Alfa Romeo 159 2.4 JTDm Q-Tronic Distinctive

Pubblicato il 4 giugno 2010

Listino prezzi Alfa Romeo 159 non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
2
Confort
4
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.25
Perchè l'ho comprata o provata
L'auto è del mio papà che l'ha comprata nuova nel 2007. A differenza di come elencato sopra si tratta di una 2.4 JTDm da 200 cavalli con cambio manuale. Ho guidato quest'auto tantissime volte soprattutto quando dovevo fare lunghi viaggi o semplicemente la mia era fuori uso. Siccome la vecchia Mini lo era spesso, l'Alfa per un periodo diventò mia!
Gli interni
Sono un mixer ben riuscito di eleganza e sportività. La posizione di guida è sportiva e non nasconde nulla a non esserlo. I sedili, sono molto rigidi però abbastanza comodi. A dire la realtà, la posizione di guida è posizionata fin troppo in basso, infatti si è costretti a ricorrere alla regolazione manuale del sedile. Infatti nella posizione più bassa si vede solamente la strumentazione e leggermente il parabrezza. Approposito, la strumentazione è di un colore rosso (un pò stancante). Comprende il contagiri, tachimetro, temperatura acqua e livello gasolio. Tutti e quattro sono "insaccati" nella strumentazione in modo che non si creano riflessi e allo stesso tempo si ha una nota altamente sportiva. Dopotutto, la 159 lo vuole essere. Infatti la consolle centrale è rivolta verso il guidatore e comprende temperatura olio, pressione turbo. Più in sotto si trova lo schermo del navigatore satellitare e il climatizzatore bi-zona. I due sedili anteriori sono supportati da un bracciolo che dato il prezzo della vettura poteva essere più curato. Gli interni, complessivamente sono eleganti e allo stesso tempo sportivi. I sedili rivestiti in alcantara (beige) sono comfortevoli. Dietro c'è abbastanza spazio sia per la testa che per le gambe. Il terzo passegero è quello più sfortunato perchè l'imbottitura è dura.
Alla guida
Il motivo per cui si compra un'Alfa Romeo, è senza dubbio questo. I maligni dicono che quest'auto è in sovrappeso e non è una vera Alfa Romeo. Nulla di più sbagliato. Certo pesa quasi 1700 kg ma nella guida non si sentono. Lo sterzo attutisce tutto, è qualcosa di straordinario. Fa sentire sempre la strada, non sembra filtrato. E' diretto. Dò ragione ai maligni solo in città quando è leggermente impacciata. Ma basta dare una sgasata in seconda per evitare tutto ciò. Fatta questa premessa, vediamo come si comporta l'auto in città, strada statale, strada di montagna, autostrada. In città l'auto non è a suo agio perchè la visibilità è scarsa, la frizione pesante e le dimensioni non proprio contenute. D'altronde chi compra una 159 per andare a spasso in città ?! C'è la Mi.To ! Il motore, in città non esprime tutto il suo potenziale. Rumoroso a freddo, dopo qualche minuto inizia ad abbassare la voce, che però, è sempre presente. Infatti non vi troverete mai nella situazione in cui non si vuole ascoltare più niente e riposarsi per quel che è possibile. Si fa sempre sentire, ma non è nulla di grave. Il motore inizia a spingere a 1500 giri e a 2000 giri inizia la classica "botta di potenza" del turbo che spinge indisturbato fino ai 4.500 giri. Il cambio è ben raccordato, con 5 e 6 lunghe. Fuori città l'auto si comporta bene con una rumorosità bassa, un motore pronto e una tenuta di strada da sportiva. Un pò secche le sospensioni posteriori sulle buche. Il motore, poi se sopra i 2.000 giri garantisce una spinta da tremila con un sound niente male. I freni sono molto potenti, l'ABS interviene poco. Interviene più spesso, soprattutto in città l'ASR che deve fare i conti con un motore un pò brusco nelle prime due marce, un pò come accadeva nei vecchi TDI iniettore-pompa. Invece quando iniziano le curve l'auto si trasforma letteralmente e con la coscienza di spendere 15 euro per percorrere 100 km si provano emozioni bellissime. Un pò impacciata a riprendersi a basse velocità oltrepassati i fatidici 2.000 giri e le curve sono più ampie l'auto diventa quasi una Gran-Turismo. A dir la verità non l'ho mai testata a fondo soprattutto perchè non era mia. In autostrada l'auto è ottima con una riserva infinita di potenza nei sorpassi, buono ripresa e consumo, eccellente stabilità. Impostato il Cruise Control, ancora meglio. I consumi sono nell'ordine dei 10 km/l in città, 15 km/l fuori città e 13 in autostrada. Ma se vi fate incantare dalla spinta del 2.4 Multijet i 7 km/l è difficile da superarli.
La comprerei o ricomprerei?
Certo. Anzi l'avrei presa al posto dell'A3. Non l'ho fatto perchè dentro di me ho ancora lo spirito da ragazzino e volevo un'auto più piccola, più facile da parcheggiare e più economica da mantenere.
Alfa Romeo 159 2.4 JTDm Q-Tronic Distinctive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di Pasquale_62
8 giugno 2010 - 22:40
così come l'auto. Ma il motore più equilibrato, è senza dubbio il 2.0 JTDm da 170 CV !
Ritratto di condor1
9 giugno 2010 - 11:04
per LA 2.4 E LA 2.0 170CV è disponibile allestimento T.I. che trasforma completamente auto!!!!!la t.i. è senza ombra di dubbio la versione da scegliere per le 159 !!!!
Ritratto di blitz
9 giugno 2010 - 23:36
colore nero, una bomba
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 40.500 a € 90.500
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 22.100 a € 30.950
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 48.000 a € 100.500

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • Per i suoi 110 anni l’Alfa Romeo ha presentato al museo sportivo di Arese la versione più pepata della sua berlina e ha mostrato le sale dell’esposizione non accessibili al pubblico.

  • In questo video la presentazione delle Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 ad opera dei manager che ne hanno seguito lo sviluppo. Qui per saperne di più.

  • La GTA è la variante ancora più sportiva della Giulia Quadrifoglio: pesa 100 kg in meno e ha 30 CV in più. “Estrema” nelle linee, c’è anche in versione GTAm, con due soli posti e ulteriori alleggerimenti. Qui per saperne di più.