Alfa Romeo 147 1.9 JTD 120 CV 5 porte Progression

Pubblicato il 5 settembre 2019

Listino prezzi Alfa Romeo 147 non disponibile

Ritratto di 1893_1990
alVolante di una
Renault Grand Scénic 1.5 dCi 110 CV Intens EDC
Alfa Romeo 147
Qualità prezzo
3
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.0833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
È stata la prima auto acquistata dopo che a 20 anni ho iniziato a lavorare, prezzo di acquisto 10.000€ presso il concessionario dove lavora un mio parente per un esemplare usato con 30.000km all’attivo e tre anni di vita. Ero innamorato fin da bambino delle sue linee.
Gli interni
In generale i materiali erano molto buoni e su alcuni componenti superiori alla Giulietta di oggi (maniglie che si rompono con facilità per esempio), il cruscotto era sportivo ma completo di informazioni utili e per i tempi era sicuramente più moderno di altre autovetture, la mia aveva i sedili sportivi che trattenevano benissimo il corpo nelle curve importanti ed erano anche sufficientemente comodi per i lunghi tragitti. L’unica caduta di stile erano le plastiche dei comandi dei finestrini e delle manopole del clima (il mio era manuale e valido) che tendevano a formare una patina appiccicosa soprattutto con il caldo; altra caduta di stile erano le manovelle manuali per i finestrini posteriori che stonavano con l’allestimento soprattutto per un auto che da nuova costava sui 25.000€. Bagaglio era sufficientemente capiente per un auto con doti prevalentemente sportive.
Alla guida
Come essere su due binari in qualsiasi condizione meteo pioggia, neve e ghiaccio non la spaventavano, con la trazione anteriore e grazie all’assetto basso non ho mai avuto difficoltà. Il motore ne aveva sempre ed il consumo medio si attestava intorno ai 17,5 km/L non male per un’auto con una motorizzazione elevata e solo 5 marce, proprio questo era un po’ una delle pecche della Musona perché la sesta ci sarebbe stata benissimo ed avrebbe aiutato in allungo e nei consumi. Altra pecca era la frizione che era veramente dura e stancante nella guida urbana e nelle code tanto che mia moglie la guidava mal volentieri e proprio su quest’ultimo avevo dovuto spendere dei soldi per la rottura di un tirante a circa 90.000km (per fortuna ho un ottimo meccanico di fiducia). Per tutto il resto ha sempre avuto un comportamento sicuro, preciso e che con un sterzo che sinceramente aveva una precisione che faccio fatica tutt’oggi a ritrovare su auto più moderne e lo dico con certezza perché ne ho guidate parecchie e di diversi marchi ma d’altronde si sa che le Alfa in questo non hanno rivali.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente sì ripeto a parte quel inconveniente citato non ha mai dato noie ed i costi di gestione erano ragionevoli l’unica pecca delle auto del marchio Alfa è che purtroppo perdono valore facilmente rispetto ai modelli tedeschi anche se forse oggi con Giulia e Stelvio il gap è migliorato parecchio, comunque la 147 era un’autoy giovanile che mi ha portato in giro per l’Italia senza difficoltà e visite ricorrenti dal distributore nonostante l’utilizzo sportivo specie in autostrada dove dava il meglio di se. Comunque la vecchia Musona circola ancora e sicuramente farà ancora moltissima strada nonostante l’avessi venduta con 100.000km all’attivo.
Alfa Romeo 147 1.9 JTD 120 CV 5 porte Progression
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
0
1
0
1
VOTO MEDIO
3,5
3.5
4
Aggiungi un commento
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 40.000 a € 86.500
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 24.600 a € 33.950
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 47.500 a € 96.600

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • Per i suoi 110 anni l’Alfa Romeo ha presentato al museo sportivo di Arese la versione più pepata della sua berlina e ha mostrato le sale dell’esposizione non accessibili al pubblico.

  • In questo video la presentazione delle Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 ad opera dei manager che ne hanno seguito lo sviluppo. Qui per saperne di più.

  • La GTA è la variante ancora più sportiva della Giulia Quadrifoglio: pesa 100 kg in meno e ha 30 CV in più. “Estrema” nelle linee, c’è anche in versione GTAm, con due soli posti e ulteriori alleggerimenti. Qui per saperne di più.