Toyota Yaris 1.5 HSD Cool

Pubblicato il 20 novembre 2015
Qualità prezzo
2
Dotazione
3
Posizione di guida
1
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
2
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ho acquistato l'auto in quanto cercavo una vettura benzina automatica senza dover sostenere consumi da petroliera. Praticamente l'ibrido era l'unica alternativa, anche perchè non volevo auto con cambio pilotato o robotizzato.
Gli interni
Si nota lo sforzo ed il risultato rispetto alle precedenti Yaris. Ora ci sono materiali morbidi sulla plancia e sui fianchetti porta ed anche i tessuti dei sedili sono resistenti. Lo spazio è buono per 4 persone ed anche il bagagliaio è adeguato. Purtroppo la qualità degli assemblaggi è molto scarsa, già dopo pochi mesi sono iniziati scricchiolii dal cruscotto, molto fastidiosi. Inoltre ci sono delle ingenuità progettuali inspiegabili su una Toyota. Per esempio è illuminato il correttore assetto fari ma non i comandi sul volante, la radio ha colorazione verde mentre tutta la strumentazione l'ha azzurra, le alette parasole non hanno lo specchietto lato giuda. Insomma mi aspettavo di più dal marchio giapponese. So bene che si tratta di una utilitaria ma sono salito su vetture come Punto Evo, Clio, ecc e mi sono sembrate più curate. Per non parlare di Polo. Spendo solo due parole sul posto guida, io sono piuttosto alto e non mi siedo in posizione corretta. Il volante è regolabile in profondità anche ma con scarsa escursione. Praticamente guido col volante tra le gambe.
Alla guida
Diciamo che la tecnologia ibrida e la sua applicazione meritano il massimo dei voti. Si vede tutta l'esperienza maturata da Toyota in questo ambito in tema di gestione del sistema e suo funzionamento. Si può decidere di guidare senza pensarci, consumando poco oppure guidare cercando di sfruttare il sistema al meglio, consumando pochissimo davvero. Io arrivo a fare oltre 25km/l ma c'è chi fa anche meglio. Detto questo occorre anche sottolineare che il piacere di guida puro non è da trovarsi in questa vettura. Per via della natura stessa dell'ibrido e per il tipo di trasmissione (eCVT) non si può parlare di piacere di guida. Bisogna parlare di guida in relax, nel silenzio, nella fluidità ma non certo di guida appagante nel senso puro del termine. Intendiamoci, 100cv ci sono e si sentono pure quando serve, grazie allo spunto elettrico si ha un bello scatto e senza indecisioni. Se si pensa ad una guida fatta di riprese, scalate di marcia, ecc non è il caso di acquistare questa vettura.
La comprerei o ricomprerei?
Considerato tutto non la ricomprerei. Ok il consumo da record ma ci sono troppi punti oscuri che mi fanno ripensare alla scelta fatta. Attenzione, boccio Yaris come prodotto ma non la tecnologia ibrida.
Toyota Yaris 1.5 HSD Cool
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
2
1
1
0
VOTO MEDIO
4,1
4.125
8
Aggiungi un commento
Ritratto di cris25
1 dicembre 2015 - 17:33
1
Prova onesta e, anche se breve, piacevole. L'auto non mi ha mai fatto girar la testa, soprattutto dopo il restyling; preferivo di gran lunga le serie precedenti, soprattutto la prima, a mio avviso la più riuscita. Saluti :)
Ritratto di MASSIMO69
2 dicembre 2015 - 16:25
Io ho la seconda serie e mia moglie la prima, questa Yaris rimane un capolavoro di tecnologia ma le serie precedenti erano fatte meglio con più accessori. Mi dispiace che questa serie sia stata completamente rivista.
Ritratto di MAXTONE
3 gennaio 2016 - 12:13
L'utilitaria definitiva. In questa versione ovviamente, la vera regina della città/extraurbano. Approfitto di questa sede per fare una precisazione sulla trasmissione, ancora oggi, troppo spesso definita "da scooter" o addirittura erroneamente CVT: L'acronimo E-CVT (electronic continuously variable transmission) non ha nessun nesso con il conosciuto CVT (montato in passato per esempio da Y10 e dalla stessa Yaris 1° generazione), la quale utilizzava una cinghia metallica e due pulegge a diametro variabile per trasmettere la coppia alle ruote. La Trasmissione a Variazione Continua si ottiene invece gestendo in maniera elettronica appunto le sinergie tra il planetario di ingranaggi, il motore termico e i due motori elettrici (uno propulsivo e uno rigenerativo). Vorrei fare i miei complimenti a te e a tutti gli utenti che hanno dato fiducia a Toyota, sostenendola psicologicamente e finanziariamente anche agli albori dell'ibrido, ai tempi del "diesel a tutti i costi". Il tempo ha dato ragione a Toyota e tutti gli altri costruttori si sono trovati nella condizione di doverla inseguire (con risultati ancora oggi dubbi!).
Ritratto di Attilio1969
22 ottobre 2016 - 09:20
Bella e perfetta per guida in relax e silenzio,al semaforo senti il rumore delle altre auto e non della yaris (active), consumi? 23-24 km/l per farne di più serve mr magoo, invece consuma meno l'auris (altra auto di famiglia) manca il bracciolo centrale e sì dopo 6 mesi scricchiola il cruscotto. Peccato la rigidità sugli accessori, non si può avere il cruise senza i cerchi in lega (devastanti per i rally cittadini di Roma) e tutto sommato le luci a led potevano metterle di serie. Per il motore elettrico un po' troppo poca la potenza. Pessimo il sistema mirror link, che ha funzionato con un vecchio S3 samsung fino al tagliando, aggiornata la centralina non ci sono versi di farlo funzionare, una fregatura vera e propria per la quale non so se le ridarei fiducia (con quel che costa) non puoi dire che ci posso connettere il telefono e poi non funziona se non con un telefono uscito 6 anni fa...dicono con l'S2 funzioni...ma dove lo trovi un S2? anche in modalità Bluetooth scordatevi le icone dei vostri brani o dei contatti in rubrica (scomodo chiamare dallo schermo, fai prima dal telefono)...e il passaggio nelle varie modalità audio con i comandi al volante è più le volte che non funziona che quelle che va...bisogna passare al bluetooth dai comandi sullo schermo! Il sedile posteriore scorrevole sarebbe un gran comodo per un'auto destinata ad avere a bordo una o due persone e con la quale vai a fare la spesa. Anche una presa di alimentazione posteriore ed una anteriore un po' più alta e quindi vicina al parabrezza (dove con supporto a ventosa, non fornito, matti il telefono) e che non ti faccia litigare tra i fili e il cambio non sarebbe stata male come una copertura per il vano porta-oggetti. Ridicolo il finestrino destro che non ha la salita/discesa con un solo tocco come quello sinistro (parliamo di un interruttore da 2 €) e l'apertura/chiusura dei finestrini non disponibile da telecomando di chiusura dell'auto per non parlare di quelli posteriori a manovella. Altro grande difetto gli oggetti che finiscono sul pianale posteriore passano tranquillamente sotto il sedile col rischio di finire dritti sotto il pedale del freno: PERICOLOSISSIMO! la verità è che se vuoi un ibrida-elettrica con cambio automatico quest'auto ha praticamente il monopolio del segmento B. Un voto appena sufficiente mediando tra la parte motoristica eccellente, ma la parte tecnologica/abitativa insufficiente tendente allo scarso.
listino
Le Toyota
  • Toyota Prius
    Toyota Prius
    da € 29.500 a € 41.650
  • Toyota Prius+
    Toyota Prius+
    da € 32.750 a € 36.050
  • Toyota C-HR
    Toyota C-HR
    da € 25.150 a € 34.500
  • Toyota Land Cruiser
    Toyota Land Cruiser
    da € 41.850 a € 69.450
  • Toyota Rav4
    Toyota Rav4
    da € 35.300 a € 38.300

LE TOYOTA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE TOYOTA

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova media a cinque porte sarà nelle concessionarie da marzo 2019.

  • Per l’erede della Auris la Toyota rispolvera un nome storico: Corolla. La nuova versione station wagon si chiama Touring Sports e sarà nelle concessionarie da marzo 2019.

  • La Toyota Rav4 adotta una stile squadrato che ne enfatizza la grinta e cresce molto in termini qualità degli interni e dotazioni di sicurezza.