Citroën DS3 1.4 VTI 16V 95 CV Chic

Pubblicato il 25 maggio 2010

Listino prezzi Citroën DS3 non disponibile

Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Ero incuriosito da una vettura che farà sicuramente parlare a lungo di sé e che è un’interessante concorrente della Mini. Vista al momento di più sulle riviste che sulla strada mi ha attratto per le sue innovative linee di design e per i suoi abbinamenti di verniciature che fanno la “tira” alla Mini, così ho voluto toccare con mano cosa c’era sotto il cofano e che doti nascondeva il suo autotelaio ed ho avuto l’opportunità di guidarla nella versione con motore a benzina di derivazione BMW di 1.4 litri con 16v e 95cv di potenza.
Gli interni
Gli interni della versione CHIC sono molto curati, simpatici e gradevolissimi, soprattutto la plancia bicolore. I sedili sono ben profilati, trattengono bene in curva ed hanno una seduta relativamente “sportiva”, non sono le soffici poltrone caratteristiche delle vetture francesi ma un connubio di comodità e di sportività all’altezza di blasonate vetture sportive e sono comodi anche per viaggi lunghi. Ci vuole un po’ di tempo per familiarizzare con la strumentazione e trovare a colpo d’occhio le varie indicazioni che comunque risultano essere chiare e ben visibili con caratteri arancione su fondo nero; alcuni comandi posti sul piantone dello sterzo come quelli per comandare la radio ed il regolatore di velocità sono nascosti dalle razze del volante ed è quasi impossibile utilizzarli in marcia se non si impara a manovrarli “a memoria” . Il bagagliaio è sufficientemente ampio anche se piccolo per viaggiare in quattro persone.
Alla guida
La posizione di guida è ottima anche grazie al sedile regolabile in altezza di serie, un po’scomoda la posizione delle cinture di sicurezza eccessivamente arretrata (andrebbe bene accessoriarla con un porgi-cintura da applicare al poggiatesta); appena girata la chiave di avviamento il motore quasi non si sente ed i suoi 95cv sembrano sonnecchiare tranquilli quando al primo colpo di acceleratore si destano senza disturbare. Il servosterzo elettrico consente di girare il volante con la forza di un neonato, morbido e leggerissimo in manovra per poi indurirsi con l’aumentare della velocità ed il suo "taglio netto" nella parte inferiore, come quello delle vetture da corsa, non disturba per nulla nemmeno nella fase di ritorno veloce dopo una curva a tutto sterzo. Su strada la vettura, dotata di serie di ESP, si comporta in modo pregevole: si può tranquillamente affondare il pedale dell’acceleratore in tutta sicurezza, convinti di avere sotto il cofano un motore di 1.8 litri quando invece c’è un 1.4. In curva la vettura non si scompone e segue obbedientemente la traiettoria impostata per assecondare il suo conduttore; la frenata, assistita da vari sistemi elettronici (ABS, REF, AFU) è sicura e potente. I consumi di carburante sono particolarmente contenuti, con il pieno dei suoi 50 litri si possono fare in media 790 km mentre con i motori a gasolio si può arrivare a 1170 come dire “faccio il pieno e non ci penso più!”. La leva del cambio ha un’escursione a mio avviso eccesivamente lunga ed è facile “grattare” soprattutto innestando la retromarcia, in cambio ha una buona impugnatura. Posso dire che è proprio vero quello che riporta il depliant della vettura… “i motori ti regalano sensazioni di guida uniche e una percezione precisa ed immediata della strada.”: la Citroën DS3 è proprio così.
La comprerei o ricomprerei?
A guidarla la DS3 mi ha convinto, sotto quell’abito avanguardistico ed innovativo si nasconde un’attenta cura costruttiva dei componenti e sotto il cofano c'è… tanto; un motore pronto e brillante, dal temperamento quasi “italiano” ed un sicuro comportamento su strada che anche azzardando qualche ”libertà” sembra aiutare il conducente a non eccedere ed a rimanere “tra le righe”. Salire sulla Citroën DS3 dopo una giornata andata storta mette sicuramente di buon umore grazie alle sue piacevoli linee e colori ed invita a fare qualche chilometro in più per ricondizionarsi prima di raggiungere la propria destinazione. La comprerei di certo, accessoriandola con navigatore satellitare con schermo a colori a 7 pollici, sensori di parcheggio, climatizzatore automatico e specchi esterni ripiegabili elettricamente perché per il resto sembra esserci proprio tutto quello che serve. L’unico problema può essere quello di trovare il tempo per scegliere tra… 38 abbinamenti di colori di carrozzeria/tetto e personalizzazioni varie.
Citroën DS3 1.4 VTI 16V 95 CV Chic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
3
0
1
0
VOTO MEDIO
4,1
4.142855
7
Aggiungi un commento
Ritratto di MASSIMO69
28 maggio 2010 - 13:16
Ma come hai fatto a scrivere una prova così dettagliata con una prova al concessionario che sarà durata si e no 5 minuti!
Ritratto di MarcoZan
29 maggio 2010 - 00:10
Tutta INVIDIA la tua, caro amico e scusami se te lo dico ma è quanto traspare dal tuo post. Comunque non condivido affatto questo modo di far le solite polemiche da italiani al bar su quel che dicono gli alltri (tanto più se sconosciuti) e non vado oltre per rispetto alla testata che gentilimente ci ospita e ci dedica spazio. La prova della vettura è durata ben più di cinque minuti, comunque il tempo che mi bastava a saggiare le doti della vettura e colmare le lacune e le curiosità che avevo e non occorre fare il giro d'Italia per poter tirare le somme di una prova su strada; basta un giro di pista. Modestamente, con quasi 800.000 km alle spalle mi bastano pochi istanti per saggiare le doti di una vettura ed ho avuto in passato ottimi maestri che mi hanno insegnato a "sentire" l'auto. Lo scrivere in modo dettagliato lo faccio con piacere quando voglio spiegare agli altri le cose in modo completo e non lo faccio solo in questo luogo poi "Al Volante" è una testata che ritengo seria e gestita da personale competente e condivido spesso le impressioni pubblicate e se mi bastano pochi minuti per provare un'auto beh, è perchè modestamente di esperienza ne ho parecchia. Già con il primo giro di chiave, ascoltando il motore, si capiscono tante cose. Quando mi basteranno i tuoi "5 minuti" beh, telefonerò a Montezemolo per dar le mie direttive per le auto da Formula Uno. Comunque sia ti saluto cordialmente.
Ritratto di MASSIMO69
29 maggio 2010 - 10:10
RISPOSTA! E dalla tua si denota la tua completa maleducazione, io non ho fatto polemica si vede che hai la coda di paglia, ho fatto una domanda senza malizia. Per la cronaca io ho il doppio dei tuo chilometri sul groppone ma non me ne vanto. Vergognati!
Ritratto di MarcoZan
29 maggio 2010 - 16:25
"completa maleducazione" nella mia risposta? Mi scusi Vossignorìa, mi inchino ai suoi piedi a chieder umilmente perdono per le mie involontarie espressioni.... qualora effettivamente ci fossero e che Lei ritenga certe mie affermazioni come tali. Ma dai, cosa ti inventi ancora! La mia è stata una difensiva risposta in tono normale e quello maleducato non sono certo io. Io dovrei avere la coda di paglia? Ah, ah, ah, ah, senti questa! E per che cosa? Sono proprio curioso! Ma tu eri con me in prova con l'auto? Sinceramente non credo proprio se non eri nascosto nel cassettino portaoggetti!!!!! Domanda "senza malizia", sì certo ma comunque "accusatoria" di incapacità. Ripeto: tu come molti altri in questo forum, non sai nulla di me e venirmi a dire che in cinque minuti IO non sono in grado di dare un giudizio su un qualcosa mi vien da vomitare. Ma chi sei? Ponzio Pilato redivivo venuto a mettermi sulla croce? Vieni qui e invece di dare le tue impressioni su una prova scritta vieni a sindacare sul mio operato? Piuttosto, interessante questa del doppio dei chilometri miei che tu avresti fatto in... 23 anni di patente? Se la matematica non è un opinione: 1.600.000 (ovvero il doppio dei miei quasi 800.000) diviso 23 significa che tu avresti fatto poco meno di 70.000 km all'anno... roba da rappresentanti degli anni '90!!!! A mio avviso ti dico io come stanno veramente le cose, mi sa che tu non hai il DOPPIO dei miei km ma... la META' ovvero un po' meno di 400.000... BECCATO? Io sono più che sicuro di sì. E scusami ma non vedo assolutamente di cosa avrei da vergognarmi semmai tu che sei venuto qui ad accusarmi di aver scritto falsità, copiature, inesperienze, eccetera eccetera accetera senza aver la minima cognizione dei fatti e tu la DS3 l'hai vista forse su qualche rivista e non ci sei mai salito sopra. Ribadisco: provala e poi ne parliamo perchè qui sono stufo marcio di dover perder tempo con te e con altri a dover scrivere scritti difensivi alle accuse che mi state facendo e alle quali purtroppo devo star dietro per aver ragione della realtà dei fatti.
Ritratto di MASSIMO69
2 giugno 2010 - 10:23
ora la tua ennesima risposta che niente c'entra con la bella auto che ha provato. ribadisco il chilometraggio sono sempre in giro con auto e furgone non ci credi? Non me ne frega niente, non è di questo che si parla in questo caso, ma vedo che è inutile parlare con te! Ti ringrazio per i commenti sulla mia bravo anche se .....
Ritratto di AleSae
6 giugno 2010 - 14:36
Invidia per cosa? Perchè sei andato ad una concessionaria Citroen e hai provato una DS3? La tua risposta aggressiva denota qualche grave insicurezza e problema socio-comportamentale. E poi io non so dove l'hai provata e come l'hai provata ma non fare il figo, ascoltando il motore e girando la chiave, come dici tu, si capisce lo 0,03 % di quello che un'auto può essere. Sai quanto dura in media la prova su strada di un'auto da parte di un giornalista automobilistico professionista? Una settimana. E anche così è appena sufficiente per scriverci un articolo. Ci vogliono almeno due-tremila chilometri tra curve, autostrada, traffico, parcheggi, etc per capire davvero com'è fatta un'auto. Tu hai solo preso un po' di dati e li hai schiaffiati su una pagina elettronica. E modera i toni, questo non è un social network per ragazzini frustrati.
Ritratto di MarcoZan
11 giugno 2010 - 19:51
OK, scusa. Problema socio-comportamentale? Che sei uno psicologo? Un altro che viene qui a psicanalizzarmi, wow!!! Mah, a me bastano pochi km per capire se un'auto merita considerazione oppure no. Va beh, ho sbagliato, pubblicherò la prova della mia vecchia Lancia Thema Turbo 8V, rottamata dopo 220.000 km. Spero di scrivere finalmente una vera prova all'altezza dei grandi giornalisti test-driver di Al Volante, Quattroruote, Gente Motori, Auto Oggi, Auto Capital, eccetera eccetera eccetera... dopo 220.000 km la conosco meglio del mio amico capo-officina, posso dire? ... Ragazzino frustrato? Ma è proprio vero che Dio li fa e poi me li manda tra i piedi!
Ritratto di MaCiao5
26 aprile 2012 - 21:43
3
...gig con la Panda ha fatto anche peggio!
Ritratto di Nicolino94
28 maggio 2010 - 16:46
-.-' guarda che molti sono dati che normalmente chiunque può ricavare anche da AlVolante o altre riviste specializzate! poi che sia informato non lo nego...
Ritratto di MASSIMO69
28 maggio 2010 - 17:34
NON è UNA PROVA è UNA FARSA!
Pagine
listino
Le Citroën
  • Citroën C-Zero
    Citroën C-Zero
    da € 30.890 a € 30.890
  • Citroën C5 Aircross
    Citroën C5 Aircross
    da € 25.900 a € 37.400
  • Citroën C3 Aircross
    Citroën C3 Aircross
    da € 18.500 a € 25.400
  • Citroën C3
    Citroën C3
    da € 13.650 a € 19.500
  • Citroën C4 Cactus
    Citroën C4 Cactus
    da € 19.900 a € 26.200

LE CITROëN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CITROëN

  • In occasione dei 100 anni della casa francese è stato organizzato un mega raduno al quale hanno partecipato più di 4000 auto, 11.000 collezionisti (compresi 150 arrivati dall’Italia) e 50.000 visitatori. Qui per saperne di più.

  • Il nome strizza l’occhio al passato citando la Ami 6 degli Anni 60 ma questa elettrica lunga appena 2 metri e mezzo guarda decisamente al futuro.

  • La Citroën C5 Aircross permette lunghi viaggi senza stress: le poltrone sono comode e le sospensioni livellano il fondo. Brillante il 2.0 a gasolio da 177 CV, ben assistito dal cambio automatico EAT8. Qui per saperne di più.