Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo MultiAir Quadrifoglio Verde S&S

Pubblicato il 24 maggio 2010

Listino prezzi Alfa Romeo MiTo non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.4166666666667
Perché l'ho comprata o provata
Auto provata presso concessionario deltamotor, rovigo tangenziale est.
Gli interni
Uguali a quelli delle mito "normali", hanno un aspetto sportivo senza eccessi con richiami alla supersportiva di casa 8c, originali i pannelli che imitano la fibra di carbonio sul cruscotto che ospita un moderno sistema di navigazione (optional da 1000 euro), apprezzabile la leva del cambio con pomello rotondo e asta corta, bello pieno il volante che in questa versione ha la corona nero opaco, il rivestimento in pelle è piacevole al tatto. il battitacco il alluminio ci comunica subito che siamo a bordo di una piccola coupè che sa dare soddisfazioni, i sedili in pelle (optional da 1000 euro) trattengono il corpo a dovere nella guida allegra anche se per questa versione sarebbero stati di grande effetto sedili sportivi con poggiatesta integrati e fianchetti maggiormente pronunciati; grazie alle comode regolazioni del sedile è facile trovare la posizione più adatta alle proprie esigenze. Le eleganti forme da coupè ne pregiudicano la visibilità posteriore, complice anche il piccolo lunotto che contribuisce non poco a limitarci la visuale posteriore.
Alla guida
Si guida in basso come sulle auto sportive, la levetta dna permette di scegliere il settaggio più adatto alle proprie esigenze ed al proprio stile di guida, durante la prova il manettino era in dynamic. Avviando il motore si rimane sorpresi dalla voce cupa ma sempre educata del piccolo 1,4 litri con tecnologia multiair che in questa configurazione eroga ben 170 cavalli vale a dire 124 cv/litro. Grazie alle tecnologia multiair che regola la quantità immessa nel motore l'acceleratore non comanda la solita farfalla ma varia l'apertura delle valvole di aspirazione con un sistema idraulico. Questa tecnologia dovrebbe ridurre notevolmente i consumi (troppo ottimistici quelli dichiarati dall'alfa) e rendere il funzionamento del propulsore più fluido durante tutto l'arco di utilizzo, la coppia è gia disponibile attorno ai 2000 giri, la spinta non è mai brutale e intorno ai 6mila giri viene tagliata dal limitatore, poco male per un 1,4 litri. Secondo la casa il classico 0-100 è coperto in 7,5 secondi, l'impressione è che ci metta un po di più ma non avendo a disposizione strumenti per la misurazione non posso pronunciarmi. La velocità dichiarata è di 219 km/h, durante la prova l'auto ha raggiunto in fretta andature elevate ma essendo in strada pubblica non ho osato portarla al limite, l'impressione è che la velocità dichiarata sia a portata di piede. Lo sterzo prontissimo e la tenuta sempre elevata in qualsiasi condizione, fanno di questa piccola sportiva un'auto dalle doti stradali davvero ottime, il cambio manuale ha 6 marce e al contrario di quello a 5 rapporti della 135 cv non si impunta nell'uso sportivo, risulta sempre piuttosto preciso e morbido nell'inserimento. L'auto da me provata montava cerchi da 18, ne risulta un risultato pessimo per il comfort sullo sconnesso delle strade rodigine, la voce del motore non è mai troppo invadente e non disturba i passeggeri neppure nei lunghi viaggi.
La comprerei o ricomprerei?
E' un'auto ben costruita e dalla spiccata personalità, non è sicuramente adatta ai lunghi viaggi a causa dei consumi non proprio bassi, ma si presta all'utilizzo di tutti i giorni senza problemi e permette di divertirsi durante i fuoriporta del week end. Essendo giovane la comprerei sicuramente anche perchè la tenuta di strada è superiore a quella della mia 147, ma appunto è una vettura per ventenni, tra qualche anno sicuramente non sarò più attratto da lei pur continuando a considerarla un progetto ben riuscito.
Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo MultiAir Quadrifoglio Verde S&S
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di Fabirex27
25 maggio 2010 - 11:08
Complimenti per la prova, una macchina bellissima la MiTo QV, auto che non vedo l'ora di possedere. PS Mi ha fatto ridere che sulla rivista di questo mese la pelle del volante a quelli di AlVolante risultava scomoda al tatto, invece tu la trovavi piacevole.
Ritratto di tolo147
25 maggio 2010 - 12:51
ha fatto ridere il fatto che la pelle era spiacevole al tatto, non capisco come possa risultare fastidiosa la pelle. A mio avviso è molto morbida al contrario di quella della mia 147 che sembra cuoio, direi quasi vellutata, a me è piaciuta. Questa mattina ho provato anche la giulietta e a breve inserirò la prova, la linea dal vivo mi ha deluso moltissimo, alla guida però si è riscattata
Ritratto di condor1
26 maggio 2010 - 16:09
Secondo me la mito è la peggiore delle alfa romeo degli ultimi 20 anni!!! Non perche sia brutta( se si spende tanto diventa bella) ma per via della scarsa dotazione di serie , dei prezzi alti , di un abitacolo piccolo e di una linea che solo con i pack sport diventa sportiva!!!
Ritratto di tolo147
26 maggio 2010 - 16:18
con te per il fatto che solo con il pack sport diventa veramente sportiva, ma questa è la quadrifoglio verde e il pack ce l'ha di serie proprio per questo la trovo veramente bella. Come prezzi sai benissimo come ragionano in fiat, per fare concorrenza alle rivali dirette (mini cooper) invece di puntare più sulla sostanza puntano ad alzare il prezzo sperando in tal modo di posizionare la vettura nel segmento nel quale ci sono i potenziali acquirenti della vettura concorrente. La mito ha prezzi alti per sperare di posizionarsi nel segmento di nicchia occupato per adesso solo dalla mini, la giulietta gioca la carta del prezzo per sfidare bmw serie e a3. Va a capire marchionne, così ragiona
Ritratto di condor1
26 maggio 2010 - 18:37
La quadrifoglio verde è la piu sportiva della gamma!! Io criticavo appunto il resto della gamma che come ho detto costa troppo per quello che offre di serie(veramente poco)
Ritratto di valter47
26 maggio 2010 - 22:43
verità e molto bella motore perfetto finchè fanno stì prezzi alti la gente fà fatica a comprare auto ,semmai mangiando pane e cipolle comprano tutti anche a prezzi alti. NON Sò CHE COSA VENDERANNOtutto aumenta benzina gasolio e le macchine vanno a ruba nessuno rinuncia all,auto
Ritratto di emy82vts
31 maggio 2010 - 20:20
discreta ma nulla di più! io comprerei la polo gti, la clio rs, la cooper s.... ma mai e poi mai questa!!
Ritratto di tolo147
31 maggio 2010 - 20:48
la mito che la polo gti, per quanto riguarda la cooper s invece ti do ragione
Ritratto di emy82vts
2 giugno 2010 - 13:49
è piu potente e ha il compressore che spinge fin dai bassi... prestazionalmente non c'e storia!
Ritratto di tolo147
3 giugno 2010 - 18:59
La polo gti non è ancora in vendita, le caratteristiche e le prestazioni sono solo sulla carta per il momento, bisogna comunque dire che ha quasi 10 cavalli in più e non sono pochi. Quando sarà su strada si potrà fare un confronto equo, per quanto riguarda la cooper s penso non abbia rivali nel suo segmento
Pagine
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo 4C Spider
    Alfa Romeo 4C Spider
    da € 75.550 a € 81.600
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 47.500 a € 96.600
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 41.850 a € 86.100
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 24.500 a € 32.450

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • L'Alfa Romeo sorprende tutti e al Salone di Ginevra svela questa concept car che dovrebbe anticipare un prossimo modello di serie: si tratta di una suv di dimensioni compatte che potrebbe vedere la luce nel 2020.

  • L'Alfa Romeo 4C è una vettura senza compromessi, che ha riportato la passione nella gamma del Biscione in attesa dei modelli di grande serie, Giulia e Stelvio. A cinque anni dal suo debutto torniamo a guidarla e vediamo come ha retto al passare del tempo.

  • Abbiamo partecipato alla celebre “hillclimb” di Goodwood con un’auto d'eccezione: ecco il racconto di una giornata indimenticabile.