Fiat Panda 1.2 Lounge

Pubblicato il 1 agosto 2018
Ritratto di E15CL
alVolante di una
Fiat Panda 1.2 Lounge 5 posti
Fiat Panda
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
4
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
4
Media:
4.25
Perché l'ho comprata o provata
Appena patentato in casa ci siamo resi conto che un'auto non era più sufficente per i nostri bisogni, e dato che i neo patentati hanno il blocco dei 90cv abbiamo scelto la Panda in quanto potevo guidarla anche io, ha un muso simpatico, è pratica, facile da gestire, mantenerla non costa quanto un rene sul mercato nero, ed è prodotta (almeno questa) a Pomigliano D'Arco, quindi i nostri soldi sono rimasti in Italia.
Gli interni
Di solito a Fiat viene contestato la mancanza di interni fatti bene sulle proprie auto, ma questa volta Fiat ha fatto centro. La mia ha gli interni neri ed azzurri. La posizione di guida è abbastanza rialzata, il che facilita la salita e la discesa dall'auto e fa sembrare meno impacciato anche chi ha una stazza importante, il volante è di dimensioni abbastanza importanti ed al centro si trova lo stessa Fiat ed il clacson nella caratteristica forma dello "Squircle" (per la breve un incrocia tra un cerchio ed un quadrato). La mia ha anche i comandi al volante, molto comodi, ed oltre a salvarti la patente in quanto ti evitano di prendere in mano il telefono non ti fanno mai staccare le mani dal volante in quanto puoi anche gestire la radio, alcuni dicono che le rotelline sono scomode, ma io mi trovo benissimo. Il cruscotto ha una forma sempre a Squircle, i numeri dei Km sono dispari, ed al centro si trova un piccolo schermo dove oltre al menù, ci sono gli indicatori del carburante e del liquido. Andando avanti si trova lo sterzo ben integrato, ed una rivisitazione moderna del tascone, che è molto carino, ma anche molto scomodo in quanto trattiene solo pochi oggetti e si graffia con una minima distrazione. La plancia è fatta da plastiche rigide dove regna la scritta "Panda" in tutte le salse, dove non regna la scritta "Panda" è alle plastiche dello sterzo in quanto li le plastiche sono lucide. Molto carine, danno un tocco di finessa ed eleganza, ma preparatevi a spolverare in quanto attirano molta polvere. Quello che non manca nella Panda solo i portaoggetti, 3 dopo il freno a mano, due dopo il freno a mano (direzione plancia), ed uno sotto il cambio. Tutti e 6 abbastanza capienti, inoltre, c'è il classico cassettino porta-oggetti, le "buche" agli sportelli, ed il già citato tascone. Sedili in tessuto, comodissimi davanti, e dietro chi è altro gradirebbe qualche cm in più, ma anche chi è alto più di 180cm se non è un watusso e davanti non si trova Bud Spencer un compromesso lo trova. Chi è dietro noterà che la pulsantiera sotto lo stereo fa la sua bella figura, un pò meno le manovelle dei finestrini.
Alla guida
Il 1.2 Fire consuma dagli 11 ad i 22 in autostrada, 14/15 in città, e dai 14 ad i 20 in extraurbano. Le oscillazioni sono molto grandi, ma c'è un perchè.In autostrada se credete di essere Vettel e volete farvi ritirare la patente (almenochè non siate in Germania) sappiate che la marcia da tiro è la quarta, ed in quel caso i consumi s'impennano, ma se siete persone normali che rispettano i limiti, ve la cavate con una 20 di km al litro che possono salire a 22/23 se andate ad 80 km orari e magari in un tratto pianeggiante. In extra-urbano... se abitate in una zona pianeggiante, non consumerete niente ! a filogas in quinta il Fire è silenzioso, costante, e poco assetato, ma alla prima salita dovrete scalare marcia, ed essendo aspirato, la bella spinta arriva da 3500 giri in poi, ed in quel caso i consumi aumentano notevolmente. La macchina si comporta bene, attenti in curva, non fate i pazzi che il dietro se avete il piede pesante tende ad andare via (ma la tecnologia la tiene in carreggiata) specialmente sul bagnato. In autostrada fino a 110km è silenziosa e non ci sono grandi fruscii aerodinamici, oltre il motore "crede di essere un tenore" e si fa sentire a gran voce. La mia ha anche la connessione bluethoot con i comando vocale, ma se piove o una persona parla difficilmente riuscirà a capire l'ordine, di conseguenza dovrete usare il tasti del volante. Il Fire ha un'accelerazione costante, ma ad i bassi proprio non ce la fa, ed ecco che per un sorpasso vi tocca cambiare marcia, e lo stesso vale per affrontare una salita un pò più ripida. Io dico che questo motore non ha vie di mezzo, o fa la guida tranquilla da "autista della domenica" accontentando il tuo portafogli e rilassandoti, oppure schiacci come un dannato, (non abbiate paura di cambiare a 6000 giri è un motore nato negli anni '80 non spaccate niente), facendo salire sia l'adrenalina che i consumi facendo contente le compagnie petrolifere. Questa Panda ha un grande pregio, la manovrabilità, ha lo sterzo leggero come una piuma (la funzione city lo alleggerisce ancor di più), e grazie ad i piccoli vetri posti dietro il divano avete una super visibilità che in città ad uscire dai parcheggi nelle vie più trafficate vi farà comodo, come ad alcuni "pellegrini" faranno comodo i sensori di parcheggio.
La comprerei o ricomprerei?
La Panda è una signora auto, interni fatti bene, simpatica, adorabile, e sbarazzina ! La ricomprerei ma con il motore 1.3 diesel in quanto ha 95cv e non avrei problemi di ripresa. Abitando in un territorio composto da molte salite il Fire non ha scatto, e mi consuma tantino, ma per chi abita in città, e magari anche in Pianura Padana o in alcune zone della Puglia (ad esempio), il Fire è il motore perfetto.
Fiat Panda 1.2 Lounge
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
1
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
2
Aggiungi un commento
listino
Le Fiat
  • Fiat 124 Spider
    Fiat 124 Spider
    da € 28.040 a € 32.340
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 16.050 a € 26.800
  • Fiat 500
    Fiat 500
    da € 14.350 a € 19.250
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 17.000 a € 19.450
  • Fiat 500X
    Fiat 500X
    da € 19.750 a € 31.000

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Per la seconda puntata dei mini-documentari nei quali la FCA ci porta dietro le quinte dei test di sviluppo, andiamo in Africa per vedere come si svolgono i collaudi al caldo torrido.

  • Attraverso una serie di spettacolari video, la FCA racconta come si svolgono i test per deliberare le nuove vetture del gruppo Fiat Chrysler. Qui per saperne di più.

  • Roberto Giolito, responsabile della FCA Heritage, la divisione che si occupa delle auto storiche dei marchi Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth, parla del nuovo spazio Heritage Hub di Torino. Qui per saperne di più.