Opel Astra 2.0 CDTI Cosmo S Active Select

Pubblicato il 5 maggio 2010
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
5
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.4166666666667
Perché l'ho comprata o provata
L'Astra Club Italia ha avuto a disposizione per ben 5 giorni la nuova Opel Astra J 2.0 CDTI 160cv con cambio automatico, vettura fornita direttamente da Opel Italia in occasione dello svolgimento di una manifestazione interamente dedicata alle auto. I presenti a tale evento l'hanno ammirata, scrutata nel dettaglio ed alcuni hanno avuto anche la possibilità di farci un giro. Essendo stata a disposizione del Club per ben 5 giorni ed essendo stata utilizzata in vari contesti, abbiamo avuto modo di testare le qualità di guida sia nell'uso cittadino che nelle strade di provincia ed autostrada.
Gli interni
DENTRO L'AUTO - Posto di guida / Sedili AGR: Comodo, accogliente ed avvolgente: è così che può essere descritto il posto di guida della nuova Astra J. La vettura dotata disponeva di comodissimi sedili ergonomici in pelle i quali con le loro numerosissime possibilità di regolazione riescono a far trovare la posizione giusta a qualsiasi pilota assicurando allo stesso un livello di confort superlativo e senza mai stancarlo nella seduta anche dopo diverse ore di guida. DENTRO L'AUTO - Interni / Finiture: Pelle è profumo di nuovo, tanto basta per inebriare i sensi di chi l'ha vissuta. Gli interni sono ben fatti e durante l'uso non è stata riscontrata alcuna vibrazione. Le plastiche generalmente di buona qualità nei posti meno esposti alla vista lasciamo però posto ad altre dalla qualità invece molto discutibile. DENTRO L'AUTO - Plancia e comandi: Ricchissima di comandi, fin troppo ravvicinati, richiede una certa esperienza prima di essere utilizzata con precisione. Trovare il comando giusto, premere il pulsante giusto ma anche premere solo quello giusto inizialmente non è cosa immediata come ci si aspetterebbe ma la stessa moltitudine di tasti fa si che a quasi ognuno di essi corrisponda una ed una sola funzione evitando di dover ricordare vari comportamenti diversi in base al contesto d'uso. DENTRO L'AUTO - Portaoggetti: Diciamolo: finalmente!!! Sono tanti e dalle discrete dimensioni, alcuni anche abbondanti. Uno a sinistra del volante, uno sotto il bracciolo anteriore, uno davanti il cambio, nelle portiere, davanti il passeggero. E dietro anche il porta-bicchieri/lattine. DENTRO L'AUTO - Bagagliaio: Nella media della categoria ma di certo non in media per le dimensioni esterne, con misure extralarge si poteva fare molto di più. CONFORT E INTRATTENIMENTO - Climatizzazione: Potente e rapido nel portare la temperatura dell'abitacolo a quella prescelta, l'unica pecca rilevata è una non uniforme distribuzione dell'aria tra le due bocchette di una stessa zona climatizzata. CONFORT E INTRATTENIMENTO - Sistemi multimediali: Grande display a colori, aux-in, usb, cd/dvd e varie possibilità di configurazione delle funzionalità: il DVD800 Navi offre tutto ciò e garantisce anche una discreta qualità del suono. C'è certamente di meglio ma già il confronto con il CD30MP3 dell'Astra H pone la qualità acustica dell'impianto multimediale della J molto più in alto. L'ipod viene riconosciuto senza alcun problema, scavalca ogni limite sul numero di files e cartelle tipico dei dispositivi di massa che fungono solo da archivio ed è controllabile dai comandi al volante. La qualità sonora dell'apparecchio è ottima ma si è riusciti a trovare il modo di "rimuoverlo" direttamente dall'impianto; a radio spenta l'ipod continua ad essere alimentato ed a proseguire la sua esecuzione anche se ovviamente non viene riprodotto alcun suono dell'impianto acustico. CONFORT E INTRATTENIMENTO - AFL: In tanti li sceglieranno solo per quei magnifici led che fanno da cornice al faro ma il vero surplus che rende veramente meritevole la spesa è quella gestione così sofisticata del lenticolare che è in grado di cambiare veramente l'esperienza di guida notturna. Abbastanza inutili in città, non indispensabili ma molto utili invece appena ci si inoltra in strade poco illuminate e poco trafficate. Attenzione: la regolazione automatica degli abbaglianti non immediata sopratutto alle lunghe distanze può provocare fastidio ai veicoli provenienti dal senso di marcia opposto. CONFORT E INTRATTENIMENTO - Navigatore: Bello, veloce, comodo e funzionale; nelle strade nei dintorni di Milano anche pure aggiornato. Facile da usare, immediato nel calcolo, furbo nel suggerire itinerari alternativi in caso di traffico e non meno importante suggerisce le lettere da selezionare inibendo quelle non utilizzabili per la ricerca che si va ad impostare. Chiara la voce, precisa l'immagine ma un pò meno l'indicazione che con un "girare a destra adesso" in presenza di più incroci ed ancora 50 metri da percorrere può creare qualche incertezza nella strada da seguire.
Alla guida
USABILITA' - Visibilità: Come già più volte affermato purtroppo una delle gravi pecche di cui soffre l'Astra J è la visibità. Se la linea armoniosa della vettura ben si raccorda tra vetrate e lamiere dentro è spesso quasi tutto un "muro nero". Se scontata è la ridotta visibilità posteriore a causa dei massicci montanti posteriori e del lunotto piccolo e molto inclinato quello che in tanti non si aspettano è trovarsi veri e proprio ostacoli anche davanti. I montanti anteriori sono talmente inclinati e spessi che nelle curve, in particolar modo a sinistra, la visibilità ne soffre parecchio. USABILITA' - Abitabilità: Con 17 cm in più rispetto al modello precedente l'abitabilità dovrebbe essere uno dei punti forti della nuova Astra J. Ed in effetti lo è, almeno per i posti anteriori. Davanti sia chi guida che il suo accompagnatore viaggiano coccolati e la vettura offre loro parecchio spazio sia davanti che sopra le loro teste. USABILITA' - Dinamica di guida e comfort di marcia: In questo capito va fatto un distinguo di molto spessore. L'Astra oggetto di test era in allestimento Cosmo S e quindi dotata di FlexRide. ovvero ilsistema di controllo dinamico dell'assetto. In condizioni standard (assetto "normal") la vettura si dimostra adeguata ad ogni condizione d guida senza risultare essere troppo "rigida" o troppo "morbida". L'uso dell'assetto sport dovrebbe, secondo le intenzioni delle casa, intervenire su tutta una serie di parametri quali sterzo, motore, sospensioni e telaio da rendere l'auto sempre più nervosa e rigida, sempre pronta ad affrontare ogni curva con un pizzico di brio in più. Nei riscontri reali tali reazioni è vero che si riscontrano ma un una maniera meno esasperata di quanto di si attende e tutto presumibilmente dovuto ad un cambio automatico per nulla votato ad una guida sportiva. Infine la modalità tour che, esattamente all'opposto della sport, vuole favorire il confort di marcia per una guida molto più tranquilla. Il confort di marcia (ed anche acustico), dipende fortemente dalla tipologia di assetto scelto ed anche alle alte velocità i fruscii aerodinamici, o il rumore del rotolamento dei pneumatici, non diventano mai troppo invasivi all'interno della vettura. Il "suono" del motore invece... un diesel non è certamente la massima sinfonia acustica da ascoltare ed è li sempre presente ed "assordante" (a maggior ragione per persone abituate a motori a benzina). USO - In città: Con 442cm di lunghezza la città non è certamente il suo terreno adatto. Lunga, larga, in una sola parola: ingombrante. Difficile prendere le misure nei parcheggi, difficile riuscire a vedere chi si nasconde dietro i montanti (sia anteriori sia posteriori). Tra continui cambiamenti di terreno che vanno dall'asfalto classico al pavè ed ai binari dei tram l'astra non mostra alcuna incertezza e percorre ogni terreno cittadino senza alcuna difficoltà. USO - Fuori città: Forse è il suo campo di battaglia. Quando non è necessario guardarsi continuamente dalle insidie celate ad ogni incrocio l'astra si lascia guidare con disinvoltura, sempre pronta al cambio continuo e repentino di traiettoria manifestando grandi noti dinamiche merito di un telaio di buon livello che anche se alle elevate andature mostra i suoi limiti non li manifesta mai bruscamente e le correzioni rimangono sempre nei limiti e nelle capacità di un pilota di media esperienza. USO - In autostrada: Un tragitto autostradale, con poche curve, se fatto con una vettura tecnicamente ben messa e con un motore per nulla sottodimensionato ha molto poco da offrire in termini di emozioni. In questo tipo di strada l'Astra percorre km e km in tutta tranquillità offrendo al pilota un confort notevole senza manifestare vibrazioni di alcun tipo o disturbi aerodinamici degni di nota. GUIDA - Consumi: Con un motore con appena 5000 km ed intenzioni di utilizzo lontani dall'uso quotidiano i consumi ottenuti non sono quelli riscontrabili con un normale utilizzo. Con tali premesse i consumi non sono stati quindi oggetto di test ma a puro scopo informativo precisiamo che dopo 500km percorsi, partendo dal pieno, la lancetta del carburante alla riconsegna dell'auto era appena sotto la metà del suo intervallo di indicazione. GUIDA - Prestazioni: Questa è una delle voce che più interessa a chi decide di dotarsi di un motore di ben 2 litri di cilindrata e 160cv. Scattate? Abbastanza. Potente? Non esageratamente. La spinta dalla terza marcia in poi è notevole ma le prestazioni in generale sono percepite molto al di sotto delle attese ed il merito, in questo caso negativo, è tutto dovuto ad un cambio automatico per nulla adeguato al tipo di motore. GUIDA - Cambio: Eccoci qui alla vera nota dolente dell'auto. Cambio automatico a 6 rapporti dalla pessima gestione e che mal si abbina ad un motore di questo calibro. Lentissimo nel cambiare; spesso a 3000 giri rimane fisso per qualche secondo, l'auto sembra impuntarsi e poi finalmente tutto d'un botto cambia provocando un reazione a scatti dell'auto. E se da una parte questo simulato "calcio nel di dietro" può far piacere l'imprevedibilità della reazione in circostanze limite, quali una rotonda in terreno scivoloso sotto una pioggia battente, porta il pilota ad assumersi rischi non richiesti. Nell'uso tranquillo è cittadino è di una comodità infinita ma per la guida sportiva è assolutamente da evitare. GUIDA - Sterzo: E' condizionato dalla modalità di assetto scelto ma in ogni caso si dimostra sempre preciso, abbastanza diretto e fornisce sensazioni mai troppo "plasticose". Forse in modalità tour perde troppo di precisione ma è una tipologia di assetto da scegliere preferibilmente in percorsi autostradali, o comunque abbastanza lineari, dove la prontezza di reazione passa in secondo piano. GUIDA - Tenuta di strada: Sempre molto elevata in ogni circostanza ma una GTC con buone gomme basse e dalla spalla di acciaio riusciva a far di meglio. GUIDA - Freni: Uno dei principali punti di forza dell'Astra è sempre stato l'impianto frenante. Nonostante il peso sia lievitato notevolmente, anche nella J non è da meno è risulta essere adeguato sia alla mole dell'auto che alle prestazioni delle stessa. Frenata potente e ben modulata, sa essere lineare nell'uso normale ma molto potente in caso di brusche frenate.
La comprerei o ricomprerei?
Due test per la stessa Astra J, dopo Quattroruote anche l'Astra Club Italia ha voluto dire la sua. Auto ben fatta, di qualità, molto intrigante all'esterno ed ancor più accogliente all'interno. Motore vigoroso ma purtroppo penalizzato da un cambio non all'altezza delle prestazioni. Ottimo il confort, sia di marcia che acustico, discreto il bagagliaio. Eccezionali i fari, buona la tenuta di strada, ancora una volta ottimi i freni. Le conclusioni? Questa è veramente l'Astra della maturità; l'elettronica invade l'abitacolo e per tutti i patiti delle comodità è bello avere vari tasti a singola funzione e vedere che alla pressione di ognuno di essi succede sempre qualcosa. Conoscendo personalmente l'Astra da parecchio tempo e km ormai non possiamoo non ammettere che il salto generazionale è enorme da qualsiasi punto di vista la si guardi. Con qualche riserva la nuova Astra è certamente promossa.
Opel Astra 2.0 CDTI Cosmo S Active Select
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di tolo147
24 maggio 2010 - 16:20
Solitamente quando chi prova un'auto dice che la tenuta è buona significa che il mezzo non è incollato all'asfalto come dovrebbe, avete notato problemi nella stabilità? interviene spesso l'esp o si è liberi di guidare con piglio sportivo? Mi ricordo che l'astra appena andata in pensione (della quale a listino troviamo ancora gtc e sw) aveva la coda un po ballerina se si prendevano le curve con un po di vivacità come anche la versione coupè gtc
Ritratto di www.astraclubitalia.it
24 maggio 2010 - 20:35
Rispetto l'Astra H (il modello precedente) la nuova Astra J ha una diversa configurazione tecnica per la quale anche il comportamento di guida viene fortemente influenzato. Nella nuova Astra l'ESP è molto meno invasivo e grazie all'utilizzo di sospensioni con parallelogramma di watt la vettura riesce a non essere eccessivamente rigida pur mantenendo un'elevata tenuta.
Ritratto di condor1
24 maggio 2010 - 16:29
Esteticamente non è male e anche gli interni sono ok!!! Ma i motori non sono per nulla sportivi!!!!Secondo AL VOLANTE(rivista) il diesel 1.7 125 cavalli va da o-100km/h in 11,5!!! Un tempo altissimo se consideriamo che alfa giulietta con soli 105 cavalli del 1.6 diesel vada 0-100km/h in soli 11.3!!! Per non parlare poi degli altri motori!!Il benzina 1.4 da 101cv va da 0-100km/h in 14,2 secondi!!La mia alfa 1.4 twin spark con 103cv va da 0-100km/h in meno di 11,5!!
Ritratto di fusco8
12 giugno 2010 - 02:00
un problema dei raporti lunghi scelti dalla opel per diminuire la sete di gasolio.tutto sommato ci stà,mica faciamo gare di acelerazione a ogni semaforo verde?e poi in tempi di crisi la ragione prevale sulla pasione.ciauuuu
Ritratto di condor1
13 giugno 2010 - 22:02
la giulietta riesce comuqnue a consumare poco ed ad avere alte prestazioni!!!!cosi come la golf!!!!!!!!!!
listino
Le Opel
  • Opel Combo Life
    Opel Combo Life
    da € 21.750 a € 27.750
  • Opel Corsa
    Opel Corsa
    da € 14.400 a € 18.250
  • Opel Zafira
    Opel Zafira
    da € 27.800 a € 35.850
  • Opel Insignia Sports Tourer
    Opel Insignia Sports Tourer
    da € 32.150 a € 45.400
  • Opel Insignia Grand Sport
    Opel Insignia Grand Sport
    da € 31.150 a € 44.400

LE OPEL PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE OPEL

  • Sono 90 le versioni di modelli Opel che rispettano già oggi i futuri limiti sulle emissioni Euro 6d Temp in vigore da settembre 2019. Qui per saperne di più.

  • Sorella della Citroën Berlingo, questa nuova Opel Combo è disponibile in due lunghezze e si può avere anche a 7 posti.

  • Domande a tutto campo per l'amministratore delegato della General Motors Italia: dalla suv di medie dimensioni Grandland X, alla versione sportiva dell'Astra GSi, senza tralasciare le alimentazioni alternative.