BMW

BMW
Serie 2 Gran Tourer

da 28.500

Lungh./Largh./Alt.

457/180/159 cm

Numero posti

5/7

Bagagliaio

645/1.905 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

“Sorella” allungata della Active Tourer – con la quale condivide la base tecnica e le migliorie intervenute a inizio 2018 – grazie al passo aumentato da 267 a 278 cm, la BMW Serie 2 Grand Tourer offre più agio ai passeggeri posteriori e vanta un bagagliaio più ampio; quest’ultimo, con sovrapprezzo, può essere dotato di una coppia di strapuntini a scomparsa che consentono di viaggiare in sette (ma fanno rinunciare al doppiofondo e a qualche decina di litri di capacità di carico con cinque posti in uso). Nella guida, l’aumento delle dimensioni passa inosservato: la monovolume tedesca è sorprendentemente agile, e conta su uno sterzo preciso e omogeneo. Previsto pure il comando per regolare la risposta di motore, servosterzo, Esp, sospensioni attive e cambio automatico (se presenti), nonché il dispositivo che simula elettronicamente, frenando una singola ruota, la presenza di un differenziale autobloccante. L’offerta di motori rispecchia quella della Active Tourer, a eccezione del 2.0 a benzina più potente (231 CV). Scarno l’allestimento base della BMW Serie 2 Grand Tourer, che ha di serie i sedili posteriori scorrevoli e con schienale regolabile ma non i fendinebbia né il “clima” automatico bizona. Un gradino più su c’è l’Advantage, anch’esso dotabile della funzionale poltrona davanti che si chiude “a portafogli” per consentire (quand’è ripiegato anche lo schienale del divano) di ottenere la massima lunghezza possibile del piano di carico.

 

Versione consigliata

Se si punta al risparmio, anche sui consumi, l’ideale fra le BMW Serie 2 Grand Tourer è la 216d; altrimenti, la 218d rappresenta la scelta più equilibrata. Per non rinunciare alle prestazioni ci sono le 220 a benzina oppure diesel, quest’ultima anche a trazione integrale. Per sottolineare l’immagine sportiva di questa BMW c’è l’allestimento M Sport che comprende il kit estetico per la carrozzeria, i rivestimenti in pelle dei sedili e l’assetto ribassato con cerchi di 17”, ma come gli altri fa pagare a parte il lettore di cd. 

 

Perché sì

Gamma motori Include sia diesel “tranquilli” ed economici, sia unità brillanti (ma sempre ampiamente fruibili), anche a benzina.

Qualità dinamiche Difficile trovare rivali altrettanto agili, precise e gratificanti sui percorsi tortuosi.

Sicurezza Tranne che nella “base”, il cruise control con funzione freno è di serie; disponibili tutti i recenti sistemi di guida assistita.

Spazio Il passo allungato rispetto a quello della Active Tourer si traduce in maggiore agio per i passeggeri della seconda fila.

 

 

Perché no

Posti in terza fila Offerti a pagamento, hanno la seduta bassa e possono accogliere decentemente soltanto passeggeri di statura inferiore a 170 cm.

Prezzo Impegnativo se paragonato a quello delle rivali, lievita parecchio con l’aggiunta di qualche irrinunciabile optional.

Quinto posto La seduta centrale del divano è rialzata, e chi la occupa si trova fra le ginocchia il mobiletto fra i sedili.

Visibilità I montanti anteriori disturbano nelle svolte strette, quelli posteriori nelle manovre in retromarcia (di serie i sensori di distanza).

 

BMW Serie 2 Gran Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
20
23
38
59
VOTO MEDIO
2,4
2.41615
161
Photogallery