Peugeot 208 1.2 12V VTi 82 CV Active 5p

Pubblicato il 9 febbraio 2016
Ritratto di Orient Express
alVolante di una
Opel Agila 1.0 12V Ecotec
Peugeot 208
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
2
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
1
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.5
Perché l'ho comprata o provata
La patente, forse uno dei momenti più attesi durante l'adolescenza, è sinonimo di libertà. Così è stato anche per mio fratello che, raggiunta l'età matura, ha conseguito questo scopo. Le auto di casa (Yaris 1.3 e ix35) non sono a norma di neopatentato ed è stato necessario acquistare una terza macchina, comunque necessaria viste le 4 patenti sopraggiunte. La decisione importante era tra macchina usata e macchina nuova, con prima scelta la Toyota Yaris. Visto e considerato che una macchina nuova è sempre una macchina nuova, si è optato per la più economica tra le due appetibili. La yaris sopra citata, 1.0 active, sarebbe venuta a costare 13000€ con colore metalizzato, decisamente troppi per essere dati in mano ad un neopatentato (acquisto comunque rimandato a quando la yaris del 2001 deciderà di fermarsi, ma sembra lo farà molto tardi), per cui si è deciso di acquistare questa: 20 cv in più, migliore dotazione ma, soprattutto 10800€ per via delle offerte Peugeot di fine anno. Ben consci che l'affidabilità non sia minimamente paragonabile, 2000€ è preferibile tenerseli in tasca, soprattutto visto che questa è l'auto "dei figli".
Gli interni
Saliti a bordo si nota una certa aria di qualità: plastiche laccate, un bello schermo da 7" dalla grafica definita e curata in bella vista, maniglie chiudi porta in materiale morbido, con il plus del volante e della leva del cambio in pelle. Stiamo pur sempre parlando di una vettura da meno di 11000€, i sedili sono cuciti con cura, ma la tela è piuttosto "grezza", non è nulla di eccezionale. Sono comunque sedili piuttosto comodi, ineccepibili in questi viaggi invernali (auto arrivata il 28 dicembre), tutto da dimostrare in quelli estivi. Il volante ed il tachimetro sono messi in una posizione inusuale, a mio parere estremamente scomoda: il volante piccolo è sempre tra le gambe del guidatore (anche con il sedile in basso, ma troppo in basso non lo posso regolare: non ho i sensori davanti e non vedrei la fine del muso), il tachimetro è troppo in alto, costringendo ad allungare il collo nelle manovre. Sono stato abituato a guidare in una Yaris prima serie: tachimetro centrale, al posto giusto, con la visuale anteriore completamente libera, e volante grande, forse troppo, ma estremamente comodo da girare con una sola mano. In maniera inusuale parto dalle finiture del baule: è piuttosto grande e dotato di una moquette spessa, ma con i fili che con il tempo comincieranno a slacciarsi, non è quel tipo di baule adatto a trasportare un cane (ho dovuto comprare un trasportino). La parte posteriore è un po' scarna: nelle porte vi è una striscia di tessuto, peraltro piuttosto sottile, ma morbida, solo negli appoggia braccia e non vi sono i vetri elettrici (poco male, per quello che interessa a me le priorità sono altre); il cielo è comunque piuttosto alto ma il divano mal studiato: quando si è in 5, i passeggeri laterali sono costretti a stare un po' piegati con la schiena verso il centro: il rivestimento delle porte non è a filo con la parte laterale dei sedili (basta spostarsi, ovvio, ma i tecnici peugeot hanno fatto una grande gaffe). Davanti non sembra di stare su una vettura di segmento superiore, ma è comunque molto dignitosa: materiali buoni, non sono naturalmente ancora presenti scricchiolii, e dove la mano tocca non resta insoddisfatta. Tutto è comodo e a portata di mano, non è scomodo nemmeno girare i menù dello schermo durante la marcia. Buono l'impianto bluetooth, non ottimi i comandi al volante, molto piccoli (ma comunque sul volante a differenza delle vetture francesi di un tempo, ma anche delle renault attuali). Ottima anche la regolazione dei fari: tutto è sulla leva, fendinebbia anteriori compresi, e tutto ciò che è acceso è riportato sul cruscotto, non vi sono spie sui pulsanti (ma nemmeno pulsanti per accendere fendi e retronebbia, che hanno lo stesso dei movimento dell'accensione dei fari, ma sulla parte interna della leva).
Alla guida
Ci sono auto che compri per guidare, altre che compri per la comodità. Nella mente dei tecnici Peugeot probabilmente c'era la seconda: non si spiega la forma del volante allora! La realtà della vettura vede: uno sterzo estremamente leggero alle basse velocità, che non si indurisce troppo ma rimane ugualmente molto sicuro alle alte: promosso senza debiti; un cambio che è il peggiore io abbia mai provato (e guido abitualmente una ix35, con la 6a marcia che tra poco è in bagagliaio da tanto è il movimento che bisogna fare per inserirla): con la mia posizione di guida, 185 cm per cui con il sedile piuttosto arretrato, la prima è lontanissima, è necessario spostare la spalla destra dal sedile e allungare completamente il braccio, la quinta è quella di un furgone (si vanno quasi a toccare le ginocchia del passeggero per inserirla), ma almeno sono morbide. Impossibile guidare sportivamente (la "mia" Yaris, quindicenne ma arzilla, è decisamente più gradevole). Voto 5, sono buono dato che me la devo far bastare. Ottima tenuta di strada, le gomme sono nuove e piuttosto larghe, non sono riuscito a metterla in difficoltà nemmeno in una rotonda larghissima sotto la pioggia, e tutte le curve mi fanno sentire piuttosto sicuro. Telaio, quindi, estremamente affidabile, è la componente sterzo (non tanto lo sterzo in sè, ma la forma del volante) e cambio che fa schifo e ti invoglia ad andare piano. Frizione dura per essere una utilitaria odierna, ed anche con stacco estremamente alto: aiuta gli inesperti a non far morire la macchina, ma è pessima in parcheggio e quando si vuole fare un cambio "veloce": la prima settimana li ho fatti tutti con pedale frizione ancora giù fin che stavo premendo l'acceleratore, con il motore che urlava di dolore. Ahimè, ancora una volta, Yaris insegna (e regna). Il comfort di marcia è invece piuttosto buono: il motore non fa baccano, anzi sotto i 4000 giri è molto silenzioso, ma anche piuttosto flemmatico, forse per via del peso elevato della macchina. Comunque sono andato a fare uno degli ultimi esami in università settimana scorsa e sono andato in autostrada per 50 km: motore educato, rattoppi stradali avvertibili ma assolutamente meno che in altre auto pari categoria e, chicca, cruise control: viaggio corto, per carità, ma inavvertibile. Cruise di cui non mi piace la leva dietro al piantone (preferirei regolarlo dal volante), ma c'è ed è una grazia.
La comprerei o ricomprerei?
10800€ con cerchi in lega, vernice metallizzata, cruise, fendinebbia e sensori di parcheggio. Motore 1.2 82 cv. 12600€ con cerchi di plastica, vernice pastello, senza cruise, ma con fendinebbia e telecamera. Motore 1.0 69 cv. Naturalmente sto confrontando questa con la nuova Yaris. Il verdetto? Yaris tutta la vita, dei cerchi in lega non me ne faccio nulla, di un motore più pronto in velocità al momento di fare un sorpasso, di una posizione di guida comoda e di una frizione ed un cambio al passo con i tempi assolutamente sì. Questa 208 è una macchina dignitosa, per certi versi anche riuscita, ma non sarà mai al passo con la rivale giapponese. Prezzo comunque contenuto, anche visti gli accessori, ma il lato "guida sportiva, ma anche solo normale" è totalmente da rivedere: per abituarsi a lei bisogna guidare solo lei, ma spesso per una persona normale così non è. Personalmente preferisco guidare la Yaris del 2001, più rumorosa, meno rifinita, ma assai più divertente da guidare (per non parlare di frizione, perfetta - corsa breve, stacco ancor di più - e cambio, contrastato in maniera giusta e corto), questa è una macchina da andature ciitadine, non di più (ma di quelle città senza traffico, altrimenti è piuttosto affaticante). Bella la linea, ma una macchina mi deve piacere alla guida, e questa certo non mi soddisfa. Non dico che sia da buttare, ma preferisco altro.
Peugeot 208 1.2 12V VTi 82 CV Active 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
3
3
0
2
VOTO MEDIO
3,5
3.454545
11
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
13 febbraio 2016 - 12:13
4
buona prova, ottima auto, ma è insopportabile il tuo modo di valutare con la puzza sotto il naso...sembri il tipico inglese che è convinto di guidare dalla parte giusta della carreggiata...stai tranquillo che il cambio si addolcisce parecchio fra qualche migliaio di KM.
Ritratto di Orient Express
13 febbraio 2016 - 14:25
Cosa significa "con la puzza sotto al naso"? Comunque il cambio é già più che morbido nell'inserire le marce, il problema è che sono troppo distanti e piuttosto "vaghe", soprattutto 3a e 5a
Ritratto di domi2204
13 febbraio 2016 - 14:37
scusa se ti piaceva la yaris perchè non hai preso quella, inotre ti avverto che la yaris non è famosa per le prestazioni brillanti.
Ritratto di Orient Express
13 febbraio 2016 - 14:48
Perché i soldi non li metto io, e una Yaris lounge (che sarà la nostra prossima auro, la active sarebbe stata un ripiego) sarebbe stata troppo impegnativa per un neopatentato. Non è famosa per le prestazioni brillanti, certo, ma è comunque più scattante (ho provato una 1.0 vecchio modello). Il problema di questa macchina comunque non è la linea, ma la posizione di guida assolutamente non riuscita, almeno secondo me. Poi, ovvio, appena avrò un lavoro e dei soldi miei, acquisterò solo giapponese
Ritratto di maxstilo
13 febbraio 2016 - 15:15
Complimenti per la prova, il conseguimento della patente e il nuovo acquisto. Se non ho capito male il papà ha una ix35, la mamma una yaris 1.3 e tu e tuo fratello non potevate guidare nessuno dei due mezzi di famiglia. Da bravi genitori (e voi bravi figli visto che non si regala nulla a chi non se lo merita) vi hanno regalato questa splendida vettura nuova (imposta dal papà per questioni di budget). Avranno ragionato sul fatto che una vettura nuova è più sicura, ma io sinceramente vi avrei comprato un usato di qualche anno, si risparmiava parecchio sull'acquisto, sarebbe stata comunque sicura (se "fresca") e si poteva trovare una vettura con pochi km con una minima ricerca di mercato. L'auto nuova ad un neopatentato (anzi 2) è "rischiosa" basta una scrisciatina o toccatina e migliaia di euro prendono il volo. Poi era solo una questione di tempo, visto che tra due anni potrai guidare tutte le auto di famiglia. Comunque complimenti alla prova e al nuovo acquisto. Ritenetevi fortunati, molti genitori non possono regalare una vettura (nemmeno usata) ai propri figli e nemmeno possono acquistare una nuova per tutta la famiglia. Dovete "trattare" l'auto con rispetto, è il frutto del lavoro dei vostri genitori e rispetto anche nei confronti di chi non ha la possibilità economica di acquistarla.
Ritratto di maxstilo
13 febbraio 2016 - 15:20
Perchè durante la descrizione in certi punti sembra che scriva tuo padre e in altri punti il figlio? Dal commento finale vedo che sei il figlio.....se ho sbagliato chiedo scusa.
Ritratto di Orient Express
13 febbraio 2016 - 16:13
Giusto considerare l'auto come un grande sacrificio, infatti ciò che ho scritto qui a casa è molti più edulcorato... 11000 sono anche un anno di stipendio, e non è assolutamente giusto disprezzare ciò che la gente fa per te. comunque io ho 23 anni, ed ho fatto la patente due settimane prima dell'entrata in vigore dell'attuale legge; non ho avuto la macchina nuova ma ho usato la yaris del 2001 di mia mamma, 1.3 con 86 cv , che qui ho confrontato. Il fatto è che, dato che questa macchina vale un anno di stipendio, sarebbe stata d'obbligo una maggior cura da parte dei tecnici peugeot
Ritratto di Orient Express
13 febbraio 2016 - 16:14
*ciò che ho scritto qui, rispetto a quello che ho scritto a casa... Ho dimenticato una parte
Ritratto di Mattia Bertero
14 febbraio 2016 - 18:10
3
Ciao. Bella prova. L'auto mi è sempre piaciuta ma, come te, non sono riuscito a trovarmi con la posizione di guida e la questione del volante piccolo e cruscotto alto. Comunque, io avrei considerato l'acquisto di un auto di seconda mano per i figli, visto che appunto tra due anni potevano guidare benissimo le auto della famiglia. Meno impegnativa come costi. Comunque non male come acquisto, la 208 è un'auto di qualità in rapporto al prezzo.
Ritratto di pallianti
16 febbraio 2016 - 11:14
Prima volta in assoluto che sento lamentarsi della qualità degli interni di una attuale peugeot portando come termine di riferimento una attuale o meno toyota, fra l'altro rinomata per gli interni da molti definite chip ma da quasi tutti per lo meno poco gradevoli alla vista su modelli ben più costosi tipo la rav4.
Pagine
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 17.900 a € 26.550
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.120 a € 33.870
  • Peugeot 108
    Peugeot 108
    da € 11.850 a € 15.050
  • Peugeot 5008
    Peugeot 5008
    da € 28.100 a € 41.600
  • Peugeot 3008
    Peugeot 3008
    da € 26.450 a € 39.200

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • Al Salone di Parigi dell’ottobre 1986 la Peugeot presentò la versione più potente dalla sua best seller, la 205 1.9 GTi. Questa berlinetta sportiva erogava 130 CV e si affiancava alla versione 1.6 GTi che di cavalli ne aveva 115. Per il lancio commerciale fu realizzato uno spot di grande impatto, che si ispirava alle acrobazie dei film di James Bond.

  • Più bassa e corta, la nuova Peugeot 508 SW ha un look grintoso (anche all'interno) e una carrozzeria che strizza l'occhio ai papà sportivi. Qui per saperne di più.

  • Il gruppo PSA illustra il funzionamento di telecamera e radar, due apparecchi alla base dei sistemi di assistenza alla guida (Adas, Advanced driver assistance systems).

Peugeot 208 usate