Pubblicato il 7 ottobre 2011
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
3
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.5
Perché l'ho comprata o provata
Non l’ho acquistata io, ma l’ho consigliata ad un amico che cercava una compatta non troppo costosa e che badasse più alla sostanza che all’apparenza. Escluse le varie Fiesta, Polo, Swift ecc., la scelta è rimasta tra la i20 1.2 Comfort e la Skoda Fabia 1.2 TSI 86 cv Style. A fronte di un prezzo di 11.100 € e 5 anni di garanzia per la i20, contro i 12.900 € (differenza in parte giustificata dal miglior motore e dagli interni leggermente più curati) e 2 anni per la Fabia, la scelta è caduta sulla prima.
Gli interni
Innanzitutto sono rimasto favorevolmente colpito dalla cura degli interni, superiore a quella che mi aspettavo da una macchina di questo prezzo. Intendiamoci, le finiture non sono lussuose, però i materiali (plastiche e tessuti) sono di buon livello e gli assemblaggi sono precisi. La plastica della parte superiore della plancia, per esempio, non è morbida, ma ha un rivestimento soft touch che la fa quasi sembrare tale, mentre gli inserti tipo alluminio sulla consolle centrale e sulle cornici delle bocchette ravvivano l’ambiente. L’unico dettaglio stonato è il pomello del cambio, di aspetto davvero economico. Bella la retroilluminazione blu della strumentazione e dei comandi; anche quelli sul volante sono illuminati. Il cruscotto ha una grafica chiara e piacevole e comprende anche l’indicatore della temperatura dell’acqua, ormai raro sulle compatte. Il computer di bordo condivide un display piuttosto piccolo con la radio, quindi in questo caso la leggibilità non è il massimo. L’impianto audio comprende le prese AUX e USB; la resa acustica è discreta. Per quanto riguarda la climatizzazione, non ho avuto modo di testarne l’efficacia: trovo un po’ fastidioso, però, che se si indirizza il getto d’aria solo sul parabrezza, il climatizzatore si inserisca automaticamente e non sia possibile spegnerlo. Il più grosso difetto che ho trovato a quest’auto è l’abitabilità posteriore: mentre davanti lo spazio è buono, dietro mancano centimetri per le gambe. Regolando il sedile anteriore sulla mia posizione (sono alto 1,87 m) mi è risultato impossibile sedermi dietro. In compenso il bagagliaio è capiente e di forma molto regolare. Abbondano inoltre in abitacolo i vani portaoggetti: quello di fronte al passeggero è grande, illuminato e refrigerato, oltre che dotato di una mensola per i documenti. In più c’è un cassettino chiuso sulla consolle centrale e diversi vani aperti sul tunnel.
Alla guida
Premetto che non potrò essere molto dettagliato a questo capitolo, in quanto l’ho provata solo per pochi km. Il motore (1.2 da 78 cv) mi è sembrato piuttosto tranquillo, ma comunque adeguato alla massa dell’auto. Il cambio ha innesti molto morbidi, ma una corsa lunga, mentre la frizione è leggerissima. Lo sterzo è molto leggero in manovra, per poi indurirsi in maniera apprezzabile in marcia; il feeling che trasmette, però, è un po’ artificiale e poco comunicativo. Sulla tenuta di strada, sinceramente, non ho sufficienti elementi per esprimermi: sarei curioso di sapere se le sospensioni rigide e troppo secche nell’assorbire le sconnessioni abbiano almeno risvolti positivi sull’handling. Il comfort acustico è buono fino ai 100km/h: oltre, il rumore di rotolamento dei pneumatici, del motore e dei fruscii aerodinamici comincia a diventare un po’ invadente.
La comprerei o ricomprerei?
Il rapporto qualità/prezzo, francamente, è ottimo: con 11.000 € ci si porta a casa una compatta di quasi 4 m, ben fatta negli interni e abbastanza gradevole alla guida, con una dotazione che comprende clima, ESP, 6 airbag, radio con USB/AUX, computer di bordo, 4 vetri elettrici, specchietti regolabili e ripiegabili elettricamente, 5 anni di garanzia e 5 stelle EURONCAP. Quello che le manca è un po’ di “fascino” e di immagine. Personalmente, per me un’auto non deve essere solo un mezzo di trasporto, ma qualcosa che sia anche appagante da possedere e da guidare, quindi a una i20 preferirei una DS3 o una Polo (peccato che in Italia non la vendano più con l’unico motore che mi interessava, il 1.2 TSI), ma questa Hyundai rimane un ottimo acquisto per chi bada di più al sodo.
Hyundai i20 1.2 16V Comfort 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
17 ottobre 2011 - 19:32
E' Hyundai!
Ritratto di SempreAperto
17 ottobre 2011 - 19:34
Spero che sia di qualità perché altrimenti questi rivestimenti soft touch si spelano facilmente.
Ritratto di gig
17 ottobre 2011 - 19:37
(se vuoi http://www.alvolante.it/opinioni/hyundai_i10_gig) sono ottimi. E te lo dice uno che in auto, in nemmeno un anno, ha macinato 11500 chilometri. Ciao SempreAperto ;D
Ritratto di Limousine
17 ottobre 2011 - 20:43
E la nuova i20 non è da meno. Concordo, magari, sul fatto che non sia proprio "bellissima", ma è comunque moderna ed equilibrata. Niente male pure il design dell'abitacolo. Quanto al discorso prettamente qualitativo, forse non saremo proprio al livello di Fabia e Polo, ma la i20 è comunque abbastanza ben fatta e curata. Senza dubbio, al primo restyling disponibile, in Hyundai miglioreranno ulteriormente il livello di materiali e finiture. Auspico, infine, arricchiscano ulteriormente la discreta dotazione delle vetture, ampliando magari la lista degli optional a pagamento per chi desidera personalizzare meglio la propria versione. Manca, ad es., la possibilità di ordinare il navigatore satellitare integrato direttamente in plancia, come per la nuovissima "cugina" Kia Rio. Bella vettura!
Ritratto di mario79
30 ottobre 2011 - 14:31
sound edition allo stesso prezzo della base ti da il nav inserito nella plancia pioneer ed inoltre cerchi in lega esp 4 freni adisco. oggi è un mese che la possediamo.
Ritratto di 19miki90
17 ottobre 2011 - 20:56
2
Ma avrei scelto la skoda, meglio rifinita e anche (a mio parere) più bella da vedere...
Ritratto di MASSIMO69
17 ottobre 2011 - 21:17
Forse il tuo amico avrebbe speso qualcosina in più ma secondo me la yaris è meglio, sempre con gli occhi a mandorla ma tra Giappone e Corea la prima vince in tutto!
Ritratto di osmica
18 ottobre 2011 - 11:39
Tranne nel prezzo.
Ritratto di MASSIMO69
27 novembre 2011 - 12:45
Che chi più spende meno spende...................poi!
Ritratto di el geta
1 giugno 2012 - 21:00
la yaris è una di quelle auto che mai comprerei: insipida al 100% (almeno la i20 ha una linea più gradevole). e pensare che qualche anno fa l'avevo anche considerata come alternativa alla mia colt, perchè dalle foto gli interni sembravano ben fatti: impressione completamente smentita visti dal vero.
Pagine
listino
Le Hyundai
  • Hyundai ix20
    Hyundai ix20
    da € 18.500 a € 18.500
  • Hyundai i10
    Hyundai i10
    da € 10.850 a € 15.800
  • Hyundai i30 Wagon
    Hyundai i30 Wagon
    da € 20.500 a € 29.200
  • Hyundai Kona
    Hyundai Kona
    da € 18.900 a € 48.000
  • Hyundai Tucson
    Hyundai Tucson
    da € 22.750 a € 40.500

LE HYUNDAI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HYUNDAI

  • La versione N Line della i30 Fastback ha un look più grintoso sia all'interno che all'esterno e tarature specifiche per telaio e sospensioni. Qui per saperne di più.

  • Questa show car monta 70.000 euro di pezzi in carbonio e nasce per promuovere il programma di personalizzazioni N Option per le versioni più spotive della Hyundai.

  • Sportività ma anche basso impatto ambientale nei prodotti della Hyundai al Salone di Parigi: ne parliamo con il direttore generale di Hyundai Motor Company Italy.