Renault Mégane 1.5 dCi 110 CV GT Line EDC

Pubblicato il 19 agosto 2015
Ritratto di GG75CC
alVolante di una
Renault Mégane 1.5 dCi 110 CV Energy GT Line EDC
Renault Mégane
Qualità prezzo
1
Dotazione
5
Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
2
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
3.5
Perché l'ho comprata o provata
La mia seconda auto, sono passato da una peugeot 206cc ad una berlina per necessità di .. famiglia. Essendo invalido ho dovuto scremare la scelta tra auto con il cambio automatico, dimensioni sufficienti per la vita familiare e per entrare in garage, e per non rimpiangere troppo la vecchia vettura che avesse una estetica un filo accattivante. Valutando le necessità citate e anche la tipologia di cambi che non fossero troppo vecchi di concezione, oltre al fatto di preferire un motore diesel, la scrematura ha portato a valutare l’universo WW, BMW, e la renault, quest’ultima con un forte appeal economico... (ai tempi kia e Hunday non avevano prodotti con queste caratteristiche, purtroppo, bastava aspettare un poco e avrei fatto altre scelte.. ma andiamo con ordine)
Gli interni
Innanzitutto la versione da me scelta è stata alla fine una megane berlina 1.5 diesel GT Line, con tetto apribile, interni di concezione moderna, quindi puliti senza troppi pulsanti a confondere la visuale, il navigatore incluso si presenta però posticcio appoggiato nella parte superiore della plancia (morbida al tatto nella parte superiore) al centro, di buona visibilità e ad onor del vero il TOMTOM in dotazione mi ha sempre convinto come chiarezza e facilità d’uso. Il quadro strumenti di tipo analogico con grafica chiara e leggibile con tutte le informazioni che servono ha un aspetto sportivo senza essere pacchiano quindi direi più che soddisfacente, ed anche i tessuti misto finta pelle sono appaganti alla vista come anche il logo GT-LINE serigrafato nei poggiatesta. I sedili però sono troppo poco sostenuti come imbottitura, distano 10-12 cm dalle plastiche portiera (e non ne capisco il motivo se non forse per ridurre l’impatto laterale in caso di incidente) il che obbliga, essendo piuttosto bassa la macchina, e la seduta, ad entrare (scendere) in auto in modo scomposto e soprattutto ad uscire allargando molto la gamba e a spingere verso l’alto con un notevole sforzo per l’anca (ps son 1,78 e 70 Kg di peso ed abbastanza attivo, quindi figuriamoci una persona leggermente sovrappeso). Le portiere già perdono in attenzioni nei dettagli, si trovano infatti 3 sezioni di plastiche (dei buoni vani portaoggetti per fortuna e luce pozzanghera di cortesia) senza un filo di tessuto il che li rende abbastanza cheap all’aspetto, per non parlare delle posteriori che non hanno neanche la ghiera di abbellimento satinata attorno alle casse audio, solo plastica scura ovunque (comunque i vetri oscurati aiutano nei giorni assolati). Il volante è rivestito da una plastica ad imitazione della pelle, con cuciture, che sull’auto in questione direi non fare una bella figura. Ora partiamo con dettagli di progettazione che mi hanno fatto imbufalire, oltre ai problemi meccanici e non solo: prima di tutto il tunnel centrale, dotato anche di presa 12V al posteriore, sporge troppo nel retro dei sedili il che impedisce di ribaltare la panca (sdoppiata 1/3-2/3) posteriore di seduta, naturalmente la parte più larga, impedendo a sua volta di abbassare in modo decente lo schienale, ed io che avevo pensato di comprare una berlina da famiglia (colpa mia per non aver controllato bene in fase di acquisto). L’attacco al telaio della panca di seduta mi è rimasto in mano la prima ed unica volta che l’ho dovuta togliere per un trasloco fatto, il materiale risulta di plastica scadente agganciata ad incastro su un perno in acciaio del telaio, per non parlare del fatto che per alzarla bisogna fare perno al centro della seduta con una mano perché l’aggancio è un semplice labbro che si incastra in un’asola del telaio. Nei primi due anni ho dovuto sostituire il braccetto snodabile della portiera anteriore guidatore (si vede che sono entrato ed uscito dal veicolo più di quanto i tecnici avevano previsto…), la ghiera della leva luci aveva perso rivestimento e serigrafie. Ed ora il piatto forte, cambio e motore: Il cambio doppia frizione ha subito una decina di aggiornamenti, il primo ha completamente rovinato la dinamica di uso del veicolo portandomi ad arrabbiarmi come mai avrei immaginato, per non parlare della gestione dell’assistenza RENAULT che OBBLIGA i titolari e proprietari del veicolo ad eseguire gli “aggiornamenti”, anche contro la loro volontà, altrimenti il veicolo non può essere accettato o restituito al legittimo proprietario (e qui mi viene da ridere, e mi chiedo se io ho facoltà di decidere come far gestire i soldi da me pagati alla RENAULT pena l’obbligo di restituzione). Allo scadere del quarto anno all’ultimo giorno, dopo aver eseguito il tagliando giusto la settimana precedente, mi hanno sostituito centralina elettronica motore e valvola EGR (a 57000 Km; poi a distanza di 7 mesi si sono riaccesi gli allarmi (fatti resettare in vacanza naturalmente), quindi 3 mesi dopo (nuovamente mi si presenta l’albero di natale nel cruscotto) ho sostituito un iniettore del motore (69000 Km) quindi la macchina è nuova, figuriamoci in futuro.
Alla guida
La macchina ha il telaio sport, quindi più rigido della versione base e le sospensioni più sostenute, anche se nelle curve a tornante in montagna che creano un certo dislivello dei due assi (ant e post), lo scricchiolio del telaio non mi porta a considerare così rigido l’autotelaio montato. Le sospensioni assorbono bene le buche e l’assetto è abbastanza neutro, con correzioni dell’assetto calibrate e solo quando serve, mentre per quanto riguarda il controllo di trazione gli interventi sono troppo repentini, basta un lieve avvallamento del terreno e la coppia del diesel attiva subito l’elettronica che taglia potenza al motore, con il risultato di trovarsi in corsia a sperare di non essere tamponati da chi ti segue perché il veicolo si pianta letteralmente in mezzo alla strada. La gommatura è efficace e le prestazioni del comunque piccolo motore permettono di viaggiare in tutta sicurezza anche a pieno carico senza preoccuparsi di salite o sorpassi, a parte una lieve incertezza attorno ai 1800 giri poi l’erogazione si fa fluida e corposa (non di più però) senza far rimpiangere cubature superiori. I consumi rimangono sempre contenuti e senza troppe attenzioni si possono fare su tracciati extraurbani i 20 Km/l (misurati verificando i litri immessi da pompa e i Km percorsi) il che con il serbatoio (cisterna) del veicolo porta ad una autonomia di 1100 Km. Il cambio è partito bene ma dopo le vicissitudini avute purtroppo posso solo dire che il settaggio non è stato fatto a dovere; all’inizio quando tutto funzionava a dovere il lag tra le cambiate era inferiore e avevano privilegiato la dinamica in accelerazione, adesso (forse per aumentarne la durata ma non il piacere) il tempo di risposta nelle cambiate è aumentato e viene privilegiata la scalata (quindi a scalare è più veloce che a salire). La visuale rimane buona in tutte le situazioni e il cofano abbastanza squadrato permette di capire bene gli ingombri in fase di parcheggio (a patto di non abbassare completamente il sedile altrimenti si viaggia veramente col sedere per terra), poi i sensori di parcheggio sono tarati piuttosto bene, il bracciolo centrale è in una posizione turistica che aiuta nei lunghi viaggi assieme al regolatore/limitatore di velocità.
La comprerei o ricomprerei?
Alla fine non la comprerei più . Prima a causa della qualità del veicolo, DECISAMENTE INFERIORE alle aspettative, oltre al fatto che come berlina familiare è piuttosto limitata (vedi tunnel centrale e panca abbattibile), poi anche perché la politica della casa madre proprio non mi va giù, sicuramente la mia prossima auto dovrà essere decisamente più AFFIDABILE, più alta come seduta e più versatile per carichi ed esigenze di famiglia.
Renault Mégane 1.5 dCi 110 CV GT Line EDC
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
2
2
2
1
VOTO MEDIO
2,7
2.714285
7
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
24 agosto 2015 - 22:05
7
Blu gt line non è male esteticamente.. Come va lo sterzo?
Ritratto di GG75CC
25 agosto 2015 - 11:55
Si mi sono fatto attrarre dall'estetica tralasciando alcuni dettagli... Lo sterzo é preciso ma non ha assistenza variabile quindi nessuna particolarità degna di nota Elemento economico sul livello della vettura.
Ritratto di ilmat
25 agosto 2015 - 11:26
1
Ottima prova, non mi aspettavo dalla Renault una delusione simile invece per la macchina
Ritratto di GG75CC
25 agosto 2015 - 12:00
Spero di aver semplicemente avuto la..... Fortuna di aver scelto un mezzo difettato altrimenti sarebbe proprio grave. Comunque il problema dell'abbattimento del sedile é chiaramente dovuto ad errori di progettazione e li é il reparto ingegneristico che dovrebbe essere rivoluzionato non é neanche cattiva volontà...
Ritratto di Mattia Bertero
25 agosto 2015 - 13:15
3
PROVA. La prova è davvero ottima. Come linea la Megane mi è sempre piaciuta. Le tue vicissitudini sono una conferma di quello che affermo da sempre: che la Renault deve migliorare tantissimo sulla qualità degli interni che, a mio avviso anche su ultimi modelli, sono molto sotto rispetto alla concorrenza. Non mi aspettavo però così tante noie al cambio ed al motore. Se vuoi più spazio a bordo dovresti puntare sulle giapponesi che hanno sempre avuto una versatilità ed una abitabilità notevoli in rapporto alle dimensioni esterne (esperienza personale: ho avuto una Yaris seconda serie e lo spazio interno era notevole, anche di più di certe Segmento C). Un saluto.
Ritratto di GG75CC
25 agosto 2015 - 15:32
A mio avviso ultimamente hanno migliorato molto le linee e l'estetica ma la qualità della componentistica non ha seguito di pari passo. Per lo meno le leggi antinquinamento hanno obbligato i costruttori a lavorare su meccaniche che sono comunque di vecchio progetto... Hanno fatto un po di lifting, il mio motore ne é un esempio lampante, come altri della concorrenza naturalmente.
Ritratto di GG75CC
25 agosto 2015 - 15:33
PS seconda auto di famiglia appena acquistata Honda jazz ibrida... Non ho bisogno di dire altro...
Ritratto di Mattia Bertero
25 agosto 2015 - 16:11
3
Hai fatto la scelta giusta con la Honda, non ne rimarrai deluso.
Ritratto di cris25
26 agosto 2015 - 22:45
1
Auto che ho sempre preferito in variante wagon e che ho sempre considerato non all'altezza delle rivali tedesche, almeno per quanto riguarda la qualità degli interni...
Ritratto di Fiosco
8 settembre 2015 - 09:11
io ho portato via una GT line sportour con motore 1.5 DCI 110 CV nel 2012 con 19000€ per una rivale tedesca con le stesse dotazioni ci volevano quasi 5000€ in più. ovvio che la qualità non può essere la stessa!
Pagine
listino
Le Renault
  • Renault Clio Sporter
    Renault Clio Sporter
    da € 15.200 a € 22.800
  • Renault Clio
    Renault Clio
    da € 14.400 a € 22.000
  • Renault ZOE
    Renault ZOE
    da € 25.800 a € 36.200
  • Renault Kadjar
    Renault Kadjar
    da € 21.350 a € 30.550
  • Renault Grand Kangoo
    Renault Grand Kangoo
    da € 38.862 a € 38.862

LE RENAULT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE RENAULT

  • Mascherina più pronunciata, paraurti rivisti e corretti. Nuove luci diurne a “C”, a led come fendinebbia e i fanali. Ecco, tre anni dopo il suo debutto, la nuova Renault Kadjar.

  • Il prototipo Ez-Pro della Renault è furgoncino con l'autopilota, che arriva a destinazione da solo a tutte le ore del giorno. Qui per saperne di più.

  • La Renault Arkana è una suv con linee grintose e una sagoma laterale da coupé. Arriverà nel 2019 su vari mercati mondiali. Qui per saperne di più.