Mazda 2 1.3 Play 5p GPL

Pubblicato il 12 gennaio 2015
Ritratto di Pyton
alVolante di una
Seat Leon 2.0 TDI CR 184 CV FR S&S
Mazda 2
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
4
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
5
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Guido spesso l'auto di mia moglie che ha acquistato per le belle linee a prescindere dalle altre caratteristiche, come auto aziendale con appena 400 km percorsi.
Gli interni
Prima ancora di esaminare gli interni, risulta lodevole la precisione degli assemblaggi della casa giapponese, calibro alla mano ci sono sempre tra tutte le parti a contatto del veicolo gli stessi mm di distanza senza nessuna imperfezione. Aprendo la portiera si nota la guarnizione doppia di chiusura e la costruzione della tripla cerniera molto solida. La seduta è ampia e permette anche a chi è molto alto di trovare la sua regolazione, solo la leva dello schienale a scatti si mostra lievemente approssimativa, non è presente la regolazione lombare e la seduta risulta non troppo rigida, di tipo classico senza contenimenti laterali. La plancia è molto seriosa e sicuramente non accattivante per un giovane, costruita con materiali non particolarmente ricercati, comunque ben assemblati. Nel quadro della strumentazione sono ben leggibili a sinistra i giri del motore e la velocità, solo la spia della benzina resta troppo piccola e senza segnalatore acustico. Nell'impianto a Gpl trasformato dalla casa le spie del livello carburante si mostrano alquanto imprecise. Il volante in pelle presenta i comandi radio al volante, il climatizzatore manuale si mostra efficiente, oltre che facile e intuitivo nell'utilizzo. L'acustica dello stereo raggiunge appena la sufficienza per via dell'evidente distorsione con i suoni bassi anche con intensità non elevate. La seduta posteriore si mostra idonea ad accogliere due adulti, anche posizionare i bambini sui seggiolini risulta agevole visto lo spazio abbondante con la portiera posteriore in totale apertura. Il bagagliaio risulta lo stesso del modello a benzina di 250 cm cubici con in più il ruotino di scorta nella custodia.
Alla guida
Quest'auto non ha avuto il mio battesimo della prova in pista, ma in un prossimo futuro...... Entrando nel vivo della prova l'auto mostra un'assetto sufficientemente rigido, tanto da non manifestare un rollio accentuato in curva, nel contempo è confortevole nell'uso quotidiano. Le sospensioni anteriori sono di tipo Mac Person e quelle posteriori semplicemente a barre torcenti, il set-up degli ammortizzatori si mostra su fondi irregolari abbastanza buono soprattutto in fase di distensione, lo sterzo è abbastanza preciso, anche se tende ad alleggerirsi troppo in velocità e forse a causa della demoltiplicazione si deve girare molto. Il cambio è bellissimo, centrale, leggermente rialzato con 5 marce che entrano come il coltello nel burro, non si impunta mai ed ha una corsa corta in tutti gli inserimenti, altro discorso è la rapportatura studiata per ridurre i consumi con spaziature mostruosamente lunghe che stroncano ogni desiderio di guida sportiva. Il motore è molto silenzioso anche alle velocità autostradali, lo spunto da fermo reale solo benzina che supera nella mia prova di poco gli 11,6 secondi nello 0/100 è un buon dato, ma la ripresa non raggiunge lo stesso livello, così per sorpassare bisogna scalare marcia e prima valutare molto bene le condizioni. I consumi sono molto buoni a benzina, col GPL si attestano sui 12-13 km al litro e sono alti, col serbatoio toroidale pieno riesco a percorrere dai 220 ai 240 Km di autonomia prevalentemente su ciclo extraurbano. I freni secondo il mio parere hanno spazi di arresto attorno ai 42 m dai 100 km/h, tantini, purtroppo l'impossibilità di avere l'ESP nella versione col Gpl ha fatto si che al posteriore questa versione montasse dei freni a tamburo invece che dei dischi, all'anteriore sono presenti dischi pieni da 255 mm. Avendo utilizzato quest'auto nelle dolomiti ho potuto riscontrare a pieno carico, nonostante l'utilizzo del freno motore con marce basse in discesa dai passi alpini un evidente allungamento degli spazi d'arresto, sintomo di fading dell'impianto frenante.
La comprerei o ricomprerei?
La qualità costruttiva è eccellente, non è sicuramente sportiva, piacevole se la si fa scorrere in curva senza pretese e anche piuttosto rapida negli inserimenti. Ha dato qualche problema nel settaggio dell'impianto a Gpl e anche ora a volte si accende la spia dell'anomalia motore, solo per variazioni delle immissioni della sonda. Dopo quattro anni mia moglie la ricomprerebbe, visto il suo utilizzo probabilmente anch'io.
Mazda 2 1.3 Play 5p GPL
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
2
1
0
0
VOTO MEDIO
4,2
4.2
5
Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
15 gennaio 2015 - 20:09
4
ottima! Anche la prova mi è piaciuta. Comunque preferisco la mia MK1 a questa MK2 per il semplice fatto che con il secondo modello si sono perse praticamente tutte le caratteristiche che rendevano la mia un genio per una linea più sportiva. Comunque mi piace molto anche la tua!
Ritratto di Pyton
16 gennaio 2015 - 11:36
2
Ciao, ti ringrazio per l'apprezzamento della mia prova, come linea ritengo più "sportiveggiante" la versione della mazda 2 dopo il 2007, come guida non saprei, dato che non ho mai provato la versione precedente, in quanto a bagagliaio sicuramente dopo il 2007 c'è stata una sensibile diminuzione nella capacità di carico proprio per conferire al posteriore una linea più filante.
Ritratto di Moreno1999
16 gennaio 2015 - 14:25
4
Il motore più o meno ha una risposta simile al tuo. Lo sterzo della mia è idraulico quindi il volante è sempre un po più rigido e i consumi più alti. La tenuta di strada sarà migliore sulla nuova in quanto la mia è più alta. In autostrada come dicevo lo sterzo diretto è molto piacevole. La frenata, non potentissima, si modula bene eil cambio è molto buono. Affidabilità ottima
Ritratto di Mattia Bertero
16 gennaio 2015 - 15:07
3
Hai scritto una bella prova con tutti i dati necessari per capire questa Mazda 2. L'ho sempre ritenuta bellissima come linea sia degli interni che degli esterni. Poi la Mazda ha sfornato e continua a sfornare dei modelli di qualità.
Ritratto di Pyton
18 gennaio 2015 - 10:09
2
Ciao, devo ammettere che i giapponesi sanno costruire bene le automobili, forse l'unico punto debole consiste nella realizzazione degli interni che restano ancora troppo minimalisti e con uno stile un po' retrò.
Ritratto di cris25
17 gennaio 2015 - 12:58
1
non dimostra affatto i suoi anni, sembra tutt'oggi un'auto "fresca"!! Di certo, come vendite, almeno qui da noi è stata un po' frenata ma questo non significa che è brutta, anzi! La prova si presenta completa e scorrevole, di conseguenza ben leggibile...
Ritratto di Pyton
18 gennaio 2015 - 10:13
2
Ciao, in effetti la nuova edizione del 2014 nella fiancata è simile, solo più lunga di una decina di centimetri, il frontale riprende la linea del kodo design con i fari a led di posizione e il posteriore cambia con il finto estrattore e i gruppi ottici più grandi.
Ritratto di DucadiRoma
18 gennaio 2015 - 12:12
1
la mia e' 1300cc 75cv a benzina, non consuma nulla! motore fantastico! gli interni sono piu' che discreti perche' paragonata alla nuova yaris questa la trovo piu' rifinita e il materiale della plancia e' buono e robusto, forse con la stoffa dei sedili si poteva fare qualche sforzo in piu'! Io monto i 185/55/16 e la trovo un po' rigidina pero' provengo da una Citroen C3,forse con i 176/65/15 andava meglio pero' ho trovato questi! Bella prova la tua comunque!
Ritratto di Pyton
18 gennaio 2015 - 12:40
2
Ti ringrazio per gli apprezzamenti sulla mia prova, io ho pneumatici da 15 pollici per le estive e di 14 per le invernali, sicuramente la spalla più bassa incide sul confort, ti accorgi sui dossi, sui giunti dei cavalcavia e sulle strade con i sanpietrini! Comunque una spalla più bassa garantisce una guida più precisa in curva e limita la deformazione laterale del pneumatico dovuta alla forza centrifuga. Secondo me la scelta dipende dalla condizione delle strade (con o senza buche) e dalla loro tipologia, il beneficio reale di guida, in relazione alla modesta coppia erogata dal propulsore resta relativo, resta valido il discorso dell'estetica: un cerchio in lega con un bel disegno e dal diametro leggermente più grande rende l'auto più elegante, attenzione a non accostare la ruota troppo al marciapiede!
Ritratto di DucadiRoma
18 gennaio 2015 - 16:33
1
e comunque girando per Roma le buche si sentono eccome, non sapevo che allo stesso prezzo potevano darmi anche i ribassati, o probabilmente non me li hanno fatto pagare perche' era una vettura in stock, si in autostrada e' incollata alla strada ma le buche per Roma non te le auguro!! Per me rimane la migliore utilitaria giapponese , ero incerto tra questa e la Honda Jazz perche' oltre ad avere un quattro cilindri (il tre e' un motorino) sono quelle piu' rifinite rispetto alla yaris e alla suzuki swift..non so se sei d'accordo
Pagine
listino
Le Mazda
  • Mazda 2
    Mazda 2
    da € 14.050 a € 19.800
  • Mazda 6 Wagon
    Mazda 6 Wagon
    da € 32.800 a € 43.250
  • Mazda 6
    Mazda 6
    da € 32.800 a € 41.250
  • Mazda CX-3
    Mazda CX-3
    da € 21.470 a € 29.670
  • Mazda MX-5 RF
    Mazda MX-5 RF
    da € 30.350 a € 34.250

LE MAZDA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MAZDA

  • La Mazda MX-5 si rinnova nella meccanica e in alcuni dettagli interni: ora ha il volante regolabile in profondità e nuovi sistemi di sicurezza. Qui per saperne di più.

  • Tanti piccoli affinamenti per la Mazda 6, che ha un 2.2 a gasolio quasi sportivo. Bene anche finiture e dotazione, non entusiasmante il sistema di infotainment. Qui per saperne di più.

  • L'amministratore delegato di Mazda Motor Italia ci introduce il nuovo modello che la casa giapponese espone al Salone di Ginevra: la nuova 6 Wagon.