Seat Leon ST 1.6 TDI CR 110 CV Business HIGH DSG

Pubblicato il 4 maggio 2017
Ritratto di cigiu
alVolante di una
Fiat Tipo Station Wagon 1.6 Multijet Business DCT
Seat Leon ST
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.1666666666667
Perché l'ho comprata o provata
La vettura mi è stata assegnata in noleggio come auto aziendale
Gli interni
La Leon ST ha interni spaziosi e moderni. I materiali sono di buona qualità, come al solito soprattutto per la parte alta della plancia che presentta un ottimo rivestimento morbido e parti in plastica lucida molto gradevoli. L'interno ha tanti vani portaoggetti, compresi due comodi cassetti sotto i sedili anteriori. Il vano bagagli è spazioso e ben attrezzato, con la possibilità di reclinare i sedili posteriori con un solo pulsante. Facile da usare l'infotainment di bordo, con display centrale touch screen, comandi manuali e al volante. C'è anche un piccolo display tra gli strumenti che richiama le informazioni di bordo, qui avrei preferito poter visualizzare più informazioni contemporaneamente, invece se ne può visualizzare solo una per volta (per es. non è possibile vedere insieme stazione radio e velocità). A bordo c'è la connessione bluetooth, una presa USB e slot per schede SD. I sedili sono rigidi ma comodi, come in molte altre vetture del gruppo VW. La dotazione non è delle più ricche, nonostante la versione sia medio alta nella gamma. Per esempio il clima è solo manuale, non ci sono i fari ad accensione automatica (però ci sono i full led, ottimi) nè i tergi automatici, nè gli specchietti richiudibili. Sarebbe stato comodo avere oltre il cruise control, che si aziona con una scomoda levetta sulla leva delle fecce, anche il limitatore di velocità.
Alla guida
La guidabilità della vettura è la parte che preferisco. Equipaggiata con il cambio doppia frizione DSG a 7 marce e con i cerchi da 16" si comporta molto bene sia lato prestazioni che assetto. E' sempre neutra in inserimento di curva, molto difficile che si presenti del sottosterzo che dovrebbe essere invece tipico su una vettura come questa a trazione anteriore. Il merito va senz'altro alla alla distribuzione dei pesi ed alla taratura delle sospensioni, che comunque non pregiudica più di tanto il confort. A proposito, la Leon non è silenziosissima: si avvertono spesso fruscii e rumori provenienti dal motore. Quest'ultimo si comporta bene, e seppur non è tra i meglio dotati in fatto di coppia e potenza della sua categoria, sopperisce alla grande grazie al cambio DSG, che trovo praticamente perfetto ed è secondo me la parte migliore della vettura. Si può utilizzare in normal oppure in sport. Nella modalità normal è fin troppo attento ai consumi, facendo girare spesso il motore intorno ai 1100:1200 giri, utilizzando sempre la marcia più alta possibile. Personalmente non è la modalità che preferisco, dato che a volte ci si trova in 6a marca a 50 kmh. Invece in sport da il meglio di se, non si rimpiange mai un manuale per la velocità di cambiata e anche la logica delle cambiate risulta ben calibrata. L'unico appunto è la modalità per cambiare in manuale con la leva, che secondo me andrebbe invertita (si sale marcia spingendo e si scala tirando). Infine i consumi: sarà che la utilizzo sempre in modalità sport, quindi con regimi alti e marce basse, ma i consumi sono tendenzialmente più alti delle concorrenti. Da computer di bordo ho rilevato una media di ca 18,5 km/l. Finisco con una nota sullo start&stop: è il più fastidioso che mi è capitato di guidare, infatti tende a spegnere il motore appena la vettura tende a fermarsi, e spesso ci si ritrova a muoversi appena (tipo uscita da un parcheggio molto stretto) con il motore spento e i freni induriti. Personalmente rivedrei il suo funzionamento.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente un'auto da consigliare, polivalente, comoda e spaziosa per viaggiare e che non rinuncia ad una guida dinamica. Ottimo il cambio DSG!
Seat Leon ST 1.6 TDI CR 110 CV Business HIGH DSG
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
1
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Damien
17 maggio 2017 - 16:18
5
Non male come auto aziendale, la maggior parte delle aziende rifila ai dipendenti delle Panda 1.2 da 69 cv
listino
Le Seat
  • Seat Alhambra
    Seat Alhambra
    da € 41.500 a € 42.700
  • Seat Tarraco
    Seat Tarraco
    da € 29.975 a € 43.790
  • Seat Arona
    Seat Arona
    da € 17.300 a € 25.200
  • Seat Ateca
    Seat Ateca
    da € 24.020 a € 32.320
  • Seat Leon ST
    Seat Leon ST
    da € 22.645 a € 40.050

LE SEAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SEAT

  • Già ordinabile, la Seat Tarraco è la prima suv a 7 posti della casa spagnola. È ben fatta, completa nell’equipaggiamento e confortevole. Fruscii a parte. Qui per saperne di più.

  • La casa spagnola punta sulla connessione dati 5G e mostra un prototipo in grado di “parlare” con i semafori. Qui per saperne di più.

  • Seat punta da anni ai giovani e infatti fra gli highlight dei nuovi modelli ci sono connettività e freschezza delle forme: ne parliamo al Salone di Parigi con Pierantonio Vianello, direttore brand Seat Italia.