Pubblicato il 1 marzo 2012
Qualità prezzo
2
Dotazione
4
Posizione di guida
3
Cruscotto
2
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
3
Sterzo
2
Tenuta strada
2
Media:
3.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Abitando a Nizza per questioni di lavoro, ed essendo molto critica la situazione parcheggi e non avendo bisogno di una vettura tutti i giorni visto che mi muovo principalmente in moto, ho deciso di aderire a una formula di car sharing (chiamato AUTO BLEUE) molto intelligente, economica e pratica. Tramite internet e fino a mezz'ora prima dell'orario desiderato posso prenotare l'auto per quanto tempo desidero.
Gli interni
Entrando si nota subito come la tonalità sia tristemente monocromatica e un po' austera, tutto in nero senza esclusione dei tessuti dei sedili che hanno giusto dei decori grigiasrti. Essendo un'auto pensata per la città e per un target giovane o comunque che vuole cose innovative, un po' di colore non avrebbe affatto guastato. Il cruscotto si presenta con delle plastiche rigide e dall aspetto economico ma robusto, con dei buoni assemblaggi, che nonostante le buche e i dossi non rivelano evidenti scricchiolii. Il volante anch'esso in plastica è ben posizionato ed allineato in maniera impeccabile con pedaliera e sedile, offrendo una comoda posizione di guida, grazie anche alla facile ed intuitiva regolazione del sedile/volante. Nell' auto in prova è presente una buona autoradio integrata con un buon sound completa di attacchi aux e usb e un non sempre ben funzionante navigatore satellitare non splendidamente integrato (in quanto si presenta come una scatoletta rettangolare plasticosa e posticcia) sulla parte alta della plancia. Scendendo con lo sguardo troviamo le due ampie ed efficienti bocchette d' aerazione con in mezzo il comando dell' hazard o 4frecce facilmente raggiungibile. Giusto al di sotto trovano posto le tre manopole per il comando del clima (molto efficiente ma ahime anche compromettente per l'autonomia). Appena dietro allo svuota tasche c'è la leva della trasmissione che ha un aria un po' economica e fragilina. Dietro al volante salta subito all'occhio l' inusuale strumentazione con la velocità espressa in numeri da un piccolo schermo, circondato da un grosso semicerchio, che al posto dei giri motore indica con una lancetta il consumo energetico o lo sfruttamento del motore come generatore elettrico in fase di rallentamento e frenata. A lato dell indicatore principale spuntano come due antenne aliene dei piccoli schermi tondi che indicano rispettivamente livello di carica elettrica/posizione della trasmissione e autonomia residua espressa in km. Il tutto è costellato dalle usuali spie di servizio, comprese anche quelle delle cinture. Gli spazi interni sono frutto evidente di un buono studio,in quanto offrono un notevole confort a tutti e 4 i passeggeri previsti. Purtroppo l'alloggiamento di batterie e sacca per i cavi ricarica hanno inevitabilmente rubato parecchio spazio al bagagliaio che risulta comunque sufficiente per una spesa settimanale o un week-end in 2. Vi è comunque la possibilità di abbattere i sedili, anche in maniera frazionata 50/50, per ampliare notevolmente la capacità di carico.
Alla guida
Girata la chiave non si avverte il benché minimo rumore ,tutta la strumentazione si illumina e spostata la leva della trasmissione una scritta "go" ti invita alla partenza nel più totale silenzio. Fin dai primi metri la risposta del motore elettrico lascia perplessi, in quanto la coppia sempre disbonibile, a qualsiasi regime e l' assenza di marce richiedono un po' di pratica per accettare le risposte della vettura come "normale". Proprio queste caratteristiche sono quelle che una volta comprese sono le più affascinanti,in quanto appena si affonda il piede con decisione la piccola e leggera vetturetta scatta in avanti con una velocità ed energia tali da entusiasmare e stupire,un po' come quando da bimbo guidi per la prima volta gli "autoscontri dei gradi al luna park". Questo entusiasmo ed energia si spegne un po' superati i primi velocissimi 60 km/h anche se mantiene comunque una discreta ripresa a tutte le velocità fino alla massima autolimitata a 130 km/h. Usciti dalla città, il suo habitat naturale, si riscontrano molti difetti tipici delle vetture prettamente cittadine, sterzo impreciso e troppo leggero tenuta di strada un pochino incerta (per fortuna è prevista di esp e airbags laterali e a tendina) e difettone delle elettriche una scarsa autonomia per un'utilizzo a 360 gradi. Per il resto le doti di guida sono paragonabili tranquillamente ad un auto tradizionale con un plus di una frenata soddisfacente e sempre sicura anche grazie al motore elettrico che in rilascio rallenta la vettura ricaricando al contempo le batterie.
La comprerei o ricomprerei?
Se l'auto la utilizzassi solo per brevi spostamenti in città e disponendo di un posto al coperto con la presa di corrente magari si, affiancandola però ad un'auto tradizionale. Con il costo della benzina alle stelle rappresenterebbe un indubbio risparmio anche al fronte dell'elevato prezzo di acquisto che fa comunque riflettere sulle potenzialità dell' auto che pur non offrendo una qualità generale degli interni adeguata al prezzo riesce comunque a soddisfare con le sue innovazioni.
Peugeot iOn iOn
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
1
VOTO MEDIO
1,0
1
1
Aggiungi un commento
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
27 marzo 2012 - 18:19
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di il-pai
28 marzo 2012 - 12:42
caro mdb io col car sharing ho scoperto un mondo!....il clima mi permette di muovermi 365gg l'anno con la moto e l'auto la utilizzo praticamente solo per lo spesone settimanale o se ho necessità di caricare molto,in quanto oltre alla i-on è disponibile anche un furgoncino per il noleggio....personalmente mi sento di consigliarlo a tutti coloro che hanno le mie stesse abitudini/possibilita. grazie per il commento.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
28 marzo 2012 - 14:41
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Cinque porte
27 marzo 2012 - 21:51
Di Citroën C1/Peugeot iOn! Comunque bela prova! Complimenti!
Ritratto di gig
28 marzo 2012 - 09:18
Prova abbastanza buona, soprattutto interessante
Ritratto di il-pai
28 marzo 2012 - 12:44
..... spero di avere tempo prossimamente di scriverne altre!
Ritratto di superblood
28 marzo 2012 - 15:38
Complimenti, trovo ottima questa prova, se non altro per il fatto che diversamente da tanti altri, almeno tu l'auto l'hai usata più che per un giretto nel piazzale, quindi è realistica.
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 508
    Peugeot 508
    da € 30.350 a € 48.000
  • Peugeot 208
    Peugeot 208
    da € 14.900 a € 21.550
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 18.150 a € 28.050
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.120 a € 33.870
  • Peugeot 108
    Peugeot 108
    da € 11.850 a € 15.050

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • Questa speciale Peugeot 308 GTi ha il motore 1.6 potenziato di 30 CV (per un totale di 302 CV), freni maggiorati e pesa solo 1.155 kg. Qui per saperne di più.

  • La notevole e-Legend Concept proietta nel futuro la casa del Leone ispirandosi apertamente alla Peugeot 504 Coupé degli anni 70.

  • L’auto in verità si era già vista, ma non in versione ibrida plug-in, che la Peugeot ha presentato qui a Parigi. Andiamo a scoprirla.