Citroën C3 1.4 HDi 70 CV Exclusive

Pubblicato il 29 luglio 2015
Ritratto di matteobocci
alVolante di una
Opel Corsa 1.4 90 CV GPL b-Color 5 porte
Citroën C3
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
La C3 in questione è la macchina toccatami in sorte poco dopo che ho preso la patente, e anche la prima in assoluto che ho guidato. Si tratta di una prima serie immatricolata nel maggio 2003 e che oggi presenta soltanto 118000 km, nulla per un piccolo turbodiesel come l'HDi nascosto nel suo cofano! Fu acquistata in sostituzione di una Fiat Tipo, ormai datata e nonostante i pochi km/anno effettuati da mia mamma la scelta cadde sul piccolo e innovativo turbodiesel che prometteva consumi molto inferiori al benzina (all'epoca,poi, ahimè il gasolio costava molto meno di oggi) e una spinta migliore in salita, a differenza dei turbodiesel del gruppo PSA non è soggetto a problemi legati al solo utilizzo cittadino, come l'intasamento del FAP che crea enormi noie, semplicemente perchè non dotata di questo dispositivo!
Gli interni
La qualità degli interni è, probabilmente, una spanna sopra a quella delle utilitarie coetanee e in certi aspetti quasi futuristica (caratteristica molto cara al marchio dal doppio baffo!), oltre al fatto che stiamo parlando dell'allestimento top di gamma. Sedili in misto velluto-stoffa, grigio, comodi anche se non troppo contenitivi in curva, belli a vedersi ma, visto il colore, si macchiano facilmente (dopo 12 anni ho ovviato con delle foderine per mascherare le macchie del velluto) e in estate il tessuto non risulta tra i più freschi! La qualità delle plastiche, seppure esse siano rigide, è complessivamente buona e i graffi più evidenti si trovano soltanto sui battitacco delle portiere o in punti dove è più facile strusciare con le scarpe, oggi dopo 12 anni si registra qualche lieve scricchiolio ma nulla di insopportabile. Quadro strumenti, questa era la parte futuristica, dotato di indicatore temperatura del liquido refrigerante e indicatore livello carburante composto da 6 tacchette luminose poste ai margini dello schermo digitale che funge da computer di bordo e tachimetro (non troppo ben visibili se vi riflette il sole), l'unico elemento analogico è il contagiri! Al centro della plancia si trova il piccolo schermo che gestisce le informazioni relative a data-ora-temperatura esterna e le informazioni della radio. Scendendo dal centro plancia verso il basso troviamo la radio, di serie c'era e c'è tutt'ora una ottima Clarion (qualità di suono ancora da ritrovare su altre vetture) dotata di 4 casse stereo; più in basso il clima automatico monozona che lavora ottimamente in ogni situazione climatica e riesce a reagire in tempi brevi. Non intuitiva e/o comoda la posizione degli alzacristalli anteriori, i tasti sono posti accanto al cambio sul tunnel centrale, ma è solo questione di abitudine. Cassetto portadocumenti lato passeggero non dotato di chiave e non proprio capiente, ma lo spazio per riporre altri oggetti si può trovare nei cassetti scorrevoli posti sotto il sedile passeggero e guidatore (vano molto comodo per riporre navigatore etc, e non in vista). Divano posteriore, frazionato 60/40 ospita senza problemi due persone, l'auto è omologata per cinque e ha i tre poggiatesta posteriori ma si sconsigliano viaggi superiori ai 100 km in tali condizioni! Giungendo quindi al bagagliaio può essere definito in linea con il segmento come capienza, non comodissimo lo scalino, a scendere, per raggiungere il fondo, tuttavia la versione exclusive offriva un pianale pieghevole e scomposto 60/40 incernierato dietro ai sedili posteriori e rimovibile facilemente che permette di creare un piano all'altezza della soglia di carico. Non mi sento di giudicare l'insonorizzazione dell'abitacolo poichè oggi i parametri sono molto diversi da 12 anni fa e dubito che da nuova avesse tutti i fruscii che ha oggi!
Alla guida
Il 1,4 turbodiesel 8 valvole eroga 68cv e quindi è chiaro che "fa quel che può" ciò nonostante la spinta è buona e la ripresa idem, a patto di non aspettarsi quella di un 2.0 e di giocare un po' di cambio in caso di sorpasso. Dalla sua parte la C3 HDi ha i consumi che si attestano sui 19 km/l in un uso che definirei "misto" dato che vivo in una città di provincia dove il ciclo urbano è minimo. Non è un'auto sportiva, non è un'auto con cui esagerare in curva o pretendere da lei ingressi aggressivi, anzi è molto morbida e sprecisa e tende a allargare e scomporre il posteriore (specie nello stretto e sul bagnatao/sterrato). è un'utilitaria e come tale va trattata, abituandosi in città allo stacco della frizione altissimo e al pedale non proprio morbido e che nel traffico affatica leggermente la gamba. Il cambio, come tutti i francesi è sì abbastanza preciso ma gommoso e si impunta facilmente. Non bisogna aspettarsi niente di più di quello che ci si aspetterebbe da un'utilitaria con un piccolo turbodiesel da 70cv... ovvero comodità di utilizzo, consumi irrisori e praticità e una discreta spinta anche a pieno carico.
La comprerei o ricomprerei?
Dopo 12 anni continuo a preferire il mio modello alla nuova, anche perchè la dotazione di serie della Exclusive di allora è ancora attuale e più ricca di quella odierna se si esclude i cerchi in lega (optional allora e non presenti sul modello della prova). In 118000 km ha richiesto solo la manutenzione ordinaria, eccetto qualche noia presentatasi in età avanzata come: Guarnizioni degli iniettori da sostituire (problema noto su questo motore) cuscinetti del cambio da sostituire perchè danneggiati (bella botta di quattrini), e sostituiti insieme alla frizione. Motorino di avviamento Complessivamente l'acquisto fu ottimo e la macchina duratura quindi, si assolutamente da ricomprare magari con un motore più pimpante!
Citroën C3 1.4 HDi 70 CV Exclusive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
3
0
1
VOTO MEDIO
3,2
3.166665
6
Aggiungi un commento
Ritratto di Vespa Primavera
2 agosto 2015 - 19:18
Ottima prova, anche se la tipica "mollezza" delle auto francesi spegne ogni bollente spirito, non c'è molto da lamentarsi di questa onesta utilitaria (nel complesso).
Ritratto di adampaolo
3 agosto 2015 - 10:32
ottima prova.... Da poco possiedo una citroen c3 classique 1.1 del 2004... bella in tutti i suoi particolari....la frizione è moltooooooo leggera addirittura da fastidio... unica pecca è il motore, lento e consuma molto 14 km/l... anche se è una classique (base) ha lo stretto necessario ... la ricomprerei 1000 volte...
Ritratto di matteobocci
20 agosto 2015 - 09:28
mi è capitato di provarla la 1.1 benzina... trovai la frizione leggera rispetto alla mia ma non eccessivamente, ok in città, ripresa non conosciuta da quel motore ma del resto è un 1.1 da 60cv (immagino come vada lo stesso motore gasato a gpl come era sul 206+, non ricordo se fosse su qualche citroen!). Per il resto è una macchina onestissima... io credo la porterò alla fine dei suoi giorni
Ritratto di cris25
5 agosto 2015 - 17:03
1
valida e onesta la C3, che ho anche avuto modo di guidare svariate volte. Inoltre si presenta ancora bene, il suo invecchiamento non l'ho notato poi così tanto... La prova mi piace, saluti.
Ritratto di calgior
13 agosto 2015 - 09:24
Sono possessore di una citroen c3 1.4 hdi da qualche mese e non posso che confermare la tua esperienza di guida. Affrontare strade in salita con quest'auto può diventare frustrante a causa sia della scarsa spinta del motore che delle marce lunghe. Inoltre il cambio è impreciso e si impunta spesso in terza marcia.
Ritratto di matteobocci
20 agosto 2015 - 09:30
effettivamente la terza qualche problemino me lo dava... adesso non ci faccio più caso perchè il cambio è stato aperto e richiuso e sistemato come si poteva... quindi a volte tocca la doppietta per ingranare la seconda. le salite se uno si mette in testa di farla bere come un Hummer e tenerla in coppia (2000-2500 rpm) prima o poi finiscono!
listino
Le Citroën
  • Citroën Grand C4 SpaceTourer
    Citroën Grand C4 SpaceTourer
    da € 27.050 a € 37.000
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 25.700 a € 36.700
  • Citroën C-Zero
    Citroën C-Zero
    da € 30.740 a € 30.740
  • Citroën C3 Aircross
    Citroën C3 Aircross
    da € 16.000 a € 24.900
  • Citroën E-Mehari
    Citroën E-Mehari
    da € 27.300 a € 28.200

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • La Citroën C5 Aircross permette lunghi viaggi senza stress: le poltrone sono comode e le sospensioni livellano il fondo. Brillante il 2.0 a gasolio da 177 CV, ben assistito dal cambio automatico EAT8. Qui per saperne di più.

  • Con la C5 Aircross anche la Citroen avrà la sua crossover media. Lunga quattro metri e mezzo, ha forme personali, specie nel frontale.

  • Rimasta in produzione ben 42 anni, la Citroën 2CV ha attraversato il secolo scorso caratterizzandone la storia automobilistica. Ne sono state prodotte oltre 5 milioni. Qui per saperne di più.