Honda Jazz 1.2

Pubblicato il 4 dicembre 2009
Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perchè l'ho comprata o provata
Quando è nata la mia prima figlia ho scoperto che nella mia gloriosa Panda MJ non ci stava neanche un passeggino! Così, guardandomi intorno, puntai sulla Honda Jazz: lo spazio di una berlina media in meno di 4 metri di lunghezza uniti ad una praticità simile a quella di una monovolume. Io ho preso la 1.2 in allestimento Live+ (era il 2007) con cerchi in lega, clima, radio con presa aux e fendinebbia. unico accessorio la vernice metallizzata. Mi sembra doveroso osservare che gli optional Honda costano davvero cari! Ad es. per i sensori di parcheggio occorre sborsare 400 euro+ il montaggio! Un pò eccessivo direi.
Gli interni
All'interno si dispone di un notevole spazio in relazione agli ingombri esterni! La plancia è realizzata con in plastica rigida ma di qualità non scadente, mentre il montaggio delle varie parti è davvero curato. Gradevole il materiale utilizzato per il rivestimento dello sterzo (forse un pò scivoloso) e dello sferico pomello del cambio che, assieme alla leva bassa, conferisce un tocco di sportività. Il numero di vani portaoggetti è adeguato al tipo di vettura ma i jap potevano fare qualcosa di più. Il cruscotto dispone dei classici indicatori (trip computer incluso) ma pecca dell'assenza del termometro della temperatura dell'acqua. I passeggeri posteriori stanno abbastanza comodi, ma la vera chicca del divano è che ha la seduta sollevabile: un'invenzione geniale! Si guadagna un'infinità di spazio senza dover ricorrere all'abbattimento dei sedili ed il tutto in due semplici mosse. Il bagagliaio ha una capacità prossima ai 400 litri: meglio di parecchie auto di categoria superiore. La visibilità non è eccezionale a causa dei montanti un pò larghi e il muso spiovente, ma la posizione di guida è comoda e il sedile dispone del supporto lombare. Una grave carenza, almeno per chi ha bambini piccoli, è l'assenza dell'interruttore che disattiva l'airbag anteriore: inspiegabile su un'auto votata alla famiglia!
Alla guida
Il motore i-Dsi (a doppia accensione sequenziale) con singolo albero a camme in testa, ha la peculiarità di possedere per ogni cilindro una coppia di candele montate, contrapposte, in posizione diagonale. Questa soluzione si traduce, a detta degli ingegneri Honda, in un ottimo rapporto fra prestazioni e consumi. Mi permetto umilmente di dissentire con gli ingegneri per quanto riguarda i consumi, almeno per quanto riguarda il ciclo urbano. Nel traffico di una grande città, quando ci si muove a passo d'uomo, si percorrono gli 11km/l, stando parecchio attenti i 12, contro i 13,7 rilevati da Quattroruote e gli oltre 16 dichiarati. Comunque sto parlando di situazioni caotiche che, per fortuna, non tutti sostengono spesso. Le prestazioni sono di tutto rispetto in relazione alla cilindrata: 78 cv ben distribuiti su tutto l'arco di utilizzo. Ripresa esclusa. Ma è ovvio su un 1.2! L'auto è silenziosa finchè non si esce dalla città quando, ad andature elevate, il rombo del motore, i fruscii aerodinamici e il rotolamento dei pneumatici la fanno da padroni! Meglio andar tranquilli intorno ai 120 indicati. Questo ci porta all'unico grande difetto della Jazz: lo sterzo. In città è leggero, ma trasmette poco feeling al guidatore alle alte velocità e tutto ciò si trasforma in una sensazione di insicurezza che si genera in autostrada soprattutto quando si affrontano curve veloci. Il rollio è marcato e un'eventuale correzione va fatta con parecchia attenzione. Se qualcuno ha in mente di comprarla usata consiglio un modello con ESP. I consumi in statale e in autostrada sono davvero bassi come promesso. Io sono riuscito a percorrere 15-16 km/l ai 130-140 indicati con clima inserito. Non male! La frenata è buona e si può contare anche sui dischi posteriori. Una cosa rara per un'utilitaria prodotta dal 2002.
La comprerei o ricomprerei?
Sì! E' una buona vettura che, anche se ho posseduto per soli 2 anni e 28000 km, non mi ha mai dato un grattacapo. Da nuova non è regalata ma la qualità c'è tutta. Magari la sconsiglio come unica auto di famiglia solo a chi ha delle velleità velocistiche.
Honda Jazz 1.2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
1
1
0
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
2


Aggiungi un commento
Ritratto di Monik
7 settembre 2010 - 10:02
Possiedo dal 2007 ad oggi una Honda jazz 1.2 live+ acquistata per le stesse motivazioni di spazio. Ad oggi ho effettuato oltre 45.000 km e posso confermare quanto sopra descritto. I punti positivi della vettura sono indubbiamente la grande modulabilità dello spazio (sia interno sia del bagagliaio) che permette di caricicare sempre tutto, l'ingombro ridotto (meno di 4 metri ottimo per la città) e la leggerezza dei comandi frizione, sterzo e cambio. Al momento ho dovuto solo sostituire le pasticche dei freni anteriori e far ricaricare il circuito del climatizzatore. I punti negativi sono l'elevato rollio (non adatta a chi soffre di mal d'auto) lo sterzo che non trasmette a chi guida una reale sensazione di controllo e l'elevato rumore in autostrada (Fare un viaggio di 500 km in autostrada è veramente faticoso). Il conclusione per me è un'ottima utilitaria per chi decide di utilizzarla solo in città, personalmente pur non avendo velleità velocistiche e avendola provata come unica auto per la famiglia non la ricomprei.
Ritratto di iamback
22 maggio 2011 - 21:43
Ciao, vieni a trovarci sul forum! http://jazz.forumattivo.it/ Ci conto.... ;)
listino
Le Honda
  • Honda Civic 4 porte
    Honda Civic 4 porte
    da € 27.900 a € 31.500
  • Honda Jazz
    Honda Jazz
    da € 22.500 a € 26.900
  • Honda Civic
    Honda Civic
    da € 23.700 a € 42.400
  • Honda HR-V
    Honda HR-V
    da € 24.150 a € 31.400
  • Honda CR-V
    Honda CR-V
    da € 29.200 a € 45.950

LE HONDA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HONDA

  • La nuova generazione della Honda Jazz mette al primo posto la sicurezza: in questo video tutti i dispositivi che aiutano a prevenire gli incidenti e a mitigarne gli effetti. Qui per saperne di più.

  • Dopo aver guidato il prototipo, ecco le prime impressioni di guida della versione di serie della Honda e. La piccola elettrica dal look accattivante spicca per la tecnologia di bordo, meno per l’autonomia.

  • La prima auto elettrica pura della Honda è questa utilitaria che ha un'autonomia di 220 km e un interno avveniristico con ben cinque display per controllare tutte le funzioni della vettura.