NEWS

Sette utilitarie a confronto

29 maggio 2015

Le “quattro metri” offrono tanto, a buon prezzo. Ne abbiamo messe a confronto sette, scelte fra le più agguerrite.

Sette utilitarie a confronto
ARMONICA MISCELA - Basta dare uno sguardo al passato per rendersi conto di quanto sia cambiato il concetto di utilitaria. Non più veicoli che imponevano rinunce e sacrifici: negli ultimi anni le “4 metri” hanno sviluppato un’armonica miscela di qualità apparentemente inconciliabili. In dimensioni compatte offrono, infatti, un soddisfacente spazio interno, hanno prestazioni di tutto rispetto prodotte da motori piccoli ed economi, e, pur costando cifre ragionevoli, offrono una dotazione sul fronte del comfort e della sicurezza da fare invidia a modelli di categoria superiore. 
 
ADATTE A TUTTA LA FAMIGLIA - Oltre a tutte queste prerogative, i sette modelli del nostro supertest (GUARDA IL VIDEO QUI SOTTO) offrono facilità di guida e tanta praticità. Tutti hanno sobri motori turbodiesel con cilindrate fra 1,3 e 1,6 litri e potenze fra 90 e 99 CV, ma soprattutto con consumi effettivi (da noi verificati) davvero bassi, dell’ordine di 18-19 km/litro. Si tratta, insomma, di vetture buone per ogni situazione, in grado di soddisfare le esigenze di tutta la famiglia. Interessante il confronto fra la proposta più nuova del lotto (la Hyundai i20) coi modelli più collaudati e diffusi: dalla tondeggiante Citroën C3 alla grintosa Ford Fiesta, dalla quasi monovolume Lancia Ypsilon alla sportiva Renault Clio, dalla sobria Toyota Yaris alla “sostanziosa” Volkswagen Polo
 
PIÙ DOTATA O PIÙ PRESTANTE? - Citroën C3 e Hyundai i20, entrambe nell’allestimento più ricco, hanno i prezzi di listino più alti del lotto, e in effetti risultano bene equipaggiate di serie. Oltre alla dotazione ormai praticamente di base per tutte (6 airbag, controllo di stabilità, cristalli elettrici, cerchi in lega leggera, climatizzatore, cruise control, radio/cd/mp3/Aux e sensori di parcheggio posteriori), la prima aggiunge il parabrezza panoramico Zenith, mentre la seconda mette sul piatto la garanzia di 5 anni e il motore con omologazione Euro 6 (come la Volkswagen Polo), quando le rivali sono ancora Euro 5. Come da tradizione, al termine della prova tutte le contendenti sono state sottoposte ai nostri usuali rilevamenti: la C3 è risultata la più veloce e meglio frenata, la Ypsilon la più scattante e vigorosa, mentre la Clio ha svettato nell’economia, spuntando i consumi più bassi.
VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
29 maggio 2015 - 18:05
3
Il settore che va per la maggiore qui in Italia offre una serie di macchine che non hanno niente da invidiare a concorrenti di categoria superiore. La mia preferita rimane sempre la Polo (è la mia macchina attuale) perché semplicemente mi offre di più rispetto alle rivali ed ha una cura nei dettagli che non si trova in nessuna altra utilitaria, cosa che a mio parere fa sorvolare una linea semplice ma comunque ben fatta. Come linea mi piace molto la Fiesta. Interessante la i20 che ha permesso alla Hyundai di fare un bel salto in avanti in tutti gli ambiti della vettura. Quella che mi piace di meno è la Clio, ha una linea che non sopporto (secondo i miei gusti) e poi l'abitacolo ha materiali abbastanza scadenti, in compenso ha una guida molto sportiva. Con la Yaris vai sul sicuro, visto che si parla di una giapponese con un'affidabilità elevata e poi è l'unica del Segmento B che offre una versione ibrida. La C3 non la disdegno ma sentendo persone che la possiedono non è il massimo come materiali utilizzati (quasi tutti avvertono scricchiolii dopo poche migliaia di chilometri). La Ypsilon è un auto apprezzata per lo più dal pubblico femminile, a me non piace molto, come qualità non svetta ed ha un prezzo di listino elevato rispetto a quello che offre.
Ritratto di raaffo79
30 maggio 2015 - 01:20
ed un motore (1.3 multijet) da veicolo commerciale
Ritratto di PongoII
30 maggio 2015 - 13:17
7
Sinceramente io (insieme a molti altri) ho sempre considerato il propulsore da te relegato alla mera sfera dei veicoli commerciali come una "pietra miliare della motoristica", traslato addirittura dalla Opel nel periodo di partnership con Fiat. Probabilmente la mia definizione potrebbe risultare altisonante e, per taluni, fuori luogo. Fatto sta che, personalmente, le auto "aziendali" spinte da tale motore che ho guidato (Grande Punto e Panda) non mi sono sembrate male (a differenza della G.Punto col 1.2. a benzina); a livello di mercato, poi, è un propulsore collaudato che è sulla breccia da tempo e contribuisce in parte, sempre secondo me, a tenere a galla le vendite FCA. L'unico mezzo commerciale che ho guidato (Qubo 75 cv) col vituperato motore mi è sembrato, al contrario, "fiacco", tanto che viene anche offerto e consigliato in declinazione 95cv. Per una Y, in conclusione, credo che il motore non sia il problema maggiore, piuttosto il rimanere orfana di (Casa) Madre, ma è un'altra storia. Tanto per partecipare al topic, dichiaro che il segmento non mi interessa, ma che trovo interessante l'offerta ibrida di Toyota, pluricollaudata la "classica" Polo ed accattivante sotto vari aspetti l'altra evergreen Fiesta. Ciao e buon f.s.
Ritratto di jodel_ricola_rulez
1 giugno 2015 - 02:29
1) I motori benzina della Y sono tutti omologati Euro 6 2) Gli allestimenti della Y sono ricchi e non hanno nulla da invidiare alla concorrenza. 3) Il marchio Lancia non è un marchio generalista.. Detto questo non capisco il senso di questo articolo.. Forse quello di buttare nella mischia delle generaliste un modello della Lancia, evitando cosi di mettere tra le generaliste uno pseudo marchio di cartone come la DS (DS3)... ?
Ritratto di PongoII
1 giugno 2015 - 08:33
7
1) Ho risposto a chi ha definito il 1.3 mjet un motore da veicolo commerciale; 2) non ho parlato del prodotto Y; 3) non ho dato del generalista semmai del morituro al marchio Lancia; 4) chi ha mai citato la DS??? Pertanto, trollatore maledetto, o commenti senza rispondere a chicchessia o ti sottoponi ad un TSO per abuso di erbe (e non ricola)...
Ritratto di jodel_ricola_rulez
1 giugno 2015 - 10:41
Il mio era solo un modo di completare il tuo discorso inerente le altre incongruenze implicite di questo articolo. Ti assicuro che la mia non era una critica nei confronti del tuo commento.
Ritratto di PongoII
1 giugno 2015 - 11:02
7
Anche se era ampiamente palese... desideravo precisare. Per evitare fraintendimenti avresti potuto postare senza rispondere a nessuno... Ok, cmq. Alla prox e buona giornata.
Ritratto di jodel_ricola_rulez
1 giugno 2015 - 11:22
Buona giornata anche a te.
Ritratto di erminio82
2 giugno 2015 - 01:55
Ma che gli rispondi a fare a quello.... non sa nemmeno di cosa sta parlando e per giunta lo scrive anche male! (mutijet? WTF?) Quello non sa nemmeno cosa siano i mitici 1.2 Fire. Motori sicuramente spartani ma IMHO sono da sempre universalmente riconosciuti come motori INDISTRUTTIBILI. Evidentemente il tipo preferisce i frullini della VW piuttosto che i motori seri! Poi la sparata dove dice che 1.3 Multijet è l'unico motore (diesel) che mantiene a galla la Fiat è semplicemente ASSURDA.
Ritratto di PongoII
2 giugno 2015 - 08:15
7
Guido da quando te la facevi ancora nei pantaloncini corti, e il 1.2 Fire l'ho visto nascere, oltre averlo guidato. Che le vendite diesel siano maggiori (almeno in determinati segmenti) è infatti un'assurdità... Lo è piuttosto l'affermazione del tutto priva di qualsiasi base logica che io parteggi per VW. Ed ovviamente TUTTI i commenti sono "IMHO", quindi denigrarli a prescindere fa capire come mai alle 2 di notte un 33enne stia a postare sul sito... R.Y.ALONE?
Pagine