Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo 155 CV Distinctive

Pubblicato il 19 gennaio 2010

Listino prezzi Alfa Romeo MiTo non disponibile

Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perché l'ho comprata o provata
Cercavo una piccola sportiva nella linea e nel motore; l’ho trovata con questa Alfa Romeo MiTo in versione 1.4 TurboBenzina da 155cv. Sin dalla sua presentazione mi ha affascinato la sua derivazione diretta dalla bellissima 8c; linea dinamica, colpisce per il frontale finalmente da Alfa (non me ne vogliano i proprietari di 159/brera/spider). Posteriormente bello il disegno dei gruppi ottici posteriori con tecnologia led e il doppio scarico cromato. Lateralmente bello il disegno dei vetri (che ricordo davanti non hanno cornice), l’accenno ad uno spoiler dietro e minigonne la rendono veramente sportiva.
Gli interni
Un bel disegno della console centrale, un bel cruscotto e qualità dei materiali che mi ha convinto sin da subito; niente di banale o lasciato al caso, tutto è pensato per avere a portata di dito. Parlando puramente di estetica finalmente un disegno degli interni giovani, pensato da giovani, per i giovani (ma non solo eh). Colpisce il disegno della plancia che simula (con gusto) l’effetto carbonio, le bocchette dell’aria dal retrogusto hi-tech. I sedili poi rigidi, di ottimo materiale, ben avvolgenti tengono bene anche con guida “allegra” sia guidatore che passeggeri. A proposito di passeggeri: il divano posteriore (la mia è omologata per 5) ospita bene 2 persone adulte mentre il terzo in effetti sta ad incastro per brevi spostamenti. Il lunotto posteriore è si piccolo (da sportiva del resto) ma non ho trovato particolarmente difficoltà in retromarcia pur non avendo i sensori. Aiutano in questo senso i grandi specchietti retrovisori. Infine se a qualcuno interessa il bagagliaio (cosa di poco conto in una sportiva) è strettino ma profondo: insomma le valige per 2 o 3 ci stanno tutte.
Alla guida
Finalmente alla guida. Giro la chiave e il borbottio del “piccolo” 1.4 si fa sentire già in modalità normal. Volante che si gira con un soffio e risposta del motore efficiente già a 1500giri; Sembra di guidare una bella citycar. L’insonorizzazione dei rumori ambientali è ottima e freni sempre pronti. In modalità dynamic la MiTo cambia radicalmente carattere: il volante si irrobustisce, il motore ha una “voce” più cupa e la risposta è in una sola parola “cattiva”. Si sente l’iniezione di coppia che già a basso regime risponde ad ogni sollecitazione del pilota. Il cambio in guida cittadina non tradisce anzi è morbido e si innesta con un dito. Appena si guida sportivi (e in modalità dynamic) ho trovato alcuni impuntamenti in particolare sulla 4° marcia. Niente di grave ma forse incide il fatto di avere solo 500km sulle “spalle”. La sesta è invece di riposo specialmente in autostrada aiutando in consumi e “rumori”. Infine le sospensioni rigide assorbono bene le asperità del terreno ma non aspettatevi le sospensioni di un Suv; in curva si rimane piatti: questa è una sportiva.
La comprerei o ricomprerei?
Assolutamente si; Piccola ma inconfondibilmente Alfa nel carattere e nella linea. La qualità è tangibile, il progetto è giovane e si vede. Divertente da guidare fuori città, comoda e compatta in città. Motore emozionante a partire dal sound e abitabilità interna accogliente con materiali come detto di qualità: niente plastiche “vecchie” o che scricchiolano e disegno interno fresco e moderno. Promossa.
Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo 155 CV Distinctive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
4
3
1
2
VOTO MEDIO
3,3
3.25
12
Aggiungi un commento
Ritratto di emy82vts
21 gennaio 2010 - 22:22
ma di qualità non è granchè! poi il motore cattivo? sali oltre i 5000 e poi vedi se è cattivo... i motori fiat sono deludenti!!
Ritratto di futureal
21 gennaio 2010 - 22:38
si si si i motori fiat non sono granchè e la mito è una punto ricarrozzata. sempre i soliti discorsi e bla bla bla
Ritratto di emy82vts
21 gennaio 2010 - 23:00
i motori fiat come affidabilita e tecnologia vanno bene!! io parlavo di prestazioni, e mi dispiace ma sono scarsi! il t-jet 155cv non ha allungo, cala di spinta in alto e dai... cmq dici i soliti discorsi, ma cosa vuoi sono la VERITA!!
Ritratto di eliot
1 febbraio 2010 - 20:17
i motori fiat vanno benissimo è ormai diventato un pregiudizio il mancato funzionamento ci è stato a inventare il MULTIJET di seconda generazione ? poi questi multiair non sono male. lo so che il pianale di base è quello della grande punto però se le confronti sono molto diverse perciò questo mi sembra un pregiudizio . addio...................................................................................................................................................................................................................................................................................
Ritratto di mementoaudere
22 gennaio 2010 - 11:41
motori pessimi come prestazioni...osannati da gente che non è mai salita su macchine con veri motori sportivi...
Ritratto di emy82vts
22 gennaio 2010 - 12:27
hai centrato il punto!! mi fa piacere sentire dei commenti fatti col cervello!!!
Ritratto di Dareios
15 febbraio 2010 - 14:58
Beato te che hai i soldi per comperarti ferrari, porsche e quant'altro dai 65'000 € in su. Stattene allora nel tuo villone coi tuoi soldi, i tuoi bolidi e le tue frasi d'annunziane e lascia noi comuni mortali a girare con macchine da gente normale a prezzi e prestazioni più o meno accessibili.
Ritratto di futureal
22 gennaio 2010 - 17:42
io ho solo cercato di fare una prova il più obiettiva possibile della mia prima alfa romeo (quindi niente alfista o robe del genere) Dall'alto dei miei 27 anni mi sono permesso solo di dire quelle che sono state le mie sensazioni sulla mia "prima" italiana; prima ho posseduto solo "estere" 120i, 206, clio, di recente anche la scirocco per un brevissimo periodo, che non avranno 300 cv ma invece motorizzazioni "divertenti" (si viaggia dai 100 ai 160 cv circa). Ho guidato tutte quelle di mio padre nei miei 9 anni di patente (GT e 156, c200 kompressor, 320i, clk, solo per citarne alcune) che non sono certo trattori. È vero non ho avuto mai il piacere di guidare direttamente porsche, ferrari o lamborghini (ma non manca tempo ehehe) ma non mi sembra il caso di sminuire solo per sentito dire. Quello che ho visto è che se una cosa non piace qui si attacca senza capire chi e/o cosa si ha davanti... se non ti piace non entrare neanche; a me non piacciono le Hyundai ma non per questo entro e dico che fanno schifo o robe del genere. Semplicemente rispetto. Ma tantè dietro lo schermo siamo tutti adulti con in garage auto da 500cv mentre nella realtà si scopre che il massimo che ci si può permettere è una c2 e magari diesel per giunta. nessun rimorso eh ;D
Ritratto di emy82vts
22 gennaio 2010 - 21:02
io dico la mia opinione... cmq hai avuto solo auto estere? be hai fatto male a farti una fiat, io ti consiglio di tornare alle estere!! io ne ho avute de fiat e ora stop!!! a ho una c2 vero, ma è una vts 125cv, e al semaforo stiamo li con la tua... anche al volante lo conferma se guardi le due prove, per dirti quanto è scarsa la mito per avere 155cv.....
Ritratto di ste85gangy
23 gennaio 2010 - 22:31
è già la tua c2 gli sta attaccato al sedere alla mito solo che la mito ha "l'umiliazzione" di avere 30 cv in più per non parlare della tenuta di stradfa molto migliore la c2 lo dimostrani i tempi in pista
Pagine
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo 4C Spider
    Alfa Romeo 4C Spider
    da € 75.550 a € 81.600
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 47.500 a € 96.600
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 41.850 a € 86.100
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 24.500 a € 32.450

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • L'Alfa Romeo sorprende tutti e al Salone di Ginevra svela questa concept car che dovrebbe anticipare un prossimo modello di serie: si tratta di una suv di dimensioni compatte che potrebbe vedere la luce nel 2020.

  • L'Alfa Romeo 4C è una vettura senza compromessi, che ha riportato la passione nella gamma del Biscione in attesa dei modelli di grande serie, Giulia e Stelvio. A cinque anni dal suo debutto torniamo a guidarla e vediamo come ha retto al passare del tempo.

  • Abbiamo partecipato alla celebre “hillclimb” di Goodwood con un’auto d'eccezione: ecco il racconto di una giornata indimenticabile.