Citroën C4 Picasso 1.6 HDi 16V Elegance

Pubblicato il 10 settembre 2010

Listino prezzi Citroën C4 Picasso non disponibile

Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
2
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.25
Perchè l'ho comprata o provata
Ho comprato la Citroen C4 Picasso perchè rappresentava al meglio le mie esigenze, di estetica, di spazio, di confort e di sicurezza
Gli interni
Internamente la C4 si presenta con una linea molto sobria e con una consolle centrale visibile in tutte le condizioni di luce. La strumentazione è ben raccolta tutta sul volante, e dopo un pò di pratica, è naturale attivare tutte le funzioni dell'automobile senza distrarsi dalla strada. Sul volante ritroviamo i comandi del computer di bordo, i comandi del limitatore di velocità, i comandi del cruise control, i comandi della radio i comandi del ricircolo dell'aria ed un comando option configurabile a scelta (plafoniera, diagnosi, colore strumentazione). Il computer di bordo fornisce tante informazioni sul viaggio e consente in retromarcia di vedere il disegno dell'auto e questo aiuta molto in manovra. Non molto comodi, alla sinistra del volante vi sono tutta una serie di comandi per l'attivazione del condizionatore. Questi comandi richiedono, nonostante la pratica acquisita, distrazione dalla guida, perchè i tasti sono molto piccoli e ravvicinati. Inoltre per spegnere l'aria condizionata devi azionare molte volte il pulsante e questo distrae, in compenso l'aria condizionata è potente e funziona bene, mantenedo sempre alto il confort nell'abitacolo. I finestrini sono tutti azionabili elettricamente ed elettrica è anche la gestione della sicurezza bambini che blocca le porte ed i finestrini. Gli specchietti sono regolabili e richiudibili dall'interno ed hanno il vantaggio che in retromarcia inquadrano il marciapiede di manovra e poi ritornano in posizione. Le plastiche sono di buona qualità, ma con l'utilizzo peccano di qualche difetto di assemblaggio. Davanti, oltre al cruscotto centrale, vi sono due cassetti portaoggetti chiusi che rendono la consolle molto pulita esteticamente , ma hanno lo svantaggio di non poter appoggiare nulla. I seggiolini anteriori sono grandi e avvolgenti e sostengono bene la schiena, ma quello del guidatore non mi sembra sostenere bene le gambe, causando nella guida in città, una notevole stanchezza alle gambe. Nella consolle centrale manca il freno a mano, che è elettrico e lo troviamo attivabile al centro della consolle, il notevole vantaggio di questo pulsante è che se il guidatore dovesse avere un malore, il passaggero può schiacciarlo e tutti i sistemi di sicurezza frenerebbero l'auto nel migliore dei modi sfruttando l'ESP e l'ABS. Il divano posteriore è diviso in tre seggiolini singoli che a seconda delle esigenze possono aumentare o ridurre la capacità di carico spostandosi in avanti o indietro. I singoli seggiolini hanno lo svantaggio di non essere molto comodi, infatti la seduta è almeno 7 cm più piccola rispetto alla seduta di un divano tradizionale e non sostiene bene le gambe, riducendo il confort durante i lunghi viaggi, all'apparenza sembra esserci tanto spazio, perchè hanno ridotto la seduta. Internamente ci sono ancora due tavolini dietro lo schienale dei posti anteriori e ci sono ancora due piccoli cassetti portaoggetti a piedi dei passeggeri posteriori. Il bagagliaio è ampio (500/600L) ed uniforme con la luce bagagliao che all'occorenza diventa una torcia, utile in tutte le situazioni. La visibilità non è eccezionale nonostante i sui quasi 6 mq di vetri, allo stop girando a sinistra si è coperti dal piantane tra le porte anteriori e posteriori.
Alla guida
Il regno della C4 picasso è l'autostrada dove l'utilizzo del cruise control e l'omogeneità della strada consente di guidare con un notevole confort, infatti in questa situazione il consumo medio è di circa 17 km/l con velocità medie di 110 Km/h. Le note dolenti arrivano nel misto con rotonde e cambi di direzione, le sospensioni morbide e l'eccessivo rollio rendono l'auto una vera barca in un mare forza 7. Lo sterzo va tenuto con due mani quando c'è vento e quando ci si avvicina si sorpassano camion o auto a velocità sostenuta, perchè le turbolenze aerodinamiche fanno dondolare l'auto non sentendosi sicuri del mezzo. In manovra non è molto leggero ed il diametro di sterzata ridotto non consente manovre agevoli. Il motore con i sui 110 cv al semaforo ha una buona spinta e raggiunge la coppia massima sin dai 1500 giri. Le sospensioni sono morbide, ma rumorose ogni buca si sente ed ogni asperità risuona nell'abitacolo. La frenata è eccezionale in tutte le condizioni nonstante la massa di oltre 15oo kg, garantendo una sicurezza notevole. I sistemi di controllo AFU (assistenza alla frenata d'urgenza) consentono di scaricare tutta la potenza frenante e ridurre di tanto in condizioni di asciutto lo spazio di frenata. Quest'auto è dotata di ESP ma anche in condizioni estreme non è invasivo ed entra in funzione solo quando serve. Abbinato all'ESP c'è un sistema di controllo della trazione che si rivela utile specialmente nelle situazioni di fondo sconnesso.
La comprerei o ricomprerei?
A distanza di due anni e pochi mesi non la ricomprerei, a causa delle sospensioni troppo morbide e rumorose e a causa dell'affidabilità non proprio al top per un'auto di circa 27.000. Dopo 30.000 km mi si è lesionato il semiasse anteriore sinistro, che sono costretto a cambiare non in garanzia, problema già segnalato e non risolto o sottovalutato quando l'auto era in garanzia.
Citroën C4 Picasso 1.6 HDi 16V Elegance
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
1
VOTO MEDIO
1,0
1
1
Aggiungi un commento
Ritratto di BlakeB
8 novembre 2011 - 23:58
Ci risiamo con i problemi della Picasso,dopo 48.000 Km avvertivo delle vibrazioni costanti sul volante e movimenti di plancia e specchietto passeggero. Dopo una verifica dal meccanico citroen ho scoperto che era da sostituire il supporto motore. altri 130 E di manutenzione straordinaria non preventivata. Inoltre dopo le frequenti piogge, di questo periodo, mi si sono riempite le canaline del circuito di condizionamento di acqua foglie (premetto che faccio solo strade di città).(Le ventole dell'aria condizionata sembravano spostare l'acqua e non l'aria). Volevo sapere se qualcuno di voi ha avuto problemi simili.
Ritratto di kikkodikikko
20 febbraio 2012 - 08:18
per ora nessun problema simile. 20.000 km percorsi in totale e solo problema alla valvola EGR (sostituita in garanzia dopo alcuni tentativi andati male per la NON individuazione del problema al primo tentativo....). Casomai sento invece un rumore strano quando, a vettura FREDDA con temperature esterne BASSE, dopo circa 1 minuto dall'accensione si sente un rumore persistente (e forte per il tipo di rumore) come di "carta di caramella" provenire dal cruscotto sotto lo sterzo: l'ho sempre imputato ad un tipo di riscaldamento "elettrico" in aggiunta a quello tradizionale ma non saprei. INTERPELLATA la CASA MADRE ha fatto "ORECCHIE DA MERCANTE" e non mi ha mai risposto. a voi invece? SCUSA ma tu hai l'estensione di garanzia a 4/5 anni? se SI cosa copre? se NO perchè non la hai?
Ritratto di baobabit
27 aprile 2012 - 20:25
A quanto pare non sono l'unico ad avere avuto problemi di qualita' con la C4 Picasso. Io macino circa 80000Km/anno e da giugno 2009 ad oggi ho percorso 214000Km. Dall'acquisto ho sostituito tutto il sostituibile poiche' rotta una cosa se ne rompeva un'altra subito dopo. Mia moglia chiama la nostra C4 Picasso "la vampira" in quanto succhia soldi a go-go. Ho sostituito il supporto motore superiore dx 2 volte, quello inferiore 1 volta, soffietto forato sospensioni pneumatiche, pulsantiera lato guida alzacristalli, motore ed elettronica integrata lato guida alzacristalli, molla di ritorno della leva apertura porta lato guida, tubo di raccordo liquido di raffreddamento con perdita di tutto il liquido, imbottitura sedile lato guida, coperchio plastico del motore, serie completa iniettori, motore completo a causa di ostruzione nella lubrificazione comparto valvole ( le 16 valvole e i 16 martelletti erano deformati), convertitore di coppia del cambio automatico, braccetti dello sterzo, cuffia semiasse dx, 2 volte il cuscinetto della ruota anteriore dx poiche' il primo ricambio era difettoso, motorino di avviamento, alternatore. Questo ovviamente non comprende la manutenzione ordinaria. Adesso si presenta la sostituzione del filtro antiparticolato pari a 800 euro, ulteriore sostituzione del motore ed elettronica integrata alzacristalli lato guida in quanto il vetro fa quello che vuole lui a 380 euro piu' montaggio, boccole dei bracci anteriori (spero esista il loro ricambio perche' se no occorrono tutti e due i bracci completi a 740 euro), la ventola che e' diventata rumorosissima ma 700 euro non li spendo per la sua sostituzione. Devo ammettere che con la Multipla che avevo prima e a parita' di chilometraggio ho avuto meno inconvenienti. Alcune cose sono state sostituite in garanzia (motore, alternatore. motorino avviamento, 1 supporto motore, pulsantiera) ma le altre no. La comodita' di questa auto e' grandiosa ma per il resto ...
Pagine
listino
Le Citroën
  • Citroën C3 Aircross
    Citroën C3 Aircross
    da € 18.650 a € 24.900
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 26.750 a € 43.400
  • Citroën C1
    Citroën C1
    da € 10.750 a € 14.750
  • Citroën C3
    Citroën C3
    da € 14.100 a € 20.850
  • Citroën C4 Cactus
    Citroën C4 Cactus
    da € 22.700 a € 24.200

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • In occasione dei 100 anni della casa francese è stato organizzato un mega raduno al quale hanno partecipato più di 4000 auto, 11.000 collezionisti (compresi 150 arrivati dall’Italia) e 50.000 visitatori. Qui per saperne di più.

  • Il nome strizza l’occhio al passato citando la Ami 6 degli Anni 60 ma questa elettrica lunga appena 2 metri e mezzo guarda decisamente al futuro.

  • La Citroën C5 Aircross permette lunghi viaggi senza stress: le poltrone sono comode e le sospensioni livellano il fondo. Brillante il 2.0 a gasolio da 177 CV, ben assistito dal cambio automatico EAT8. Qui per saperne di più.