Renault Wind 1.2 TCe Wave Edition

Pubblicato il 10 gennaio 2016

Listino prezzi Renault Wind non disponibile

Ritratto di Flavio Pancione
alVolante di una
BMW Serie 1 125d Msport Steptronic 5 porte
Renault Wind
Qualità prezzo
2
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
2
Confort
2
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
3.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
Ultimamente in garage c'è movimento. La storica auto di casa, in gergo familiare "la macchina di mamma" è davvero vecchiotta, ed è ora che ci lasci. Trattasi di una Cinquecento Sporting del 97 che è stata sostituita dall'auto che vedete. Sarò diretto, è stata super-criticata ed è stata un flop commerciale per tante ragioni più o meno valide, tuttavia non me n'è potuto fregar di meno perchè a me, piace. Da sempre trovavo simpatica e bizzarra la linea muscolosa e l'indubbia originalitá. Nell'atto pratico serviva un'auto piccola: mia sorella a breve sará patentata desiderava un'auto "diversa" e sará quindi contenta di guidarla appena può mentre l'utilitaria può farla benissimo così anche mia madre può esserne soddisfatta. Insomma probabilmente l'unica che ha messo d'accordo 3-4 teste. Aimè non era il caso chiuderle in una GT86 o "peggio" ma sono contento lo stesso. Ha due posti secchi ma non ne servono di più visto le altre auto e motocicli in casa. Detto questo, per chi non l'ha mai vista in giro, posso assicurare che è meglio del previsto, è davvero una voce fuori dal coro ed è in pieno una baby-targa che permette un risparmio di peso, che fa sempre comodo, nella struttura del tetto rigido apribile con un tasto, è più un hardtop infatti, piuttosto sottile. La mia è una wave edition, una delle ultime prodotte.. con una dotazione che potrebbe far impallidire auto più grandi: sedili in pelle, cd, aux, usb-mp3, clima automatico, regolatore di velocitá, connessione bluetooth ed anche i sensori di parcheggio, pioggia e crepuscolare. I cerchi in lega da ben 17 pollici gommati 205-40 le donano molto rendendo la fiancata piu leggera. Insomma, sono andato diretto sulla Wind, non dovevo fare altro che cercarla. Devo dirlo: in giro questo mesetto ho assistito a bizzarre vicende, come persone che ho trovato con la testa nel finestrino per guardarla meglio, commenti vivaci, ma anche molti di apprezzamento magari per la totale non saputa esistenza di questa Renault. E anche tante domande quando mi incontrano...
Gli interni
Saltati dentro, ci si trova su due belle comode poltrone di pelle avvolgenti con profilatura molto sportiva e poggiatesta integrato, le cuciture sono in contrasto e la pelle è anche su parte della portiera. La plancia è fondamentalmente un pezzo di plastica con una rifinitura a quadretti, con alcuni inserti in nero lucido e metallo; ma per quanto criticata non risultando scricchiolante non ne farei un dramma. Questo motivo a quadretti che ricorda la bandiera a scacchi è praticamente ovunque: su plancia, pedialiera e addirittura sulle gomme. La pedalierá è di metallo così come la leva del cambio, mista con pelle e cuciture bianche; il volante di buona qualitá è completamente in morbida pelle con porzioni "bucherellate". Dettagli molto belli sono anche i tappetini personalizzati, con bordi rossi e cuciture bianche che richiamano i particolari nell'abitacolo. Non male la strumentazione circolare con una palpebra nera lucida fin troppo efficace contro la luce del sole. Le bocchette di aerazione centrali sono integrate e nascoste tra la plancia , le altre sono ai lati, in compenso il tutto rende molto leggero e piacevole il design della plancia. Stupisce come detto la dotazione, senza fronzoli ma da "grande" : clima automatico, mp3, aux, caricatore cd, insomma tutto il necessario per vivere questa piccola auto senza rinunce. Qualche difetto molto marginale posso trovarlo nei comandi della radio mp3, tutti molto piccoli.
Alla guida
Cosa abbiamo quindi sotto il sedere? Un 1.149 cc con un centinaio di cavalli e qualcosa a 5.500 giri e 152 nm a 3.000 giri, "addirittura" in overbost si guadagnano 5 cavalli e 6 nm. L'auto è parente alla Twingo, ma di quella rivista dal reparto RS, e difatti le sospensioni sono quelle, il telaio è rinforzato per avere un ottima rigiditá torsionale e si vede, letteralmente perchè nel vano bagagli grandicello si notano le barre di rinforzo. I dischi e le pinze dei freni sono prelevati di sana pianta dalla Megane e la Laguna e davanti si arriva addirittura a un dischi di 280 mm. Per lo sterzo hanno "copiato" lo stesso rapporto di demoltiplicazione della Clio RS (III). Questo puzzle assemblato pesa poco più di 1.100 kg. Ma nell'atto pratico quindi, come va? Molto molto bene. Lo sterzo mi ha stupito per rapiditá e la precisione, più che altro non me lo aspettavo così buono. Con pochi gradi di sterzo si percorrono traiettorie molto allegramente perchè la vettura è bella piatta e la tenuta laterale è aiutata dalle grosse gomme, il sottosterzo è davvero poco ed è piuttosto semplice allargare il retrotreno al rilascio o nelle decise entrate in curva, prontamente digerite dal telaio con reazioni composte e piatte dato il reparto sospensioni molto secco e rigido. Insomma sia chiaro, non è una raffinata sportiva ma cosa ci manca? È reattiva, è agilissima perchè è minuscola, telaio e sterzo sono ok, quindi è molto facile divertirsi senza strafare. Anche i freni ci aiutano, decisamente potenti, con un pedale dal feeling niente male, bello solido quando si inizia a frenare sul serio e vicino al pedale del gas per arrivarci con la pianta del piede. Qualcosa di meno preciso può essere il cambio, ma, per fortuna non abbiamo i classici disastri francesi, anzi è bello netto e conciso negli inserimenti ma non ben contrastato, la frizione è leggera e stacca bene. Questo insieme dimostra che in un percorso con un pò di curve l'auto non ci abbandona, per fortuna infatti non si notano fastidiosi e inefficaci trasferimenti di carico, noti nelle "senza tetto". Anzi tutto l'andazzo della meccanica e della carrozzeria in veste "targa" a mio parere è decisamente intelligente, soprattutto in questi segmenti dove studi approfonditi sui pesi e i telai non se ne fanno. Ad ogni modo, non vi ho parlato della posizione di guida: non è propriamente raso terra ma comunque si assume una postura piuttosto distesa perchè l'auto è comunque bassina, si sta molto comodi e a me, che sono "difettoso" per quanto riguarda la posizione di guida, non dispiace. Detto questo, devo rilevare che nonostante le dimensioni non è una cittadina, io non abito in grosse cittá e il problema è relativo ma la visibilitá è davvero scarsa. Insomma, dietro non si vede nulla dalla minuscola vetrata, ai lati a tetto chiuso è anche complicato e in sostanza si è così incastrati nella carrozzeria che da dentro sembra più grande di quel che è. Anche le sospensioni in cittá non aiutano perchè non essendo certo raffinate, sono molto efficaci in curva ma classicamente rigide sullo sconnesso. Tuttavia l'abitacolo sportiveggiante con le poltrone, il lunotto dietro che mostra le gobbette e l'alettone rendono l'esperienza a spasso con questa piccola molto simpatica e diversa dal solito. Inutile far notare che a tetto aperto è tutto molto più bello, salendo in un paese in montagna il sound è anche più deciso, il turbo-aspirapolvere si sente meno e lascia spazio al sound-motore. Parliamone quindi di questo motore e posso dire che è azzeccato per la macchina, è tranquillo ai bassi ed è quindi fluido consumando facilmente poco. Nonostante ciò ho trovato giusto il piccolo turbo in aiuto, sono quei turbo che non danno coppia anzi, non danno elasticitá, ma danno l'obbligo di tirare le marce che da quindi qualcosa da fare in un po di curve, infatti non si spegne sopra i 5.000 giri ma anzi è li che comincia fino ad un limitatore (intelligente e variabile: a freddo non permette di tirarla troppo) un po preventivo ma dal classico bel ticchettio a gas spalancato. Tant'è comunque le prestazioni non mancano e la leggerezza assicura un buono sprint staccando belle prestazioni numeriche: per i 100 all'ora sui 10 secondi poco più e per punte di tachimetro di oltre 200 km orari.
La comprerei o ricomprerei?
Che sia stata un flop di vendite è chiaro e scontanto, motivi: costosa - due posti secchi - marchio. Che venga snobbata a priori, è un'altro paio di maniche, quindi parliamone. Allora, si guida in generale molto bene ed è studiata con una certa attenzione alla sportivitá e i costi di gestione sono da utilitaria. È sicuramente originale e non ha niente di giá visto, con soluzioni interessanti per il tetto rigido. A questo punto possiamo solo chiamare in causa le concorrenti più note: 500c, mini cabrio o rodster, 207cc e tigra. La 500c passi, non è una vera cabrio. La mini cabrio ha il tetto in tela, è rumorosa ma è l'unica che spicca seriamente per la guida. La tigra..ha una linea anziana. La Peugeut non ha studiato il tetto rigido bene come Renault, tanto è pesante si notano variazioni di assetto tra chiusa e aperta. Questa sintesi è giusto per far capire che la Wind non è (era) assolutamente indietro alle concorrenti. Altro fattore ,nella maggior parte dei casi è da considerarla sicuramente "3 macchina". Insomma un acquisto non razionale ma "sfizioso" , "per cambiare". Se dobbiamo parlare di prezzo, praticitá e confort è inutile aprire il discorso, si pensi ad altri tipi di auto.
Renault Wind 1.2 TCe Wave Edition
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
1
5
2
3
VOTO MEDIO
3,3
3.29412
17
Aggiungi un commento
Ritratto di Vespa Primavera
20 gennaio 2016 - 11:59
Però la sorellina non potrà guidarla subito visto che ha 100 cavallini :D L'auto l'ho vista in giro qualche volta ed è senza dubbio originale ma non la prenderei perché è troppo piccola, ad averci i soldi punterei sulla mini cabrio o sulla mx-5 anche se quest'ultima dovrei chiudere un occhio su un paio di cosette...
Ritratto di Flavio Pancione
20 gennaio 2016 - 12:30
7
Doveva essere piccola. Tanto come ho scritto non c'è nessuna necessitá di spazio, ne di praticitá . il tetto rigido anche è una bella comoditá in questi tempi di neve, e io comunque pretendevo una guida decente. In fin dei conti si è rilevata l'unica. Io come giocattolo avrei voluto sicuramente una GT86 anche usata altro che Mini che la hanno un po tutti :) ma per questioni familiari facilmente intuibili abbiamo lasciato perdere. Comunque sono acquisti non razionali, non si tratta di quale è migliore o peggiore e infatti l'unica che avevo preso seriamente in considerazione era proprio la Mini cabrio ma devo dire la veritá ho trovato più fuori dal coro questa Wind. Per la mx5, mi piace ma non troppo e o si andava su esemplari datati o sul nuovo c'erano un po gli stessi problemi per la GT86, una TP per una ragazza decisamente non appassionta potrebbe essere meno intuitiva. Almeno secondo l'idea di mio padre.
Ritratto di Vespa Primavera
20 gennaio 2016 - 12:51
Lo spazio mi serve semplicemente... per starci comodo, nella wind non ci sto di sicuro xD Cmq per cominciare a guidare va benissimo un'auto semi-nuova con TA, anche se il limite di 95cv al primo anno, ti costringe a guidare altro
Ritratto di Flavio Pancione
20 gennaio 2016 - 12:54
7
Ah mi sembra di ricordare che sei alto. Comunque mio cugino che ha voluto provarla di 193 cm ci entra ahah , purtroppo nella categoria lo spazio non è mai il massimo
Ritratto di Vespa Primavera
20 gennaio 2016 - 16:36
Ma col tetto aperto o chiuso? xD Cmq quanto è costata?
Ritratto di Flavio Pancione
20 gennaio 2016 - 17:28
7
Meglio chiuso qui nevica. Comunque questa è una km0 un impresa trovarla più nuova possibile e ovviamente è stato possibile solo tramite i canali ufficiali Renault. È abbastanza rara in italia, se non erro ne sono state vendute solo 500 qui. Per cui, dal listino credo che a occhio un quasi 40 percento di risparmio ci è ovviamente stato ;) peccato introvabile la gordini con quel bel blu.
Ritratto di Flavio Pancione
20 gennaio 2016 - 17:29
7
Per non parlare del 1.6 aspirato
Ritratto di Vespa Primavera
20 gennaio 2016 - 17:31
A questo punto c'era la twingo RS, chissà se la rifaranno.
Ritratto di Flavio Pancione
20 gennaio 2016 - 17:39
7
In che senso a questo punto?
Ritratto di Vespa Primavera
20 gennaio 2016 - 17:41
Punto = stesso motore e prezzo, scusa.
Pagine
listino
Le Renault
  • Renault Koleos
    Renault Koleos
    da € 36.350 a € 44.900
  • Renault Mégane Sporter
    Renault Mégane Sporter
    da € 21.750 a € 34.450
  • Renault Mégane
    Renault Mégane
    da € 20.750 a € 37.250
  • Renault Twingo
    Renault Twingo
    da € 11.350 a € 17.150
  • Renault Kadjar
    Renault Kadjar
    da € 21.350 a € 28.500

LE RENAULT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE RENAULT

  • Mascherina più pronunciata, paraurti rivisti e corretti. Nuove luci diurne a “C”, a led come fendinebbia e i fanali. Ecco, tre anni dopo il suo debutto, la nuova Renault Kadjar.

  • Il prototipo Ez-Pro della Renault è furgoncino con l'autopilota, che arriva a destinazione da solo a tutte le ore del giorno. Qui per saperne di più.

  • La Renault Arkana è una suv con linee grintose e una sagoma laterale da coupé. Arriverà nel 2019 su vari mercati mondiali. Qui per saperne di più.