Ford Fiesta 1.2i 3 porte Techno

Pubblicato il 18 marzo 2016
Ritratto di Ivan Cilmi
alVolante di una
Fiat Panda 750 Fire S
Ford Fiesta
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
3
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
2
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
E' l'auto di mio padre, comprata usata circa 6 mesi fa a soli 450 euro con quasi 150000 km in condizioni decenti.
Gli interni
Gli interni di questo esemplare sono in condizioni abbastanza mal combinate, comunque i posti anteriori sono abbastanza comodi, soprattutto quello del passeggero grazie al cassetto portaoggetti molto arretrato che lascia veramente molto spazio per le gambe. La plancia è in plastica ovviamente rigida ma abbastanza ergonomica mentre il cruscotto non mi è piaciuto per via del contagiri minuscolo è del contachilometri totale a cui manca la cifra delle centinaia. I posti posteriori sono molto scomodi e lo spazio per gambe e testa è veramente risicato. Bagagliaio accettabile.
Alla guida
Alla guida si viene subito sorpresi dal motore che dimostra più dei suoi 75 cavalli e soprattutto ha un'elasticità incredibile, riprende in quarta da meno di 30 all'ora. Il cambio è accettabile in movimento ma a volte si impunta la retromarcia in manovra. La tenuta di strada è normale per una vettura del genere mentre i freni hanno una tendenza al bloccaggio molto accentuata, mio padre ha distrutto un faro perché frenando di colpo la macchina parte per i fatti suoi. Lo sterzo è idroassistito ed è abbastanza morbido ma a volte in manovra tende a indurirsi girandolo velocemente.
La comprerei o ricomprerei?
Per un prezzo così basso si ma non ci spenderei molto soprattutto per via dell'abitabilità posteriore e della frenata, i punti più critici.
Ford Fiesta 1.2i 3 porte Techno
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
4
0
2
VOTO MEDIO
2,9
2.875
8
Aggiungi un commento
Ritratto di FiestaLory
5 aprile 2016 - 15:29
Ciao Ivan, prova un po' breve a dire il vero. Intuirai che conosco bene quest'auto! Confermo che la frenata é effettivamente un suo punto debole, specie negli allestimenti sprovvisti di Abs (come quella in prova immagino, una Studio, giusto?), tuttavia nella mia esperienza mai critica al punto da creare situazioni pericolose. Non concordo su capienza baule e comodità dei sedili posteriori, a mio parere positivi in relazione al tipo di auto (seg.b ventenne). Il contagiri mi pare proporzionato, considera che in diverse utilitarie più recenti non c'è nemmeno. Detto ciò complimenti per la prova che, per quanto sintetica, coglie dei punti focali. Se sei interessato ad altre considerazioni su questa mk4 ti invito a leggere la mia prova, un saluto;)
Ritratto di FiestaLory
5 aprile 2016 - 15:34
Scusa, ho letto dopo che si tratta della Techno (sono stato fuorviato dai paraurti in plastica grezza, solo le prime Techno erano sprovviste di quello in tinta)
Ritratto di maxstilo
5 aprile 2016 - 17:35
Conosco bene la fiesta techno, mio fratello l'ha comprata nuova nel 1998 con incentivo rottamazione di una fiat 127. L'ha pagata quasi 23 milioni dai 18 iniziali, era full optional abs, clima, radio con cassette da 800 mila lire, metallizzato polvere di luna, antipattinamento e ripartitore elettronico di frenata (che in realtà mio fratello non aveva ordinato ma il veicolo una volta arrivato l'aveva e con soli 100mila lire di differenza il venditore si è scusato dell'errore), poi fendinebbia, servosterzo e gomme da 185/55 da 14 in lega. La macchina l'ha rottamata nel 2014 (anzi 20 giorni prima della rottamazione l'ho acquistata io per usufruire dei 1000 euro della regione friuli). Aveva raggiunto 38mila km sul contachilometri (due giri completi) ne aveva in tutto 238mila, mio fratello a 100mila e 200 mila si vantava ogni volta che aveva l'auto km 0. Sembrava un kart con le gomme 185, ma consumava molto (circa 13 km lt) le gomme costavano tanto (erano misure non commerciali che montavano solo fiesta, polo e mi sembra lupo), quando si entrava e ci si sedeva sembrava di essere seduti a terra da quanto i sedili erano bassi. Mio fratello ha cambiato 4/5 batterie e diverse pastiglie freno anteriori, per il resto nulla. L'ho rottamata con motore perfetto, anche se bisognava registrare le valvole, cambiare i supporti motore (andati da tempo), clima rotto, sospensioni e braccetti(tutte) e fendinebbia sinistro. Lo spazio a bordo era molto (rispetto le dimensioni esterne) mio fratello ha caricato il suo Leonardo 250 (mezzo smontato) dopo che ha sbiellato in montagna e ha usato la fiesta come carro attrezzi con la parte dietro del Leonardo che usciva dalla fiesta. Considerando che mio fratello "disintegra" tutto e in 16 anni di fiesta non è riuscito nell'impresa direi che in termini di affidabilità la fiesta merita in massimo del punteggio. La frenata era buona, solo che le pastiglie duravano poco, assetto ottimo per l'epoca, i problemi maggiori erano il consumo e il motore lento nelle variazioni di regime, mio fratello diceva che dovevi accelerare a fondo per sfruttarlo perchè ai bassi regimi pure la panda 30 ti sverniciava. Comunque quella in foto è la studio non la tecno che aveva paraurti e specchi color carrozzeria.
Ritratto di FiestaLory
5 aprile 2016 - 20:09
Ciao Maxstilo (la Stilo... altra macchina che conosco bene!) Confermo in gran parte quello che dici, effettivamente la Fiesta é robustissima. Che dire, le auto più invecchiano e più acquisiscono una personalità distinta pur essendo le medesime, ovviamente per una disparata serie di fattori. Chiaramente le gomme 185 (belle, care e inusuali) peggiorano i consumi, ma migliorano la guidabilità in extra-urbano e vuoi mettere i cerchi? :) Inoltre la mia difficilmente scende sotto i 15, anche con una guida non particolarmente pacata. Mi fa strano sentire di batteria, io ho la stessa da anni, e lo stesso dicasi per le pastiglie, che stanno dimostrando una durata notevole. Tuttavia, ad esempio, la mia consuma lampadine come fossero candele, beve olio come se fosse olio (d'oliva), ho cambiato la frizione e un nuovo simpatico rumorino ha esordito recentemente all'avantreno. Insomma, a ognuno il suo :D
Ritratto di FiestaLory
5 aprile 2016 - 20:14
*Anche a me la Fiesta in foto é parsa fin da subito una Studio, ma, a onor di cronaca, bisogna ammettere che nei primi mesi di vendita (se non sbaglio fino al 97) la Techno non aveva di serie il paraurti in tinta, lasciando questo privilegio alla Ghia. Forse Ivan potrebbe aiutarci a risolvere questo dilemma :)
Ritratto di Ivan Cilmi
6 aprile 2016 - 19:44
Ciao FiestaLory, confermo che si tratta di una Techno( c'è scritto nelle fiancate) ma come dici tu, essendo delle prime non ha i paraurti verniciati
Ritratto di maxstilo
6 aprile 2016 - 07:49
Ciao, ti confermo il fatto delle lampadine che si bruciano, bisogna comunque dire che mio fratello spegneva l'auto (e l'accendeva) sempre con luci accese e il comando manuale di accensione/spegnimento era inutilizzato da anni (da quando è obbligatorio viaggiare con luci accese di giorno). Per il discorso consumo olio non era un problema, ogni 15 mila km tagliandava l'auto e arrivava al cambio con il livello olio al minimo, solo una volta ho rabboccato io un kiletto. Mio fratello non apriva mai il cofano, con il Leonardo 250 ha rotto 3 motori (Yamaha che consumavano molto olio) perchè ha sempre sbiellato per mancanza olio. Stesso discorso della batteria, io con la stilo 8 anni con la prima di serie, lui quasi 2 anni con la prima. Abbiamo due scooter uguali geopolis 400 (anzi il suo dopo 5 anni e 52mila km in seguito ad incidente è stato venduto in ungheria), io batteria di serie dopo 6 anni lui era alla terza batteria al quinto anno, una volta l'ho smontata dal suo ed era completamente a secco. Mia mamma dice che ha sempre distrutto tutto e la fiesta doveva essere un carro armato. Come vedi la differenza la fa molto la guida e la cura che uno ci mette. Solo una volta la fiesta dopo lo spegnimento non dava più segni di vita alla riaccensione, siamo riusciti a metterla in moto a spinta, poi tutto ok, magicamente funzionava. Per sicurezza ho smontato la batteria e ricaricata, pulito i contatti e il giorno dopo in ford fatta controllare ma non risultava nessun problema, non abbiamo mai capito il perchè, la fiesta avrà avuto 12/13 anni circa, e non ha avuto più questo problema. Adesso anche lui ha una golf tgi 1.4 metano, in 1 anno e 5 mesi ha percorso 60mila km, io in un anno e 8 mesi 30600 km (ma io uso la stilo in città/campagna). Speriamo duri quanto la fiesta......
Ritratto di cris25
8 aprile 2016 - 17:07
1
Per il prezzo che è stata pagata credo che non si possa pretendere di più, alla fine è un'auto che risale ai primi anni 90 e di conseguenza ha i pregi e i difetti comuni a tutte le auto medio-piccole di quell'epoca. La prova è breve ma di contenuto, saluti...
listino
Le Ford
  • Ford Ranger
    Ford Ranger
    da € 33.388 a € 45.100
  • Ford Focus Wagon
    Ford Focus Wagon
    da € 21.000 a € 35.750
  • Ford Focus
    Ford Focus
    da € 20.000 a € 34.750
  • Ford Kuga
    Ford Kuga
    da € 25.850 a € 40.750
  • Ford Fiesta
    Ford Fiesta
    da € 14.500 a € 26.750

LE FORD PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FORD

  • Estetica più grintosa e nuovi aiuti alla guida per la Ford Edge, una suv spaziosa che convince soprattutto per il comfort; adeguato il nuovo 2.0 biturbodiesel da 238 CV, alta la soglia di carico. Qui per saperne di più.

  • Marco Alù, direttore comunicazione della Ford Italia, spiega le funzioni del parcheggio assistito della nuova Ford Focus in occasione di un test drive sulla pista di Modena. Qui per saperne di più.

  • Dotato di un motore da 213 CV, il Ford Ranger Raptor per il mercato europeo ha un look grintoso ispirato al fratello maggiore F-150. Qui per saperne di più.