Ford Puma 1.7i 16V

Pubblicato il 20 marzo 2020
Ritratto di ammiocuggino tuning
alVolante di una
Ford Puma 1.7i 16V
Ford Puma
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
3
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
2
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Sono cresciuto in un periodo che andava tra la fine degli anni 90 e l'inizio dei 2000, quando impazzava la moda del tuning e le coupè erano tanto frequenti quanto lo sono i suv adesso. Non mi era affatto raro poter ammirare per le strade questo magnifico felino il cui design aggraziato e curvilineo finì per catturare la mia attenzione sin da bambino. Arrivato il periodo in cui decisi di prendermi finalmente la mia prima auto non mi ero affatto dimenticato di lei, e di fronte a un budget molto limitato e la voglia di affacciarmi per la prima volta al mondo delle auto sportive, la mia scelta cadde definitivamente sulla Ford Puma, finendo dunque per acquistare questo bellissimo esemplare in vernice moondust silver del 98 con 184600 km percorsi.
Gli interni
Gli interni sono molto simili alla Fiesta mk4, (auto con cui appunto condivide il pianale) salvo dettagli come un pomello d'acciaio del cambio molto carino e il logo puma su un portaoggetti presente vicino a esso. Le soluzioni sono piuttosto economiche andando tra le solite plastiche dure e rivestimenti in stoffa ai sedili e i pannelli, ma restano comunque efficaci vista la perfetta conservazione nel giro di 20 anni. I sedili originali presentavano (sì, parlo al passato perchè li ho sostituiti da poco con dei sedili sportivi simoni racing srs/10 max molto spartani ed essenziali perchè non amavo molto la posizione di guida) delle leve messe a favorire l'ingresso nei sedili posteriori reclinandoli,inoltre quello anteriore del lato guida aveva in più un interruttore per regolare elettronicamente l'altezza da terra. Pur essendo un auto omologata per 4 posti nella realtà pratica oserei dire 3, dato che un individuo con altezza superiore a 175 cm urterebbe la testa col tetto, costringedolo a stare sdraiato occupando quindi tutto il divanetto posteriore, rendendo assolutamente scomodo e impraticabile viaggiare in 4 persone nella maggior parte dei casi, a meno che non si tratta di avere due bambini dietro. Gli altri accessori presenti negli interni sono gli alzacristalli elettrici, regolatori elettronici degli specchietti posti sulle portiere e una normale radio con lettore cd, per poi finire con l'abs di serie così come anche l'airbag presente anche nel lato passeggero.
Alla guida
Alla guida l'auto si presenta molto agile e scattante, favorita da un ottimo rapporto peso potenza di poco più di 1000 kg per 125 cavalli a 6300 giri/min. Il motore in questione è un semplice 4 cilindri 1700 cc aspirato che inizialmente fa le fusa sui giri bassi per poi svegliarsi con un bel ruggito sopra i 4mila giri. L'auto l'ho strapazzata più volte in questi 3mila km percorsi fin ora da quando la possiedo, guidandola spesso e volentieri allegramente senza mai darmi problemi, a dimostrare che tutti questi 187mila km li tiene benissimo. Il cambio è un normale 5 marce manuale piuttosto corto e rapido con innesti precisi, lo sterzo è altrettanto preciso e piuttosto chirurgico, mentre una nota dolente arriva dall' impianto frenante che dispone di due tamburi posteriori oltre ai dischi anteriori, le sospensioni seguono uno schema di tipo MacPherson all' avantreno e retrotreno con ruote interconnesse. In generale il feeling di guida, handling e tenuta di strada è molto piacevole e divertente e ti invita spesso e volentieri ad entrare in curva in maniera piuttosto aggressiva, stando però attenti a domare il tendente sottosterzo che incombe dietro l'angolo, come in qualsiasi sportiva a trazione anteriore che si rispetti, ma in sintesi è un auto molto semplice da guidare con un bel feeling da go-kart e che ti dà del Tu sin da quando la guidi la prima volta, oltre ad essere piuttosto ballerina nel retrotreno. Riguardo i dati sulle prestazioni sono riuscito a rilevare un discreto 0-100 in poco meno di 9 secondi, oscillando tra gli 8.4 e 8.7 provandoli su questo esemplare (da considerare che ha 40 kg in meno rispetto alla version stock), mentre la velocità massima dichiarata dalla casa risulta sui 203 km/h, anche se non l'ho mai verificata personalmente per ovvie ragioni. Per la praticità e consumi il motore è molto elastico e dotato di ottima ripresa, faccio circa 11km/litro sul misto con guida sportiveggiante, o strapazzandola siamo più o meno tra i 10 e 11 km.
La comprerei o ricomprerei?
Ora, se potessi tornare indietro nel tempo e con lo stesso budget inferiore a 3mila euro, questa macchina la ricomprerei al 100%. Sono davvero poche le auto come questa che riescono a farti divertire con un prezzo che varia dai 1500 ai 2500 nel mercato attuale delle youngtimer, oltre all'affidabilità e i costi di manutenzione relativamente accettabili.
Ford Puma 1.7i 16V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
4
0
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
4
Aggiungi un commento
Ritratto di Rav
7 aprile 2020 - 21:14
3
E' ancora bella per chi ricorda quei tempi. Mia madre ne comprò una 1.4 usata. Eravamo indecisi tra una Tigra blu e la Puma nera e scegliemmo la Ford. Anche se non era un fulmine e aveva meno cavalli del 1.7 ci siamo divertiti fino a quando, date le difficoltà di salita e discesa e visto che ci servivano più di due posti utilizzabili, passò ad altro. Mi dispiace ancora che l'abbia cambiata prima che prendessi la patente perchè un giro me lo sarei fatto volentieri. Grigia non può che rimandarmi alla pubblicità con Steve Mcqueen.
Ritratto di ammiocuggino tuning
8 aprile 2020 - 00:31
Nera è molto bella, così come anche rossa o verde o quei colori delle versioni limitate millenium e thunder esclusive solo in regno unito. La Tigra è bella come design e linea oltre ad essere stata l'auto pioniere di questo genere di nicchia delle piccole coupè su base di utilitarie compatte, anche se l'ho sempre vista una spanna sotto rispetto alla Puma sia per preferenze personali di stile e design che, a mio parere, di prestazioni. Poi molto simpatica quella pubblicità, che fu una trovata di marketing molto originale all'epoca.
listino
Le Ford
  • Ford Grand Tourneo Connect
    Ford Grand Tourneo Connect
    da € 29.500 a € 32.000
  • Ford Edge
    Ford Edge
    da € 49.400 a € 63.650
  • Ford Explorer
    Ford Explorer
    da € 81.000 a € 81.000
  • Ford Fiesta
    Ford Fiesta
    da € 17.050 a € 31.150
  • Ford Mustang Mach-E
    Ford Mustang Mach-E
    da € 49.900 a € 66.850

LE FORD PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FORD

  • La nuova Ford Kuga, che sarà in vendita da inizio 2020, non c’è solo a benzina o a gasolio, ma pure ibrida e addirittura in tre versioni: la più semplice mild hybrid con 150 cavalli, full hybrid e plug-in con 225 cavalli e oltre 50 km di autonomia in elettrico.

  • Per la piccola Fiesta e la berlina media Focus arrivano le versioni ibride leggere, meglio note come mild hybrid, dotate di impianto elettrico da 48 V.

  • La Explorer ha forme monumentali e tutta l’aria di saper affrontare qualunque tipo di terreno. La trazione è integrale. Il motore è un 3.0 V6 turbo a benzina da 350 cavalli con cambio automatico a 10 rapporti.