Toyota Hilux 3.0 D-4D 4x4 Double Cab SR

Pubblicato il 11 marzo 2013
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
E' il nostro pick-up di utilizzo aziendale, in poche parole il tuttofare per trasportare operai/merce, ed anche usato in rappresentanza e per viaggi di lavoro; non manca l'uso nel tempo libero. Acquistato nel 2011 nuovo, in sostituzione del Nissan, è stato scelto tra gli altri concorrenti (dopo prova su strada e lettura di opinioni su riviste specializzate) per il suo presunto "equilibrio" prestazionale, per la sua affidabilità meccanica, e per i consumi più contenuti. Queste doti, in effetti, si sono rivelate azzeccate, e questo autocarro è molto robusto e piacevole esteticamente. E' stato scelto in versione di punta, ovvero col motore di 3 litri turbocompresso da 171 cv (visto l'uso anche molto stradale), il quale è disponibile solamente in allestimento "SR+", molto accessoriato. E' dotato, di serie, di ABS, 6 airbag, ESP/ASR, servosterzo, clima automatico, cruise control, fendinebbia, lavafari, autoradio CD con comandi al volante, cerchi in lega di 17", pedane d'alluminio, vetri posteriori oscurati e strumentazione a LED. E' stato inoltre accessoriato con copricassone in plastica, roll-bar e gancio di traino.
Gli interni
Gli interni sono molto sobri e dall'aspetto robusto. Il cruscotto è ben assemblato e realizzato con plastiche abbastanza morbide al tatto; i rivestimenti dei sedili e delle portiere sono chiari (consigliabile l'acquisto di coprisedili), la seduta è ampia e molto comoda (notevolmente migliore di altri anche al posteriore, ove è possibile alzare il divano per caricare) ma pecca nella mancanza della regolazione dei sedili in altezza. Il volante è in pelle, ben realizzato, e di notevole impatto ottico è la strumentazione "Optitron" illuminata a led (analogica), che si accende in concomitanza del quadro; i comandi sono ben posizionati e raggiungibili sulla plancia, la visibilità è molto buona grazie all'ampia vetratura ed agli specchi generosi; qualche difficoltà, come tutti i pick-up, al posteriore (lunotto piccolo). Pedali ben spaziati e posizionati, leva del cambio piuttosto brutta (lunga) ma ben raggiungibile, ridotte e doppia trazione ad inserimento meccanico classico con levetta vicina a quella delle marce normali. Leva del cruise control posta sul volante in posizione bassa ma pratica. Al centro del cruscotto è presente un piccolo strumento orologio/termometro/bussola/computer di bordo. Pecca la presenza (in economia) di una sola luce di cortesia al centro dell'abitacolo; maniglie di appiglio sui montanti all'anteriore. D'effetto la vista della presa d'aria dell'intercooler sul cofano. Poggiabraccia e portaoggetti capienti.
Alla guida
Autocarro sincero ed affidabile, pratico ed efficiente nel lavoro e nel tempo libero. Motore tutto sommato poco rumoroso, frizione molto leggera, frenata potente e ben modulabile; il cambio ha, però, un'escursione della leva troppo lunga e dispone solamente di 5 marce (lunghe), e risulta lento ed impreciso nell'uso intenso, mentre riduttore e trazione integrale efficienti anche nell'uso impegnativo. Motore 4 cilindri 16 valvole (con due batterie) molto progressivo e lineare nell'erogazione (ma con poco allungo) e dotato di molta coppia fin dai bassi regimi (anche sotto ai 1500 giri), adatto al fuoristrada e al contempo all'uso stradale, dai consumi contenuti con medie di 12-13 km/l. Tenuta di strada un po' modesta (posteriore leggero) ed intervento pronto di controlli stabilità/trazione. Assetto morbido e sterzo preciso, con manovre impegnative vista la mole e le dimensioni del mezzo. Fari e clima molto efficienti. Cassone poco capiente (meglio cabina singola), ma portata molto buona.
La comprerei o ricomprerei?
Decisamente si, in circa due anni ha percorso circa 50mila km e non ha presentato alcuna noia o difetto costruttivo (garanzia 3 anni/100mila km). E' la vera essenza del pick-up, forse ancor più dei nostri precedenti Nissan e Mitsubishi, perchè si rivela pratico, affidabile e generoso in ogni situazione; ha prestazioni in offroad molto buone (lo limitano solo le dimensioni e gli angoli caratteristici) e si rivela un ottimo "maratoneta" macinatore di chilometri anche in condizioni meno agevoli. D'altronde è costruito in Sudafrica ed è esportato in svariati mercati, anche in Paesi in via di sviluppo con infrastrutture carenti. Notevole, tuttavia, l'esborso per averlo (di listino si parla, accessoriato e messo in strada di oltre 35mila €..) ma durevole nel tempo e molto sfruttabile ed utilizzabile in svariate situazioni. Ci sarà un perchè Toyota è il primo costruttore mondiale ad oggi. E' il pick up per chi non bada tanto al superfluo ma alla sostanza, è il mezzo che può durare anche 20 anni senza problemi, costruito rispettando la tradizione, ma ampliandola con la tecnologia al giusto punto.
Toyota Hilux 3.0 D-4D 4x4 Double Cab SR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
3
2
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
7
Aggiungi un commento
listino
Le Toyota
  • Toyota Yaris
    Toyota Yaris
    da € 14.450 a € 23.450
  • Toyota GT86
    Toyota GT86
    da € 31.800 a € 37.000
  • Toyota Hilux
    Toyota Hilux
    da € 27.200 a € 45.800
  • Toyota Auris
    Toyota Auris
    da € 24.500 a € 29.800
  • Toyota Aygo
    Toyota Aygo
    da € 11.850 a € 15.900

LE TOYOTA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE TOYOTA

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova media a cinque porte sarà nelle concessionarie da marzo 2019.

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova versione station wagon si chiama Touring Sports e sarà nelle concessionarie da marzo 2019.