Opel Corsa 1.2 3 porte Enjoy Easytronic

Pubblicato il 9 dicembre 2009
Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perché l'ho comprata o provata
Sono il felice proprietario di una Opel Corsa D 1200 16V Enjoy 3P colore Black Sapphire (nero micalizzato) comprata nuova nel luglio 2007 dopo ben 120 gg dalla data dell'ordine (allora il modello era sul mercato da poco). Il prezzo dell'auto (IPT compresa) era di 13430 euro ai quali aggiunsi i cerchi in lega da 16"(belli) con pneumatici maggiorati e la suddetta tinta metalizzata, per un totale di 14380 euro; lo sconto della casa, nonostante la macchina avesse debuttato da poco fu comunque di 1800 euro e portò la cifra finale poco sopra i 12.500 euro. Considerata anche la dotazione già di serie (che comprendeva ABS, climatizzatore manuale, airbag guida/passeggero/laterali/testa nonchè il sistema ESPplus, allora l'unica seg. B ad offrirlo di serie, il rapporto prezzo/dotazioni era indubbiamente favorevole, in quanto la maggior parte delle concorrenti che mi aggradavano (con gli stessi accessori) erano più care anche di 1000 euro: un'ottima occasione per sceglierla fra tante. Al momento di scrivere l'automobile ha percorso circa 33200 km e, senza particolari cure, non ha finora manifestato inconvenienti rilevanti (a parte un piccolo particolare secondario che vedremo dopo); tutto ciò ovviamente rispettando gli intervalli di manutenzione periodica annuale (piuttosto cari il I e il II tagliando, rispettivamente 158 e 188 euro).
Gli interni
Prima di parlare degli interni mi sembra doveroso spendere due parole anche sulla linea esterna, in quanto la casa tedesca, pur vincolata dall'allora progetto in comune con Fiat, è stata capace di proporre una riuscita variazione sul tema G.Punto, mantenendo un filo diretto con le generazioni di Opel Corsa che l'hanno preceduta. Il frontale con i tipici fari all'insù (di ispirazione Peugeot) e la calandra cromata sono un buon mix di eleganza e dinamismo mentre la fiancata e la parte posteriore a me ricordano la Toyota Yaris; insomma un mix di stili che formano una linea gradevole, capace di resistere discretamente al passare degli anni. Va da sè che l'estetica è un giudizio chiaramente soggettivo, ma a me la Corsa piace (e il nero le dona molto). Apriamo le portiere, un po' pesantucce per la verità (...indice di robustezza?), e l'abitacolo si presenta in tutta la sua gradevolezza. Plancia semplice ma ben rifinita (peccato i riflessi sul parabrezza), abbracciata da una fascia di plastica morbida dello stesso colore delle stoffe dei sedili e dei pannelli porta (la mia è blu), consolle centrale color alluminio e comandi clima retroilluminati dello stesso arancione che da luce alla strumentazione; ah già, la strumentazione è veramente molto "basic": tachimetro, contagiri, livello carburante e... basta. Criticabile il fatto che il termometro acqua sia stato sostituito da una misera spia rossa che avvisa eventuali "ebbollizioni". L'impianto di climatizzazione è efficace e raggiunge in fretta la temperatura desiderata, nonostante sia del tipo manuale e contrasta molto bene i frequenti appannamenti delle superfici vetrate. I sedili rigidi e poco cedevoli, "alla tedesca", sono tutto sommato comodi e ben fatti e quelli anteriori sono anche belli avvolgenti e dall'ottima tenuta laterale (quasi sportivi) oltre che rivestiti di un tessuto davvero resistente. Il posto guida sarebbe perfetto, se non fosse per il sistema di regolazione in altezza "smemorato", che ad ogni accesso viene irrimediabilmente urtato perdendo la posizione preimpostata a causa della cattiva posizione della leva. Altro particolare sicuramente migliorabile (solo x le 3 porte) è il sistema di accesso ai claustofobici posti posteriori, in quanto risulta cervellotico e macchinoso: da questo punto di vista le concorrenti sono migliori. L'abitabilità è eccellente davanti e discreta dietro, peccato per il già menzionato senso di opprimenza che assale chi si accomoda dietro, dovuto principalmente al taglio dei finestrini (oblò?) posteriori. Il bagagliaio è nella media della categoria come capienza, ma nobilitato dall'esclusivo doppio fondo, dai sedili posteriori sdoppiati e dalla possibilità di ampliarlo regolando gli schienali in due posizioni senza abbattere il sedile; altra esclusiva il portabici estraibile integrato nel paraurti (optional). In questo quadro di generale accuratezza stona un po' il leggero disallineamento del cassetto potaoggetti anteriore dal resto della plancia e lo specchietto di cortesia sull'aletta parasole sinistra montato male (almeno sul mio esemplare) insieme ad alcuni rumorini passando sul pavè cittadino, che peraltro penso siano comuni alle vetture dello stesso segmento; inoltre appena ritirata l'auto ho subito fatto sistemare l'interruttore della luce di cortesia che non funzionava. Particolari questi che non inficiano minimamente il mio giudizio sull'auto che è da considerarsi nel complesso soddisfacente
Alla guida
Beh, in questo ambito la vettura ha veramente poco di straordinario, specie per quanto riguarda le prestazioni del motore 1200 Ecotec a benzina che equipaggia la mia macchina. Questo motore, che non era particolarmente brillante neanche quando serviva la precedente versione (che era più leggera), al cospetto dei quasi 11 q di questa IV^ serie viene ulteriormente penalizzato, costringendo a guidare in souplesse (e senza fretta!!!) e a scalare anche due marce (preciso ma lento e poco sportivo il cambio) per riprendere da un rallentamento o effettuare un sorpasso; quindi, nonostante il discreto spunto da fermo, la guida sportiva (o anche solo quella brillante) è decisamente bandita, quasi un invito a guidare rilassati a tutto vantaggio dei consumi, delle emissioni e della probabile durata degli organi meccanici. In questo quadro di generale pigrizia, fa specie ritovare una tenuta di strada decisamente superdimensionata rispetto alle prestazioni, in cui la mia macchina (nella quale evidentemente giocano a favore i pneumatici maggiorati) è assolutamente insensibile a qualsiasi sciocchezza, l'ESP non interviene praticamente quasi mai e anche sul bagnato la macchina mantiene le traiettorie impostate nonostante lo sterzo elettroidrulico non sia precisissimo; solo le partenze sulla neve in salita sono praticamente impossibili, vista la scelta del costruttore (sicuramente discutibile) di non prevedere il disinserimento almeno dell'ASR. Anche con le catene montate la potenza viene inesorabilmente tagliata appena una ruota slitta impedendo alla stessa di fare presa sulla neve. L'impianto frenante è indiscutibilmente la componente più riuscita dell'intera automobile, con frenate potenti, bloccaggi inesistenti e pedale che consente di dosare al meglio la forza frenante secondo le esigenze. La visibilità posteriore è uno dei difetti della vettura, in parte mitigata dagli ampi specchietti retrovisori regolabili elettricamente (sarebbero eccellenti se fossero anche sbrinabili) mentre di lato e davanti è abbastanza soddisfacente (assolutamente inutili i terzi finestrini anteriori). Capitolo consumi: diciamo subito che non fanno gridare al miracolo, la macchina consuma sì poco, ma non pochissimo. La media generale è di 14-15 km/litro e con un pieno faccio quasi sempre intorno ai 650 km, ma se si guida spesso in salita con marce basse e frequenti sbalzi di regime le medie calano conseguentemente; certo non è una diesel, ma posso ritenermi abbastanza soddisfatto ( e poi se dovessi un giorno fare più strada mi orienterei su un sebatoio a ciambella GPL)
La comprerei o ricomprerei?
Io sicuramente la ricomprerei, senza indugio. Certo non è perfetta (e non lo sono neanche auto che costano il doppio), è abbastanza lenta, non è spaziosissima ed ha dei particolari migliorabili. Ma sorvolando su questo e sul fatto che porta sulla calandra un marchio dall'immagine appannata e decisamente demodè, mi sentirei anche di consigliarla a chi cerca una compatta soprattutto robusta e affidabile.
Opel Corsa 1.2 3 porte Enjoy Easytronic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
1
Aggiungi un commento
Ritratto di Gioctge46
12 dicembre 2009 - 14:37
anche io ho una opel corsa 4° serie nera tre porte anche se ho il modello diesel.............ho scritto la prova e noto che abbiamo trovato più o meno gli stessi difetti e pregi!!!!!!! cmq confermo il fatto che i tagliandi sono carissimi!!!!!!!!! e pensare che è nella categoria piccole!!!!!!!!! bisognerebbe mandare una bella lettera alla opel
Ritratto di emy82vts
10 marzo 2010 - 23:30
complimenti!!
Ritratto di Samovar84
19 marzo 2010 - 17:38
... grazie!!!
Ritratto di Samovar84
4 settembre 2010 - 20:15
Sabato 21 agosto la cinghia dell'alternatore della mia Corsa ha rovinosamente ceduto all'incredibile chilometraggio di circa 40000 km: com'è possibile che un componente (di costo tra l'altro irrisorio) che dovrebbe durare tutta la vita dell'automobile si sia sfilacciato in così poco tempo? Boh, non se lo spiega nemmeno il meccanico (costo totale della sostituzione € 35, non ho avuto bisogno di ricorrere al carro atrezzi).
listino
Le Opel
  • Opel Combo Life
    Opel Combo Life
    da € 21.400 a € 27.400
  • Opel Zafira
    Opel Zafira
    da € 27.800 a € 35.700
  • Opel Insignia Sports Tourer
    Opel Insignia Sports Tourer
    da € 32.150 a € 45.400
  • Opel Insignia Grand Sport
    Opel Insignia Grand Sport
    da € 31.150 a € 44.400
  • Opel Astra Sports Tourer
    Opel Astra Sports Tourer
    da € 22.400 a € 29.300

LE OPEL PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE OPEL

  • Sono 90 le versioni di modelli Opel che rispettano già oggi i futuri limiti sulle emissioni Euro 6d Temp in vigore da settembre 2019. Qui per saperne di più.

  • Sorella della Citroën Berlingo, questa nuova Opel Combo è disponibile in due lunghezze e si può avere anche a 7 posti.

  • Domande a tutto campo per l'amministratore delegato della General Motors Italia: dalla suv di medie dimensioni Grandland X, alla versione sportiva dell'Astra GSi, senza tralasciare le alimentazioni alternative.