Mercedes C 220 CDI Avantgarde

Pubblicato il 13 giugno 2021
Ritratto di Silvano1976
alVolante di una
Seat Leon ST 1.5 TGI 130 CV Xcellence DSG
Mercedes C
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
4
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
3
Media:
3.8333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
L'ho comprata nel 2017 perchè la mia Fiesta 1.4 tdci dopo 180000 km aveva fatto il suo tempo. L'ho vista, bellissima nel piazzale, e, dato il prezzo irresistibile dando indietro la mia (3000 euro) l'ho presa al volo. Aveva percorso 150000 km, e non mi sono parsi molti, sebbene fosse del 2003, e dunque avesse i suoi anni. Avevo qualche dubbio a causa di una certa diffidenza nei confronti del cambio automatico, diffidenza che si è mutata in entusiasmo (e non comprerò mai più un'auto con cambio manuale in vita mia). L'ho cambiata da 20 giorni e letteramente erano mesi che non riuscivo a decidermi, tanto ho adorato possederla.
Gli interni
Gli interni sono stati uno dei motivi fondamentali dell'acquisto: pelle primo fiore morbidissima, che non rivestiva solo i sedili ma anche le portiere, davanti e dietro. Bisogna considerare che l'auto, già nella versione avantgarde, la più accessoriata, aveva in più la bellezza di 12000 euro di optionals. Certo, si trattava degli optional possibili nell'anno 2003: cruscotto molto morbido e molto imbottito, autoradio , computer di bordo e navigatore assai vintage (che ho immediatamente sostituito con un impianto bluetooth con navigatore aftermarket). Schermo a cristalli liquidi molto chiaro, ma che ha sempre sofferto il grande caldo (le cifre tendevano a scolorire, per poi tornare a brillare quando le temperature si abbassavano). Disposizione dei comandi molto pratica e razionale, sempre a portata di mano, con l'eccezione del freno a mano a pedale, che ho sempre trovato molto scomodo (fra le altre cose tendeva a bloccarsi a volte, e a non disinserirsi subito). Portaoggetti abbondanti e capienti, con in particolare un grande vano sotto il bracciolo, eccellente per le bottigliette d'acqua d'estate (anche perchè refrigerato). I sedili morbidissimi e sempre freschi anche d'estate (mi avevano parlato del fatto che la pelle mi avrebbe dato fastidio o mi avrebbe fatto sudare: dopo 4 anni posso solo dire che forse avevano avuto a che fare con pelle finta, perchè la mia era fresca e profumava l'ultimo giorno come il primo). Fra le altre cose trovare sedili perfetti, splendenti, senza strappi dopo 18 anni mi è sempre sembrato prodigioso, e lo giustifico solo con un modello full che rappresentava al tempo la massima epsressione di un marchio nel pieno della sua epoca d'oro. Abitabilità davanti come dietro sconfinata: aldilà della cifra del passo (270 cm credo) è che l'esperienza dei passeggeri, anche di quelli seduti dietro, è sempre stata da business class: i miei amici e familiari erano comodi anche in tre e i due laterali, anche alti 1.80, distendevano serenamente le gambe. Il portabagagli era ampio (più di 450 litri) e regolare, molto ben sfruttabile. Comode le tasche dietro i sedili posteriori, e, rare ormai, le maniglione per reggersi davanti e dietro. L'unico problema è sempre stato che i sedili non erano reclinabili, quindi se ti basta bene, se non ti basta affitti un furgone! Tra le altre cose si trattava di una delle poche auto senza tergicristallo posteriore. La linea filante non era contaminata e scorreva senza interruzioni, ma certo magari sarebbe stato anche utile averlo. Anche se per la verità ne ho sentito poco la mancanza: la linea rastremata ha sempre fatto scorrere via molto bene le gocce, e dunque la visibilità (tranne che nelle precipitazioni estreme) è sempre stata buona.
Alla guida
Ho amato guidarla, davvero. Venivo da un'auto piccolina, con un buon cambio manuale, dall'impostazione neutra. Salito sulla mia prima mercedes, dopo i primi km di incertezza a causa del cambio automatico, eccomi prendere possesso del mezzo, fin quasi a sentirmi in comunione perfetta con esso. Comodo, perfettamente insonorizzato (nessun fruscio, nessun battito in testa da diesel, pochissimo rumore di rotolamento), e con un motore fatto per viaggiare nel mondo senza batter ciglio. Dopo 300 km di autostrada l'auto era ancora a 70 gradi centigradi (non era indicato se si trattasse di olio o refrigerante: in ogni caso praticamente fresca come una rosa). E cominciava ad andar bene sul serio dopo i primi 300 km, ad andare davvero. Si aveva chiaramente l'impressione che l'auto iniziasse a respirare e a sgranchirsi verso Bologna (io sono abruzzese). Ci ho girato l'Italia con grandissimo piacere e in vera souplesse, e, non esagero, circondato dall'ammirazione di molti di quelli che la vedevano arrivare. In un albergo a Rimini (un 5 stelle pieno di megasuv di lusso) il parcheggiatore sudamericano venne apposta a stringermi la mano perchè, diceva lui, un'auto così meravigliosa con un cambio del genere non l'aveva mai parcheggiata (e lo diceva accarezzandola amorosamente fra l'altro). Difetti? Pochi, e non solo per l'amore che è sbocciato fra me e l'auto. Non ha proprio uno scatto bruciante: è un'auto evidentemente passista, che viene fuori facendo strada, non subito, senza calci nella schiena. E d'altronde 143 cv su un'auto che sta sui 14-15 quintali senza passeggeri e bagagli, beh, non è che abbia il rapporto peso-potenza di una Lambo. Però se si spinge si va, specie, per l'appunto, superato il centro felsinate:) La velocità massima dichiarata, vicina ai 240, non l'ho raggiunta, ma sono arrivato molto bene ai 180 senza rumori o sforzo apparente. Altro difetto: cambio Nag5 a cinque marce: molto poche, non tanto per il confort di marcia (altissimo), ma per i consumi non popolari: ero sui 13 km/l, e andando come un pensionato, in discesa e col vento in favore, non sono mai riuscito a farci più di 14. Terzo difetto: l'auto era a trazione posteriore, e con un assetto ribassato, pur conservando una geometria di sospensioni in stile berlina mercedes, cioè piuttosto morbido e votato al confort. Insomma un ibrido non sempre convincentissimo. Per carità: la trazione posteriore esalta il piacere di guida e moltiplica la sensazione di spinta che arriva da dietro. E lo sterzo di quest'auto è chirurgico, in senso stretto. Solido senza essere pesante, preciso senza perdere di comunicatività e immediatezza. Mio padre, uomo di pochissime parole e alieno da ogni entusiasmo per carattere, dopo averla guidata la prima volta, alla domanda: ti piace? cosa ti piace? ha risposto soltanto: lo sterzo. Una meraviglia! Il problema più grosso è sempre stato il posteriore molto leggero, incapace di reggere la trazione in alcune condizioni. Tipicamente andare in retromarcia su una strada in forte discesa: un disastro: ruote che slittano e auto che va pericolosamente avanti incapace di indietreggiare. Un paio di volte mi sono spaventato: non riuscivo a controllarla e mi sentivo sull'orlo di un baratro! Ho compensato andando a prendere da un amico che vende cingolati agricoli pesi da 30 chili che ho collocato nel portabagagli uno a destra e l'altro a sinistra. I 60 chili sui due assi hanno dato trazione dietro e hanno stabilizzato il retrotreno.
La comprerei o ricomprerei?
La domanda è difficile: è stata durissima abbandonarla, e quando mi sono sentito costretto a farlo ho verificato personalmente che non venisse rottamata, e che qualcuno potesse spendere il suo denaro per riportarla in piena forma e godersela nei secoli dei secoli. Mi piacerebbe che qualcuno l'amasse come l'ho amata io. Quindi certo che la ricomprerei, ma rimangono i motivi che mi hanno spinto a cambiarla, e cioè i prezzi impegnativi nella manutenzione di un'auto che ha 18 anni, e che comincia a dare difficoltà anche nel reperire ricambi originali. Se esistesse da qualche parte un'auto come lei, con pochissimi km, sì, la rivorrei per me. Grazie per l'attenzione!
Mercedes C 220 CDI Avantgarde
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
1


Aggiungi un commento
Ritratto di ilmat
26 luglio 2021 - 15:21
3
Prova bellissima, complimenti! :)
Ritratto di Silvano1976
29 luglio 2021 - 07:38
Grazie mille!
Ritratto di marcoveneto
27 luglio 2021 - 14:31
Gran Macchina e bella prova...Sicuramente una delle classe C più riuscite! Ora sei passato ad una Leon??
Ritratto di Silvano1976
29 luglio 2021 - 07:40
Sì esatto! Dalla fine di maggio guido una Leon station a metano, che recensirò non appena avrò dati più certi in mano (ci ho percorso solo 5000 km).
Ritratto di tody
1 agosto 2021 - 10:39
2
Prova davvero ottima, complimenti! L'auto è molto bella, di un'eleganza assoluta. Questo tipo di modelli, se ben tenuti, hanno un eccellente rapporto Q/P (peccato però, come hai detto tu, l'esosa manutenzione). Quando l'hai data via quanti km aveva?
Ritratto di Silvano1976
5 agosto 2021 - 03:36
Grazie mille! Aveva alla fine 250000 km. Ci ho percorso 100000 km in 4 anni. Li ho amati dal primo all'ultimo, anche se naturalmente data l'età le riparazioni sono state diverse.
listino
Le Mercedes
  • Mercedes E
    Mercedes E
    da € 54.257 a € 128.701
  • Mercedes Citan Tourer
    Mercedes Citan Tourer
    da € 23.205 a € 28.534
  • Mercedes GLB
    Mercedes GLB
    da € 35.390 a € 56.267
  • Mercedes B
    Mercedes B
    da € 25.072 a € 45.575
  • Mercedes Maybach S
    Mercedes Maybach S
    da € 187.580 a € 238.338

LE MERCEDES PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MERCEDES

  • La Mercedes svela all’IAA 2021 la berlina elettrica EQE. Design e contenuti derivano dall’ammiraglia EQS, ma il look è più sportivo e muscoloso. Autonomia fino a 600 km. Qui per saperne di più.

  • Per ora è solo un prototipo questa Mercedes Classe G elettrica, ma nel 2024 arriverà nelle concessionarie della casa tedesca dotata di quattro motori elettrici per garantire un comportamento fuoristradistico all'altezza della tradizione di questo modello. Qui per saperne di più.

  • Questa ammiraglia elettrica vanta una delle migliori autonomie dichiarate e un comfort per guidatore e passeggeri da prima classe. Gli interni della Mercedes EQS sono un trionfo di tecnologia, in particolare la plancia, che però ha bocchette del “clima” piccole e prive di regolazione separata della portata. Qui per saperne di più.