Peugeot 107 1.0 12V 2-Tronic Plaisir 3p

Pubblicato il 29 marzo 2015

Listino prezzi Peugeot 107 non disponibile

Ritratto di cristian96
alVolante di una
Peugeot 106 1.5 diesel 3 porte Open
Peugeot 107
Qualità prezzo
5
Dotazione
2
Posizione di guida
3
Cruscotto
3
Visibilità
5
Confort
3
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.4166666666667
Perché l'ho comprata o provata
L'auto in questione è di mia madre, l'aveva acquistata nuova nel dicembre 2002; l'allestimento scelto era l'Open, (se non erro la versione base), la cui dotazione è scarna, se confrontato con quello che offrono di serie le auto di oggi; tra le sue dotazioni rientravano gli alzavetro elettrici anteriori, 2 airbag frontali, ruota di scorta di dimensioni normali, ventilatore (sprovvisto di compressore del climatizzatore), servosterzo idraulico, predisposizione per l'autoradio, e niente di più; l'unico optional inserito è stata la vernice nero pastello. Il prezzo di acquisto di aggirava sui 10.000 euro, perciò molto economica rispetto alle auto di oggi. E' stata per anni l'auto di famiglia, e siccome è da pochi mesi che ho preso la patente, ho avuto modo di provarla a fondo, sebbene siano passati più di 12 anni. La linea dell'auto è ormai iconica: tratti puliti e semplici, senza nervature; sebbene la vettura risenta dei numerosi anni che il progetto ha sulle spalle, è ancora gradevole.
Gli interni
Gli interni riprendono lo stesso concetto di semplicità dell'esterno; non ci sono sistemi di infotainment o climatizzatori automatici, le plastiche sono economiche, ma durature, lo spazio per i passeggeri anteriori è discreto, mentre nel divano posteriore c'è poco spazio per le gambe e i piedi. Parlando del cruscotto, questo è piuttosto semplice, con indicatori a lancetta per contagiri, tachimetro e indicatore carburante; è presente un piccolo display monocromatico, con indicate ora, chilometraggio totale o parziale (in accensione, inoltre, indica i chilometri mancanti per l'imminente tagliando di manutenzione programmata); niente indicatore di consumo o velocità medie e manca l'indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento. Ritornando alla plancia e ai suoi materiali, sono da segnalare lo sbiadimento delle poltrone anteriori e l'usura della plastica della corona del volante; per quanto riguarda il montaggio, le parti non sono raccordate con precisione, ma è anche vero che l'abitacolo non è stiloso come quello delle citycar odierne.
Alla guida
La posizione di guida è raccolta, e le regolazioni del sedile (poco contenitivo) sono a scatti; inoltre il volante è fisso, ma tutto sommato, se ci si accontenta, tutti bene o male riescono a trovare una posizione confacente alla propria stazza. Il motore della vettura in questione è un 1.5 diesel aspirato con 58cv; non ha nulla a che vedere con i moderni turbodiesel, infatti conserva ancora l'iniezione indiretta. Sebbene non sia un mostro di potenza, il propulsore è gradevole per la sua ripresa dai bassissimi regimi (infatti si riprende anche dal minimo con marce alte) e fornisce un allungo progressivo fino a quasi 5000 giri, fornendo il meglio dai 2000 ai 4000 giri, oltre non conviene andare; è quindi un motore molto elastico (come tutti i diesel), che sebbene non offra molta potenza, rende la vettura piacevole da guidare, visto che il suo assetto (abbastanza rigido, a discapito del confort) coinvolge nella guida e invoglia ad una guida sportiveggiante, anche se bisogna stare attenti alle manovre che si fanno, perché qui l'elettronica è assente: non a caso mancano ABS, EBD, ESP o controllo di trazione. La tenuta di strada rimane molto valida, con un posteriore fermo che si alleggerisce soltanto con cambi bruschi di corsia a velocità sostenuta; l'anteriore invece è abbastanza reattivo, inserendosi con velocità nelle curve e accusando un leggero sottosterzo. Parlando dello sterzo, questo non è molto diretto e la poca precisione è in parte dovuta agli pneumatici con spalla di 70; non so come si comportasse ad auto nuova, perché allora ero piccolo, ma sicuramente il passare degli anni e le molte sollecitazioni a cui è stata sottoposta la vettura, ne hanno diminuito la precisione, visto che a ruote dritte è presente un piccolo gioco dello sterzo: tutto sommato un comando senza infamia ne lode. La frenata, invece, non è molto potente, visto che all'anteriore troviamo dei freni a disco pieni, e al posteriore dei tamburi; inoltre dopo ripetute sollecitazioni, l'impianto perde di efficacia, verificandosi il fenomeno del fading; a parte questo difetto, in condizioni normali gli spazi di arresto sono discreti, a patto di non far bloccare le ruote (vista l'assenza dell'ABS). Un altro neo di della 106 è il cambio tipicamente "francese", con inserimenti imprecisi e contrastati a freddo, mentre la corsa della leva è lunga; le 5 marce sono ben spaziate, anche se la 5° è piuttosto corta. La frizione, invece, non è particolarmente leggera, anche se è affidabile, infatti è ancora quella originale dopo 147.000 km. A titolo informativo, tutte le 106 hanno un difetto di fabbricazione relativo alle sospensioni posteriori, infatti la torsione della sospensione stessa provocava un fastidioso gioco del retrotreno che si notava nei percorsi misti.
La comprerei o ricomprerei?
Eccezione fatta per i pochissimi difetti che abbiamo riscontrato, è veramente una vettura gloriosa, che ci da molte soddisfazioni e sono fiero di aver avuto la possibilità di guidare un'auto di altri tempi.
Peugeot 107 1.0 12V 2-Tronic Plaisir 3p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
3
0
VOTO MEDIO
2,0
2
3
Aggiungi un commento
Ritratto di TheStig_97
6 aprile 2015 - 17:24
Davvero un'ottima prova dettagliata, ma voglio avvertirti che l'auto che hai provato è una 106, non una 107.
Ritratto di cristian96
7 aprile 2015 - 16:07
Grazie mille, ma è la redazione che ha sbagliato a impaginare la mia prova, perché quando l'ho scritta i dati del modello li ho messi giusti. Comunque ti ringrazio di averlo notato. P.S.: se la redazione fosse tanto gentile da correggere l'errore ne sarei grato.
Ritratto di bluspazioprofondo
7 aprile 2015 - 19:44
Grande auto, per me la 107 sarebbe dovuta essere un bell'aggiornamento estetico e meccanico della 106, che continua ad essere una delle più belle A di tutti i i tempi.
Ritratto di cris25
8 aprile 2015 - 14:57
1
l'ho provata tempo fa, se non erro era del '99 anch'essa nell'allestimento Open. Che dire, estremamente facile da guidare, leggera, pratica e senza inutili sfarzi all'interno, mi ha lasciato un bel ricordo. La prova mi piace, perciò bravo!!!
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 17.900 a € 26.550
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.120 a € 33.870
  • Peugeot 108
    Peugeot 108
    da € 11.850 a € 15.050
  • Peugeot 5008
    Peugeot 5008
    da € 28.100 a € 41.600
  • Peugeot 3008
    Peugeot 3008
    da € 26.450 a € 39.200

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • Al Salone di Parigi dell’ottobre 1986 la Peugeot presentò la versione più potente dalla sua best seller, la 205 1.9 GTi. Questa berlinetta sportiva erogava 130 CV e si affiancava alla versione 1.6 GTi che di cavalli ne aveva 115. Per il lancio commerciale fu realizzato uno spot di grande impatto, che si ispirava alle acrobazie dei film di James Bond.

  • Più bassa e corta, la nuova Peugeot 508 SW ha un look grintoso (anche all'interno) e una carrozzeria che strizza l'occhio ai papà sportivi. Qui per saperne di più.

  • Il gruppo PSA illustra il funzionamento di telecamera e radar, due apparecchi alla base dei sistemi di assistenza alla guida (Adas, Advanced driver assistance systems).

Peugeot 107 usate