Pubblicato il 15 luglio 2012

Listino prezzi Ford Focus Style Wagon non disponibile

Ritratto di fabri99
alVolante di una
Fiat Punto 0.9 TwinAir 3 porte
Ford Focus Style Wagon
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
5
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Premesse: Come già sapete ho tredici anni, quindi l’auto non la ho mai guidata. Spero di essere esauriente anche nella voce alla guida. Buona lettura! La Ford Focus è entrata nella nostra famiglia nel 2007 a fianco della ormai già vecchiotta Ford Escort SW per sostituire la vecchia Panda della mamma, uscita di scena dopo “l’indecenza” delle sue condizioni. Certamente la Panda era, e sarebbe ancora, perfettamente funzionante e completamente intera, ma, visto lo schianto con il garage, la fiancata faceva un po’ “rottame” e comunque l’auto era già over-20, quindi! La principale rivale, soprattutto per il nostro caso, è stata la SW di casa Opel, ossia l’Astra: ha lottato fino all’ultimo, ma alla fine ha conquistato soltanto me. Infatti, mentre i miei genitori hanno concluso che la Ford era migliore per le nostre esigenze, io preferivo l’Astra, più sportiva come linea. L’estetica, soprattutto nel tempo, ha giocato a favore della Focus: con quel design futuristico, ha una linea ancora nuova, mentre l’Astra è davvero invecchiata! O perlomeno così sembra a me, visto che la vedo tutti i giorni … Ci sarebbe stata anche la Meganè, ma era troppo particolare, e così, è non è stata presa nemmeno in considerazione. Cercavamo una SW abbastanza economica, ma dai buoni contenuti: insomma, un’auto valida, ma non troppo costosa, con carrozzeria famgliare e, visto le buonissime esperienze con l’ovale blu, meglio Ford! Il nostro concessionario ci offriva in pronta consegna la Focus SW 1.6 TDCi Plus da 90 cavalli: prezzo di listino di 18.150€. L’auto era piena di accessori particolarmente inutili, che però siamo stati costretti a pagare per averla: se non sbaglio, solitamente Ford propone la maggior parte dei modelli in pronta consegna, con gli accessori che sono quelli e quelli sono! Di serie aveva: • Airbag anteriori, laterali e per la testa(quindi 6??) • Alzavetro elettrici anteriori. L’esemplare in pronta consegna aveva in più: • Climatizzatore manuale da 800€ • Controllo di stabilità e trazione da 550€ • Fendinebbia da 150€ • Radio Sony CD\Mp3 da 680€ • Ruota di scorta da 50€ • Sbrinatore da 200€ • Vernice metallizzata(argento) da 450€ Ha anche i cerchi in lega ma sono disponibili solo nel pacchetto 16’ o 17’: con quelli sono compresi anche i fari allo Xeno, che non abbiamo. Viene quindi il dubbio che la Focus li abbia di serie da 15’, come i nostri e che non siano presenti per errore nel listino AlVolante 2007… Si arriva così a 21.030€: grazie alla rottamazione della Panda e a qualche incentivo che ora non ricordo, l’auto è stata pagata 18.500€, circa. Probabilmente l’auto sarebbe ancora un po’ più scontabile, ma “non abbiamo fatto storie!” E poi, come leggerete in seguito, li ha valsi tutti, dimostrandosi un’auto robusta, ben fatta e davvero valida.
Gli interni
Dopo un clack deciso della maniglia della portiera, che ha un piccolo “blocco” che però si rivela leggerissimo, si accede agli interni. Sembra di essere saliti su un’auto molto più costosa: gli interni fanno davvero scena!! L’abitacolo è luminoso, completo ed accogliente, anche se in colori scuri, complici anche i grandissimi “cristalli” e l’ampio lunotto. Il design è moderno e ricercato, ma sobrio e non troppo originale, come ora va di moda fare. Le finiture non sono il massimo in certi punti, ma in complesso buone. La Focus SW sembra davvero un’auto concepita per una famiglia: è robusta e resistente anche internamente, molto difficile da graffiare e non facilmente sporcabile. Il cruscotto è in plastica molto resistente, bicolore(nero sopra e grigio sotto) e davvero bella da vedere, ma forse non morbidissima. Il quadro strumenti, inglobato in una gobba nel cruscotto, è di facile lettura, semplice e completo. Forse è un po’ intralciato dall’enorme volante, ma solo quando è girato quasi completamente. I quattro quadranti circolari, circondati con un color alluminio satinato(credo sia plastica)ripreso in tutto l’abitacolo, che lo compongono sono sistemati in uno sfondo nero, dove, sul basso, alloggia un piccolo display rosso, che indica chilometri percorsi e i gradi centigradi presenti in auto(c’è anche un altro numero, sull’800: cos’è??), gradevole e, nelle manovre, coperto dal volante. Questi quattro “cerchietti” contengono informazioni relative alla velocità, ai giri del motore(due cerchi grossi), al carburante rimasto nel serbatoio e alla temperatura del millesei da 90 cavalli(due cerchi piccoli). Il due cerchi grossi sono, a loro volta, sistemati alle estremità del quadro strumenti, mentre quelli piccoli sono centrati e sulla parte alta del quadro strumenti. Questa cosa si rivela geniale: i due quadranti piccoli, essendo sulla parte alta, non sono ostacolati dal volante. Il tachimetro ha il limite a 240 km\h, come se veramente ci arrivasse con i suoi 90 cavalli, che, seppur pimpanti, non sono il doppio del triplo! Il contagiri ha il limite, da cui comincia la parte rossa, a 6000 rpm. Il livello del carburante ha rispettivamente 5 barrette: la prima con uno zero, una seconda vuota(1\4), una con 1\2, un’altra vuota(3\4) e una con 1\1 a cui è affiancato il distributore stilizzato. Mi sento in dovere di spendere due paroline sulle “lancette”: sono grosse e ben visibili, molto classiche, in color alluminio la base e la stanghetta rossa… Sono sportivissime e davvero belle! Davvero grande il volante, a tre razze e rivestito in pelle(o simil??), con gradevolissime cuciture, davvero anatomico da impugnare e con il clacson al centro(ovviamente) corredato da un bell’ovalone blu con il marchio e un simbolino di una trombetta che indica dove scatenare il magnifico puuoooooooooooupp! Poco dietro al volante, in basso a sinistra, si trova un paddle piatto e grosso: serve per regolare la radio, ma non è per niente intuitivo! Ovviamente ai lati del volante, gli altri paddles servono per tergicristalli e luci varie. Le plastiche più basse e nascoste sono un po’ meno curate, sia nelle finiture, sia nella qualità: sono troppo rigide! In basso a sinistra, come ormai moltissime auto, si trova un piccolo ripiano per chiavi, telecomando cancello(ma il nostro è “manuale”) o cellulare, molto comodo, ma mai utilizzato. In posizione davvero comoda la chiave d’accensione, corredata di tre pulsanti: “apri auto”, “chiudi auto”(secondo me ne bastava solo uno, apri-chiudi, ma sono comunque utili quando si dimentica il parcheggio al supermercato: un click e le frecce dell’auto s’illuminano d’arancio) e apri portellone. Il cassetto passeggero è ampio e non cade sulle gambe, ma non è refrigerato né illuminato e tantomeno con serratura. Plancia molto sobria ed elegante, ma classica: come tutte le auto(o quasi) le bocchette d’areazione sono in alto, sotto la radio e ancor più sotto le “manopoline” per regolare il clima. Le bocchette sono ovali, nere come la plastica del cruscotto e regolabili(per posizione) con un piccolo “listello” in color alluminio(dettaglio presente, come già detto, in tutto l’abitacolo, quindi preparatevi per risentirlo più volte) e contornate di alluminio. Sono presenti soltanto nella parte anteriore dell’auto(non aveva clima bizona): una sta a sinistra del volante, due nella plancia e una a sinistra del cassetto passeggero e sono elegantemente color alluminio… Nei sedili posteriori si avverte una piacevolissima arietta alle gambe e ai piedi, merito delle ampie regolazione dell’erogatore. Quest’ultime sono davvero facili da maneggiare e molto intuitive, ma, difetto assolutamente trascurabile, nere e in plastichina economica: non sono nemmeno contornate di plastica color alluminio!!! I disegnini sulle manopoline, soliti a scrostarsi su altre auto, qui sono ancora come nuovi … La radio è inglobata nella prima parte della plancia in color(si accettano scommesse) … alluminio!!! Il display è di medie dimensioni e riporta il gradevole color rosso del display posizionato all’interno del quadro strumenti. E’ composta da tre elementi: un primo più esterno, nero lucido, con un po’ di tasti, il secondo in color alluminio con altri tasti e il terzo, nero lucido con radio e tasti… Tutti questi tasti sono per la radio: sono un po’, ma non è difficile riuscire a utilizzarli. Infine, alla base della plancia, che si collega con il tunnel centrale, troviamo un comodo ripiano senza “coperchio” per i rifiuti e per le sigarette. La parte di alluminio continua, dividendosi in due parti nel tunnel centrale: entrambe cominciano dal cambio, con leva corta e tozza, ma con gradevole pelle(o similpelle) e con il pomello d’alluminio. Verso il guidatore troviamo il freno a mano, un po’ corto e abbastanza snello, invece verso il passeggero, prende posto un serie di portaoggetti: due porta lattine e un comodissimo svuota-tasche. Il tunnel finisce tra i due sedili, con un comodo poggia braccio, largo e comodo, che fa quasi da tavolino posteriore. Sul basso, verso il posteriore, si trova un piccolo sportellino, comodissimo per i rifiuti. I sedili sono molto ampi, comodi e molto contenitivi, in due tessuti di cui, il centrale, è forato nero con sfondo blu notte. Il secondo, all’estremità del sedile, è nero. Dietro ai sedili anteriori, trovano posto dei tasconi, rivestiti completamente in tessuto nero Anche il divanetto posteriore è molto ampio e comodo, in cinque lo spazio non manca né per testa né per gambe e con comodi portaoggetti alle estremità. I rivestimenti sono uguali e molto eleganti, fanno la loro bella figura. Il poggiatesta sono ampi e con regolazioni davvero per tutti i gusti e sono rivestiti di tessuto nero. Le cinture sono davvero contenitive, e, anche se non soffocanti, hanno una presa piuttosto forte. Utilissimo il sistema che avvisa che le cinture non sono allacciate: funziona solo per quelle anteriori, ma è impossibile ignorare il suo quuuuuit ripetuto per cinque volte ogni 5 minuti!! Il tessuto forato è ripreso anche nei rivestimenti porta: c’è una parte imbottita e, appunto, rivestita con tessuto forato. Nei rivestimenti porta, si trovano le casse della radio un ampio tascone portaoggetti. Più in alto, ci sono dei poggia braccia con regolatore dei finestrini. Al posteriore tutto si ripete, ma mancano i finestrini elettrici e i portaoggetti: tornano comodi quelli incassati tra i sedili e la parte ricavata sotto lo pseudo-tavolino-poggiabraccia anteriore. Le maniglie interne sono molto belle, in alluminio: non troppo dure, ma difficile aprirle per sbaglio. Le casse si ritrovano anche nel ampio bagagliaio, dove ci si può caricare di tutto: è rivestito e anche senza i sedili reclinati(che non creano scalini), è gigante!!! Passiamo ora al soffitto rivestito: anteriormente si trovano i soliti due parasole con rispettivo specchietto e la luce centrale che si ritrova anche nel bagagliaio(un dispositivo la fa lampeggiare in caso di guida con bagagliaio aperto), mentre per i sedili posteriori ci sono le manopole per aggrapparsi. La visibilità è ottima e i sensori di parcheggio non servirebbero per niente: tutto questo rende l’abitacolo luminosissimo.
Alla guida
La posizione di guida è molto buona, con tutto a portata di mano: pur essendo il volante enorme, il cambio corto e i pedali non vicinissimi, “è tutto lì!” La seduta è abbastanza bassa, forse anche per questa ragione la posizione di guida non è assolutamente male… Se poi non ci si trovasse a proprio agio, i sedili sono ampliamente regolabili, quindi!!! Il motore è un brioso millesei da 90 cavalli, sufficienti per spostare “dignitosamente” la Focus: manca un po’ di sprint in più, che magari si ha con le versioni più potenti. Prima ho detto che era brioso e ora che manca di sprint: non è male, è più che adatto ad una SW, ma comunque non è improntato alla sportività. Sono altre quindi le qualità di questo motore: per esempio i consumi e l’ottimo confort. L’auto è abbastanza silenziosa a tutte le velocità: il motore si sente, ma si riesce a parlare senza urlare e il rotolamento delle gomme e qualche scricchiolio aerodinamico di poco conto, si sentono di più. In curva l’auto non si corica troppo, mantiene un’ottima stabilità ed entra bene, affrontandola con disinvoltura. In autostrada i sorpassi sono molto agevoli e i consumi bassissimi: si superano facilmente i venti km\l dichiarati, anche nel misto. L’auto non per niente brusca: solo se non bene assicurati, gli oggetti nel bagagliaio vengono sballotto lati in giro per l’auto. La frenata è abbastanza potente e pronta, ma mai brusca: l’auto non si scompone mai, né nelle frenate più “impegnative”, né alle alte velocità. In città l’auto non da grandissimi problemi: complice lo sterzo abbastanza leggero in manovra, le dimensioni relativamente ridotte e la visibilità ottima. Il cambio è abbastanza pronto, ma per niente sportivo. Come già evidenziato, la stabilità è ottima, l’ESP non interviene troppo spesso e in modo poco invadente. La pioggia s’avverte soltanto guardando fuori dall’ampio finestrino: l’auto rimane impassibile pure sul viscido. Sullo sterrato leggero invece l’auto avverte un po’ di più le imperfezioni stradali e la carrozzeria si sporca tutta di fango: bel problema avendo un vialetto sterrato!!!
La comprerei o ricomprerei?
La nostra Focus si è rivelata l’auto ideale per una famiglia, davvero valida. Tra i suoi pregi spuntano: • Grande abitabilità • Interni molto eleganti • Elementi in color alluminio • Baule molto generoso • Prezzo abbastanza basso • Consumi davvero ottimi • Stabilità • Robustezza • Comfort e insonorizzazione • Affidabilità Se invece cercassimo i difetti ci sarebbero: • Finiture non sempre ottime • Plastiche non sempre morbide • motore con poco sprint • cambio non sportivo e veloce • sobrietà degli interni • linea filante, ma banale • Dotazione in pronta consegna, piena di optionals inutili L’auto non ha mai dato problemi: soltanto prima di partire per il mare si sono bruciate, una dopo l’altra le lampadine, riparate senza troppi problemi. La ricomprerei sicuramente e la consiglierei anche: la sua validità è stupefacente! Spero che la prova sia di vostro gradimento. Buona guida e un saluto da Fabri99. ;-)
Ford Focus Style Wagon 1.6 TDCi 90CV Ikon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
0
0
0
VOTO MEDIO
4,5
4.5
2
Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
26 luglio 2012 - 18:32
4
Quelli che hanno letto la prova, quelli che hanno commentato e quelli che hanno votato... Se avete domande, non esitate assolutamente! Saluti da Fabri99 ;)
Ritratto di Bmw Xdrive
26 luglio 2012 - 21:10
complimenti per la prova bravissimo!!!!! voto 5/5 ad avercene di tempo per scrivere delle prove così lunghe..................... io al massimo le faccio la metà di queste. vabbè comunque complimenti
Ritratto di fabri99
27 luglio 2012 - 09:02
4
La tua merc. è proprio bella! Grazie per il commento e per il complimenti, comunque la prova non è poi tanto ottima alla guida... Ciao ;)
Ritratto di fabri99
27 luglio 2012 - 10:00
4
Ho un nuovo modo per derubare GT5... Per il mio compleanno mi hanno regalato un'auto della mia età, che su PS3 è 1992... Se tutti i giorni imposto quel giorno come mio compleanno, beh... Hai capito no?! Ciao ;)
Ritratto di Bmw Xdrive
27 luglio 2012 - 12:21
ahahahahahaha si ho capito bravo. comunque sta per uscire la mia prossima prova che non è sulla mia maercedes. ciao
Ritratto di fabri99
27 luglio 2012 - 12:59
4
La leggerò Cao ;)
Ritratto di vagirimo
4 agosto 2012 - 17:54
4
Complimenti!!! Ottima davvero e anche simpatica... come quella della Panda! P.S.: Auguri per il 21 (ho indovinato?? o forse era il 27...)! Te li faccio ora perché ero al mare e sono tornato dalla bellissima Puglia un'oretta fa. Questa è stata la mia ultima vacanza con la C4, perché è aziendale e a fine anno la dobbiamo restituire... :( Cmq ci arriverà una splendida Zafira Tourer!!! Che ne pensi? Ciao e ancora complimenti!!! ;D
Ritratto di fabri99
4 agosto 2012 - 18:24
4
No, è il 26, comunque grazie... La Zafira mi piace molto, più della C4. Bella anche la Puglia:D Ciao ;)
Ritratto di vagirimo
5 agosto 2012 - 10:52
4
vabbè... comunque, Prego! Una Zafira l'abbiamo già avuta: dal 2005 al 2008, quando è arrivata questa C4, di cui siamo rimasti stupiti (ma anche la Zafira era bellissima, eh! eccome!) , ma positivamente: in 4 anni non siamo ancora riusciti ad usufruire di tutti i suoi accessori, e tuttora non so quale sia la sua dotazione completa... XD Abbiamo sempre avuto Opel: una Corsa SW, poi una Astra SW del '97-'99, poi ancora una Astra SW ma del 2000, infine la Zafira del 2005... ora, dopo la Citro, un'altra Opel... potevamo scegliere anche una Insignia ST o una Mondeo SW... ma la storia è lunghissima... Ah! La prima auto di papà è stata un'ovale blu! Una vecchia (credo forse la prima serie... ) ma bellissima Fiesta rossa che non ho mai avuto modo di vedere... P.S. la Puglia è bellissima, ma quest'anno niente Svizzera, per risparmiare qualche quattrino... :( Comunque, alla domanda: -Papà, visto che non siamo andati in montagna, possiamo andare al Motor Show a Bologna?- Lui ha risposto "forse", e mi ha anche chiesto quando si facesse... La speranza è sempre l'ultima a morire! XD Ciao e ancora Complimenti! ;D
Ritratto di fabri99
5 agosto 2012 - 12:37
4
Belle le Opel... A proposito del salone: magari, visto che abitiamo abbastanza vicino a Milano e non lontanissimi da Bologna, mi portano anche me!! Non lo so, ma...Spero!Ciao ;)
Pagine
listino
Le Ford
  • Ford Ranger
    Ford Ranger
    da € 33.388 a € 45.100
  • Ford Focus Wagon
    Ford Focus Wagon
    da € 21.000 a € 35.750
  • Ford Focus
    Ford Focus
    da € 20.000 a € 34.750
  • Ford Kuga
    Ford Kuga
    da € 25.850 a € 40.750
  • Ford Fiesta
    Ford Fiesta
    da € 14.500 a € 26.750

LE FORD PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FORD

  • Estetica più grintosa e nuovi aiuti alla guida per la Ford Edge, una suv spaziosa che convince soprattutto per il comfort; adeguato il nuovo 2.0 biturbodiesel da 238 CV, alta la soglia di carico. Qui per saperne di più.

  • Marco Alù, direttore comunicazione della Ford Italia, spiega le funzioni del parcheggio assistito della nuova Ford Focus in occasione di un test drive sulla pista di Modena. Qui per saperne di più.

  • Dotato di un motore da 213 CV, il Ford Ranger Raptor per il mercato europeo ha un look grintoso ispirato al fratello maggiore F-150. Qui per saperne di più.