Pubblicato il 25 maggio 2012
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.5833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Non è mia ma la guido abitualmente, fa parte delle auto aziendali, ce ne sono molte e quasi tutte cavallate vi presenterò quindi presto altre prove. Questa è la terza a8 biturbo diesel in azienda. La prima e la seconda erano motorizzate con il 4000 biturbo da 275 cavalli, questa monta il penultimo motore 4.2 biturbo da 326 cavalli. La dotazione di serie è completa di quasi tutto, mancano solo le utilissime palette per cambiare marcia dietro al volante, presenti sulle nostre auto più vecchie ma malauguratamente dimenticate al momento dell’ordine di questo modello.
Gli interni
Non sono un cultore della radica e del legno in auto ma su quest’auto, il colore scuro delle modanature non stona affatto con i sedili in pelle integrale color cuoio ed cielo dell’abitacolo in alcantara nello stesso colore. Banale la chiave di accensione, ma siamo ancora nel 2007 e forse era normale avere una normale chiave come quella della golf, giusto un po’ più gommata. Appena si infila la chiave il monitor centrale si solleva e i tweeter dell’impianto audio Bang & Olufsen si alzano dalle loro sedi. Un subwoofer grosso come una pizza è protetto da una griglia in alluminio sulla cappelliera posteriore. L’abitacolo è ben ovattato ed al minimo il borbottio del V8, un po’ tichettante a freddo, si sente poco. I sensori di posteggio anteriori e posteriori sono sia acustici che grafici con un utile schermata sul monitor della vettura. I comandi di telefono, tv, radio, cd,navigatore, assetto e altezza da terra, settaggi della vettura e tutto il resto sono quanto di più intuitivo ci possa essere. Ci sono tanti tasti ma disposti con razionalità ed in pochi minuti si prende la giusta confidenza per poterli azionare anche senza distogliere lo sguardo dalla strada. Il sedile di guida dispone di una precisa regolazione elettrica e di quattro memorie, ogni memoria registrata include anche l’altezza e la profondità del volante. Le tendine laterali e posteriori sono ad azionamento elettrico, utili durante i viaggi e le soste sotto il sole. Altro dispositivo interessante è il fotovoltaico sul tetto che dovrebbe alimentare la ventilazione della vettura anche a chiave disinserita. Non l’ho mai sentito funzionare ma sapere che c’è mi rassicura e mi fa sentire più ecologista. Il cofano posteriore è ad apertura automatica, comodissimo quando piove o si hanno le mani impegnate, si apre con la pressione del pulsante su chiave e si chiude allo stesso modo oppure premendo il tasto sul bordo del bagagliaio. Bagagliaio capiente e ben dotato, sotto il pianale c’è posto per un cerchione in lega da 19 e non trovare lo schifoso ruotino rende giusto onore al marchio Audi.
Alla guida
L’assetto è regolabile su 4 posizioni: Lift: l’auto si solleva notevolmente da terra, tra il bordo superiore del pneumatico e il parafango ci sono buoni buoni 10 centimetri. Utile se devi fare qualche tratto sterrato a bassa velocità, parcheggiare su un marciapiede o scendere da qualche rampa eccessivamente ripida. Comfort: le sospensioni si regolano su una posizione che privilegia il comfort e l’assorbimento delle asperità Dynamic: massima rigidità e abbassamento della vettura. Le buche si sentono abbastanza bene ma non è un assetto da gara. Automatic: l’auto sceglie l’assetto in base allo stile di guida. In movimento si apprezza la spaventosa coppia disponibile fin dai bassi regimi, in autostrada a 130 in sesta si viaggia a circa 2000 giri ma basta affondare il piede per scalare una marcia e venire sparati in avanti con una progressione decisa. Lo zero cento viene coperto in poco più di sei secondi, la velocità massima autolimitata a 250 km/h non trova conferme da un tachimetro impreciso che a tavoletta segna i 270. Il cambio è buono, abbastanza veloce, come dicevo mancano le palette al volante, utili per scalare marcia per i rallentamenti e le staccate. La posizione Sport del cambio non fa altro che cambiare le marce al limitatore e prediligere i rapporti più bassi, in questi anni l’avrò usata al massimo tre volte e solo per giocare. La trazione quattro è straordinariamente efficace nel tenere la vettura incollata al suolo. Anche qui, pur disinserendo l’esp, ho avuto perdite di aderenza solo a ruote completamente sterzate o con le gomme alla frutta sul bagnato. Il differenziale centrale quando sposta la coppia tra un assale e l’altro si sente lavorare con un “woop” che si sente pressappoco sotto il tunnel al posteriore. Belva autostradale per eccellenza è stata per diverso tempo in grado di tenersi dietro buona parte del parco circolante in commercio. Su neve le larghe ruote da 19 estive e la pur validissima trazione non possono fare miracoli, consiglio vivamente le invernali (non solo su audi ma su tutte le auto) che in abbinata alla funzione Lift e alla disattivazione del esp rendono questo pachiderma da 5 metri un gatto delle nevi. In città parcheggiare non è un problema perché ci sono i sensori, ci sono però pochi posti di queste dimensioni. Lo sterzo diretto ma leggero ha un favorevole raggio di sterzata per un auto così lunga e le manovre non sono un problema. La frenata è eccellente, potente e incisiva, fastidioso però il freno a mano elettrico che a volte ci mette una vita per completare l’azionamento. I consumi con uso di certo non parco si attestano sui 9.7-9.9 litri/100 km. Per essere un 4200 biturbo integrale con cambio automatico arrivata a 220mila km consuma come un 530xd Touring. Non nego ci possano essere degli scarti di misurazione, il dato che riporto è preso dal Bc e non dalla media. Passiamo ora alle manutenzioni. La prima a8 del 2003 è stata venduta nel 2008 a 310.000 km. A 290mila si è rotta una delle catene della distribuzione con un danno di oltre ottomila euro. La seconda A8 con la stessa motorizzazione ora è ancora in giro con 415mila km sul groppone, abbiamo sostituito preventivamente la catena, il motore è perfetto ma le sospensioni regolabili ci stanno lasciando. L’esemplare in prova ora è a 220.000 km con la sola manutenzione ordinaria.
La comprerei o ricomprerei?
E' un auto che oggi non ha più senso. La nuova a6 già con il 3.0 da 245 cavalli ha prestazioni simili grazie alla sua leggerezza e ad un poderoso cambio. Non ho provato ancora l'a8 da 350 cavalli, non mi piace comunque il posteriore del nuovo modello.
Audi A8 4.2 V8 TDI
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di gio.G
29 maggio 2012 - 19:17
20
Bella oggi ma soprattutto allora! Buona la prova.
Ritratto di Motorsport
30 maggio 2012 - 12:19
ma il modello attuale mi fa c.a.g.a.r.e..... soprattuto davanti.... diestro e uguale ad una A4...........
Ritratto di 5amuel
30 maggio 2012 - 12:23
concordo appieno.
Ritratto di gio.G
30 maggio 2012 - 17:40
20
non dire così.....e bella la nuova A8....=)
Ritratto di Bmw Xdrive
2 giugno 2012 - 13:16
ti piace la mia nuova immagine????
Ritratto di atalanta
29 maggio 2012 - 20:44
bella lunga e mi piace sulla rivista di al volante l'hanno fatta vedere sull'senza età
Ritratto di Bmw Xdrive
29 maggio 2012 - 21:42
bellissima e bellissima macchina. ora aspetto al prova della 320d comunque voto su questa 5/5. toglimi una curiosità la prossima prova quale sarà???? ma fai l'autista????
Ritratto di 5amuel
29 maggio 2012 - 22:24
Non sono un autista ma durante i viaggi di lavoro il mio boss fa guidare me così può telefonare e lavorare al pc. A breve dovrebbero pubblicare la prova della mia BMW attuale poi mi dedicherò alla panamera 4s. Vorrei precisare che l A8 non e'tanto vecchia esilio la penultima serie non ha neppure 6anni
Ritratto di gig
30 maggio 2012 - 07:34
Prova abbastanza buona, splendida auto...
Ritratto di giuseppe26
30 maggio 2012 - 13:44
prova davvero buona, direi ottima!! bravo! e ottima auto!
Pagine
listino
Le Audi
  • Audi A6 Avant
    Audi A6 Avant
    da € 56.250 a € 70.200
  • Audi A7 Sportback
    Audi A7 Sportback
    da € 62.600 a € 77.210
  • Audi Q3
    Audi Q3
    da € 34.200 a € 44.300
  • Audi R8
    Audi R8
    da € 147.400 a € 200.200
  • Audi A8
    Audi A8
    da € 94.800 a € 102.100

LE AUDI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE AUDI

  • L’Audi Q3, tutta nuova, ha una linea moderna e grintosa, e offre tanto spazio per passeggeri e bagagli. Vivace il 1.5 turbo a benzina, scomodi alcuni comandi. Qui per saperne di più.

  • La versione sportiva dell'Audi Q2 si chiama SQ2 ed è dotata del motore 4 cilindri 2.0 capace di ben 300 CV erogati dal sistema di trazione integrale. Anche il look sottolinea l'indole della vettura.

  • Grinta da vendere per la nuova Audi Q3 che si presenta al Salone di Parigi 2018 completamente rinnovata: completa la gamma motori sin dal lancio.