Fiat Punto Classic 1.3 Multijet Active 3p

Pubblicato il 31 agosto 2009

Listino prezzi Fiat Punto Classic non disponibile

Ritratto di Dan
Fiat Punto Classic
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
3
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3.4166666666667
Perché l'ho comprata o provata
Ho comprato la vettura perchè volevo un diesel parco e robusto, come motore, montato su una macchina collaudata con un valido progetto alle spalle e con almeno 4 stelle di crash test. Inoltre volevo una vettura conosciusta e con ampia disponibilità di pezzi di ricambio e che fosse valida da usare tutti i giorni nel misto ed in più in qualche viaggio nelle vacanze. La Punto Classic 1.3Multijet faceva per me ed ho completato la dotazione con il pacchetto ESP (più Hill Holder ed ASR) e Airbag per la Testa più i cerchi in lega per avere pneumatici maggiorati (molto più adatti in autostrada di quelli standard).
Gli interni
Gli interni sono realizzati con plastiche povere e rigide ma dal montaggio solido, inoltre sono spesse e, dopo 81000km i cigolii sono quasi assenti. I sedili anteriori pur sottili sono ben conformati e comodi anche per quelli alti 1,90m, i tessuti robusti e la regolazione in altezza del sedile di guida unitamente alla regolazione in altezza della cintura di sicurezza compensano l'assenza della regolazione in profondità dello sterzo (caratterizzato da una buona impugnatura) e consentono a quasi tutti di trovare la propria posizione di guida ideale. I sedili posteriori vanno bene per chi è alto più di 1,80m. In 4 si viaggia comodi ma sono fattibili brevi viaggi in 5 sicuri grazie ai poggiatesta sellati che si abbassano senza togliere visibilità in manovra. Trascurate come qualità le plastiche dei pannelli posteriori ma ciò è tipico di molte utilitarie. Da segnalare l'approsimazione con cui è stato rivestito il fondo del bagagliaio, spesso i piccoli oggetti sparsi possono cadere sotto il ruotino di scorta e vi sono problemi anche per lo stivaggio dei bagagli voluminosi in quanto, se non si presta attenzione, si rischia di danneggiare quanlche cablaggio "volante" o le plastiche dove sono ancorati gli altoparlanti posteriori. Il cassetto portaoggetti non è chiuso da chiave, non è illuminato e non è particolarmente grande ma il libretto di uso e manutenzione, tutti i documenti della vettura, un paio di occhiali da sole, frontalino della radio, un paio di mappe ben piegate, una piccola torcia e il giubbino catarinfrangente (anch'esso ben piegato) ci stanno; però è di buona fattura ed è robusto. Gli strumenti si vedono sempre bene in ogni condizione anche con i riflessi del sole e i comandi del clima anche se in basso sono comodi da raggiundere perchè posizionati davanti alla leva del cambio inoltre sono semplici ed intuitivi. I comandi degli alzavetro in posizione centrale risultano comodi anche per i mancini o per chi è abituato a non staccare mai la sinistra dal volante. L'hazard è facilmente raggiungibile dal passeggero. Poco intuibile inizialmente, ma poi comoda una volta memorizzata, la pozizione della regolazione degli specchietti elettrici ovvero vicino alla leva del freno a mano e alla disattivazione dell'ASR (attenti a non disattivare quest'ultimo! limita lo slittamento delle ruote). I rivestimenti in tessuto delle portiere si macchiano facilmente e usando la macchina tutti i giorni può verificarsi il danneggiamento della moquette dell'appoggio per il piede sinistro. Risultano fastidiosi i riflessi della plancia e degli oggetti posati nelle tre vasche sul parabrezza; suddetti oggetti vagano in modo pressochè fastidioso a causa del fondo liscio delle tre vasche sopra la plancia che risulterebbero anche comode. Sconsigliato tra gli optional il volante in pelle che si integra molto male con l'abitacolo. Anche la radio è da sconsigliare in quanto costa molto cara e non ha il lettore MP3. Posticcia, ma valida come deterrente, la spia dell'antifurto Metasystem incollata al parabrezza, l'unico antifurto che, anche se montato aftermarket, non fà cadere la garanzia della casa madre di soli due anni ma estendibili a pagamento.
Alla guida
Il piccolo 1.3 Multijet ha una vigorosa coppia di 180Nm che quasi fà dimenticare i soli 69CV e, guidando con attenzione e parsimonia, senza pregiudicare un po' di brio, è da record dei consumi che nel misto si avvicinano molto a quelli dichiarati dalla casa madre. Il comportamento della macchina è sincero e sempre valido dall'autostrada agli sterrati e le sospensioni digeriscono bene le asperità del terreno e non sono particolarmente rigide ma neanche morbide. Un lieve sottosterzo si manifesta nelle curve prossime i 90° e si accentua quando gli ammortizzatori sono prossimi alla fine ma l'ESP (disponibile e pagamento) è sempre vigile e raramente entra in funzione. In città si notano i bassi consumi del piccolo diesel che risulta un po' pigro quando con marcia bassa e sotto i 1000 giri lo si chiama prontamente ma come raggiunge i 1500 la coppia scaricata fà balzare in avanti la macchina. Le dimensioni sono dà città e la funzione "city" dello sterzo aiuta tantissimo nelle manovre. Fuori città il motore dà il meglio di sè e tenendolo costante a 2000 giri in quinta marcia sonnecchia viaggia ad una decorosa velocità di circa 80km/h inoltre consuma pochissimo, veramente da record! Le buche improvvise non mettono mai in crisi l'assetto ed è più il rumore che fanno nell'abitacolo che non il reale colpo avvertito che raramente è secco. Tra le curve la piccola FIAT si difende bene e, non delude se non nelle inversioni infatti il diametro reale di sterzata risulta un po' deludente per una macchina così corta. In autostrada il motore spinge sempre deciso e consuma abbastanza poco (590 km non stop costanti ai 110km/h con il climatizzatore acceso si riescono a fare, da pieno a pieno, anche i 22km/l). Il comfort acustico non è dei migliori ma non causa mal di testa ed il volume della voce per parlare è accettabile. Sorpassando i grossi camion e le forti ed improvvise raffiche di vento laterale possono metterla un po' in crisi ma basta tenere saldo il volante e se ne esce in fretta, d'altronde pesa molto poco). In montagna si comporta bene, ma a pieno carico o con forti pendenze si avverte la mancanza di qualche cavallo in più e sovente si deve scalare marcia, attenti nei sorpassi quindi! Il rollio è sempre presente in curva ma mai fastidioso. Negli sterrati la coppa dell'olio è a rischio in quanto il peso del motore fà beccheggiare il muso negli avvallamenti e si rischia di toccare ed il solo pezzo di ricambio della coppa dell'olio supera i 200€. A parte questo la taratura delle sospensioni la rende gradevole anche con le ruote fuori dall'asfalto e la coppia vigorosa le permette di affrontare percorsi non asfaltati con disinvoltura; però attenzione che non è una macchina da rally o un fuoristrada vero e l'ESP non fà miracoli, ancora meno in queste situazioni. Con la neve e le gomme giuste la Punto viaggia bene e l'ASR inserito funziona come una specie di blocco del differenziale distribuendo la coppia tra le due ruote permettendo di partire anche quasi normalmente. Disinserendolo, invece, anche in seconda la coppia è tale che le route slittano senza muovere il veicolo e così anche in marcia in 5cm o più di neve fresca è bene tenerlo sempre inserito. Sul pavè o sulle strade tanto sconnesse il rumore delle sospensioni è abbastanza forte ma la guidabilità non è mai compromessa. Buona la percezione degli ingombri durante i parcheggi o nei passaggi stretti. Da segnalare la mancanza di una chiave o della bloccaggio del tappo del serbatoio, inoltre il condotto è stato mal progettato e costringe a fare il rifornimento tenendo la pistola in una posizione scomoda. Consiglio, inoltre, di aspettare che scenda la schiuma al momento del rifornimento e riempire fino all'orlo il serbatoio, così facendo si mette un altro litro o due di diesel nel serbatoio aumentando l'autonomia.
La comprerei o ricomprerei?
Possiedo questa macchina dall'Aprile del 2007 ed ho percorso più di 81000 km e la ricomprerei ancora perchè anche se vecchia è ancora gradevole, perchè l'onestà senza pretese dell'assetto la rende piacevole e sicura in ogni situazione e perchè il 1.3Multijet da 69CV montato su questa vettura è assolutamente ottimo e non delude mai specialmente se tentuto bene e per tenuto bene intendo: mai tirare le marce o viaggiare troppo basso di giri e manutenzione regolare ogni 30000km (da record anche questo). Non emoziona per qualche dote particolare (a parte i bassi consumi del motore diesel) ma emoziona per il giusto equilibrio che accontenta chi vuole una valida vettura senza pretese stilistiche o di moda e che intenda tenerla a lungo.
Fiat Punto Classic 1.3 Multijet Active 3p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
1
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
2
Aggiungi un commento
Ritratto di samu95
13 febbraio 2010 - 18:43
BELLA MACCHINA
Ritratto di Manfred
1 febbraio 2012 - 16:08
Complimenti, scorrevole ed esaustiva! 5 su 5! La conosco bene e confermo la seccatura del rifornimento! Però i consumi sono davvero ottimi! Saluti!
listino
Le Fiat
  • Fiat 124 Spider
    Fiat 124 Spider
    da € 28.040 a € 32.340
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 16.050 a € 25.050
  • Fiat 500X
    Fiat 500X
    da € 19.250 a € 31.000
  • Fiat Qubo
    Fiat Qubo
    da € 14.500 a € 21.250
  • Fiat 500L Wagon
    Fiat 500L Wagon
    da € 19.050 a € 25.600

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • In vendita da quattro anni, la Fiat 500X si rinnova e cambia in pochi dettagli all'esterno. Ma ci sono nuovi motori e tecnologie. Qui per saperne di più.

  • Fiat 500 Spiaggina ‘58 by Garage Italia: l'intervista a Lapo Elkann, che l’ha voluta fortemente.

  • Realizzata in 1958 esemplari, la serie speciale Fiat 500 Spiaggina ‘58 ha un look vintage e richiama l’utilitaria da “spiaggia” Jolly Spiaggina. Qui per saperne di più.