Seat Ibiza 1.0 TGI Style

Pubblicato il 24 settembre 2019
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
5
Confort
5
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.6666666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Ho acquistato la mia Ibiza TGI nel dicembre 2017, la puntavo già dalle prime foto trapelate e l'ho ordinata il giorno stesso in cui è uscito il listino per sostituire la mia ottima Skoda Citigo anch'essa a metano, cambiata a malincuore per avere un'auto più grande e accattivante. Ho optato per il colore blu mistero (metallizzato a 500€) e per la versione Style alla quale ho aggiunto i cerchi in lega da 15" e i fari fendinebbia con funzione cornering.
Gli interni
L'auto è molto spaziosa e i sedili sono ben imbottiti e profilati. Il volante con i comandi della radio e del computer di bordo e la leva del cambio in pelle donano una bella sensazione al tatto e le ampie regolazioni possibili del sedile di guida e del volante anche in profondità permettono di trovare la posizione di guida ideale. I comandi sono tutti a portata di mano e la dotazione della versione Style prevede il clima manuale e radio touch screen (solo a pagamento o sulla Excellence la versione superiore con Android auto full touch screen) e l'interfaccia del computer di bordo sul cruscotto tra tachimetro e contagiri. Fine l'illuminazione dei piedi e della base della plancia con intensità regolabile. Unica pecca le plastiche della plancia sono un po' povere, con temperature esterne basse tendono a indurirsi e a creare scricchiolii poco piacevoli.
Alla guida
Alla guida si dimostra vivace, quando entra in funzione il turbo si fa sentire e dà la sensazione di guidare un'auto di cilindrata superiore. Il 1.0 spinge bene, senza essere troppo rumoroso neppure a velocità autostradali. Ottima la tenuta di strada anche se si guida l'auto con piede pesante, le reazioni sono sempre prevedibili. Lo sterzo ed il cambio sono precisi e morbidi, e la frizione è calibrata bene, non troppo molle ma nemmeno affaticante nel traffico cittadino. Che si utilizzi in città o in autostrada il comfort non delude mai, le sospensioni assorbono bene le asperità del terreno e anche i cambi di traiettoria più veloci non creano alcun rollìo o perdita di aderenza. La partenza in salita è un po' fiacca, nonostante l'hill holder bisogna lavorare di frizione, il peso dell'auto e il motore piccolo mettono un po' in difficoltà in questa situazione. Se la risposta del turbo fosse più immediata in tutte le situazioni il motore meriterebbe 5 stelle, sia per quanto concerne le prestazioni, sia per quanto riguarda i consumi (con un pieno di metano di circa 12 € si percorrono circa 300 km anche con una guida aggressiva).
La comprerei o ricomprerei?
Senza dubbio la ricomprerei. La linea, il comfort, il piacere di guida e i consumi mi convincono ogni giorno che sia stata la scelta giusta.
Seat Ibiza 1.0 TGI Style
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
1
0
0
VOTO MEDIO
3,0
3
1
Aggiungi un commento
listino
Le Seat
  • Seat Leon ST
    Seat Leon ST
    da € 24.200 a € 31.550
  • Seat Leon
    Seat Leon
    da € 23.450 a € 30.800
  • Seat Tarraco
    Seat Tarraco
    da € 31.000 a € 46.365
  • Seat Ibiza
    Seat Ibiza
    da € 15.100 a € 21.600
  • Seat Alhambra
    Seat Alhambra
    da € 43.500 a € 48.200

LE SEAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SEAT

  • Con il direttore di Seat e Cupra Italia facciamo il punto sulla situazione dopo la ripresa delle attività della rete di vendita seguita agli oltre due mesi di stop imposti dal lockdown.

  • La quarta generazione della Leon è sempre connessa e dialoga con l’app Seat Connect, oltre a ricevere aggiornamenti live sul traffico. Qui per saperne di più.

  • La versione elettrica della citycar Seat Mii scatta bene, promette 260 km di autonomia con una ricarica e non costa una follia. Però, non trasporta più di quattro persone. Qui per saperne di più.