Pubblicato il 8 agosto 2012
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.5833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Solitamente per una prova mi voglio prendere almeno 10.000 km, in questo caso però farò uno strappo alla regola per un auto che mi ha segnato profondamente e che purtroppo per me ho avuto l’occasione di guidare solo per una settimana e circa 500 km. L’auto è stata concessa dal centro porsche durante alcuni lavori di preparazione sul panamera. LINK. Avevo già provato le porsche e anche bene, tutte in versione cabrio però. La prima è stata la 996 2 cabrio, un auto con un sound ed un estetica accattivante ma con la quale non sono mai riuscito ad avere il giusto feeling poi è arrivata la 997 4 cabrio ed i passi avanti si sono sentiti eccome ma nulla che me la facesse restare impressa, poi è arrivata lei, anche se per poco. Porche 991 S. Colore Bianco carrara con Bose Sourround Sound System, cerchi in lega da 20" Sport Design, impianto di scarico sportivo, interni in pelle nera, pacchetto Sport Chrono plus, ParkAssist, PCM, PDK, Porsche Dynanic Chassis Control, Porsche Dynamic Light System, sedili Sport Plus adattivi, servosterzo Plus, specchi esterni regolabili elettricamente, Tempostat, tetto apribile elettricamente, volante Sport Design.
Gli interni
Le carreggiate sono molto più ampie, è una versione S, quindi ha bombature ancora più accentuate rispetto alla 911 standard ma esteticamente cambia molto solo nel posteriore, i nuovi fanali sono più sottili ed hanno un qualcosa che mi ricorda le vecchie aston, il frontale è pressoché invariato ma è negli interni che si vedono le modifiche maggiori. Gli interni sono precisi e curati, la nuova disposizione del cruscotto dona loro ancora una precisione ed un senso di pulizia ancora maggiore. Sulla battuta della portiera una bella incisione 911 ti accoglie a bordo. Il cruscotto mantiene i caratteristici 5 strumenti circolari, analogici e digitali con un bel monitor touch screen al centro della plancia. L’impianto audio è bose, ma non l’ho mai acceso quindi non so dirvi come suona.La chiave di accensione è sempre a sinistra. Le funzioni sono le stesse della panamera, non voglio insultarvi facendo un copia incolla quindi lascio a voi il link http://www.alvolante.it/opinioni/porsche_panamera_48_4s_pdk. L’abitabilità non è mai stato il punto forte delle 911 ed anche questa non ne fa eccezione, rispetto alla 997 guadagna qualche cm in larghezza e in lunghezza ma i posti posteriori rimangono sempre di fortuna. I sedili sono molto profilati, io sono di corporatura normale e ho trovato la seduta comodissima con i profili che trattengono divinamente busto e gambe senza dare la sensazione di sentirsi infossati nell’imbottitura.
Alla guida
Il rombo ed il classico borbottio del boxer ci sono, i comandi presi pari pari dalla panamera non mi fanno perdere tempo a studiarne la posizione ed ho subito modo di saggiarla. Mossi i primi passi fanno subito impressione le immense carreggiate posteriori. Il posteriore è larghissimo ed è fin troppo facile sfiorare altre auto o ostacoli come ad esempio le barriere dei caselli autostradali. E’ uno dei tanti casi in cui la massima “dove passa la testa passa anche il corpo” non è esattamente vero. Il pdk parte in seconda, vabbè, ci abbiamo fatto l’abitudine, la tanta coppia in basso del motore di Stoccarda serve anche a questo. Una volta portata a temperatura è estremamente gratificante infilare le marce con i comodi al volante che hanno gli stessi comandi della panamera. Guidando con gli scarichi in posizione normale e l’assetto standard, tenendosi a regimi medio bassi la rumorosità è assolutamente contenuta tanto da consentire telefonate a 150 all’ora senza alzare la voce, cosa che sul 996 e sul 997 era davvero difficile, forse anche perché cabrio. Non ho fatto confronti con i dati tecnici della 997 ma sono abbastanza sicuro che la seduta sia sensibilmente più bassa. Si guida davvero rasoterra ma le sospensioni elettroniche filtrano decisamente bene le asperità dell’asfalto. Posizione di guida infossata, linea di cintura alta e consolle finalmente simile a quella di un caccia a reazione danno il giusto appagamento al conducente. Indispensabile il park distance control anteriore e posteriore, i limiti della vettura non si vedono assolutamente né davanti né dietro. Sapere di avere i cerchi da 20 non aiuta nelle manovre di parcheggio, troppa la paura di rovinarli e finchè non prendi la mano scopri di avere posteggiato a 40 cm dal marciapiede. Città e posteggi però non sono il pane della 991. Passiamo alla guida sul misto lento e veloce, Ricordo ai lettori che questa è una 2, mi aspettavo che la possente coppia del motore si facesse sentire facendomi rimpiangere la stabilità della 996 4 invece non è accaduto nulla di tutto ciò. Per quanto sulla 911 il motore sia stato messo dalla parte sbagliata, i progressi che fanno ad ogni nuova serie sono incredibili. Merita fare un breve excursus sulle mie passate esperienze in casa per chiarire i progressi di Porsche in merito a telaio e trazione. 996 cabrio 2. Forse per via della minore rigidità dovuta alla mancanza del tetto, l’auto nel misto soffriva un posteriore un po’ troppo pesante ed un anteriore che con l’aumentare della velocità diventava troppo leggero e ballerino. Non ho mai osato superare i 230 all’ora (in pista, ovvio ) e nei curvoni veloci la velocità con cui gli spostamenti di carico sulle sospensioni ti fanno guidare con entrambe le mani ben salde sul volante e qualche gocciolina di sudore sulla fronte. 997 cabrio 4. Il maggior peso della trasmissione sull’assale anteriore equilibra non poco il bilanciamento generale. Rimane la sensazione di alleggerimento all’anteriore ma solo ad alte velocità (sopra i 240) ma è solo una sensazione. Molto più bilanciata e stabile sia sul misto che sul veloce. 991 coupè 2. Eccoci arrivati. Superlativa. Sembra una 4 ma è leggerissima. Trazione e grip sono ai massimi livelli e la tenuta è spettacolare. Anche a controlli parzializzati il posteriore è piantato e il differenziale fa un ottimo lavoro mantenendo la spettacolarità ed il divertimento. Eventuali sovrasterzi di potenza vengono gestiti rapidamente ed è facilissima da guidare. La sensazione di avere sempre coppia fin dai bassi regimi è comodissima e a mio avviso rende molto più facile l’auto. La coppia infatti esplode dai 4000 giri in su ma fino a questo regime il motore è già bello vispo e non soffre assolutamente, merito della fasatura variabile. La sensazione di alleggerimento del muso si avverte solo sopra i 250-260 ma in maniera molto meno accentuata che sulla 997. In ripresa ed accelerazione, grazie al brio del propulsore, alla prontezza del cambio e alla leggerezza del corpo vettura, la velocità sale con ritmi davvero impressionanti. Non oso immaginare che cosa sarà la 991 turbo S. L’auto dispone della funzione launch control, spettacolare ma, a parte farci qualche lancio, inutile. Il motore è poderoso, a scarichi aperti ed in modalità sport + è proprio cattivo ma questo stupendo telaio è la vera opera d’arte di porsche. In sport + sembra di essere su un auto da corsa, dura, precisa e cattiva. Dovrei provare una 991 cabrio per dare un giudizio più preciso ma questa 991 coupè è indubbiamente leggerissima, scivola via e scorre dandoti sensazioni inaspettate. Non ho osato guidare a controlli totalmente disattivati se non in accelerazione su rettilineo. Mi prendo almeno qualche mese prima di concedermi questo lusso e qui purtroppo non ne ho avuto il tempo. Anche a controlli parzializzati comunque l’intervento dell’elettronica, grazie alla bontà del telaio, agisce raramente e sempre con moltissima discrezione. I consumi non sono male per quanto in sette giorni non abbia esitato ad usare l’acceleratore sono rimasto sui 7 con un litro, media che sono certo sia molto più bassa ad andature e a pressioni standard del pedale sotto al piede destro. La frenata è in pieno stile porsche: da 10 e lode. Spero un giorno di riuscire a provare un auto con i carboceramici su per avere anche questo parametro. L’auto è dotata di start & stop intelligente, in pratica se premi a fondo il freno il motore si spegne, se accarezzi solo il pedale rimane acceso, almeno per un po’, mentre se premi con forza si spegne subito.
La comprerei o ricomprerei?
Avendone la possibilità la acquisterei ad occhi chiusi, sarei curioso di provare la 991 s con il cambio manuale a 7 marce e senza il Porsche Dynanic Chassis Control per vedere come si comporta, ma la prederei comunque. Le emozioni ed il senso di sicurezza che trasmette sono impareggiabili, la m3 che giudicavo l’auto più prestante in questa mia piccola classifica personale, viene surclassata da questa splendida 991, divertente ma sicura, stabile eppure dinamica, quest’auto è un sogno, ne sono innamoratissimo e spero di riaverla tra le mani al prossimo lavoro.
Porsche 911 Carrera S PDK
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
16
3
1
5
VOTO MEDIO
4,2
4.210525
57
Aggiungi un commento
Ritratto di 5amuel
30 agosto 2012 - 08:01
ti dirò che mi sta passando la voglia di scrivere le mie prove qui. Sento che c'è interesse solo per le utilitarie.
Ritratto di Androve91
27 agosto 2012 - 12:02
potresti motivare il tuo commento? Non è affatto una critica è solamente curiosità verso qualcuno che la pensa diversamente dagli altri.
Ritratto di Gianluu
28 agosto 2012 - 22:25
1
Auto bellissima ,prova buona (4/5) complimenti davvero! Beato te che puoi guardare queste favolose auto!
Ritratto di 5amuel
30 agosto 2012 - 17:23
magari fosse mia!
Ritratto di fabri99
29 agosto 2012 - 19:00
4
Ottima alla guida ma discreta sugli interni... Davvero bellissima la nuova 911... Ciao ;)
Ritratto di 5amuel
30 agosto 2012 - 17:24
gli interni li puoi apprezzare di più in una foto che in una mia descrizione, che dici? Grazie cmq!
Ritratto di pumetto
3 dicembre 2012 - 16:10
sia la prova che l'auto e da porschista dico bravo Samuel
Ritratto di Tony83
3 aprile 2013 - 12:24
6
Bellissima recensione! Particolareggiata, travolgente! Traspare una grande passione, complimenti! Solo di recente ho avuto modo di provare un modello Porsche, la nuova Boxter S, che dire, una favola :D Ti volevo chiedere: su tutte le riviste viene elogiato il feeling del pedale del freno...per quanto mi riguarda, dalla mia umile e, ahimè, brevissima prova, ho potuto constatare che il pedale non è così duro da azionare... sarà che mi aspettavo un comando quasi senza servofreno :D Quello della 911 come lo hai trovato? è identico su tutte le Porsche?
Ritratto di 5amuel
20 maggio 2013 - 13:05
è duro se lo paragoni a quello di una mercedes a benzina!
Ritratto di 5amuel
20 maggio 2013 - 13:05
è duro se lo paragoni a quello di una mercedes a benzina!
Pagine
listino
Le Porsche
  • Porsche 911 Cabriolet
    Porsche 911 Cabriolet
    da € 124.779 a € 240.467
  • Porsche 911
    Porsche 911
    da € 110.139 a € 226.559
  • Porsche Cayenne Coupé
    Porsche Cayenne Coupé
    da € 88.692 a € 181.608
  • Porsche 718 Cayman
    Porsche 718 Cayman
    da € 59.830 a € 101.523
  • Porsche 718 Boxster
    Porsche 718 Boxster
    da € 61.904 a € 98.595

LE PORSCHE PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PORSCHE

  • In pista al Nürburgring la coupé tedesca ha messo sul piatto qualità dinamiche sorprendenti, freni esuberanti e, soprattutto, la coppia, vigorosa e ben distribuita, del suo 2.5 boxer a quattro cilindri.

  • All'amministratore delegato della Porsche Italia chiediamo come la Taycan, la prima elettrica della casa tedesca, cambierà il concetto di sportività in casa Porsche

  • La prima auto elettrica della Porsche è una berlina sportiva dalla potenza e dalle prestazioni elevate. Le prime versioni ad arrivare saranno le Turbo e Turbo S.