Fiat Panda 30

Pubblicato il 19 febbraio 2014
Ritratto di PariTheBest93
alVolante di una
Fiat Punto 1.2 5 porte HLX
Fiat Panda
Qualità prezzo
5
Dotazione
1
Posizione di guida
2
Cruscotto
1
Visibilità
4
Confort
1
Motore
1
Ripresa
1
Cambio
1
Frenata
2
Sterzo
2
Tenuta strada
2
Media:
1.9166666666667
Perché l'ho comprata o provata
Spartana, leggera, indistruttibile è stata la prima auto di mio padre comprata nel dicembre del 1982, quando aveva 20 anni, sia per lavoro che per il (poco) tempo libero. La motorizzazione scelta fu il bicilindrico di 652cc a benzina da ben 30 “ciucci” (asini in leccese) che diede il nome alla versione. Fu pagata al prezzo di circa 3 milioni delle vecchie lire.
Gli interni
Spaziosi e minimalisti, con forme squadrate riprese anche dalla panda attuale, erano un concentrato di praticità: difficile pretendere da una vettura lunga solo 3,38 mt. L’unico lusso era quello della strumentazione, ben visibile solo dal posto guida che comprendeva un tachimetro a “mezza luna” con fondo scala a 140km/h (e una zona rossa a partire dai 120Km/h), un indicatore della benzina rettangolare (che io non ho mai visto funzionare) e alcune spie quadrate, tra cui quella della benzina perennemente lampeggiante, visto che quest’auto non ha mai visto un pieno in vita sua! Mi stupisce non sia mai venuto un attacco epilettico ai miei genitori :-) Un’altra peculiarità del tachimetro, era quella di avere l’acne, mi spiego meglio: a 30, 50 e 80km/h c’è un puntino rosso, credo significhi la velocità massima raggiungibile in ogni marcia (rispettivamente 1^,2^ e 3^). Da segnalare anche la presenza del climatizzatore, ma negli anni le “levette” che lo attivavano sono sprofondate nella consolle, rendendolo quindi inutilizzabile… Infine la chicca che nessuna vecchia Panda possedeva: la radio, istallata da mio padre, credo la rendesse l’unica al mondo ad averne montata una… Quanto all’abitabilità nessun problema, nemmeno dietro dove si sta bene solo in due, unico appunto (non l’accessibilità, come critica sempre alVolante nelle auto a tre porte) ma la scarsa imbottitura di sedili e divano, infatti davanti avevamo messo due cuscini per non intrappolarci nei posti anteriori :-) Molto buono il baule, mi pare andasse da 200 lt fino a 800 con il divano abbattuto (si poteva ribaltare una seconda volta per avere un piano di carico completamente piatto). Le uniche regolazioni presenti erano per far scorrere i sedili anteriori e naturalmente per… gli specchietti (solo due).
Alla guida
Non potrei mai dimenticare quel suono squillante all’avviamento che mi ha accompagnato per cosi tanti anni della mia vita, che si trasforma in un roco borbottio una volta compiuto mezzo giro di chiave (sempre SE si avviava…). Dunque, percorrere a folle una discesa in retromarcia può essere considerata come guida? Direi di no, visto che oltretutto ero piccolo (circa 5-6 anni, però me lo ricordo bene!), ma ho sempre osservato con attenzione i miei genitori e spesso, mio padre mi raccontava le sue impressioni. Secondo la Fiat con 30cv, scattava da 0 a 100km/h in soli 36’’ (altro che Ferrari) per raggiungere i 116km/h di punta massima, quindi meglio non cercare la sportività… In compenso piccola e leggera nelle strette viuzze non conosce ostacoli, idem in campagna, dove già un’utilitaria attuale è a disagio, tutto merito della larghezza, che non si potrebbe nemmeno definire tale (1,46 mt). Lo sterzo a due razze, non era servoassistito, ma in parcheggio nemmeno mia madre faceva fatica, mentre in velocità richiedeva parecchie correzioni. Il cambio ha solo 4 rapporti e per inserire la “retro” bisognava premere in basso la leva quando questa era in folle e spingere in basso a destra, non c’era il “disegnino” delle marce; detto questo la corsa della leva era corta come lo stretto di Messina e da usare senza fretta, poiché poco precisa negli inserimenti. I comandi di frizione, freno e acceleratore erano abbastanza morbidi, specie l’ultimo. Ogni imperfezione dell’asfalto era un attentato ai lombi (e ce ne sono tante sulle nostre strade), in accelerazione il rumore da frullatore era quasi accattivante e la sua presenza riusciva persino a divertirmi, ma i decibel che entravano nell’abitacolo erano davvero troppi e a questi si sommano suoni di scricchiolii e di ferraglia varia. E dire che mio padre la usava anche per qualche viaggio fino a una decina d’anni fa… Da passeggero l’auto mi è sempre parsa poco a suo agio quando si forzava il ritmo (si fa per dire), modesta pure la decelerazione quando si pestava il freno. I consumi sono sempre stati altini, negli ultimi anni si aggiravano ai livelli di una Porsche, cioè circa 8-9km/l su stradine di paese e di campagna (anche sterrate), mentre a “tutta birra” si raggiungevano i 90km/h indicati dalla lancetta “ballerina” del tachimetro (che in retromarcia andava al contrario).
La comprerei o ricomprerei?
L’auto costava poco, ma offriva tanta sostanza, per questo ha avuto così successo, oggi è impensabile da riproporre. Definita da Giugiaro (l’ha disegnata lui) come “il corrispettivo a quattro ruote di un elettrodomestico” è impossibile dargli torto su questa affermazione. Noi l’abbiamo rottamata nel 2009, ma l’auto ci sarebbe piaciuto ancora tenerla, anche mio padre è un po’ la rimpiange, perché è un auto come non ne faranno mai più, tuttora conserviamo solo le chiavi che a proposito erano ben tre: una per l’avviamento, una per le portiere e l’ultima per il tappo del carburante… E voi cosa ne pensate? Spero che questa “PROVA NOSTALGIA” vi sia piaciuta, un saluto!!! :-)
Fiat Panda 30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
3
3
2
2
VOTO MEDIO
3,6
3.64706
17
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
9 marzo 2014 - 17:05
7
e la ricordo ma piuttosto poco, stesso motore ma tutta bianca. Mia madre è una di quelle persone che guida solo per andare al supermercato e guida solo UNA macchina nella vita e al massimo due se la prima viene distrutta. Per cui attempata e buona, guidava solo quella ma le fu levata con la "forza" successivamente. Ma ero davvero molto piccolo, la ricordo molto meno di te infatti e mi ha fatto molto piacere "imparare" alcune chicche come lo 0-100 :). Oggi conosco e ho guidato, quella di mio zio che è una panda del 2000 a Gpl tenuta perfettamente, quindi una delle più recenti della prima serie. Gran macchina tutto fare, perfetta anche per piccoli carichi poichè è davvero capiente..
Ritratto di PariTheBest93
9 marzo 2014 - 19:03
3
Mio padre ci caricava l'attrezzatura sia da deejay che quella agricola ;) Resta il fatto che comunque mi sono informato un po' prima di scrivere... Però speriamo che AMG non ti chieda di fare la prova sulla panda di tua madre :)))) Altra curiosità: mio padre l'ha scelta nera ma disse che le vendevano tutte di un giallino...
Ritratto di PariTheBest93
10 marzo 2014 - 20:01
3
Mio padre è un motociclista mancato: con qualche milione in più voleva prendersi una custom Yamaha (non ho mai capito il nome del modello) se la poteva permettere però mia nonna (pace all'anima sua) non voleva una moto in casa (dalla serie né oggi né mai)...
Ritratto di Flavio Pancione
10 marzo 2014 - 21:01
7
anche se se permetti le Custum proprio non mi piacciono :) Io al contrario ci sono nato con le moto, sia mio padre che i miei parenti..
Ritratto di PariTheBest93
11 marzo 2014 - 10:41
3
Nella mia famiglia c'è sempre stata un'aria anti-moto lo stesso fra i nostri conoscenti, le custom poi sono moto affascinanti e dallo stile intramontabile, negli anni 80 le sportive erano tutte dalle linee squadrate, bruttine... Certo il bello di queste custom è proprio passeggiare con un filo di gas, naturalmente senza casco (che al tempo non era obbligatorio)...
Ritratto di gio.G
9 marzo 2014 - 20:34
20
Ma una macchina decente non ce l avete mai avuta voi? Mamma che schifo, come si fa a tenere una Panda 30 per 30 anni lo sapete solo voi. Poi la C3 Picasso fa davvero pena. Al salone ci sono salito e le Citroen le trovo tutte stupende ma la C3 e la C3 Picasso fanno davvero schifo. Complimenti, tutti tuoi i catorci
Ritratto di nuntengrenarmefummnapippemevacacucca
9 marzo 2014 - 21:28
X gio.c La prova invece è' fatta benissimo mette molto l'accento sulle sensazioni di un bimbo (bellissimo il dettaglio del contachilometri al contrario) Non è' da paese civile usare un linguaggio come il suo
Ritratto di PariTheBest93
10 marzo 2014 - 14:07
3
Prima di interessarmi alle auto in generale (cioè dai 17 anni), per me esistevano solo la panda e la punto di cui ne avevo già scritto la prova (anch'essa con fondo emotivo)... http://www.alvolante.it/opinioni/fiat-punto-1985
Ritratto di PariTheBest93
10 marzo 2014 - 13:56
3
Molto semplice: noi le auto le compriamo per farle durare e, dati alla mano, ci riusciamo bene... La Citroen poi è sempre stata innovativa, la C3 picasso l'abbiamo scelta anche per esigenze di lavoro, infatti per i piccoli carichi è il massimo, la linea poi è soggettiva ma visto il suo successo evidentemente piace... Nella mia famiglia poi solo un mio pro-zio (mai conosciuto) era appassionato infatti aveva auto come Alfa 2000 o Lancia Flaminia, mio nonno paterno in vita sua ha auvuto solo una lambretta 125 e vespa pk 50 xl (che ha tuttora dal 1982) mentre la lambretta l'ha ragalata ad un suo amico che l'ha restaurata e la tiene ancora... Poi l'altro nonno ha posseduto varie auto (la più veloce una vecchia Astra 1.4) ma solo piccole mentre ora ha una agila 1.2 del 2002... Insomma come vedi non vengo da una famiglia particolarmente appassionata, però sappiamo far durare le cose, anche perché queste dopo anni e anni acquisiscono valore (soprattutto quello sentimentale) perché noi crediamo che un'auto trasporti anche ricordi ed emozioni... Grazie comunque di aver letto la prova!
Ritratto di Mattia Bertero
10 marzo 2014 - 17:55
3
Questo "catorcio" ti porta in posti che poche macchine ci arrivano. In confronto a molte macchine di adesso, la Panda prima serie in molti percorsi, gli fa mangiare la polvere di brutto. Ah, i diciottenni di oggi, le macchine migliori se le sono perse tutte.... Con macchine come questa Panda 30 ti facevi le ossa sul serio alla guida, altro che quelle di adesso che sembrano giocattoli con tutto quello che c'è dentro...
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 16.050 a € 25.050
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 17.300 a € 26.300
  • Fiat Fullback
    Fiat Fullback
    da € 31.782 a € 44.836
  • Fiat Qubo
    Fiat Qubo
    da € 14.140 a € 20.940
  • Fiat 500C
    Fiat 500C
    da € 17.700 a € 24.900

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • In vendita da quattro anni, la Fiat 500X si rinnova e cambia in pochi dettagli all'esterno. Ma ci sono nuovi motori e tecnologie. Qui per saperne di più.

  • Fiat 500 Spiaggina ‘58 by Garage Italia: l'intervista a Lapo Elkann, che l’ha voluta fortemente.

  • Realizzata in 1958 esemplari, la serie speciale Fiat 500 Spiaggina ‘58 ha un look vintage e richiama l’utilitaria da “spiaggia” Jolly Spiaggina. Qui per saperne di più.