimi e precisi. Impossibile tenere entrembe le mani sul volante. Garantito.
La comprerei o ricomprerei?
Subito. Anzi l'avrei dovuta comprare prima. Ovviamente, come scrivo sopra, il fatto di essersi abituato alle prestazioni ti spinge a buttare l'occhio su auto più prestazionali, però sono convito che sarebbero meno "pure", meno a misura d'uomo. Anche se sfortunatamente e stupidamente (da amante delle auto, non da businessman) è uscita di produzione, si trovano ancora tante offerte interessantissime per cui la consiglio vivamente a chiunque voglia godersi la guida a cielo aperto, senza adas che facciano cose per te, senza un metro sopra la testa (ma poi a cosa serve?), un metro sotto il sedere (e poi tutti restano in città) e tre metri dietro la schiena (sempre vuoti). Bisogna compare auto come queste perché se spariranno le poche superstiti, cannibalizzate da infiniti SUV a scatola cinese, perderemo un pezzo della nostra storia ed il settore più poetico ed emozionale del mondo delle auto.
Fiat 124 Spider 1.4 MultiAir
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
2
2
0
2
VOTO MEDIO
3,8
3.833335
12


Aggiungi un commento
Ritratto di Rav
18 agosto 2020 - 14:40
3
Bella prova, appassionata! E bella auto, la 124 mi è piaciuta fin da subito e a mio parere ha riscosso il successo che poteva avere un'auto di questa nicchia. Anche io sono appassionato fin da bambino e pure io 5 anni fa ho coronato il sogno comprando una SLK r171. Chi non è appassionato o purtroppo non ha i mezzi non può capire cosa si prova a guidarne una, soprattutto quando te la sei guadagnata. Purtroppo causa stipendi e tasse è rimasta poca gente a poter permettersi l'auto per sfizio. L'egemonia suv è dovuta anche al fatto che la gente compra l'auto comoda da usare per lavoro, magari continuando a sognare quella per divertimento ma che purtroppo deve scartare a priori. Complimenti ancora, e se ti va di leggere sulla SLK ho scritto la prova poco prima della tua.
Ritratto di Rik-dmc12
19 agosto 2020 - 14:25
1
Grazie!! Capisco la riflessione ma conosco tante famiglie che hanno 2 auto della stessa tipologia... È questo che non capisco. Perché non comprare tipi diversi di auto? Una più divertante e una più funzionale senza rinunciare a stile e design. Nella 124 sembra strano ma un passeggino di nuova generazione ci va senza problemi ovvio che poi per girare con la famiglia ci vuole un'auto più grande ma puoi tranquillamente toglierti gli sfizi senza dover rinunciare a nulla. Se poi hai un'auto sola e famiglia è impossibile, nessuno lo mette in dubbio
Ritratto di Rik-dmc12
19 agosto 2020 - 14:30
1
Per chiudere il ragionamento se parliamo di soldi una 124 "base" veniva sui 27000 che con sconti km0 aziendali ecc non di rado scendeva sui 20000... Che Suv puoi comprare con 20000, si comprano a malapena i seg. B
Ritratto di Albeee94
1 novembre 2020 - 22:13
3
Le coupe e cabrio italiane non possono sparire!!! Basta suv vogliamo sportive 2 posti ITALIANE!!!
Ritratto di Pavogear
30 gennaio 2021 - 21:39
La più bella prova che abbia letto su questo sito, e tra le più belle se contiamo quelle ufficiali dei giornalisti di professione. Complimenti. Una prova che lascia trasparire tutta la passione che hai per il mondo delle auto, delle auto vere, da guidare con due piedi, due mani, attributi, cervello e soprattutto cuore, e capaci di lasciarti un sorriso a 32 denti stampato sulla faccia. Una passione che a quanto pare abbiamo in comune. Apprezzo molto anche lo spirito che, se ho ben interpretato, può essere riassunti in "chissenefrega se per quella giornata su un anno intero non hai abbastanza spazio o vorresti l'auto più alta da terra, che tanto contano molto di più gli altri 364 giorni in cui hai tutto ciò che ti serve e che ti fa stare bene". Personalmente apprezzo di più l'abarth, per quella questione del sound che a me non stancherebbe mai e poi mai, ma anche questa della Fiat immagino sappia dare molto se la sai trattare. Sono completamente d'accordo anche sul discorso della cavalleria. Sia chiaro, non disdegnerei una Maserati MC20 e anzi spero un giorno di poterne avere una in garage (il sogno è la F40 ma è abbastanza irraggiungibile ahahahah), tuttavia trovo che al tempo stesso è inutile avere una macchina con tanta potenza se poi non la si può usare tutta. Già i 140 cavalli della Fiat sono tanti, o quantomeno al limite, per la maggior parte delle persone comuni che non hanno la minima esperienza in pista per potere essere goduti appieno tra le curve (attualmente ho una punto 55 del '97 e già i suoi 54 cavalli senza alcun tipo di controllo sono tanto divertenti quanto da persona coraggiosa se si vogliono scatenare in strada, e quando uso la 500s di mia madre o la Punto Evo Abarth di mio fratello capisco che bisogna avere un bel pelo sullo stomaco per usarle al massimo del loro potenziale). Quindi nuovamente complimenti per la recensione, credo che non avrei saputo fare di meglio e hai centrato perfettamente tutti i punti essenziali per descrivere questa splendida auto
listino
Le Fiat
  • Fiat Nuova 500 Cabrio
    Fiat Nuova 500 Cabrio
    da € 32.900 a € 38.900
  • Fiat Nuova 500
    Fiat Nuova 500
    da € 26.150 a € 35.900
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 17.350 a € 20.050
  • Fiat Panda
    Fiat Panda
    da € 13.900 a € 19.750
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 20.000 a € 27.400

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Piccole, agili, scattanti e a zero emissioni: tante le doti di queste elettriche da città con molte frecce al loro arco. Le abbiamo messe a confronto.

  • La Fiat Nuova 500 è un’elettrica sfiziosa, ricca sul fronte delle dotazioni di sicurezza e curata negli interni, se non per pochi dettagli. Davvero piacevole la guida, anche fuori città. Qui per saperne di più.

  • Dietro il look intramontabile, la Fiat Nuova 500 ospita un motore a corrente da 118 CV e i più recenti aiuti alla guida. Arriva a ottobre, ma ne abbiamo già guidato un esemplare di pre-serie: bene comfort, scatto e maneggevolezza. Qui per saperne di più.