Audi A1 base

Pubblicato il 17 gennaio 2020

Listino prezzi Audi A1 non disponibile

Ritratto di Dalekit
alVolante di una
Toyota Yaris 1.0i 16V 5 porte '03
Audi A1
Qualità prezzo
2
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
3.3333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
La Q3 di mio padre deve fare il tagliando. La porto io e chiedo l'auto a noleggio per la giornata. Mi rifilano una bella A1 2019 con 2000 km. Dopo aver passato la prima mezzora a sbrinarla e scongelarla ne scopro il colore. Un bel giallo cedro giovane giovane. Mi piace quando mi trovo costretto a noleggiare le auto, nonostante il costo, che nel causa di AUDI è pure abbastanza alto, posso guidare un per qualche km una macchina che non conosco.
Gli interni
Entrati nell'auto devo dire che l'impressione non è stata esaltante. L'auto è fatta molto bene sia chiaro, ma di solito quando apri un AUDI vieni investito da quell'ondata di altissima qualità percepita tipica del marchio che perdura fino a che non vai a spulciare per bene l'auto e a volte anche più a lungo. Nel caso della A1 questa cosa si perde totalmente. Tutte le plastiche, ad eccezione dell'aletta che copre il quadro, sono rigide. Sebbene tutte goffrate, quelle destinate alla parte bassa dell'abitacolo traspirano un sensazione vagamente economica che non ci si aspetterebbe su un'auto dei quattro anelli. Inoltre il tunnel centrale con il cambio è la cosa che stona di più in quest'auto è la sua pretesa di essere percepita come premium. La stessa zona cambio e bracciolo starebbe benissimo in una qualsiasi city car generalista. I sedili in tessuto inoltre mi hanno colpito per essere i sedili più basici, spogli e semplici che abbia mai visto. Per il resto comunque la cura costruttiva e l'attenzione al design si vede. Bello, pratico e chiaro il quadro strumenti digitale, così come la colonna centrale con l'elegante pulsantiera comandi in basso, i comandi fisici del clima in mezzo e lo schermo touch al centro inclinato verso il guidatore. Tutti comandi danno un ottimo feedback e lo schermo touch è piuttosto reattivo rispetto a quanto si trova sulle auto di solito. Carina la disposizione della plancia e bello in volante multifunzionale. Detestabile la sovrabbondanza di tasti vuoi sia sul volante che sulla pulsantiera che ti ricordano costantemente che hai rinunciato ad un sacco di aggeggi optional. Nel complesso interni molto ben fatti, ma quasi sovrapponibili alla concorrenza generalista, sopratutto quella proveniente dalla stessa famiglia (VW-Seat) Conclude lo sguardo sull'abitacolo la dotazione tecnologica e di sicurezza no già citata, che comprendeva il sistema di frenata automatica anti-collisione cittadina, il comandi vocali, un buon sistema audio non optional, e a dire il vero poco o nulla altro che io sia riuscito a scovare. Quanto all'abitabilità lo trovata nel complesso buono, sia anteriore che posteriore, fa davvero poco peggio di una compatta a due volumi di segmento superiore. Ugualmente il bagagliaio è più che accettabile. Nel complesso il rapporto ingombri esterni auto/ abitabilità e bagagliaio non è eccezionale, ma è sicuramente buono.
Alla guida
Ottime le regolazioni manuali di sedile e sterzo, la posizione corretta si trova subito. Così come la visibilità, montanti poco ingombranti, specchietti grandi il giusto e riscaldabili, retrovisore interno che fa il suo lavoro grazie al lunotto posteriore di dimensioni adeguate. Peccato per la mancanza di una retrocamera in manovra, del sensore sentinella per l'angolo cieco, dell'assistenza all'uscita in retro dal parcheggio e di eventuali proiettori anteriori che non siano i vetusti e pochissimo premium alogeni. Optionals. Via si parte! Quello che si nota subito è che il cambio, il solito DSG di famiglia, lavora benone. Eccezionalmente fluido e non ti fa mai rimanere sotto coppia, unico neo tipico dell'automatico e la risposta non prontissima dell'acceleratore, il lag tra pedale pigiato e spinta del motore. Peccato inoltre per la mancanza delle palette al volante che cerco ogni volta istintivamente con le dita. Optional. Il motore è un ottimo punto di forza dell'auto. I 116 cv e 200 Nm di coppia sembrano di più e davvero non fanno mai sentire la necessità di averne di più. Elastico e silenzioso entra nell'abitacolo solo quando si superano le soglie dell'efficienza o allo stacco, sotto i 1000 giri. L'auto è agile e scattante a tutte le andature e l'unica cosa in cui pecca è l'allungo, ma è una conseguenza fisiologica della taratura del motore, studiato per rendere al massimo ai bassi e medi regimi, quelli più usati. Si denota tuttavia una leggera ruvidità al limite del singhiozzo nelle partenze lente. E i consumi? Sinceramente non mi sento di poter dare un giudizio a riguardo. Il computer di bordo riportava un 7.1L x 100 km, ma stiamo parlando di un'auto a noleggio. Secondo me, se usata a modo, può fare percorrenze migliori, sopratutto considerato che stiamo parlando di 1.0L sovralimentato e turbo, calibrato per essere efficiente e montato su un'auto che dovrebbe stare tranquillamente sotto i 1200 kg. Lo sterzo è davvero morbido e in quanto tale comodo. Un rapporto di demoltiplicazione medio e una precisione nella norma per la categoria lo rendono un buono sterzo senza infamia e con qualche lode. Peccato per l'assenza del drive select con cui si sarebbe potuto dare del carico artificiale al volante in situazioni di guida allegra o precisa. Optional. L'assetto dell'auto è, come si suol dire, solido. Trasmette la presenza dell'auto tra le curve, rollio e beccheggio sono giusti e i limiti dell'auto sono piuttosto buoni per la categoria, il sottosterzo non arriva subito e sopratutto è molto chiaro e progressivo. Buono l'assorbimento dell'asperità stradali. Gli ostacoli si sentono, ma sempre in modo abbastanza filtrato, anche acusticamente. Non ho potuto constatare la rumorosità dell'auto ad andature autostradali, ma la presenza, sempre più arrogante, del rumore dei pneumatici, già da 80 km/h, oltre che del motore sopra i 3000 giri, fa presumere che l'auto a 130 km/h abbia un confort acustico nella media del segmento B. Sembra tuttavia sopra la media di segmento l'isolamento garantito dai cristalli vari dell'abitacolo. Un'auto più che adatta anche a qualche trasferta extraurbana secondo me. Ottimo sensazione lasciano i freni invece. Il pedale è a mio avviso tarato troppo sensibile, come su tutte le AUDI, aggiungerei, quindi non troppo modulabile. In compenso la frenata è rapida e la decelerazione molto potente.
La comprerei o ricomprerei?
E passiamo alle conclusioni. La nuova A1 è un eccellente segmento B. E' sicuramente, qualitativamente, tra migliori del segmento e sempre mezza spanna avanti rispetto alla concorrenza generalista. Ha molti pregi, alcune qualità che le consentirebbero di duellare sotto certi aspetto con delle auto di segmento C, e alcuni dei difetti, leggerezze e mancanze tipico delle utilitarie, ma che proprio in quanto tali, si possono trascurare. Tuttavia nel momento in cui questa utilitaria da listino (stima al ribasso fatta con il car configurator audi su cui ho replicato l'auto da me noleggiata) viene a costare approssimativamente 28.000 euro il mio criterio critico cambia radicalmente. Morale della favola, buon Segmento B, ma la valuterei per un acquisto solo se costasse il 40% in meno di quello che viene fatta pagare. Capisco che chi compra un AUDI lo fa spesso anche per ciò che il marchio rappresenta ed è per ciò anche "felice" di aggiungere al prezzo di acquisto un 10% in più per ognuno degli anelli che ha sul muso della vettura, ma questo discorso ha davvero senso quando si parla di un'auto cittadina. Salvo essersi innamorati follemente della linea di questa auto (cosa che PERSONALMENTE trovo difficile) o il desiderarla ardentemente in quanto piccola AUDI accessibile, sconsiglierei l'acquisto di questa auto a chiunque per il semplice rapporto qualità prezzo.
Audi A1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
1
0
1
VOTO MEDIO
3,0
3
3
Aggiungi un commento
Ritratto di Leon70
31 marzo 2020 - 14:35
1
Bella. Molto cara ma decisamente particolare. Mi lasciano un po interdetto le motorizzazioni però, oltre al prezzo. Voglio dire che a benzina se non e improponibile, ci va vicino, e che il gasolio già prima di questo disastro era già abbastanza sotto accusa. Ora ,con il pm10 che grazie al blocco totale e' praticamente sparito dall'aria, chi lo accusava prima aggiunge un'altra, micidiale freccia al suo arco . Avvalorata questa volta, non da discussioni politiche, aziendali o di convenienza ma da dati ufficiali rilevati in tutt'Italia. E tra qualche mese io credo , anche da tutta l'Europa. León.
listino
Le Audi
  • Audi A3 Sedan
    Audi A3 Sedan
    da € 57.200 a € 57.200
  • Audi Q7
    Audi Q7
    da € 71.300 a € 81.800
  • Audi R8 Spyder
    Audi R8 Spyder
    da € 168.050 a € 213.800
  • Audi A4 Avant
    Audi A4 Avant
    da € 37.500 a € 94.600
  • Audi A8
    Audi A8
    da € 96.200 a € 160.250

LE AUDI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE AUDI

  • La nuova generazione dell’Audi A3 Sportback mantiene le forme sportive e le linee affilate, ma la guida è ancora più precisa e appagante. Nota dolente? Il prezzo pesante. Qui per saperne di più.

  • I nuovi fanali posteriori dell'Audi Q5 restyling sono dotati dell'innovativa tecnologia Oled che consente di realizzare simpatici giochi di luce. Qui per saperne di più.

  • L’Audi e-tron Sportback è una suv-coupé elettrica di lusso. La linea slanciata non influisce sullo spazio e sul comfort, che sono molto buoni, come le finiture. Ma la dotazione non è così ricca. Qui per saperne di più.