Pubblicato il 12 maggio 2011
Qualità prezzo
2
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
2
Visibilità
4
Confort
3
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.0833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Avevo bisogno di una macchina comoda per la famiglia (4 persone), di dimensioni contenute, buon prezzo e di bassi consumi. Andai in concessionaria e dopo avere valutato i prezzi e dotazioni, decise di comprare questa Qubo 1.3 Multijet da 75CV, aziendale con 9.000km.
Gli interni
Lo spazio e molto buono, il bagagliaio pur essendo solamente (per una macchina familiare) di 330 litri, si sfrutta molto bene grazie alla sua forma regolare. Per sfruttare al massimo il bagagliaio, bisogna caricare al più possibile in senso verticale. La modularità dei sedili, permette di caricare anche cose ingombranti e grazie alla soglia di carico bassa, non si fa molta fatica. I sedili posteriori si possono togliere senza particolare fatica. I comandi sono quasi tutti a portata di mano, tranne quelli dei retro e fendinebbia, che rimangono in basso al lato sinistro del conducente. La posizione di guida e molto comoda, il sedile conducente e regolabile in altezza e permette anche la regolazione lombare. Peccato che il bracciolo poggia braccio sia posizionato troppo in basso. La mia ha di serie gli specchietti retrovisori elettrici, però i comandi sono scomodi da utilizzare. Le finiture e i materiali utilizzati sono poveri. Quando ho ritirato la macchina, aveva dei fili delle cuciture dei sedili che si cominciavano a sfilare. Il sedile guida si abbassa pian piano durante la guida. Il materiale utilizzato per la plancia, si riga facilmente.
Alla guida
Lo spazio è molto buono, il bagagliaio pur essendo solamente (per una macchina familiare) di 330 litri, si sfrutta molto bene grazie alla sua forma regolare. Per sfruttare al massimo il bagagliaio, bisogna caricare al più possibile in senso verticale. La modularità dei sedili, permette di caricare anche cose ingombranti e grazie alla soglia di carico bassa, non si fa molta fatica. I sedili posteriori si possono togliere senza particolare fatica. I comandi sono quasi tutti a portata di mano, tranne quelli dei retro e fendinebbia, che rimangono in basso al lato sinistro del conducente. La posizione di guida e molto comoda, il sedile conducente e regolabile in altezza e permette anche la regolazione lombare. Peccato che il bracciolo poggia braccio sia posizionato troppo in basso. La mia ha di serie gli specchietti retrovisori elettrici, però i comandi sono scomodi da utilizzare. La visibilità anteriore e molto buona, però non buona quella posteriore, che ti chiede di fare molta attenzione quando esci da un posteggio in retromarcia. Le finiture e i materiali utilizzati sono poveri. Quando ho ritirato la macchina, aveva dei fili delle cuciture dei sedili che si cominciavano a sfilare. Il sedile guida si abbassa pian piano durante la guida. Il materiale utilizzato per la plancia, si riga facilmente.
La comprerei o ricomprerei?
In questo momento, il mezzo sta facendo molto bene il suo lavoro. Non mi ha dato mai problemi, e se dovesse trovarmi nella stessa situazione economica, lo ricomprerei, magari puntando su uno con motore da 95cv. Se al momento dell'acquisto il mio budget era superiore, la mia scelta sarebbe stata un’altra.
Fiat Qubo 1.3 16V Multijet Dynamic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
0
1
VOTO MEDIO
3,0
3
2
Aggiungi un commento
Ritratto di rafaelabbate
12 maggio 2011 - 19:19
.
Ritratto di gig
26 maggio 2011 - 17:17
hai scritto le stesse cose due volte: sia negli interni che alla guida
Ritratto di rafaelabbate
19 settembre 2011 - 20:21
Grazie. Un copia incolla sbagliato.
Ritratto di gig
20 settembre 2011 - 19:06
Perchè hai modificato il commento dopo due mesi?
Ritratto di rafaelabbate
23 settembre 2011 - 18:24
Raggiunti i 45 mila Km, devo dire che i consumi sono migliorati di tanto, su strada extraurbana riesco a fare 18 km/Litro. Comunque l’unica cosa che mi porta all’idea di cambiare questa macchina e il motore. È proprio sottodimensionato, fa un’enorme fatica quando devi sorpassare in salita.
Ritratto di rafaelabbate
23 settembre 2011 - 18:24
Raggiunti i 45 mila Km, devo dire che i consumi sono migliorati di tanto, su strada extraurbana riesco a fare 18 km/Litro. Comunque l’unica cosa che mi porta all’idea di cambiare questa macchina e il motore. È proprio sottodimensionato, fa un’enorme fatica quando devi sorpassare in salita.
Ritratto di scarbam
30 giugno 2014 - 23:56
Sono un automobilista fedele al gruppo Fiat e dopo 3 Fiat Panda 4x4,una Y10 4WD e una triste esperienza con una Suzuki Ignis 4x4 vorrei dire due parole allo Staf tecnico del gruppo Fiat, non oso interrompere il Sig Marchionne, molto intento a motorizzare i paesi emergenti e le grandi metropoli e a trascurare un pochino i bisogni di quei pochi che vivono e lavorano in montagna! Per riprendere un po al discorso della Fiat Qubo la mia domanda è: come mai in casa Fiat non si è pensato a trsformare la Qubo in un veicolo 4x4? Dalle nostre parti come in tante altre parti dell'arco alpino ed appeninico, un mezzo multispazio come la Fiat Qubo si sente la mancanza ora che da qualche anno anche la Renault Kangoo ha abbandonato il suo 4x4. Pensiamo a tutti i piccoli artigiani che ogni giorno si spostano in montagna su strade sterrate o innevate. Io la comprerei subito in quanto la Panda è una ottima vettura ma ha un bagagliaio inesistente. MARCHIONNE PENSACI TU!!!!
listino
Le Fiat
  • Fiat Fullback
    Fiat Fullback
    da € 31.782 a € 44.836
  • Fiat Tipo
    Fiat Tipo
    da € 15.800 a € 22.300
  • Fiat 500L
    Fiat 500L
    da € 19.050 a € 25.800
  • Fiat 124 Spider
    Fiat 124 Spider
    da € 28.040 a € 32.340
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 18.300 a € 27.550

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • La Centoventi è una concept molto innovativa: vediamo quali sono le soluzioni pensate dai progettisti della Fiat per quella che potrebbe essere la sostituta della Panda.

  • Nel quarto episodio della serie di brevi documentari sul dietro le quinte dello sviluppo, la FCA ci porta nella galleria aerodinamica di Orbassano. Qui per saperne di più.

  • Nella terza puntata della miniserie FCA What’s Behind, dove il costruttore mostra il dietro le quinte dello sviluppo delle nuove auto, il centro prove di Balocco. Qui per saperne di più.