Citroën C4 Picasso 1.6 HDi 16V Elegance

Pubblicato il 10 settembre 2010

Listino prezzi Citroën C4 Picasso non disponibile

Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
2
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.25
Perché l'ho comprata o provata
Ho comprato la Citroen C4 Picasso perchè rappresentava al meglio le mie esigenze, di estetica, di spazio, di confort e di sicurezza
Gli interni
Internamente la C4 si presenta con una linea molto sobria e con una consolle centrale visibile in tutte le condizioni di luce. La strumentazione è ben raccolta tutta sul volante, e dopo un pò di pratica, è naturale attivare tutte le funzioni dell'automobile senza distrarsi dalla strada. Sul volante ritroviamo i comandi del computer di bordo, i comandi del limitatore di velocità, i comandi del cruise control, i comandi della radio i comandi del ricircolo dell'aria ed un comando option configurabile a scelta (plafoniera, diagnosi, colore strumentazione). Il computer di bordo fornisce tante informazioni sul viaggio e consente in retromarcia di vedere il disegno dell'auto e questo aiuta molto in manovra. Non molto comodi, alla sinistra del volante vi sono tutta una serie di comandi per l'attivazione del condizionatore. Questi comandi richiedono, nonostante la pratica acquisita, distrazione dalla guida, perchè i tasti sono molto piccoli e ravvicinati. Inoltre per spegnere l'aria condizionata devi azionare molte volte il pulsante e questo distrae, in compenso l'aria condizionata è potente e funziona bene, mantenedo sempre alto il confort nell'abitacolo. I finestrini sono tutti azionabili elettricamente ed elettrica è anche la gestione della sicurezza bambini che blocca le porte ed i finestrini. Gli specchietti sono regolabili e richiudibili dall'interno ed hanno il vantaggio che in retromarcia inquadrano il marciapiede di manovra e poi ritornano in posizione. Le plastiche sono di buona qualità, ma con l'utilizzo peccano di qualche difetto di assemblaggio. Davanti, oltre al cruscotto centrale, vi sono due cassetti portaoggetti chiusi che rendono la consolle molto pulita esteticamente , ma hanno lo svantaggio di non poter appoggiare nulla. I seggiolini anteriori sono grandi e avvolgenti e sostengono bene la schiena, ma quello del guidatore non mi sembra sostenere bene le gambe, causando nella guida in città, una notevole stanchezza alle gambe. Nella consolle centrale manca il freno a mano, che è elettrico e lo troviamo attivabile al centro della consolle, il notevole vantaggio di questo pulsante è che se il guidatore dovesse avere un malore, il passaggero può schiacciarlo e tutti i sistemi di sicurezza frenerebbero l'auto nel migliore dei modi sfruttando l'ESP e l'ABS. Il divano posteriore è diviso in tre seggiolini singoli che a seconda delle esigenze possono aumentare o ridurre la capacità di carico spostandosi in avanti o indietro. I singoli seggiolini hanno lo svantaggio di non essere molto comodi, infatti la seduta è almeno 7 cm più piccola rispetto alla seduta di un divano tradizionale e non sostiene bene le gambe, riducendo il confort durante i lunghi viaggi, all'apparenza sembra esserci tanto spazio, perchè hanno ridotto la seduta. Internamente ci sono ancora due tavolini dietro lo schienale dei posti anteriori e ci sono ancora due piccoli cassetti portaoggetti a piedi dei passeggeri posteriori. Il bagagliaio è ampio (500/600L) ed uniforme con la luce bagagliao che all'occorenza diventa una torcia, utile in tutte le situazioni. La visibilità non è eccezionale nonostante i sui quasi 6 mq di vetri, allo stop girando a sinistra si è coperti dal piantane tra le porte anteriori e posteriori.
Alla guida
Il regno della C4 picasso è l'autostrada dove l'utilizzo del cruise control e l'omogeneità della strada consente di guidare con un notevole confort, infatti in questa situazione il consumo medio è di circa 17 km/l con velocità medie di 110 Km/h. Le note dolenti arrivano nel misto con rotonde e cambi di direzione, le sospensioni morbide e l'eccessivo rollio rendono l'auto una vera barca in un mare forza 7. Lo sterzo va tenuto con due mani quando c'è vento e quando ci si avvicina si sorpassano camion o auto a velocità sostenuta, perchè le turbolenze aerodinamiche fanno dondolare l'auto non sentendosi sicuri del mezzo. In manovra non è molto leggero ed il diametro di sterzata ridotto non consente manovre agevoli. Il motore con i sui 110 cv al semaforo ha una buona spinta e raggiunge la coppia massima sin dai 1500 giri. Le sospensioni sono morbide, ma rumorose ogni buca si sente ed ogni asperità risuona nell'abitacolo. La frenata è eccezionale in tutte le condizioni nonstante la massa di oltre 15oo kg, garantendo una sicurezza notevole. I sistemi di controllo AFU (assistenza alla frenata d'urgenza) consentono di scaricare tutta la potenza frenante e ridurre di tanto in condizioni di asciutto lo spazio di frenata. Quest'auto è dotata di ESP ma anche in condizioni estreme non è invasivo ed entra in funzione solo quando serve. Abbinato all'ESP c'è un sistema di controllo della trazione che si rivela utile specialmente nelle situazioni di fondo sconnesso.
La comprerei o ricomprerei?
A distanza di due anni e pochi mesi non la ricomprerei, a causa delle sospensioni troppo morbide e rumorose e a causa dell'affidabilità non proprio al top per un'auto di circa 27.000. Dopo 30.000 km mi si è lesionato il semiasse anteriore sinistro, che sono costretto a cambiare non in garanzia, problema già segnalato e non risolto o sottovalutato quando l'auto era in garanzia.
Citroën C4 Picasso 1.6 HDi 16V Elegance
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
1
VOTO MEDIO
1,0
1
1
Aggiungi un commento
Ritratto di gianni68
20 settembre 2010 - 21:13
anchio ho una c4 picasso 16 HD concordo con BlakeB l'auto mostra diverse problematiche ,rumore hai freni posteriori e usura anomala pneumatici posteriori ho sollecitato citroen ad intervenire l'auto ha la garanzia estensiva del terzo anno pagata euro buoni forse apettano che scada per pagare di tasca mia la riparazione.Mi sa che motto di citroen è: vedo e non provvedo . VERGOGNA.........................
Ritratto di BlakeB
23 settembre 2010 - 00:29
Sono andato in un'altra concessionaria per farmi riparare il guasto, dato che quella in cui l'avevo portata fino ad allora le avevano revocato la licenza come centro autorizzato in quanto non forniva assistenza adeguata. Il Capomeccanico dopo il classico giro a "finestrini chiusi" per sentire il rumore del semiasse, mi dice che non c'è alcun problema e che se io volevo cambiare il semiasse l'avrebbero cambiato. Ora se questi sono i professionisti, che chiedono al cliente cosa devono cambiare senza analizzare il problema siamo veramente messi bene. P.s. su alvolante di questo mese c'è un articolo nella sezione "Ditelo al Volante " sui problemi di una C4 picasso P.s. Chissà come hanno fatto a farsi approvare da quattroruote l'intera gamma...
Ritratto di kikkodikikko
4 novembre 2010 - 15:45
non hai parlato del cambio manuale 5 marce. io ho una vettura identica alla tua. orbene la macchina è Ok da tanti punti di vista. ma povera macchina col cambio manuale 5 marce è davvero penalizzata. in autostrada il confort di per se ottimo viene MORTIFICATO da questo cambio penoso. a 130km/h sembra di decollare. il motora lavora a più di 3000 rpm! è una indecenza. il cambio a 6 rapporti potevano copiarlo dalla "cugina" PEUGEOT che per macchine dello stesso livello offre il cambio manuale a 6 rapporti DI SERIE e non obbliga a sborsare 950 euro per il cmp-6 (più soggetto a rotture) solo per politiche di marketing. Adesso , forse dopo innumerevoli lamentele, la CITROEN offre anche per la C4 PICASSO 1.6 HDI il cambio manuale 6 rapporti di serie. e vogliamo parlare dello stereo? ho sborsato 900 eur per il navigatore MY-WAY integrato con lo stereo CHE NON E' POSSIBILE SPEGNERE!! ad ogni avvio della macchina lo stereo si ACCENDE DA SOLO!!
Ritratto di BlakeB
6 novembre 2010 - 00:53
Hai perfettamente ragione,la 6° era proprio necessaria, mi sembravano talmente estreme le altre cose che il rumore ed i 3000 giri li ho sottovalutati.... Per lo stereo non basta spegnerlo prima di spegnere l'auto schiacciando il pulsante del volume? Te lo domando, perchè se spengo l'auto con stereo acceso si riaccende, se spengo l'auto con stereo spento non si riaccende più. Hai fatto già questa prova? Ti faccio un altra domanda gli pneumatici se li hai cambiati a quanti KM? Perchè io ne fatti 30000 ed oltre a consumarsi vistosamente quasi ad arrivare alla tacchetta di cambio definita da Michelin si sono anche cristallizzate, E' normale una cosa del genere? Booh misteri della C4 PIC
Ritratto di kikkodikikko
8 novembre 2010 - 09:27
la mia precedente auto era una FORD FOCUS 1.8 TDCI 116CV. pneumatici PIRELLI P6000 cambiati a 10.000 km perchè ovalizzati ed induriti. sostituiti con BRIDGSTONE e fatti 70.000 km. che ti devo dire? il cambio a 5 rapporti ma proporzionati. a 160 km/h il motore lavorava a circa 3000 giri. un bel viaggiare. ONESTAMENTE riguardo la C4 PICASSO il cambio manuale a 5 rapporti è ridicolo. mi sono fidato. credo che per un auto del genere non dovevano nemmeno metterlo a listino. riguardo lo stereo io avendo il navigatore MY-WAY , lo stereo è intergrato e come dice la casa madre NON è possiible spegnerlo ma solo metterlo in stand-by. in modo del tutto casuale anche spento prima di spegnere l'auto, alla successiva riaccensione del motore, lo stereo si riaccende (ma non sempre). riguardo i pneumatici non posso esserti d'aiuto. io al momento ho percorso SOLO 6.000 km e per ora non ho riscontrato problemi.
Ritratto di BlakeB
8 novembre 2010 - 12:24
..il 1.8 TDCI è un bel motore potente e la focus è rigida dandoti una bella sensazione di guida... Non so che problemi hai avuto per cambiarla. Premetto che io ho percorso 30.000 km più o meno 15.000 in città e 15000 in autostrada A me fino ai 10,000 tutto ok ed i rumuri erano più contenuti. Oltre i 10.000 le plastiche si fanno sentire specialmente i due cassetti davanti Oltre i 20.000 i pneumatici non tengono più la strada e con un pò di bagnato ai 70 km /h entrano in gioco molto spesso abs ed ESP. (a dire il vero ho trovato commenti molto negativi sui primacy hp michelin, ottimi fino a 20.000 km deludenti dopo) Adesso a 30.000 km noto una certa perdita di potenza.. Per non parlare degli ammortizzatori che ti fanno dondolare come in mare ed i rumori si sentono come se avessi una 500 abarth (soprattutto al posteriore), se ti passano i camion nelle vicinanze o c'è vento devi mantenere lo sterzo con due mani altrimenti sbandi. Non sò se ti capita? Inoltre,scusami, ti accorgi della perdita di potenza quando brucia il particolato? Io si, non va proprio e se ti metti dietro a motore acceso senti un'odore acre che ti prende la gola. (mediamente ogni 250 km).
Ritratto di kikkodikikko
8 novembre 2010 - 13:13
in verità ho avuto 2 FORD nella mia vita "stradale". un marchio che bada molto alla sostanza e poco ai fronzoli al contrario di CITROEN. Ho una guida abbastanza tranquilla e rilassata anche perchè ho una bimba piccola ma la sensazione di "dondolio" e di una certa insicurezza alal guida soprattuto in autostrada la ho anche io. l'ho sempre attribuita all'abitudine tra una berlina con assetto ribassato di prima e questa che è una vettura dallo stile completamente diverso. Quello che mi dici mi fa un po' paura per il futuro ma per ora i rumori sono molto contenuti e i pneumatici sembrano ok. Credevo di fare meno autostrada ma invece con questo cambio a 5 rapporti la cosa sta pesandomi di più. Il confort di viaggio è comunque molto buono. faccio circa 65% strade comuni ed il restante sutostrada. Con vento e vicinanza di camion le correnti aerodinameiche si sentono abbastanza e l'attenzione alla guida DEVE aumentare di molto. Non noto cali di potenza anche se il motore è leggermente sottodimensionato rispetto alla massa della vettura e i consumi un po' ne risentono. Il computer di bordo (ho lasciato il conteggio sul "viaggio 2" inalterato) mi dice che percorro mediamente i 16,9 km/l. farò più attenzione ad eventuali cali di prestazioni. ho chiesto alla concessionaria quanto mi sarebbe costato optare per una nuova (business) con permuta la mia. la macchina mi viene valutata 17.000 euro in confronto ai circa 23.000 della nuova. 6.000 euro NON sono indolore e per il momento tengo la mia.
Ritratto di BlakeB
8 novembre 2010 - 13:34
Anche io ho un bimbo di 2 anni e meno male che si diverte quando dondola e non vomita altrimenti sai che disastro.. Io ho guidato una ford C-Max, una Meriva, ed una IDEA per lunghi tratti e nssuna mi ha dato la sensazione d'insicurezza che ho con la c4 (sono tutte molto rigide e stabili, non si muovono proprio passando vicino ai camion in autostrada cosa che mi fa non poco arrabbiare con la mia) Il rumore però con la Fiat e con la Opel è insopportabile.
Ritratto di gianca6
10 gennaio 2011 - 10:16
Posseggo la C4 picasso hdi 1.6 CMP6 elegance, dal gennaio 2008, adesso ho 64000km, ottima auto come motore buonissimo il tiro anche in salita visto che d'estate uso molto il carrello tenda, e con questo peso anche in salita non scendo mai sotto i 17 km,L auto molto spaziosa, comoda, cambio CMP molto valido sia in manuale che in automatico, sono molto soddisfatto di questa auto
Ritratto di orsoelettrico
19 febbraio 2012 - 15:49
2
avevo la tua stessa macchina ma maggio 2008. l'anno scorso a 78.000 su un rettilineo ho perso potenza. si era rotto il turbo ....1.800 euro di danno, fuori garanzia!!
Pagine
listino
Le Citroën
  • Citroën C4 SpaceTourer
    Citroën C4 SpaceTourer
    da € 27.050 a € 31.850
  • Citroën C3
    Citroën C3
    da € 12.800 a € 20.300
  • Citroën Berlingo
    Citroën Berlingo
    da € 20.350 a € 29.100
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 25.700 a € 37.200
  • Citroën C-Zero
    Citroën C-Zero
    da € 30.890 a € 30.890

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • Il nome strizza l’occhio al passato citando la Ami 6 degli Anni 60 ma questa elettrica lunga appena 2 metri e mezzo guarda decisamente al futuro.

  • La Citroën C5 Aircross permette lunghi viaggi senza stress: le poltrone sono comode e le sospensioni livellano il fondo. Brillante il 2.0 a gasolio da 177 CV, ben assistito dal cambio automatico EAT8. Qui per saperne di più.

  • Con la C5 Aircross anche la Citroen avrà la sua crossover media. Lunga quattro metri e mezzo, ha forme personali, specie nel frontale.