Nissan Qashqai 1.6 dCi n-tec

Pubblicato il 30 agosto 2012
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.6666666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Volevamo cambiare la nostra vecchia auto di famiglia, una Mitsubishi Space Star 1.6 16v di 10 anni con 120.000 km,con un'altra auto altrettanto spaziosa, versatile e necessariamente a gasolio, visto i consumi non molto contenuti dei vecchi benzina aspirati. La scelta è ricaduta sulla Nissan Qashqai dopo aver analizzato attentamente due sue concorrenti tedesche: Ford Kuga 2.0 TDCi Titanium e VW Tiguan Sport&Style 2.0 TDI. Il motivo principale che ci ha fatto preferirire la giapponese è stato il prezzo: 25.500 euro contro i 31.000 e i 33.000 delle tedesche a parità di dotazioni. Inizialmente la versione preventivata era la 2.0 dCi sempre n-Tec da 150 cv ma al momento dell'ordine questa versione era disponibilesolo con cambio automatico mentre le km 0 (pochissimi esemplari visto il successo dell'auto) erano solo 1.5 dCi oppure le 2.0 4x4 assai più costose e meno parche nei consumi. ci siamo fatti tentare dal nuovissimo 1.6 dCi che di cavalli ne ha 131 ma sviluppa la stessa coppia del piu potente 2.0, ossia 320 Nm a 1750 giri anzichè 2000. Scelta di cui assolutamente non ci siamo pentiti a fronte anche di consumi decisamente piu contenuti: consumo medio di 12-13 km/l del 2.0 contro i 16-17 del 1.6 a fronte di prestazioni analoghe.
Gli interni
La versione N-tec è quasi top di gamma: più in alto c'era solo la Tekna che in piu dava i fari allo Xeno gli interni in pelle e l'impianto audio Bose, rinunciando però a un ottimo e funzionale navigatore satellitare dotato di telecamera di parcheggio (molto utile vista la scarsa visibilità dal lunotto posteriore) e del fantastico tetto panoramico in vetro. il tessuto dei sedili è comunque di ottima qualità, molto resistente, facilissimo da pulire e la parte centrale con fantasia a onde di un materiale diverso più gradevole al tatto. Diversamente dalle altre giapponesi i materiali usati per plancia e pannelli porte sono di ottima qualità e risultano morbidi al tatto. Anche tutti i pulsanti e le levette sono caratterizzati da un'inaspettata morbidezza che non ti aspetteresti su una Nissan, tipica delle auto francese (ma d'altronde quest'auto è imparentata con la Renault). Persino i montanti laterali interni sono rivestiti di un morbido tessutino simil velluto; insomma la sensazione è quella di un'ottima qualità costruttiva e devo dire anche abbastanza inaspettata. dove invece si sono lasciati andare a plastiche più economiche è nellezone delle gambe e nella moquette dove si poteva fare qualcosa in più ma tutto sommato tutto ciò che è a vista a portata di mano è di qualità superiore alla media. L'abitacolo è illuminato da una plafoniera anteriore a tre luci da due spot di lettura per i posti posteriori (ai lati del grande tetto panoramico) e dalle luci di ambiente ai piedi dei passeggeri anteriori di grande effetto. Il cassettino anteriore è davvero capiente, illuminato e refrigetato (ci è stata una bottiglia da 1,5 l senza dover togliete documenti e cd musicali ed era bella fresca). Volante e cambio rivestiti in pelle così come il bracciolo centrale scorrevole che nasconde un profondo porta oggetti (ci sta un'altra bottiglia da 1,5 l ma non è refrigerato, peccato) in cui trovano posto la presa aux e usb collegate al Nissan Connect con tanto di fessura dove inserive l'ipod o il lettore musicale una volta collegato (così non rimane appeso dentro la botola). Il sistema audio è davvero ottimo: legge tutti i tipi di cd mp3 e si può collegare qualsiasi apparecchio come i telefoni col bluetooth e comadare tutto tranquillamente dai comandi al volante che sono tanti: ben 11 tasti con cui controllare la radio il telefono il computer di bordo e il cruise control. Quest'ultimo a sua volta è molto efficace e ti fa viaggiare in souplesse nel completo silenzio; a 130 km/h il motore è inesistente si sentono solo i pneumatici rotolare e se si superano i 160 il fruscio degli specchietti, ma per il resto l'auto è insonorizzata molto bene. Altra nota positiva è il quadro strumenti: tutti quelli che salgono in macchina dicono assomigli a un'audi o a una VW e il mega schermo fra di due quadranti ha davvero un'ottima e moderna grafica. Nota negativa è la mancanza delle luci di cortesia nelle alette parasole e solo il vetro del guidatore ha la salita e la discesa automatica (sarebbe stato più pregevole averla su tutti e quattro i vetri). Queste due piccole chicche avrebbero potuto far guadagnare ancora più punti all'auto. Non mancano però fari e tergicristalli automatici davvero molto precisi: i fari si accendono istantaneamente alla prima penombra e i tergicristalli regolano da soli la velocità con grande efficacia. Da non dimenticare la telecamera di parcheggio che ti permette di capire esattamente quando si sta per toccare diversamente dai sensori di parcheggio che tendenzialmente ti lasciano sempre 20 cm buoni di spazio che in città come Genova sono importanti per parcheggiare.Per l'anteriore nessun proble si capisce perfettamente dove finisce l'auto. In più il cofano è dotato di sue aggressive pinne molto belle da vedere dal posto guida. Il colore? quello della fotografia: Night Shade un bellissimo nero metallizzato con riflessi rossi...in alcune condizioni di luce l'auto sembra marroncina, color cocacola in altre più violacea tipo melanzana. Sotto il sole è bordeaux scuro!!!
Alla guida
Mettendo alla guida di questa vettura ma detto fin da subito che la sensazione è quella di guidare una cilindrata molto più grossa. Il 1.6 è silenzioso, ha una gran coppia e soprattutto un gran tiro: affondando il piede sul pedale dell'acceleratore ti incolla ai sedili e ha un grande allungo fin oltre i 4000 giri. Da libretto lo 0-100 viene coperto in 10,3 secondi ma nella prova di Quattroruote ha fermato il cronometro a 10,1 mentre i collaudatori di alVolante hanno fatto ancora meglio 9,9!!! la sensazione alla guida conferma in pieno questi dati. è dotato di un cambio a 6 marcia di cui la prima molto corta permette di affrontare salite molto ripide (in realtà quest'estate ha scalato una salita ripidissima dove tutti lasciavano la prima tranquillamente in seconda salendo pure di giri). Le marce dove rende di più sono la 2a e la 3a dove l'auto è quasi sportiva e si raggiungono in fretta velocità proibite dal codice. La sesta marcia sarebbe di riposo in realtà garantisce un gran tiro anch'essa. Quel che sorprende ancora di più di quest'auto è la ripresa: in sesta marcia in autostrada a pieno carico si riprende tranquillamente da 80 km/h e in men che non si dica ci si riporta a 130. si tratta di un motore estremamente elastico dotato dell'iniezione multipla che lo rende gradevole a tutti i regimi: solamente se la lancetta scende sotto i 1200 giri tentenna un po' ma superata questa soglia l'auto non ha alcun affanno in nessuna condizione: davveo incredibile che sia un 1.6!!! quanto doti velocistiche in autostrada è sempre meglio usare il cruise perchè con un filo di gas ci si ritrova a 160-170 come niente e abbondando col gas la lancetta supera di misura i 200 (effettivi saranno sui 195). Insomma un diesel tutto da provare, morbido elastico, gradevole e al tempo stesso potente e silenzioso: accesa al minimo il sound del diesel è molto ovattato. Per quanto riguarda lo sterzo e le sospensioni il primo è morbido e ti fa capire bene dove sono le ruote alle alte velocità, forse diventa fin troppo ballerino nei fuoristrada leggeri; le sospensione assorbono a dovere tutte le asperità della strada anche se negli sterrati o in fuoristrada diventato rumorose nelle buche più profonte ma tutto accettabile. La mia auto non è dotata di 4x4 ma la altezza da terra mi ha permesso quest'estate di affrontare tratti di fuori strada leggero senza alcun problema di toccare la carrozzeria (soprattutto il paraurti anteriore). Sulla neve? gomme termiche e arriva ovunque,il 4x4 pertanto non è essenziale:fa pesare di più l'auto con aumento dei consumi e calo delle prestazioni. A proposito di consumi in media si fanno i 16-17 km/l che per le prestazioni e la massa dell'auto non è per niente male! Certo con il 1.5 si fanno anche i 18-19 ma rinunciando a scatto e ripresa. Un esempio? con un pieno sono andato da Taormina a Firenze e c'era ancora tutta la riserva! Infine i freni sono potenti con i 4 freni a disco anche se devo ammettere che l'ABS entra un po troppo spesso.
La comprerei o ricomprerei?
L'auto è stata immatricolata i primi di gennaio e ad oggi ha percorso 16mila km affrontando neve ghiaccio caldo sabbia sterrati e stradine di campagna! Mai una nota negativa. Peccato solo che essendo uno dei primissimi 1.6 dCi in produzione non abbia lo Stop&Start che abbatterebbe ancora di più i consumi per il resto questo motore è davvero impressionante e da del filo da torcere a molti 2.0 turbodiesel!
Nissan Qashqai 1.6 dCi n-tec
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
2
1
0
0
VOTO MEDIO
3,7
3.666665
3
Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
30 dicembre 2012 - 18:37
4
Un successo tutto meritato quello della bella Qashqai, ancor più cattiva dopo l'aggiornamento: complimenti! La prova è ben scritta e completa di tutto, molto gradevole... Volevo chiedere due cose, se mi posso permettere: 1. Il colore è NERO?! Volevo saperne di più, perchè hai parlato del bordeaux scuro al sole, ma nella foto a me sembra rosso rosso... Non è che ti sei sbagliato?? Sono io daltonico? 2. Mi sembra di ricordare, se non sbaglio, che molte persone si siano lamentati del motore soggetto a guasti di diverso tipo per le Qashqai diesel: non ricordo se fosse proprio il millesei o il millecinque, mai avuto problemi quindi?? Complimenti ancora per la macchina e per la prova e auguri di buon anno... Saluti da Fabri99 ;)
Ritratto di danilocancro87
12 gennaio 2014 - 20:01
Mi rendo conto che la mia risposta arriva con più di un anno di ritardo e quando sta per uscire il nuovo (e aggiungo bellissimo) modello. Purtroppo dopo aver inserito la prova non ho mai ricevuto alcuna notifica del commento di fabri99 che ringrazio e al quale voglio comunque rispondere. per quanto riguarda il colore la foto è di repertorio non è la mia auto. Al momento della scelta del colore il nostro dubbio si è incentrato fra lo splendido rosso metallizzato (quello della foto) che tra l'altro è molto poco comune e un bordeaux molto scuro tendente al nero che si chiama knight shade, volgarmente detto nero coca cola o melanzana. questo perchè a seconda della luce il colore cambia e varia fra nero di notte a rosso scuro di giorno a violaceo al crepuscolo. anche questo colore non è molto diffuso (anche se sicuramente più noto) e a mio parere è molto molto bello: abbiamo ricevuto i complimenti per la scelta del colore sia dal venditore sia dagli addetti alla consegna dell'auto, che hanno dichiarato di consegnarne veramente poche di quel colore, nonché da amici e parenti. addirittura altre persone che stavano ritirando un qashqai nel nostro stesso momento hanno notato il colore rimpiangendo di aver ripiegato sui classici grigi (di cui la nissan offriva 4 diverse tonalità), bianco e nero. Relativamente invece al motore, solamente i 1.5 dCi da 106 cv montati sulla versione pre-restyling hanno avuto problemi alle bronzine. Motore che tra l'altro provai sul modello vecchio che non fu molto convincente. con il modello ristilizzato del 2010 il 1.5 passò a 110 cv e venne eliminato l difetto. Nessun problema invece per il 2.0 dCi renault. per quanto riguarda il 1.6 dCi confermo totalmente le mia impressioni: a distanza di 2 anni ed oltre 40mila km persorsi zero problemi e le prestazioni e i consumi sono addirittura migliorati. é venuta meno infatti quel minimo di pigrizia che dimostrava sotto i 1000 giri...
listino
Le Nissan
  • Nissan Micra
    Nissan Micra
    da € 15.930 a € 20.730
  • Nissan Leaf
    Nissan Leaf
    da € 36.700 a € 47.950
  • Nissan GT-R
    Nissan GT-R
    da € 108.600 a € 210.800
  • Nissan Pulsar
    Nissan Pulsar
    da € 18.440 a € 27.550
  • Nissan Juke
    Nissan Juke
    da € 19.620 a € 26.780

LE NISSAN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE NISSAN

  • La crossover Nissan Juke migliora parecchio: è più spaziosa, confortevole e rifinita. Scomodo l'accesso al baule, e c'è solo con un (pur valido) 1.0 a benzina. Qui per saperne di più.

  • Iniziano i test su strada della tecnologia Invisible-to-Visible, che assiste il guidatore miscelando elementi di realtà aumentata al reale. In questo video un test preliminare in laboratorio.

  • Futuribile l’abitacolo della Nissan IMq, con quattro sottili poltrone singole a cui si accede dalle porte che si aprono ad armadio.