Lancia Ypsilon 1.3 Multijet Oro

Pubblicato il 6 giugno 2010
Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
3
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
3.5833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Cercavo una seconda auto, cercavo un auto piccola ma elegante e chic, che non consumasse molto, con una buona abitabilità e un discreto bagagliaio per la spesa o qualche piccolo viaggi. La scelta è ricaduta subito sulla Ypsilon fresca dell'ultimo restyling(fine 2006). La motorizzazione scelta è stata il piccolo turbodiesel common-rail da 75 cavalli denominato "Multijet", la versione è la Oro Bianco con pacchetto Plus. Tra la lista degli Optional ho scelto cerchi in lega 16", radio mp3 e volante in pelle con comandi.
Gli interni
L'eleganza degli esterni si riporta anche dentro l'abitacolo. Glie elementi che saltano subito all'occhio una volta che prendiamo posto sul sedile conducente sono la strumentazione posta in posizione centrale e la leva del cambio in posizione rialzata, ma questo non è assolutamente un problema perché ci si abitua in fretta. La strumentazione, sempre visibile anche perché non nascosta dallo sterzo in manovra, comprende un display e 3 elementi analogici (tachimetro, contagiri e livello carburante, purtroppo manca quello della temperatura del liquido refrigerante), il display visualizza le informazioni del ricco computer di bordo: consumo istantaneo e medio, velocità media, km totali e parziali e tempo di viaggio, con la possibilità di avere 2 memorie. Manca però, sui modelli non muniti di clima automatico, l'indicatore della temperatura esterna. I materiali dell'abitacolo a mio avviso risultano di qualità un bassa per il prezzo e per il marchio, plastiche troppo rigide e e scarsa cura nel montaggio causano, scricchioli a volte anche fastidiosi, già dopo qualche migliaio di chilometri. L'impianto di climatizzazione manuale è discreto per raffreddare o riscaldare l'abitacolo, comode anche le prese d'aria proprio dietro il volante a entrambi i lati di inverno riscaldano le mani, ma risulta molto scarso in fatto di spannamento del parabrezza, specialmente nei periodi invernali, inoltre richiede tempo e distrazione dalla guida impostarlo(procedura: premere il tasto clima e con le 3 manopole azionare la ventola, mettere la temperatura al massimo e orientare il flusso verso il parabrezza), tutto ciò con il clima automatico avviene con un tasto solo e ne guadagna anche l'aspetto della plancia. L'impianto audio è di buona qualità( 4 altoparlanti e 2 twieeter) il lettore cd(mp3) però soffre le vibrazioni e preferisce cd-rom masterizzati a bassa velocità, inoltre manca la funzione random, piacevole la funzione che aumenta in maniera discreta il volume con l'aumentare della velocità. L'abitabilità è forse uno dei punti migliori davanti abbiamo spazio a sufficienza, anche per persone oltre il metro e ottanta, la seduta già alta, comoda in città, può essere ulteriormente regolata nell' altezza (come avviene anche per il volante) per ospitare agevolmente sia stature contenute che non. I sedili Airtex risultano morbidi e piacevoli anche se si sente l'assenza dei classici "fianchetti" per contenere il corpo in curva e il poggiatesta nella guida rilassata risulta duro e poco comodo. L'abitabilità posteriore, nonostante quella anteriore sia ampia, non è sacrificata si sta comodi solo in due (l'auto è omologata per 4 il 5° posto è a pagamento tra gli optional). Su questo modello è disponibile il divano posteriore scorrevole ma le posizioni di bloccaggio sono troppo poche e ciò non permette di sfruttarlo al massimo. Il bagagliaio viste le dimensioni risulta capiente.
Alla guida
Trovata la posizione di guida ottimale si trovano con altrettanta facilità gli ingombri della vettura se si è abituati a guidare auto più grandi ci si trova improvvisamente capaci infilarsi dappertutto, causa anche la posizione di guida rialzata, ma così non è perché non stiamo parlando di una city-car vera e propria,inoltre la carrozzeria è molto bombata e nei piccoli spazi trae inganni, e i paraurti privi di qualsiasi protezione non perdonano nessuna "strisciati". Andiamo all'aspetto dinamico il multijet da 75 cv lo considero il più adatto costi di gestione contenuti, consumi sempre bassi e buone prestazioni. Ai bassi regimi risulta essere vuoto, causa la turbina a geometria fissa, ma non appena quest'ultima entra in azione l'auto diventa scattante e ci permette anche di effettuare sorpassi senza tantissimi complessi, buona anche la ripresa in 5 marcia e mantenendo una velocità sotto i 130 km/h è facile superarli velocemente senza accorgersene e trovarsi a 150 km/h solo perché un po di gas in più pensi non possa far ciò su un piccolo diesel. Il telaio è quello della prima Punto quindi datato e non molto rigido, e le sospensioni sono altrettanto, quindi non aspettatevi di poter avere una guida sportiva perché specialmente nelle curve a corto raggio prese con grinta e velocità sostenuta il sottosterzo diventa una presenza quasi costante e molte volte imprevedibile, i cerchi in lega 16" con gomme 195/45 aiutano un po ma fanno sentire tutte le asperità del terreno e ci costringo a evitare le buche che possono provocare facilmente o la piegatura del cerchio o le bolle d'aria sui copertoni che ne comportano la sostituzione con un costo di circa 80€, in alternativa io proporrei di dotare la vettura di ESP e di montare cerchi in lega da 15 pollici. L'impianto frenante(dischi ant. e tamburi post.) è buono per un utilitaria anche se nelle frenate forti la macchina tende a scomporsi un po. Lo sterzo non brilla di precisione, la macchina è dotata di serie del tasto City che alleggerisce ulteriormente lo sterzo comodo al pubblico femminile per le manovre di parcheggio ma consiglio di usarlo solo per quelle perché è troppo leggero, anche se si disattiva automaticamente a 35 km/h ma a velocità cittadine il continuo on/off del dispositivo può creare la rottura del motorino elettrico del servosterzo cosa pericolosa se avviene in marcia. L'insonorizzazione è buona, il motore non si fa sentire mai in maniere particolare ma si avverte facilmente che è di un turbodiesel, i fruscii aerodinamici vengono avvertiti sopra i 120 km/h ma si sopprimo alzando un po di più il volume della radio. Comodo il sistema "Follow Me Home" che ti permette di lasciar accese le luci anabbaglianti per un tempo, da noi stabilito, dai 30 ai 120 secondi anche chiudendo la vettura, comodo per illuminare la sera il percorso da fare a piedi fino alla porta di casa(appunto da qui deriva il nome del dispositivo).
La comprerei o ricomprerei?
Per certi aspetti si per altri no. Forse farei la scelta in base alla sostanza e non allo "chic". Comunque stiamo parlando di un progetto vecchio nato nel lontano 2003 e che ancora nonostante tutto riscuote vendite e riesce a tenere testa per certi aspetti a concorrenti più giovani. Se dovessi riprenderla comprerei sicuramente l'ESP è di fondamentale importanza lo consiglio vivamente, e forse rinuncerei ai cerchi in lega 16" e opterei per il clima automatico. I miei PRO sono: linea elegante, motore, consumo, e abitabilità. I CONTRO: qualità degli interni non in linea con il prezzo, scricchioli, sospensioni e sistema antiappannamento.
Lancia Ypsilon 1.3 Multijet Oro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
2
1
1
VOTO MEDIO
3,0
3
6
Aggiungi un commento
Ritratto di cris25
10 giugno 2010 - 20:05
1
prova fluida,scorrevole e ben fatta e anche l'auto in questione mi piace parecchio e se devo dire la verità sia negli interni e sia nella linea esterna preferisco la Y a molte altre auto come PANDA,107 ECC...
Ritratto di dinosauroGJ
10 giugno 2010 - 21:04
Spero di essere stato più chiaro possibile e utile al massimo a chi sta pensado di prendere questa macchina. Io penso che tra le utilitare la ypsilon ha una delle linee più belle ha dei particolari esterni troppo belli. Peccato che non abbia un ottimo rapporto qualità prezzo. Comunque panda 107 ecc costano molto molto meno. Grazie ancora per i complimenti Cris!
Ritratto di Pasquale_62
11 giugno 2010 - 10:45
Era da tempo che non leggevo una bella prova ! Bravo !
Ritratto di dinosauroGJ
11 giugno 2010 - 10:56
Mi fa piacere che sta riscuotendo buoni consensi.
Ritratto di Nicolino94
13 giugno 2010 - 01:03
bella, bellssima! passano gli anni ma la ypsilon rimane la mia utilitaria preferita! il bello è che non ha nemmeno un prezzo esagerato come mito che in relazione costa tanto di più... poi che dire: ELEGANTISSIMA! io la prederei in due colori: non so ma dalle mie parti se ne vedono davvero di tutti i colori! marrone scuro e cappuccino, nera e grigia chiara, grigia chiara e bianca! sta bene con tutto e dovendola scegliere la prenderei in due colori: davvero originali!
Ritratto di lucaclasseg
13 febbraio 2011 - 23:14
si ma la mito è tutta un'altra cosa... intanto non ha il pianale della punto ma di derivazione (in realtà non ha nulla a che fare) Grande Punto molto più rigido, compatto e stabile. E poi è sportivo e versatile grazie al DNA. Inoltre i motori che le due auto condividono sono pochissimi (il 1.4 75 cv ammiraglio sulla Y e base sulla Mito) e la Y è citycar, la Mito Utilitaria... non possono essere confrontate
Ritratto di dinosauroGJ
13 giugno 2010 - 11:22
Sono d'accordo ma questa Ypsilon della prova (cioè la mia) ha un listino da 16'000 euro che non sono pochi. Il paragone con la Mi.to non si può fare in termini di tenuta di strada e sicurezza perche tra le curve una Ypsilon anche la momodesign da 105cv dietro a una Mi.to non ci potrebbe mai stare, io ho guidato molte mito e la differenza con la Ypsilon è paurosa, con la Mi.to riesci a infilarti nelle curve in un modo che poche utilitarie riescono. Per quando riguarda stile ed eleganza il paragone ci sta la Ypsilon a dispetto dei suoi 7 anni di carriera elogia ancora un' eleganza unica. Per quanto riguarda i colori ce ne sono davvero tanti e gli si indossano tutti molto bene. Spero che la prova ti sia piaciuta. Ti ringrazio per il commento.
Ritratto di Nicolino94
16 giugno 2010 - 23:08
si si. capisco, perdonami la superficialità: era per fare un normalissimo paragone sul semplice fattore economico! non nego assolutamente le capacità stradali della mito! per il resto ciò che avevo da dire l'ho detto! saluti!
Ritratto di dinosauroGJ
18 giugno 2010 - 10:49
No problem, grazie ancora del commento. Saluti !
Ritratto di Etneo
20 giugno 2011 - 08:25
Complimenti per la recensione e altro bel 5 di voto! Ciao carissimo!
listino
Le Lancia
  • Lancia Ypsilon
    Lancia Ypsilon
    da € 13.800 a € 19.850

LE LANCIA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE LANCIA

  • Uno slogan che fece la fortuna della Y10, proposta come l'utilitaria di lusso: "piace alla gente che piace" diceva lo spot del 1987, che utilizzava alcuni volti noti di quegli anni, tra cui attori, registi, sportivi e cantanti famosi.

  • Tre nuovi allestimenti per la citycar torinese Lancia Ypsilon, in offerta a partire da 9.500 euro.

  • La nuova versione Mya è la più sfiziosa nella gamma della Lancia Ypsilon: cerchi in lega e sedili specifici in Alcantara e tessuto.