Renault Scénic base

Pubblicato il 20 giugno 2010
Ritratto di gixxs
alVolante di una
Seat Leon ST 1.6 TDI CR 105 CV Business HIGH S&S
Renault Scénic
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
3
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
2
Tenuta strada
4
Media:
3.75
Perché l'ho comprata o provata
Ho comprato quest'auto nel 2007 perchè mi serviva una comoda vettura da famiglia. Mi sono orientato su una monovolume perchè considero molto importante la versatilità d'uso e anche per provare questa tipologia di vettura, per me inedita, visto che in passato ho guidato solo modelli station wagon o berline.
Gli interni
La versione da me posseduta (Dinamique) si presenta con un allestimento che bada più al sodo che al lusso, nel senso che i materiali utilizzati, pur mantendo un gradevole impatto visivo, sono soprattutto robusti e a prova di bambini. Infatti, i tessuti dei pannelli porta e dei sedili si puliscono facilmente e lo stesso dicasi per i materiali della plancia e del cruscotto. Mancano alcune finezze, come gli specchietti di cortesia illuminati (quello del passeggero è addirittura senza coperchio), il climatizzatore è manuale e manca un pulsante di ricircolo a comando elettrico, sostituito da un'obsoleta manopola da ruotare. Il cruscotto interamente digitale e posizionato al centro della plancia è ben visibile, tranne alcuni indicatori posti all' estrema sinistra, che vengono coperti dalla corona del volante e il contagiri che ha una grafica troppo piccola. I comandi principali sono ben concepiti e abbastanza ergonomici, tranne la levetta del freno a mano elettronico, che si trova in basso e a sinistra (l'avrei preferita vicino alla leva del cambio). I comandi audio sono riportati su un satellite dietro al volante (e non su di esso). La posizione di guida, nonostante le varie regolazioni di sedile e volante, risulta sempre un po' troppo da monovolume, poichè il volante resta sempre un po' orizzontale. Ottima, invece, la posizione rialzata della leva del cambio, peraltro perfettamente manovrabile. I portaoggetti sono il vero pezzo forte di quest'auto: sono tanti, spaziosi e ben fatti. Sono presenti sia nel pavimento che sotto ai sedili (sia anteriori che posteriori). Il portaoggetti davanti al passeggero è enorme e refrigerato. Tra i due sedili anteriori è presente un altro vano con chiusura a serrandina, dotato di luce, presa 12 volts e sovrastato da due singoli braccioli. Non mancano, infine, i tavolini sugli schienali dei sedili anteriori e le tendine parasole integrate nei pannelli porta posteriori. Il comfort di viaggio è molto elevato, grazie alle sospensioni morbide, alla buona insonorizzazione del motore e allo spazio di cui ciascun passeggero può godere, anche nei posti dietro dove ci sono 3 poltroncine singole e il pavimento è completamente piatto. Il baule è abbastanza grande e il piano di carico non presenta scalini o dislivelli; inoltre, i sedili possono abbattersi singolarmente o addirittura essere asportati completamente, con l'ulteriore possibilità di abbattere lo schienale del passeggero anteriore. Il pannello copribagagli è rigido e molto robusto; a ciò si aggiunge che può essere posizionato su due livelli, utile questo per trasportare un animale di piccola taglia. Manca il lunotto apribile (disponibile come optional). Nel complesso la qualità costruttiva degli interni è soddisfacente, dal momento che dopo 52.000 km percorsi non si avvertono scricchiolii o rumori molesti, nè evidenti segni di usura .
Alla guida
Se ci si aspetta di poter guidare quest' auto con piglio sportivo si rischia di rimanere delusi. L'assetto poco frenato delle sospensioni, il baricentro alto e lo sterzo poco preciso non invogliano a guidare in modo brillante. Peccato, perchè il motore (1.9 dci, con cambio manuale a 6 rapporti) ha buone prestazioni che tuttavia non possono essere sfruttate del tutto, almeno sul misto. Si rischierebbe di trasformare un viaggio in auto in una traversata con mare mosso, poichè alzando il ritmo la vettura reagisce innescando fastidiose oscillazioni a cui si associa un inevitabile sottosterzo. Inoltre, se il fondo stradale è irregolare, le sospensioni saltellano fastidiosamente poichè non riescono a copiare efficacemente le irregolarità e ciò porta ad un' inevitabile perdita della traiettoria impostata e non si può certo contare su uno sterzo rapido e preciso. Il discorso cambia se, invece, si viaggia in autostrada o su comode statali: in questi casi l'auto dà il meglio di sè e si riesce ad apprezzare bene il tiro del motore, sia in termini di accelerazione che di ripresa, a patto che non si pretenda di riprendere sotto coppia con la sesta marcia! D'altronde, non stiamo certo parlando di un'auto sportiva e mi sembra ragionevole che la sesta sia concepita più per il risparmio e per il comfort acustico, piuttosto che per le prestazioni; in fondo, scalare una marcia non mi sembra così faticoso. In città si apprezza la notevole elasticità, fluidità e silenziosità del motore, che rendono la guida piacevole e poco affaticante grazie anche a frizione e sterzo leggeri. La timbrica del motore non risulta mai invadente, anche viaggiando a finestrini aperti e le vibrazioni sono praticamente assenti. Insomma, un gran bel motore, silenzioso, affidabile e poco assetato. Se proprio volessi cercare il pelo nell' uovo, potrei dire che è un po' latitante sotto i 2000 giri, ma è un difetto veniale. Per quanto riguarda i consumi, da computer di bordo (peraltro molto preciso) il consumo medio è sempre intorno ai 6- 6, 2 L/100 km, considerando un 25% di statale, 30% strade di montagna, 30% città, 15% autostrada. Per quanto riguarda l'affidabilità, posso ritenermi complessivamente soddisfatto (nulla da ridire neanche per il famigerato fap) anche se non è mancato qualche inconveniente iniziale, risolto in garanzia.
La comprerei o ricomprerei?
Una bella domanda!... Come ho detto all'inizio, non rinuncerei mai alla versatilità d'uso e questa monovolume di versatilità ne ha da vendere. Ma quando si parla di piacere di guida (e anche di posizione di guida) non posso certo affermare di essere del tutto soddisfatto. Inoltre, pur essendo un'auto complessivamente ben costruita, alcuni dettagli di finitura lasciano un po' a desiderare, soprattutto per ciò che concerne gli assemblaggi di carrozzeria, con diverse sprofilature. Nulla da eccepire, invece, sulla qualità della verniciatura e sulla meccanica. Anche l'elettronica, di cui quest'auto è particolarmente ricca, almeno finora, non presta il fianco a critiche. In definitiva, la mia prossima auto la preferirei un po' più gradevole da guidare, pur senza rinunciare al comfort di marcia e alla versatilità. Quindi, probabilmente non ricomprerei una Scenic e, in generale, non ricomprerei una monovolume, pur riconoscendo le buone doti di questa categoria di veicoli.
Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
3
0
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
4
Aggiungi un commento
Ritratto di edocas
21 giugno 2010 - 16:17
bella prova. magari poco scorrevole, ma decisamente sopra la media. per quanto riguarda l'auto, penso che abbia un buon value for money e un'abitabilità e versatilità ottima.
Ritratto di cris25
21 giugno 2010 - 17:47
1
bella macchina molto più diffusa della nuova versione che a me piace molto specialmente la x-mod!!!
Ritratto di gixxs
22 giugno 2010 - 11:38
2
Si, sono d'accordo. E' una bella macchina e probabilmente quelli della Renault non sono riusciti del tutto a bissare il successo di questa seconda serie. Infatti, mentre il passaggio dalla prima alla seconda serie si percepiva nettamente, grazie ad un profondo rinnovamento del modello precedente, in questo caso il passaggio alla terza serie è stato molto più soft e sembra quasi di assistere ad un restyling, più che ad un modello completamente rinnovato. Forse questo potrebbe essere uno dei motivi per cui la X-mod non sta facendo grossi numeri di vendite; a questo, poi, dobbiamo aggiungere anche una maggiore concorrenza nella categoria delle monovolume compatte, che nel 2003 non era così forte. Io stesso devo riconoscere di non essere interessato alla X-Mod perchè non vedo grosse differenze rispetto alla quella attuale; sicuramente sotto pelle le differenze ci saranno, in particolare per ciò che riguarda alcuni aspetti legati al piacere di guida ma l' impatto visivo non è entusiasmante per chi già possiede il vecchio modello.
Ritratto di luca76
20 luglio 2010 - 05:20
io che posseggo il modello precendente alla xmod, la differenza la si percepisce solo mettendole l'una di fianco all'altra! qualche piccola miglioria in estetica (i finestrini anteriori: schenic2 sono quadrati con un grande deflettore che soffoca), la xmod unico grande finestrino con un piccolissimo deflettore "quasi inutile". poi sulla xmod molte dotazioni che sulla scenic 2 erano di serie adesso sono a pagamento, sensori pioggia e fari inteliggenti, alette parasole con specchietti di cortesia illuminati e ancora altro che ora non ricordo!
Ritratto di MIK_HF
24 giugno 2010 - 14:30
io le monovolume non le sopporto proprio... forse perche' ho avuto un incidente gravissimo con l' auto di mio padre (ho perso il controllo in curva e mi sono ribaltato 3-4 volte). Se un giorno avro' la necessita' di un auto molto spaziosa prenderei una station wagon... ma mai piu' un monovolume... comunque il mio e' un giudizio espresso per esperienza personale, ognuno e' libero di scegliere l' auto che vuole...
Ritratto di Matteo75
21 dicembre 2010 - 17:38
Sono sempre stato innamorato della Scenic II e adesso che abbiamo allargato la famiglia ho voluto prendere proprio la 1.9 dCi 130 cv, tanto più che adesso che è uscito il nuovo modello (che non mi piace) le usate vengono via con poco e se ne trovano a decine. Sono proprio soddisfatto!
listino
Le Renault
  • Renault Kadjar
    Renault Kadjar
    da € 21.350 a € 28.500
  • Renault Alaskan
    Renault Alaskan
    da € 34.527 a € 46.361
  • Renault Espace
    Renault Espace
    da € 40.900 a € 52.600
  • Renault Talisman Sporter
    Renault Talisman Sporter
    da € 34.000 a € 46.450
  • Renault Talisman
    Renault Talisman
    da € 33.000 a € 45.450

LE RENAULT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE RENAULT

  • Mascherina più pronunciata, paraurti rivisti e corretti. Nuove luci diurne a “C”, a led come fendinebbia e i fanali. Ecco, tre anni dopo il suo debutto, la nuova Renault Kadjar.

  • Il prototipo Ez-Pro della Renault è furgoncino con l'autopilota, che arriva a destinazione da solo a tutte le ore del giorno. Qui per saperne di più.

  • La Renault Arkana è una suv con linee grintose e una sagoma laterale da coupé. Arriverà nel 2019 su vari mercati mondiali. Qui per saperne di più.