Peugeot 307cc 1.6 110cv

Pubblicato il 30 agosto 2014

Listino prezzi Peugeot 307 non disponibile

Ritratto di AndreaBze
alVolante di una
Alfa Romeo MiTo 1.3 JTDm 85 CV Distinctive
Peugeot 307
Qualità prezzo
3
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
5
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.75
Perché l'ho comprata o provata
Perché l'ho comprata? Avevo 20 anni e lei era una cabriolet, con un motore da 110cv, una linea da sportiva, ed un colore che non si vede in giro, per molte persone questi dati sarebbero più che sufficienti per propendere all'acquisto di una macchina. Vista per la prima volta in un concessionario di auto usate, io e la mia famiglia eravamo alla ricerca di una seconda macchina che sostituisse la gloriosa opel astra station wagon che, dopo 12 anni e 250'000 km di onorata carriera (Con il motore 1.2 benzina) Ha spaccato l'albero a camme, cedimento per (Più che giustificata direi) Fatica. E' stato amore a prima vista, in configurazione cabriolet, che sovrastava da una posizione rialzata le altre vetture, e faceva sembrare anonime macchine di marche ben più blasonate! La 307cc in questione era allestita con il motore 1.6 benzina da 110cv, clima automatico, autoradio con lettore cd, cerchi in lega da 17" con dischi dei freni anteriori autoventilanti. Colore blu metallizzato, cinghia nuova e condizioni esterne ed interne a dir poco perfette. Classe 2004, 80 mila km sul groppone e il venditore assicura la bontà della vettura. Fermata subito quel pomeriggio e ritirata pochi giorni dopo.
Gli interni
Gli interni della vettura sono veramente ampi, a partire dal parabrezza molto grande ma anche molto inclinato, seguono due grosse e pesanti portiere, corredate dai vetri che, praticamente, attraversano tutta la fiancata della vettura, terminando in prossimità dei piccoli vetri posteriori. La plancia è molto ampia, in plastica morbida e rigida, composta da una sezione principale in plastica rigida color argento nella quale sono inseriti gli strumenti essenziali, quali bocchette centrali del clima, radio cd, climatizzatore e un pozzetto orizzontale porta oggetti. In fondo al cruscotto troviamo un piccolo schermo monocromatico che fornisce le classiche informazioni di temperatura, data e stazione radio, più le info del computer di bordo. Il quadro strumenti è completo di tutto, anche dell'indicatore temperatura dell'olio motore, di notte tutti gli strumenti sono retroilluminati di arancione, ed è un vero spettacolo! I sedili anteriori sono comodi e avvolgenti, la seduta di guida è veramente bassa, da auto sportiva. Le tasche delle portiere non sono ne grandi ne piccole, anche se è difficile tirare fuori qualcosa come un cd (Visto che la radio è sprovvista di aux/usb) Dato che l'appoggia-braccio superiore al cassetto sporge sopra di esso. Seguendo il tunnel, verso i sedili posteriori, troviamo due tasti a leva: il primo per sollevare o abbassare tutti i finestrini contemporaneamente, il secondo invece è il tasto magico, il tasto che tutte le auto dovrebbero avere! Ovvero il pulsante che permette, in poco più di 30 secondi, di passare in configurazione cabriolet. I sedili posteriori sono due poltrone separate, dato che la macchina è omologata per quattro, ci sta comodi sì, a patto di non essere più alti di 1 metro e 80, dato che sforando tale altezza la testa andrà a toccare il lunotto posteriore, anch'esso molto inclinato. Ovviamente il problema scompare quando si passa in configurazione cabriolet. Nel complesso quindi, gli interni sono ben curati e ridefiniti, le plastiche sono ben assemblate e non ci sono scricchiolii fastidiosi. L'accesso alla vettura non è dei più confortevoli, data la scarsa altezza e la pesantezza delle portiere, soprattutto se dovete accedere all'auto in un garage o in parcheggio stretto. Ancora più difficile è l'adesso ai sedili posteriori, nulla di drammatico comunque, basta avere una schiena ancora in buone condizioni! Il bagagliaio, separato dal resto della macchina, è molto capiente, ci stanno tranquillamente due valigie più qualche borsa, ovviamente in configurazione cabriolet non si può salire oltre lo spazio delineato dall'apposita tendina, che, se non tirata e agganciata agli appositi perni, non consente l'apertura del tetto.
Alla guida
Alla guida la 307 coupé cabriolet è scattante solo ad alti regimi, il 1.6 benzina, sebbene muova la vettura in maniera egregia, soffre della pesantezza aggiunta dai macchinismi del tetto retrattile (200kg in più rispetto alle 307 "normale") E questo lo si sente soprattutto nelle partenze. Mentre a velocità sostenuta la macchina si muove bene, la ripresa in quarta e quinta marcia è molto buona, anche in salite autostradali, la vettura riesce a mantenere una velocità superiore ai 110km/h. I consumi sono buoni ad andatura sostenuta, (sono riuscito a fare milano-roma, con due passeggeri a bordo, senza far accendere la spia di riserva carburante!) Tuttavia diventano decisamente peggiori quando si viaggia in città a bassa velocità, per via del peso. La frizione stacca in alto e il cambio fa i capricci quando c'è da inserire la retromarcia, mentre la frenata è potente e la vettura non si scompone, infatti, complici i pneumatici grossi e il baricentro basso, la 307cc ha un'ottima tenuta di strada. Le asperità del terreno sono ben assorbite e si avvertono "morbidamente" nell'abitacolo. il motore è veramente silenzioso, ma tira fuori una bella voce quando si arriva alla parte alta del tachimetro. Purtroppo, dato il peso di questa vettura, per avere spinta bisogna schiacciare il pedale, e per effettuare sorpassi bisogna irrimediabilmente scalare una marcia. Veniamo ora al motivo per il quale si acquista una macchina del genere: viaggiare in configurazione cabriolet è qualcosa di unico, nei sedili anteriori la sensazione di "libertà" si avverte molto meno, visto che il parabrezza inclinato arriva ad altezza della testa, ma nei sedili posteriori.. è una cosa che tutti dovrebbero provare almeno una volta, si ha una strana sensazione, come se si fosse attaccati dietro la macchina, trainati dentro un "vagone" aperto, percorrere le strade costiere Liguri a bordo della 307cc è veramente piacevole! Inutile dire che quando camminate a tetto scoperto tutti si girano a guardarvi! Complessivamente la 307cc è una vettura piacevole da guidare, comoda per 4 persone, adatta anche ai lunghi viaggi (a patto che non si abbiano troppi bagagli da trasportare) Sicuramente non è una vettura adatta alla famiglia, dato che la praticità non è il suo punto forte, ma è inutile dirlo visto che è una vettura pensata per tutt'altri scopi. In configurazione Cabriolet ci si diverte parecchio, anche se, nelle giornate di sole rovente, è meglio lasciare il tetto chiuso e usare il climatizzatore, onde evitare un'insolazione..
La comprerei o ricomprerei?
A questo punto arrivano le note dolenti. Ho acquistato la vettura nel marzo 2013, con 80 mila km, anno 2004. In un anno sono stato costretto ad effettuare i seguenti interventi di riparazione: -Sostituzione motorino di avviamento, 300 euro. -Guasto alzavetro anteriore destro e sinistro: 250+250 euro. -Sostituzione cuscinetto ruota anteriore dx: 100 euro. -Sostituzione pastiglie freni esaurite: 100 euro. -Sostituzione gomme anteriori: 200 euro -Tagliando: 150 euro. A cui si sono aggiunti i seguenti lavori non effettuati: -Sostituzione tiranti volante: 270 euro -Sostituzione tubature radiatore del riscaldamento che perdeva liquido nell'abitacolo, consumando acqua del radiatore e mollando i tappeti: 250 euro. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la quasi improvvisa rottura dello spingi disco della frizione, che ha reso la macchina inutilizzabile. Per cui ho deciso di cambiarla con una nuova. La ricomprerei quindi? Ebbene, nonostante tutti i problemi, tutti i guasti, le rogne, e la scorrettezza del venditore.. Sì, la ricomprerei, perché le emozioni che mi ha fatto provare quest'auto e il periodo in cui l'ho guidata mi ci hanno fatto legare, infatti mi spiace veramente molto doverla cambiare, ma dovendo percorrere 60km al giorno per lavoro non posso più permettermi di mantenerla.
Peugeot 307 1.6 16V 3 porte XSI
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
3
0
1
VOTO MEDIO
2,5
2.5
4
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
17 settembre 2014 - 22:02
7
la 206 cc a questa 308, così come fino a ieri preferivo la 207 cc alla 308 cc. Preferivo la più piccola per la linea.. Tempo fa andai a darci un'occhiata.. mi interessava la 307-206cc.. peccato che sia tutt'altro che sportiva..
Ritratto di cris25
17 settembre 2014 - 23:11
1
mi è capitato di provarla perché la possiede una mia conoscente con lo stesso motore e dello stesso anno! È jn'auto che va bene ma ha dato parecchi elettronici...la prova mi piace, bravo!
Ritratto di Moreno1999
18 settembre 2014 - 17:47
4
Buona prova e auto di un bellissimo colore (oltre che piacevole esteticamente, ma non internamente). Che auto hai adesso...una Mito?
Ritratto di M93
20 settembre 2014 - 18:08
Bella prova, bravo ;) Ma la 307 CC non mi ha mai convinto, a causa del design posteriore a mio avviso poco riuscito.
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 508
    Peugeot 508
    da € 30.350 a € 48.000
  • Peugeot 208
    Peugeot 208
    da € 14.900 a € 21.550
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 18.150 a € 28.050
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.120 a € 33.870
  • Peugeot 108
    Peugeot 108
    da € 11.850 a € 15.050

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • Questa speciale Peugeot 308 GTi ha il motore 1.6 potenziato di 30 CV (per un totale di 302 CV), freni maggiorati e pesa solo 1.155 kg. Qui per saperne di più.

  • La notevole e-Legend Concept proietta nel futuro la casa del Leone ispirandosi apertamente alla Peugeot 504 Coupé degli anni 70.

  • L’auto in verità si era già vista, ma non in versione ibrida plug-in, che la Peugeot ha presentato qui a Parigi. Andiamo a scoprirla.