Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo 210 CV Super Q4 AT8

Pubblicato il 30 novembre 2018
Ritratto di Lucapn89
alVolante di una
Peugeot 308 1.2 PureTech Turbo 130 CV GT Line
Alfa Romeo Stelvio
Qualità prezzo
3
Dotazione
3
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
4
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.25
Perché l'ho comprata o provata
L’auto in questione non è mia (magari lo fosse, è il mio sogno) ma è quella del padre del mio amico, motorizzazione 2.2, 210 cv, diesel, automatica Q4
Gli interni
si presentano come moderni, minimal ed eleganti, il generoso schermo digitale integrato perfettamente, gli inserti in legno grigio, i sedili in pelle neri, donano un interior design davvero accattivante ma al tempo stesso equilibrato. Bellissimo e distintivo il bottone di accensione posizionato sul volante, classico il quadro strumenti (ahimè non c’ è digitale nemmeno a pagamento) che da l’idea di un’ auto che vuole stare nel solco della tradizione, molto Bmw Style invece la leva del cambio. Capitolo tecnologia, il software e la velocità dell’infoteinment non sono al pari dei sistemi tedeschi, inoltre le proporzioni dello schermo (non molto sviluppato in altezza)sono un limitazione, ad esempio per la retrocamera, che risulta piccola e non definita, limitante che lo schermo non sia touch. Volante e leva del cambio hanno un ergonomia ed un’estetica davvero accattivante e personale, ben posizionato il comando infoteiment tra i sedili, così come la manopola del selettore DNA.; le finiture e alcune “attenzioni” non sono ancora al livello dei competitor Audi, Mercedes o Volvo, ma sono un salto in avanti incredibile rispetto a quello cui Alfa ci ha abituato negli ultimi anni. Capitolo abitabilità, direi più che buona, i sedili sono molto comodi e non troppo profilati, l’abitabilità è più che soddisfacente, mi sarei aspettato però un po’ più di spazio nel bagagliaio. Una critica, mi sento di rivolgerla ad alcune mancanze che un auto premium non può permettersi, ad esempio, le bocchette di climatizzazione posteriore, sono comandabili solo nella direzione della portata d’aria, da una macchina di questo livello mi sarei aspettato una regolazione autonoma dei flussi e della temperatura(non prevista nemmeno a pagamento); un’altra grande pecca la ritrovo nella mancanza di fari a led, siamo ancora ai bi-xeno, per carità molto efficienti, ma ci rendiamo conto tutti che sono un retaggio e un riciclo d una tecnologia ormai superata; un’altra grave pecca è rappresentata dall’assenza di una sim dati per potersi collegare ad internet.
Alla guida
un mostro, su tutto, non so che dire, l’auto migliore mai provata, sterzo perfetto, telaio che rasenta la perfezione, sospensioni (adattive) sorprendenti, avevo un controllo dinamico coinvolgente, appagante e addirittura sorprendente, mi sono “dimenticato” di guidare un SUV, il baricentro più alto rispetto ad un auto “normale” non si avverte. Il cambio ha delle cambiate fulminee, è davvero una saetta quando si passa il selettore su Dynamique, molto morbido invece quando il selettore è posizionato su Normal. Difetti vorrei trovarne, ma faccio fatica, il motore è sia scattante che morbido, dipende dalla pressione che si esercita sul pedale, questa unità permette di veleggiare in autostrada o di aggredire l’asfalto nel misto, frenata assolutamente top, lamento però la poca modulabilità, se non ci si fa l’abitudine si avrà una guida piuttosto nervosa negli start and stop. Insomma, sul handling nulla da dire, dove rimango perplesso è sul comparto tecnologico nello specifico sui sistemi di assistenza, il cruise adattivo lo trovo brusco nella decelerazione, il sistema di mantenimento corsia è composto da un avvisatore acustico e non vi è la correzione della traiettoria, oltretutto è anche molto fastidioso il beep dedicato; per la frenata di emergenza non saprei, perché non mi andava di provare a schiantarmi con auto da circa 60000 euro, non mia peraltro.
La comprerei o ricomprerei?
senza dubbio, è l’auto dei miei sogni, l’abbinamento di questo grigio, ai cerchi da 19, alle pinze freno gialle è davvero azzeccato, all’interno invece avrei preferito abbinamenti cromatici diversi. Per quanto riguarda il mio giudizio complessivo suggerisco di prendere senza dubbio quest’auto se si vuole una sensazione di guida superiore alle competitor, questa Stelvio coniuga il lato bello dei SUV (linea ed abitabilità)al“comportamento” di una berlina medio-grande
Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo 210 CV Super Q4 AT8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo 4C Spider
    Alfa Romeo 4C Spider
    da € 75.550 a € 81.600
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 43.200 a € 86.500
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 48.700 a € 96.600
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 24.600 a € 33.950

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • In occasione della presentazione della nuova livrea della monoposto Alfa Romeo che correrà il GP d’Italia, Antonio Giovinazzi ci ha raccontato che…

  • L'Alfa Romeo sorprende tutti e al Salone di Ginevra svela questa concept car che dovrebbe anticipare un prossimo modello di serie: si tratta di una suv di dimensioni compatte che potrebbe vedere la luce nel 2020.

  • L'Alfa Romeo 4C è una vettura senza compromessi, che ha riportato la passione nella gamma del Biscione in attesa dei modelli di grande serie, Giulia e Stelvio. A cinque anni dal suo debutto torniamo a guidarla e vediamo come ha retto al passare del tempo.