Mazda 2 1.2 16V 5p. Cub

Pubblicato il 18 novembre 2013
Ritratto di Moreno1999
alVolante di una
Mazda 2 1.5 75 CV Evolve
Mazda 2
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
3
Cruscotto
5
Visibilità
5
Confort
5
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Salve a tutti! Oggi volevo scrivere la prova della Mazda 2 1.2 16v Cub che abbiamo in famiglia. Nel 2004 abbiamo cominciato a sentire la "mancanza" di un'auto moderna nel nostro box. Eravamo (anzi, siamo) in 4: la vecchia auto di mia madre era troppo piccola per poter anche fare solo piccoli spostamenti e quella (vecchia, è stata cambiata nel 2008) di mio padre aveva già 12 anni e parecchi chilometri sulle spalle... E così abbiamo cominciato a girare per le concessionarie in cerca delle migliori offerte. Avevamo visto, toccato, provato e preventivato quasi tutte le utilitarie presenti sul mercato in quel periodo: dalla C3 alla Getz, dalla Jazz alla Fiesta... Tutte erano comunque parecchio costose, con una dotazione non soddisfacente e soprattutto euro 3 (vivendo vicino a Milano non è il massimo perché avrebbero sofferto di più delle limitazioni). Un bel giorno entriamo in un concessionario Mazda, per vedere questa 2. Siamo stati subito colpiti dalla linea aggraziata e personale, con un frontale muscoloso e dominato da nervature unito ad un posteriore più elegante, piuttosto verticale (per favorire la capienza del bagagliaio) e ad un tetto alto, che avrebbe garantito maggiore "aria" sopra la testa degli occupanti. Incuriositi, chiediamo informazioni: offriva una dotazione a dir poco perfetta unita ad un prezzo non esagerato (circa 12500€ full optional), ad un motore euro4 e a 5 anni di garanzia km/illimitati (peccato che negli ultimi anni Mazda abbia tolto due anni e aggiunto la limitazione di 100000 km). Come già detto, aveva un rapporto dotazione/prezzo invidiabile. Fin dalla versione base venivano offerti di serie 4 airbags, 4 vetri e specchi elettrici (assurdo che alcune berline medie come Astra e Focus possono averli soltanto come optional), ABS, ESP, sedile 60/40 e passeggero abbattibile, tendalino, vernice metallizzata, fendinebbia, comandi al volante, clima, radio CD, computer di bordo, volante regolabile in altezza e profondità, barre sul tetto, 3 poggiatesta posteriori (mi basta dire che l'Evoque fa pagare il terzo...). Non elenco tutto, la lista sarebbe chilometrica! Inutile dire che è stato amore a prima vista. Aveva tutto quello che cercavamo ed era anche adatta a fare viaggi lunghi (la usiamo ogni estate caricandola come un mulo da soma...ma regge sempre!). Non ci abbiamo riflettuto nemmeno a lungo, ricordo che anche io avevo aiutato nella scelta (una passione non ha età, a 4 anni ho imparato a leggere proprio sui giornali di auto, ma questa è un'altra storia...). Alla fine la abbiamo acquistata, sarebbe stata una pazzia lasciarla in concessionario! Era una pronta consegna 1.2 Cub (allestimento intermedio) con vernice blu metallizzato ma senza cerchi in lega (purtroppo perché odio i copricerchi in plastica!). Penso di avere detto tutto, passiamo agli interni!
Gli interni
Prendiamo la chiave, di vecchio stile ma dotata di telecomando, "sblocchiamo" le porte, ed entriamo nell'abitacolo. Cercherò di farvi una panoramica. Partiamo da sinistra: la porta (piuttosto sottile) è dotata di un'enorme tascona dove possiamo riporre non una, non due ma ben tre bottigliette da mezzo litro. Più in alto c'è una sorta di bracciolo rivestito in tessuto e in una plastica (presente anche sulla console) che vuole imitare l'alluminio dove sono disposti una maniglia, i 4 tasti dell'alzavetro con il pulsantino per bloccare quelli posteriori e il comando dei retrovisori elettrici. A sinistra del volante c'è una curiosa bocchetta: spunta fuori dalla plancia! Davvero un'idea carina e originale, che aiuta a ravvivare l'abitacolo. Sotto la bocchetta, chiamata da me "a occhio di rana", ci sono i tasti per regolare l'altezza dei fari e un piccolo vano dove si può riporre un cellulare o il telecomando del box. Il cruscotto è perfetto: indica tutto, ha un piccolo ma onesto computer di bordo e ha una grafica accattivante (accese le luci, le lancette si illuminano di rosso e le cifre da bianche diventano di un acceso verde lime). A 130 km/h indica 134, quindi l'errore è davvero insignificante. Il volante è molto carino, non è rivestito di pelle ma ha la parte inferiore in cuoio traforato (come per imitare le auto sportive). Sulla razza sinistra ci sono i comandi al volante della radio, sempre a portata di "pollice". La corona non è affatto sottile ed è ergonomica, per fortuna (nonostante i quasi 150 mila km) non è diventata lucida e appiccicosa. A destra del volante c'è la console. Ha una forma abbastanza futuristica (ma un po' massiccia). In cima c'è un portaoggetti (che d'estate si surriscalda), più in basso due bocchette rettangolari richiudibili a persiana, ancora sotto i comandi della radio e del clima (con ricircolo ancora a levetta). I comandi sono tutti ben disposti e nell'utilizzarli non ci si distrae. In fondo ci sono pure un grosso portamonete e un accendisigari con la presa da 12 volt e due portabottiglia. Davanti al passeggero invece ci sono 3 portaoggetti di cui 2 con coperchio (tutti spaziosi) e la seconda bocchetta "a occhio di rana". Entrambi i parasole hanno lo specchietto di cortesia. Dietro le portiere sono composte in modo simile a quelle anteriori: un'altrettanto capiente tasca, un bracciolo con il tasto dell'alzavetro e la maniglia per aprire la porta. I sedili anteriori sono un po' piccoli ma hanno dei fianchetti abbastanza pronunciati, mentre il divano posteriore è abbastanza largo (ci si viaggia senza soffrire anche in 3) e ha dei poggiatesta a sella che non infastidiscono in retromarcia. Il tessuto è di buona qualità (con una grafica a numeri molto simpatica) e l'imbottitura non è né troppo morbida né troppo rigida. Le finiture sono discrete: tutte le plastiche sono rigide ma sono assemblate con cura, senza sbavature o scricchiolii e gli accoppiamenti sono perfetti. I vetri grandi, il tetto alto e la presenza di plastiche chiare fanno sì che l'interno sia davvero molto luminoso (viaggiando d'estate, mi abbronzo!). Il bagagliaio è molto ampio in confronto alle dimensioni esterne (393 cm da un paraurti all'altro). Sul libretto riportano circa 320 litri ampiabili fino a 1100 mentre se si carica fino al soffitto la capienza è di 550 litri, fa invidia a vetture ben più grandi. Le barre sul tetto permettono di montare un box portatutto. Oltre alla capienza del bagagliaio da record, stupisce la presenza di così tanti portaoggetti (ci sono addirittura delle tasche dietro i sedili anteriori): più che su una utilitaria sembra di viaggiare dentro una monovolume! Nei viaggi non si soffre: le sospensioni sono abbastanza rigide ma garantiscono comunque un buon confort e solo il rumore del rotolamento delle ruote infastidisce, il motore è silenzioso e i fruscii aerodinamici sono quasi impercettibili. Non mi viene in mente nient'altro di particolare da dire, quindi passiamo nella sezione "alla guida".
Alla guida
Prima di parlare del comportamento stradale di questa Mazda2 vorrei fare un piccolo appunto sul motore: è un 1242 cm³ 16 valvole a benzina. Ha (anzi, aveva!) 75 cavalli ed è euro4 (come ho già detto è stato uno dei motivi che ci ha portato all'acquisto). E' di origine Ford (infatti è lo stesso che montava la sorella Fiesta, dopotutto sono nate sullo stesso pianale) ma è molto affidabile, come di tradizione per le auto giapponesi. L'unica insufficienza della pagella è sotto la voce ripresa, adesso spiego il motivo, anche se già potreste immaginarvelo... Oddio, c'è da dire che le premesse non sono ottime (75 cavalli sono pochini anche se adeguati al tipo di vettura), infatti per passare da 0 a 100 ci si impiega 13.5 secondi e, specialmente a pieno carico, la povera Mazdina fatica a prendere velocità (valigie dappertutto + biciclette dietro + box portatutto = elisir di...lentezza). La velocità massima è buona (165 km/h) e consente di viaggiare (nonostante quanto detto prima) adeguatamente. Ora comincio a parlare seriamente del comportamento stradale della Mazdina. Posso dire anche le impressioni personali perché si, l'ho guidata! (Adesso voi direte: ma guarda il Moreno, a 14 anni già che guida, se lo beccano sono ca...........). Comincio parlando dello sterzo. E' molto preciso e diretto, alle alte velocità convince perché è tutt'altro che "mollaccione". E' sempre abbastanza rigido, un po' affaticante nelle manovre, ma niente di esagerato. Il cambio (5 marce) è preciso e gli inserimenti sono fluidi e per nulla contrastati, solo la frizione è sempre un po' pesante. La frenata è buona (l'impianto è composto da due dischi autoventilanti e due tamburi, i 4 freni a disco erano presenti solo sulla 1.6 Sport da 101 cv), è ben modulabile (non serve il piede da fata, anzi!) e l'auto si ferma da 100 a 0 in circa 39/40 metri, l'ABS aiuta nelle situazioni di pericolo). Ora parlo della notà più dolente, cioè lo stato di ebbrezza del motore. Beve molto, in città si fanno 13 km/l, in autostrada 12, fuori città 14 (diciamo una media di 13), in questi tempi dove il prezzo della benzina è alle stelle non è il massimo. L'auto è ingorda anche di lampadine, durano per poco. Il pieno (40/45 litri) dura per 500/550 km. La posizione di guida non è delle migliori: manca un poggiapiede, i sedili sono piccolini e la seduta abbastanza corta più affaticare nei lunghi tragitti. In compenso, il volante è regolabile sia in altezza che in profondità e il sedile del guidatore ha la seduta regolabile in altezza, quindi si adatta più o meno a tutte le taglie (sono riuscita a guidarla benissimo anche io, che non sono molto alto). La visibilità è ottima da qualsiasi direzione: il muso corto, la coda verticale e i vetri enormi aiutano moltissimo nei parcheggi. Dimentico di parlare della tenuta di strada, che è sempre buona nonostante i 155 cm di altezza della vettura. Il rollio è contenuto, per non dire assente. Per concludere, vorrei dire che il piacere di guida è buono, soprattutto per merito dello sterzo "consistente" e della tenuta di strada. Spero di essere stato esauriente, considerate anche che l'ho provata poche volte nei parcheggi delle aziende e dei supermercati...meglio che niente!
La comprerei o ricomprerei?
La mia risposta è ASSOLUTAMENTE SI! Rifarei lo stesso acquisto 1000000000000000 volte. Peccato che la nuova Mazda2 non assomigli affatto alla vecchia (che io preferisco) e che non ne riproponga le carte vincenti. Ricomprerei ad occhi chiusi qualsiasi altra giapponese, sono generosissime, danno soddisfazioni anche alla guida e sono affidabilissime...mai un problema! Mi piacerebbe acquistare un altra Mazda, casa che nell'ultimo periodo si sta rimboccando le maniche proponendo dei modelli strepitosi sia come linea, che come motori che come piacere di guida, è un marchio che consiglio a tutti. Tornando alla 2, posso dire che ha più pregi che difetti, tra i quali cito soltanto i consumi non eccezionali e la ripresa piuttosto scarsa. Secondo me alla gamma, nel 2004, mancava un motore intermedio, di circa 90 cavalli, perché quello da 101 era un po' troppo, e un diesel con più di 68 cavalli. Avrebbero incrementato di sicuro le vendite, che non sono state poi davvero eccezionali (perché l'italiano medio non conosceVA e/o non consideraVA molti marchi orientali, fra cui Mazda). Poco male, a me piace l'esclusività! Ormai ho detto tutto quello che dovevo dire, spero che la prova sia stata di vostro gradimento e che possa esservi utile. Accetto critiche, potrò migliorarmi con le prossime prove! Vi saluto e vi auguro buon proseguimento! P.s. l'auto in foto è differente dalla mia solo per il colore.
Mazda 2 1.2 16V 5p. Cub
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
3
4
6
2
VOTO MEDIO
3,2
3.15
20
Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
1 dicembre 2013 - 17:14
4
spero vi piaccia....se avete critiche le accolgo, è la mia prima prova!
Ritratto di PariTheBest93
1 dicembre 2013 - 18:47
3
Premetto che a me la passione delle auto mi è venuta a 17/18 anni, la prova contiene paragoni giocosi come "occhio di rana", ma nel complesso è più che discreta, cerca di essere un po' più "serio" (ah moreno ha 14 anni e guida già) colpa che non ti dò per la tua età, però tu hai detto che leggevi da quando avevi 4 anni, con 10 anni di lettura potevi "stupire" con qualche termine più professionale come "i portaoggetti sono delle tasche piuttosto spaziose per la categoria, sufficienti per contenere anche 2 bottiglie d'acqua da mezzo litro", oppure "lo sterzo morbido in manovra non perde precisione al crescere della velocità" per esempio... Comunque sò che leggi e commenti tutte le prove degli utenti, è un buon inizio... Per curiosità dove hai guidato? Immagino nelle zone idustriali di periferia, che sono spesso deserte; ti ha accompagnato qualcuno immagino...
Ritratto di Moreno1999
1 dicembre 2013 - 19:08
4
Accompagnato da mio padre.... Grazie sia per i complimenti che per le critiche, vedrò di migliorare con la prossima recensione!
Ritratto di PariTheBest93
1 dicembre 2013 - 21:27
3
Figurati ;) la prossima prova sarà sulla Corsa suppongo...
Ritratto di Moreno1999
1 dicembre 2013 - 21:32
4
Durante le vacanze natalizie avrò il tempo per farla...arriverà con l'anno nuovo! Buona serata
Ritratto di PariTheBest93
1 dicembre 2013 - 21:49
3
Allora ci vediamo lì ;) Buona serata anche a te!
Ritratto di PariTheBest93
1 dicembre 2013 - 18:51
3
Preferisco l'attuale mazda 2 come estetica, ma la futura 2 kodo ci stupira ancora di più come linee e come guida! http://blog.caranddriver.com/wp-content/uploads/2013/07/2014-Mazda-2-626x382.jpg
Ritratto di Moreno1999
1 dicembre 2013 - 19:11
4
Ho usato come base una mazda3 che ho rimpicciolito, poi ho preso alcuni elementi di altre mazda e ho fatto un collage ma ho pure creato alcuni elementi, come griglia e finestrini. Secondo me è molto reale, sono soddisfatto magari domani la pubblico nel forum
Ritratto di PariTheBest93
1 dicembre 2013 - 21:30
3
Si l'ho già visto e ho pure lasciato un commento...
Ritratto di MaCiao5
1 dicembre 2013 - 20:00
3
L'auto, beh, non mi piace. Mi fa IMPAZZIRE! Non a caso ne ho una uguale anche io...mi fa piacere che hai elencato tutti i pregi e tutti i difetti comuni anche alla mia. Per quanto riguarda il design noi la abbiamo personalizzata in primavera con accessori ufficiali mazda: cerchi in lega, montante nero, vetri posteriori oscurati, calotte cromate e abbiamo aggiunto una striscia cromata sulla maniglia del baule...devo dire che è bellissima!
Pagine
listino
Le Mazda
  • Mazda 6 Wagon
    Mazda 6 Wagon
    da € 32.800 a € 43.250
  • Mazda 6
    Mazda 6
    da € 32.800 a € 41.250
  • Mazda CX-3
    Mazda CX-3
    da € 21.470 a € 29.670
  • Mazda MX-5 RF
    Mazda MX-5 RF
    da € 30.350 a € 34.250
  • Mazda MX-5 Roadster
    Mazda MX-5 Roadster
    da € 27.850 a € 31.500

LE MAZDA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MAZDA

  • La Mazda MX-5 si rinnova nella meccanica e in alcuni dettagli interni: ora ha il volante regolabile in profondità e nuovi sistemi di sicurezza. Qui per saperne di più.

  • Tanti piccoli affinamenti per la Mazda 6, che ha un 2.2 a gasolio quasi sportivo. Bene anche finiture e dotazione, non entusiasmante il sistema di infotainment. Qui per saperne di più.

  • L'amministratore delegato di Mazda Motor Italia ci introduce il nuovo modello che la casa giapponese espone al Salone di Ginevra: la nuova 6 Wagon.