MG ZR base

Pubblicato il 26 marzo 2010

Listino prezzi MG ZR non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
2
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.5833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ho acquistato la MG ZR 160 3p colore silver dato che era in pronta consegna. Dovevo "dar dentro" una Punto GT un po' malandata e volevo un'auto maneggevole e sportiva che non mi facesse troppo rimpiangere la "vecchia turbina". Dato che per avere l'auto in uno dei miei colori preferiti (Blu, Nero) l'attesa sarebbe stata di diversi mesi (così perlomeno me l'ha venduta il concessionario), ho preferito prendere una Silver in pronta consegna. L'esemplare era praticamente full optional (in base alla politica di fare un listino accessori molto scarno sui modelli di punta), se escludiamo il tetto apribile elettricamente e l'antifurto volumetrico. Come sulle classiche auto GTI degli anni novanta, troviamo solo l'indispensabile: un po' per contenere i costi e un po' perchè alcuni accessori, essendo un auto progettata all'incirca 10 anni prima del mio acquisto (2002), non erano disponibili. Abbiamo quindi assetto con taratura sportiva (rispetto alla Rover 25), gomme maggiorate 205/45R17, ABS, 4 freni a disco (anteriori autoventilati) con servofreno, servosterzo idraulico, clima manuale, 2 airbag, vetri elettrici all'anteriore, chiusura centralizzata a telecomando con antifurto e immobilizer, fendinebbia, appendici aerodinamiche, interni misti in pelle in tinta/tessuto, regolazione altezza fari e specchietti elettrici. Ruota di scorta non disponibile, ma solamente kit di riparazione dentro una valigetta personalizzata. Le dimensioni della ZR sono esattamente quelle della GTI "perfetta" ossia 4m per 1,7m. Altre gloriose auto di categoria C (oggi sarebbero a malapena B) hanno avuto le medesime dimensioni, come la Opel Astra GSI, la 306GTI e la ZX 16v; probabilmente perchè nella mentalità di allora si riusciva ad avere il miglior connubio tra stabilità, maneggevolezza ed abitabilità. Oggi le berline dello stesso segmento sono lunghe dai 20 ai 40 cm in più e fianco a fianco con la Zr sembrano appartenere ad una categoria superiore. La stessa Grande Punto, che ha dimensioni paragonabili sembra un auto molto più grande e massiccia, probabilmente per via dei nuovi requisiti di sicurezza dovuti alla progettazione più recente. Ricordiamo che la ZR deriva dalla Rover 200/25 che è uscita sul mercato tra il 1995 ed il 1996.
Gli interni
Gli interni sono abbastanza spartani ma non poveri, diciamo piuttosto che sono concepiti per l'auto che è, ossia una berlina destinata ai giovani ed a chi vuol essere scattante e badare al sodo, senza dover investire una cifra troppo elevata. La ZR nel 2002 costava 18360 Euro di listino. Il cruscotto è scuro e morbido, infine piacevole al tatto. Alcuni particolari di plastica sono però molto sottotono, come il cassetto portaoggetti e parte della console centrale, così come la palpebra sopra gli strumenti. I sedili di piglio sportivo sono rivestiti di pelle bicolore di qualità non eccelsa (di colori nero e blu, nel caso della carrozzeria Silver), così come il volante e la panca posteriore, comoda per 3 persone non eccessivamente robuste e non troppo alte. In quattro in ogni caso, non ci si sta male; al massimo l'accesso scomodo è dovuto alle 3 porte e ad i sedili che non avanzano una volta ribaltati. La strumentazione prevede 4 strumenti fondamentali, oltre alla solita serie di spie: temperatura acqua, tachimetro, contagiri (rosso a 6800rpm) e carburante. Di certo non ci si sente come nello space shuttle, quando si sale a bordo. La cosa che più si nota è invece la posizione molto ribassata del sedile (regolabile in altezza ed anche con una rotellina per la zona lombare) e il volante non troppo grande, quindi molto pratico per riuscirlo a gestire in maniera sportiveggiante. Guardando i conducenti delle altre vetture, si capisce che sono seduti diversi centimetri più in alto di noi, dalla Zr la strada si sente piuttosto bene in effetti (con tutti i pro e contro, ovviamente). Il resto dei comandi sono scontati ma intuitivi... è impossibile sbagliarsi con le leve/manopole, semmai l'autoradio risulta posizionata un pò in basso, come l'inutile portacassette (residuo dei primi anni '90) sotto di esso. La moquette è di un piacevole tono di grigio medio, così come è piacevole l'ambiente circostante con il cielo dell'interno dell'abitacolo grigio/bianco e la parte sottostante scura (ottima contro i riflessi), rilassante anche la luce arancione proveniente dagli strumenti, dallo sfondo bianco argentato, che danno un aspetto molto sport al tutto (le lancette degli strumenti arancioni). Note strane, che fanno capire di essere a bordo di un auto UK, sono la mancanza di spia riserva, la mancanza della maniglia passeggero e la chiave snodata che si fatica ad infilare dentro l'apposita fessura, per mettere in moto l'auto. L'impianto audio di serie è decente, ma le predisposizioni e le dimensioni del pannello permettono di migliorarlo notevolmente a fronte di un certo investimento io mi sono accontentato di cambiare le casse posteriori con un modello superiore, in quanto le possedevo già.
Alla guida
La MG ZR 160 è capace di sfoderare circa 160 cavalli (153 testati al banco da una rivista di auto), intorno ai 7000rpm, con una coppia massima di 174Nm a 4500rpm (dichiarati dalla casa). Le prestazioni rilevate da diversi mensili parlando di velocità massime attorno ai 210-215KMh, e di accelerazioni decisamente sotto gli 8s sullo 0-100 (7,3/7,5s). Provandola personalmente si capisce come questa performance sia possibile: la motricità a gomme nuove ed asfalto asciutto è eccellente, favorita da marce molto ben spaziate e curva di coppia favorevole a tutti i regimi, pur se non eccezionale per spinta assoluta, si parte bene dai bassi per finire con un piacevole ruggito sopra i 4000 giri, con la spinta che non smette nemmeno dopo i 6000rpm. Il cambio a 5 marce non è particolarmente preciso ma è nella media della categoria: difficilmente auto di questo prezzo hanno cambi eccellenti. La Zr non fa eccezione. Con le alte velocità l'accelerazione è piacevole soprattutto se la lancetta del contagiri supera i 3000 giri, ma il motore mostra una gustosa dose di elasticità a tutti i regimi e gradisce le alte come le basse velocità di rotazione. E' possibile utilizzare il quinto rapporto (circa 35KMh a 1000rpm) anche in città, senza particolari problemi, la coppia non manca mai. Semmai la cosa che manca è la potenza frenante. Nonostante le gomme ribassate e l'ABS con EDB, i freni non sono mai particolarmente incisivi... mancano assolutamente di mordente, il che penalizza nel caso in cui ci si voglia divertire a scatenare un po' la cavalleria, bisogna lasciare l'acceleratore sempre un po' troppo presto per evitare di entrare in curva troppo veloci e perdere tempo a recuperare l'assetto. La tenuta laterale è in assoluto buona, ancora migliorabile in caso di modifiche all'assetto utilizzando componenti ancora più spinti di quelli di serie (io ho optato per Eibach-Koni), esistono sul mercato infatti componenti made in UK capaci di renderla una vera auto da pista: cerchi da 18", pastiglie racing, ammortizzatori da competizione, molle ultraribassate e altro ancora. Le modifiche disponibili sul motore invece prevedono l'innalzamento massimo di potenza di circa 30 cavalli in modalità aspirata e circa il doppio con compressore volumetrico (in questo caso aumenta parecchio anche la coppia disponibile). Si trovano in rete anche casi di vetture con montati motori 2000 turbo, presi da altri modelli Rover. Tornando al modello originale, lo sterzo risponde bene ai vari comandi, anche se non è troppo progressivo una volta sterzate le ruote oltre un certo angolo, in parcheggio comunque non si fatica ed i giri di volante sono pochi, piuttosto il raggio di sterzata in manovra è decisamente insufficiente. Nondimeno lo sterzo è sempre molto pronto ed alla minima sterzata l'auto cambia traiettoria in maniera decisa e senza incertezze. Il comportamento di base è sottosterzante come su tutte le trazioni anteriori, tuttavia è possibile far sbandare l'auto di posteriore con un inserimento molto anticipato, ovviamente questa manovra serve per la guida in pista e non certo su strada, dove comunque il limite è molto elevato e difficilmente si avranno problemi nella guida quotidiana. Sul bagnato l'auto può risultare a volte un pò nervosa ed è meglio non esagerare con lo sterzo. Il confort globale risulta limitato sui terreni sconnessi e per via del motore che gira alto (4000 rpm a 130Kmh), questo non la rende l'auto ideale per i lunghi viaggi, ma è sicuramente divertente utilizzarla per sgusciare fuori dal caos del traffico senza dover aver paura di affrontare un sorpasso, il motore è prontissimo a prendere giri e la sensazione di aver in mano un mezzo potente e sicuro la si apprende dopo pochi chilometri di guida, anche se con l'assetto originale ho sempre riscontrato un senso di galleggiamento delle sospensioni ad alta velocità (sopra i limiti di codice comunque), probabilmente dovuti agli ammortizzatori. Se ci fosse disponibile anche il sesto rapporto di velocità, l'auto sarebbe ancora più parca nei consumi e con un tono di voce più garbato. Purtroppo, non c'è nemmeno come optional, nemmeno nel restyling del 2004. La Zr è in definitiva un auto con un ottimo rapporto peso potenza e ben bilanciata, a cui piace farsi guidare nel misto, senza rinunciare ad un giro in autostrada o città. La ripresa in quinta marcia a velocità autostradali è assolutamente non problematica, una volta innestata la quinta marcia difficilmente servirà scalare, a meno di forte rallentamento. Infine parlando dei consumi la ZR è un auto leggera (poco oltre i 1100kg) che non richiede tanta benzina, a dispetto della potenza massima. Se la si usa come una normale utilitaria, si possono arrivare tranquillamente fare i 13 km/l in città e i 12km/l in autostrada. Ovviamente premendo il pedale dell'acceleratore i consumi aumentano di conseguenza, tuttavia mai a livelli probitivi. Con 50 litri di serbatoio non è difficile fare i 600 km con un pieno.
La comprerei o ricomprerei?
Più che ricomprarla, sarebbe un auto da avere "per girare", magari come seconda auto rispetto ad un fuoristrada o una station wagon. Come prima auto ha un bagagliaio non particolarmente piccolo, ma piuttosto infossato (tipico delle berline 2 volumi) che rende difficile caricare oggetti pesanti e/o massicci. La spesa assicurativa è intorno ai 400 euro (1 classe solo RCA con Bonus Malus), quasi quanto il bollo di 380 euro. Negli 80000 km da me percorsi, al momento ho dovuto cambiare la pompa della benzina a 70000km (fischiava) e il cavo della frizione a 30000km (non entravano le marce), 1 set di pastiglie, ed 1 set di gomme (le originali a 41000 km) Inoltre le lampadine H7, piuttosto costose, si bruciano un pò troppo frequentemente. Posizione di guida: Ribassata, sportiva. Un pò scomoda dopo lunghi viaggi, avrebbe bisogno di un contenimento migliore per l'uso prettamente sportivo. I sedili anteriori sono in definitiva una soluzione di compromesso. Un pò troppo delicati i materiali, in assoluto. Cruscotto: Senza infamia e senza lode. Molto leggibile anche se non particolarmente sofisticato. Si sente la mancanza di un computer di bordo per migliorare la percorrenza e di un termometro per la temperatura esterna. Il voltmetro sarebbe una chicca che mi piacerebbe vedere su un auto del genere. Visibilità: Adeguata al tipo di vettura, semmai i montanti anteriori creano un pò di angolo morto. I vetri non particolarmente generosi nel posteriore richiedono attenzione in parcheggio, comunque problema minimo vista la lunghezza non eccessiva della vettura. Comfort: La parte peggiore. Tra rumore e assetto sportivo di certo non si possono fare 1000km senza fermarsi. La soluzione ideale per i viaggi è mettersi un cd di buona musica, per limitare un po' il fastidio acustico. Motore: Piacevole e brillante, dai consumi non esagerati. Si sposa bene col corpo vettura. Ripresa: Superiore a quello di diverse auto di maggiore cilindrata ma con problemi di sovrappeso. Migliore anche di quella di parecchie auto a gasolio dai motori turbocompressi. Cambio: Manca sicuramente una sesta marcia per limitare i consumi ed il rumore. Marce scalate bene nonostante l'imprecisione generale, soprattutto in scalata 3-2 e della retromarcia (a volte fatica ad entrare e bisogna lasciare e ripremere la frizione). Frenata: Non incisiva, si sarebbe potuto fare di più. Le modifiche all'impianto frenante sono molto costose e richiedono uno specialista. Sterzo: Uno sterzo abbastanza comunicativo, migliore della maggior parte delle auto che mi è capitato di provare. Tenuta di strada: Sportiva e vivace, sicuramente divertente. Attenzione al rilascio sul bagnato in velocità (ESP non presente). Qualità prezzo: Più che discreta, soprattutto in considerazione dell'epoca in cui è stata acquistata. Dotazione: Non fenomenale ma c'è quasi tutto il necessario... se non si hanno in mente BMW e Mercedes.
MG ZR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
0
1
2
VOTO MEDIO
2,6
2.6
5
Aggiungi un commento
Ritratto di sterling-87
29 marzo 2010 - 19:30
Hey bongustaio....complimenti per la prova....e per la piccola peste MG...voto 5
Ritratto di Paul77
29 marzo 2010 - 21:12
Sono contento che la prova ti sia piaciuta. ho cercato di essere il più obiettivo possibile, la ZR è una bella macchinetta ma 15 anni di sviluppo si sentono eccome quando si sale su qualcosa di più moderno. Certo che se conti che con 3000-4000€ te ne porti via una con pochi Km, se ti piace avere una sportivetta per farti qualche giro la domenica, non sono soldi buttati.
Ritratto di emy82vts
30 marzo 2010 - 12:03
anche se preferisco le sportivette più moderne! cmq complimenti!
Ritratto di davi_serie3
30 marzo 2010 - 20:02
esteticamente è anche carina ma x il resto è tutto fumo e niente arrosto niente di piu di un auto normale solamente con piu tonalità allo scarico..ne vedo parecchie la domenica all autodromo di monza ma è un auto che va bene solamente li comunque bella prova ciao
Ritratto di Paul77
30 marzo 2010 - 21:55
Rispetto la tua opinione, ma mi puoi trovare un auto che per meno di 20000 euro abbia prestazioni superiori alla ZR? E' valido anche usare Al Volante :)
Ritratto di davi_serie3
31 marzo 2010 - 19:01
paul con i turbo benzina di adesso anche di cilindrata ridotta è abbastanza semplice comunque dimmi i dati della zr che ci provo ok..?
Ritratto di Paul77
31 marzo 2010 - 22:34
MG ZR 160 3P (MY 2001) Rivista "AUTO" n 6 del 2002 Vel max= 209 Kmh 0-100Kmh = 7,7s 1km da fermo in 28,75s da 40Kmh in IV sui 1000m = 31,7s da 80 a 120 kmh in V = 11s Rivista "Elaborare" n 3 del 2002 Vel max=213,7 kmh 0-100Kmh =7,2s 0-120Kmh =10,1s 0-140Kmh = 13,4s 0-180kmh = 25,4s 400m da fermo in 15,4s (uscita a 149,4 km/h) 1km da fermo in 28,1s (uscita a 186km/h) da 80 a 100 kmh in V = 4,9 da 80 a 140 kmh in V = 16,6 Buon divertimento :)
Ritratto di davi_serie3
4 aprile 2010 - 19:53
ovviamente elaborare non conta lo dice il nome stesso della rivista c risentiamo paul
Ritratto di miana80
30 marzo 2010 - 20:09
un amico l'ha nera ed molto bella, giusto l'alettone un pò esagerato, e gli interni datati ma in linea con la vettura sportiva. il motore è semplicente una bomba................... ciauzzzz
Ritratto di edocas
31 marzo 2010 - 02:00
ottima prova! e buona auto!
Pagine
listino

LE MG PROVATE DA VOI