Ford Fiesta 1.2 82 CV Titanium 5 porte

Pubblicato il 17 ottobre 2015
Ritratto di Jackcarbon
alVolante di una
Opel Agila 1.0 12V Elective
Ford Fiesta
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
5
Frenata
3
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4
Perché l'ho comprata o provata
La Ford Fiesta in questione appartiene a mia zia, comprata in sostituzione di una Fiat uno del 1993 con 30mila km nel giugno 2012: si tratta dunque di una delle ultime pre-restyling e 1.2 da 82 cv, sostituito dall'Ecoboost, portata via ad un prezzo ragionevole e una discreta dotazione. L'auto ha ora poco meno di 4500 km (no, non manca uno zero). Abbiamo radio con comandi al volante e varie prese, clima manuale, sensori di parcheggio posteriori, cerchi in lega di 15" e specchietti retrovisori elettrici a chiusura automatica oltre ai sistemi di sicurezza di base. Ps: mi dispiace non poter mettere la foto della vettura in oggetto ma questa è identica.
Gli interni
L'interno si presenta all'apparenza angusto per via della linea discendente del tetto, ma in realtà davanti è giusto per qualunque guidatore non eccessivamente alto, mentre dietro è sufficiente per far stare 2 persone relativamente comode, anche se il tetto è abbastanza incombente. La visibilità dal posto guida è nella media, davanti non è ostacolata dai montanti e gli specchietti retrovisori hanno dimensioni congrue, ma dietro occorre fare l'abitudine al lunotto basso e inclinato; per fortuna aiutano i sensori almeno un poco. Dal posto guida inoltre si può apprezzare una plancia già commentata più volte per l'originalità, con tasti e manopole consistenti e piacevoli al tatto; anche tutta la parte superiore della plancia è morbida e con un rivestimento ruvido che aiuta a non graffiare, mentre nella parte inferiore si tratta pur sempre di una utilitaria e le plastiche non sono più che mediocri: tunnel duro e zona dei comandi del clima troppo plasticosa, ma in compenso leva del cambio ben rifinita. Un difetto sono gli schermi che si trovano sia nella plancia che nel cruscotto, piccoli, scomodi e difficili da comandare e gestire. Inaspettato personalmente il volante, con una corona morbidissima e con pochi comandi ma giusti, oltre ad altre doti raccontate in seguito. Molto scomodo invece il comando degli alzavetro elettrici: il posto guida ha la possibilità di gestirli tutti e quattro, ma il comando è davvero troppo arretrato, molto difficile e quasi pericoloso da utilizzare in marcia; ho trovato invece molto gradevole l'illuminazione dell'ambiente interno in notturna. Ulteriore difetto il comando delle luci, la solita rotellona da lavatrice Ford a sinistra del volante, che almeno è migliorata alla Focus prima serie, spostata più in alto, ma rimane comunque necessario consultare il manuale tutte le volte che occorrono fendinebbia o abbaglianti. Un ultimo sguardo al baule: capienza nella media, forma non molto regolare, ma comunque più grande di quanto possa sembrare dalla forma della carrozzeria, grazie anche al piano basso, che si traduce però in una sponda non indifferente.
Alla guida
Al girare della chiave personalmente è subito balzato all'orecchio l'eccellente isolamento acustico: è un ambiente davvero ovattato; in relazione al segmento, e perchè no anche in valore assoluto, mi pare un ottimo risultato, migliorabile solo in caso di ventola accesa (la mia Agila impostata sul 2 fa meno rumore di questa sull'1). Sono stati fatti già molti commenti sulla reattività della Fiesta, il suo poco rollio e il suo sterzo leggero e diretto, ma vorrei soffermarmi comunque su questo 1.2. Si tratta di un quattro cilindri non seduto, un abisso rispetto al 60 cv ancora in listino, ma si scoprirà in seguito uno dei motivi per sui quello in questione è stato sostituito. Ha una buona progressione in città, accelera con fluidità e in modo non brusco, pur sentendo il salire dei giri sotto il piede destro, particolarmente pesante in prima; a stupirmi positivamente è stata la prima uscita in autostrada: l'accelerazione dalla corsia di immissione è, se si può dire così, "liscia", di una fluidità ottima per il segmento, non si sente assolutamente l'aumentare delle velocità grazie all'ambiente ovattato e, anche seguendo le indicazioni di cambio marcia (a 2000 giri), si raggiungono velocemente le velocità desiderate. Al ritorno dello stesso viaggio, trovandoci in 5 sulla stessa auto, ho invece provato la ripresa a pieno carico: diciamo migliorabile, per non essere troppo cattivo, si sente che inizia a muoversi solo raggiunti i 100 km/h in quinta, ma va detto che una volta raggiunti li supera relativamente agilmente pur a pieno carico. Da sottolineare il rollio contenuto anche ad alta velocità e la stabilità che regala sempre un certo senso di sicurezza. Non riesco invece neanche impegnandomi a dosare in modo preciso il freno, praticamente nullo nella prima parte della corsa e che reagisce con una brusca inchiodata appena raggiunta la metà: utile in situazioni di emergenza sicuramente ma assolutamente scomodo nell'uso quotidiano, e caratteristica non modificata nella versione post-restyling a detta di un possessore. Fuori misura i consumi: utilizzata praticamente solo in città, nel traffico dell'hinterland milanese, tocca per miracolo i 10 km/l, ma a quanto pare questo motore è noto per avere consumi esagerati, e forse è stato appunto questo uno dei motivi per sostituirlo con l'Ecoboost; vero anche che per migliorare la macchina deve slegarsi, fare almeno 10mila chilometri, ecc, ma capirete bene che di questo passo ci vorranno ancora diversi anni. Nel complesso comunque più buone impressioni che altro.
La comprerei o ricomprerei?
No per il semplice motivo che il desiderio ora è di una auto di maggiori dimensioni e altezza da terra. Dovendo rimanere nel medesimo segmento comunque la scelta probabilmente ricadrebbe sempre su questa auto; il prezzo allettante non ha invogliato a cercare molte altre alternative, ma con la Punto già vecchia allora, la Clio in periodo di turn over, la Corsa altrettanto attempata e la Polo poco accattivante oltre che a prezzi non paragonabili, credo che abbiamo trovato la migliore scelta, con il miglior compromesso tra prezzo, comfort, dotazioni e prestazioni. Unico appunto è che forse il ridicolo chilometraggio avrebbe permesso alla vecchia Uno, una 45 Fire SX perfetta a cui tutti eravamo affezionati, di andare avanti ancora per molti anni, se solo la manutenzione fosse stata nell'agenda non dico mensile ma almeno annuale di mia zia.
Ford Fiesta 1.2 82 CV Titanium 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
0
1
1
0
VOTO MEDIO
3,8
3.75
4
Aggiungi un commento
Ritratto di lollo76
2 novembre 2015 - 18:58
1
Ti ricordo che hai poco più di 82 cv che pretendi? !? Questa macchina va presa a nafta o col nuovo eco bost turbo amen.
Ritratto di drx_evo
24 dicembre 2015 - 21:21
Guido ancor oggi il modello di Fiesta recensito. Confermo la buona qualità e le finiture degli interni. Tra i 2.000 e 3.000 g/min è presente un vuoto fortemente penalizzante nei sorpassi e nelle accelerazioni. I consumi sono esagerati, con piede leggero la media è di 7 lt/100 km. A 130 km/h siamo a 8,5 lt/100 km.
Ritratto di grande_punto
22 ottobre 2017 - 11:36
3
Uno del 93, dopo 19 anni solo 30k km???
listino
Le Ford
  • Ford Ranger
    Ford Ranger
    da € 32.474 a € 44.186
  • Ford Focus Wagon
    Ford Focus Wagon
    da € 21.000 a € 35.250
  • Ford Focus
    Ford Focus
    da € 20.000 a € 34.250
  • Ford Kuga
    Ford Kuga
    da € 23.650 a € 41.400
  • Ford Fiesta
    Ford Fiesta
    da € 14.500 a € 26.750

LE FORD PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FORD

  • Costruita nello stabilimento romeno di Craiova e rinnovata all'inizio del 2018, questa piccola crossover ha un frontale massiccio e grintoso, con una mascherina più grande e rialzata a filo del cofano.

  • Marco Alù, direttore comunicazione della Ford Italia, spiega le funzioni del parcheggio assistito della nuova Ford Focus in occasione di un test drive sulla pista di Modena. Qui per saperne di più.

  • Dotato di un motore da 213 CV, il Ford Ranger Raptor per il mercato europeo ha un look grintoso ispirato al fratello maggiore F-150. Qui per saperne di più.